Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Cancro al seno

Prove per le metastasi distanti

Le cellule tumorali hanno la capacità di lasciare il sito originale del tumore, di viaggiare alle posizioni distanti e di riprodurrsi per metastasi negli organi quali il fegato, i polmoni, o le ossa. Il processo della metastasi è dinamico e richiede un ambiente ottimale in modo che una cellula del tumore di proliferare, invadere i tessuti circostanti, di essere scaricato nella circolazione, di aderire ai vasi sanguigni nel fegato, di invadere il fegato, di proliferare e stabilire il suo proprio rifornimento di sangue (angiogenesi del tumore). Questo processo complesso richiede l'interazione delle cellule del tumore con il microenvironment del fegato nella misura in cui la cellula del tumore può utilizzare i fattori di crescita ed i vasi sanguigni del fegato per svilupparsi.

Oltre alle prove per i fattori prognostici e premonitori, le donne diagnosticate con cancro al seno nodo-positivo richiederanno una serie di prove di confermare che il cancro non si sia sparso ad altri organi, quali i polmoni, il fegato e l'osso. Soltanto circa 6% delle donne una volta in primo luogo diagnosticati con cancro al seno hanno metastasi distanti (Ries et al. 2000). La maggior parte delle donne trovate per fare trattare le metastasi precedentemente per la malattia e stanno avvertendo una ricorrenza.

I sintomi quali dispnea, una tosse cronica, una perdita di peso e un'osteoalgia possono indicare le metastasi distanti. Tuttavia, solo dopo che le prove specifiche inscatolano l'avvenimento della metastasi distante è confermato o eliminato. Le tre prove primarie eseguite sono analisi del sangue che controllano per vedere se c'è fegato e/o disossano la metastasi, ricerche dell'osso per provare a metastasi dell'osso e x-ray/CT esplora per provare a petto, ad addome ed a metastasi del fegato. Sulla base dei risultati delle prove primarie e dei sintomi che la donna sperimenta, ulteriore prova può essere richiesto.

Prove comuni per le metastasi distanti

  1. Raggi x. I raggi x sono una prova in cui un'immagine è creata facendo uso delle dosi basse di radiazione riflesse sulla carta del film o sugli schermi fluorescenti che fornisce un'immagine delle aree specifiche. I film creati dai raggi x mostrano le caratteristiche differenti del corpo in varie tonalità di gray. Le immagini più scure sono quelle aree che non assorbono bene i raggi x; le immagini più leggere sono aree dense (come le ossa) che assorbono più dei raggi x. Per migliorare la visibilità, alcuni esami dei raggi x useranno una soluzione di contrapposizione che può essere inghiottita, iniettata per via endovenosa nell'apparato circolatorio, o essere data da un clistere per individuare o confermare le metastasi possibili.
  2. Ricerca assiale di tomografia del computer (CAT o CT). Questa procedura combina l'uso di un elaboratore digitale insieme ad un dispositivo girante dei raggi x creare le immagini a sezione trasversale dettagliate, o “le fette,„ degli organi e delle parti del corpo differenti. Questa procedura può o non può comprendere iniettare una soluzione di contrapposizione endovenosa nell'apparato circolatorio. , Tuttavia, comprende sempre l'esposizione a radiazione ionizzante. Una ricerca di CAT ha l'abilità unica all'immagine una combinazione di tessuto molle, di osso e di vasi sanguigni e può assistere nell'individuazione della metastasi possibile.
  3. Imaging a risonanza magnetica (RMI). I RMI non comprendono radiazione ionizzante e possono essere usati per la rappresentazione precisa di tutto l'organo sospettato di avere metastasi. Ciò è una tecnica di rappresentazione speciale usata alle strutture interne del corpo, specialmente i tessuti molli di immagine. Una risonanza magnetica è spesso superiore ad un'immagine normale dei raggi x. In un esame RMI, il paziente attraversa un tunnel circondato da un magnete, che polarizza gli atomi di idrogeno nei tessuti e poi controlla la somma delle energie all'interno delle cellule viventi. Un computer segue il magnetismo e produce una chiara immagine dei tessuti, specialmente tessuti molli. Le immagini sono molto chiare e sono particolarmente buone per il tessuto molle, cervello e midollo spinale, giunti ed addome. Queste ricerche possono essere usate per la rilevazione degli alcuni cancri o per quanto segue il loro progresso.
  4. Tomografia a emissione di positroni (PET). Una tecnica di rappresentazione altamente specializzata facendo uso delle sostanze di breve durata quali gli zuccheri semplici (glucosio), che sono identificati con il segnale che emette gli elementi traccianti (18-fluoro-deoxyglucose (18-FDG)) ed iniettato nel paziente. Un analizzatore registra i segnali che questi elementi traccianti emettono mentre attraversano through il corpo e si raccolgono in vari organi mirati a per esame. Sebbene tutte le cellule usino il glucosio, più glucosio è usato dalle cellule con metabolismo aumentato quali le cellule del tumore, che usano più glucosio che le cellule vicine e così, sono vedute facilmente sulla scansione PET. L'ANIMALE DOMESTICO usa una macchina fotografica che produce le immagini potenti per rivelare la metastasi che altre tecniche di rappresentazione non possono individuare semplicemente. Questa tecnica è molto sensibile nel decifrare e nel prendere le cellule tumorali attive o il tessuto del tumore ma non misura la dimensione. L'ANIMALE DOMESTICO può seguire il corso di cancro attraverso il corpo e mostrare esattamente le dimensioni della malattia. L'ANIMALE DOMESTICO può differenziarsi fra il tessuto normale, il tessuto della cicatrice ed il tessuto cancerogeno maligno.
  5. Ultrasuono. Molto le onde di suono ad alta frequenza sono usate per produrre un'immagine di molte delle strutture interne nel corpo senza esposizione a radiazione ionizzante. Ciò è altamente operatore-dipendente ed è probabilmente utile nella diagnosi ma non particolarmente accurata nella valutazione della risposta del tumore. Per gli ultimi, i CT o le risonanze magnetiche sono più accurati. L'ecografia di intraoperatorio è utile nella rilevazione delle metastasi del fegato.
  6. Ricerca dell'osso. Una ricerca dell'osso è uno studio nucleare della medicina dello scheletro del corpo utilizzato per cercare il cancro, le fratture di sforzo ed altri problemi dell'articolazione o dell'osso. Non misura la densità ossea e non è usato per diagnosticare l'osteoporosi. Questa procedura usa un elemento tracciante del radioisotopo (Technetium-99m MDP o HDP) iniettato per via endovenosa nell'apparato circolatorio. Questo composto radioattivo localizza nell'osso e la distribuzione della radioattività nel corpo è registrata dall'analizzatore del radionuclide (meglio conosciuto come una gamma o gamma camera), producendo un'immagine della distribuzione dell'elemento tracciante del sistema scheletrico. Questa registrazione può rivelare la presenza di metastasi dell'osso.
  7. Densità ossea. Poiché l'eccessiva ripartizione dell'osso scarica i fattori di crescita del tumore nella circolazione sanguigna che può rifornirsi la crescita del cancro, una ricerca di densità ossea e una prova che possono essere usate per valutare i tassi di riassorbimento dell'osso dovrebbero essere eseguite regolarmente per i malati di cancro. Tutte le misure di ricerca di densità ossea ad eccezione dell'ultrasuono usano le piccole dosi di radiazione per determinare la quantità di presente dell'osso.
  8. DPD. L'esame delle urine dei legami incrociati di deossipiridinolina (DPD) (Pyrilinks-D) può essere usato per valutare i tassi di riassorbimento dell'osso; questa prova dovrebbe essere effettuata ogni 60-90 giorni per individuare la perdita dell'osso in pazienti con cancro che ha una propensione spargersi per disossare. Una ricerca di densità ossea di QCT dovrebbe essere fatta annualmente. Ogni malato di cancro dovrebbe prendere un supplemento osso-proteggente per proteggere dalla ripartizione in eccesso dell'osso. Per informazioni per quanto riguarda integrità di mantenimento dell'osso riferisca al trattamento del cancro di protocollo: I fattori critici.
  9. QCT. La tomografia computerizzata quantitativa, o la densitometria di QCT (citata spesso come ricerca di densità ossea di QCT) è un metodo impiegato per misurare la massa dell'osso. Il principio che è alla base della densitometria di QCT e di altre misure della massa dell'osso (quale DXA) è che il tessuto calcificato assorbirà più raggi x che il tessuto circostante in moda da potere usare la misura di densità di CT per misurare la massa totale dell'osso all'interno di un campione del tessuto. Con la tecnica adeguata, la precisione per (il 2D) metodo convenzionale è clinicamente 2-3% e circa 1% per 3D QCT, in modo da pazienti del monitoraggio ai risultati utili annuali dei rendimenti di intervalli. Soltanto QCT isola l'osso metabolicamente attivo per l'analisi. L'esame di QCT è eseguito su tutto l'analizzatore moderno di CT e richiede circa 10 minuti. Le società di assicurazioni ed Assistenza sanitaria statale possono rimborsare per gli esami di QCT.
  10. DXA. DXA corrisponde ai raggi x doppi absorptiometry. Precedentemente è stato conosciuto come DEXA, raggi x doppi di energia absorptiometry. I raggi x bassi della dose di due energie differenti sono usati per distinguere fra l'osso ed il tessuto molle, danti una misura accurata di densità ossea a questi siti. Tuttavia, DXA inoltre comprende la calcificazione e i osteophytes aortici nel calcolo del minerale dell'osso. DXA laterale, è stato indicato per avere un mediatore della sensibilità fra l'alta sensibilità di QCT e più bassa piuttosto quella di DXA convenzionale (usato per rilevazione di osteoporosi), ma usa 4-10 volte l'esposizione a radiazioni, è meno preciso ed il tempo di studio è aumentato ha confrontato a DXA/QDR convenzionale.
  11. Analisi del sangue. Varie analisi del sangue possono valutare la salute degli organi e dei sistemi differenti nel vostro corpo. “Le prove dell'indicatore del Cancro„ possono individuare l'attività possibile del cancro nel corpo. Se il cancro è presente, può produrre la proteina specifica nel sangue che può servire da “indicatore„ per il cancro. CA 15,3 è il nome di una proteina usata per trovare il seno ed i cancri ovarici, sebbene sia importante notare che ci possono essere le quantità insufficienti di questa proteina presente nel sangue per assicurare la rilevazione del cancro al seno della fase iniziale. Il Creatina-chinasi-BB serve da indicatore per il seno, ovarico, il colon ed i carcinoma della prostata. Il CEA (antigene carcinoembrionario) è un indicatore per la presenza di colon, polmone e cancri del fegato e un indicatore per i siti del cancro ovarico e del seno secondario. CA125 può segnalare il cancro ovarico ed i siti colorettali secondari e del seno del cancro. TRU-QUANT e CA 27,29 sono altri esempi delle proteine connesse con la ricorrenza di cancro al seno (più informazioni sui marcatori tumorali seguiranno). Le analisi del sangue dovrebbero valutare per la presenza di anemia o di disfunzione epatica, di cui tutt'e due può essere conseguenze del cancro di fondo del paziente.