Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Cancro al seno

Anatomia del seno

Il seno è composto pricipalmente di grasso (tessuto adiposo) e di tessuto del seno, con il tessuto connettivo, i nervi, le vene e le arterie. Il tessuto del seno è una rete complessa conosciuta come la ghiandola mammaria. All'interno della ghiandola mammaria, ci sono 15-20 lobi o compartimenti separati dal tessuto adiposo. All'interno di ogni lobo sono parecchi più piccoli compartimenti chiamati lobuli.

I lobuli sono composti di mazzi grapelike delle ghiandole disecrezione definite alveoli, che sono trovati incastonati in tessuto connettivo. Le cellule fusiformi hanno chiamato le cellule myoepithelial, di cui le contrazioni contribuiscono ad azionare il latte verso il capezzolo, circondano gli alveoli. Ci sono circa un milione di lobuli contenuti all'interno di ogni seno (Spratt et al. 1995). I lobuli sono collegati dalle condotte minuscole che si uniscono (tanto come un gambo dell'uva) nelle condotte sempre più più grandi. All'interno di ogni seno c'è fra cinque e dieci sistemi duttali, ciascuno con la sua propria apertura al capezzolo.

Circondare il capezzolo è un cerchio scuro protetto di pelle chiamato il areola. Il areola sembra ruvido perché contiene le ghiandole sebacee modificate (dell'olio). Queste ghiandole secernono le piccole quantità di liquido per lubrificare il capezzolo durante l'allattamento al seno.

Di tutti i cancri al seno, circa 80% provengono dalle condotte (galattofore) mammarie, mentre circa 20% sorgono nei lobuli (IOM 1997). Una delle distinzioni più importanti da capire è la differenza fra cancro al seno e tumore in situ dilaganti.