Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Cancro del pancreas

Segni e sintomi possibili di cancro del pancreas

  • Itterizia (ingiallimento della pelle e dei bianchi degli occhi) dovuto il bloccaggio della disfunzione del fegato o del dotto biliare.
  • Un dolore di rosicchiamento dallo stomaco alla parte posteriore.
  • Perdita di peso non spiegata.
  • Affaticamento, debolezza, urina scura, panchetti leggeri e anoressia.

Schermatura ed individuazione tempestiva

Uno dei motivi principali che il cancro del pancreas ha un tasso di sopravvivenza difficile è l'incapacità di schermare per ed impedire questa malattia. Il cancro del pancreas deve essere individuato presto (lesioni precancerose o piccoli cancri del pancreas) per migliorare la possibilità di sopravvivenza. Purtroppo, le lesioni premaligne ed i cancri del pancreas in anticipo sono asintomatici e le strategie correnti della selezione sono inefficaci ed inefficienti (Kim 2011).

Attualmente, non ci sono prove di selezione approvate per cancro del pancreas. CA 19-9 è elevato in 70-90% dei pazienti ma non è abbastanza accurato per individuazione tempestiva (sensibilità difficile), né è l'antigene carcinoembrionario (CEA) (Kim 2004). Gli sforzi sono in corso identificare i biomarcatori con un ad alto livello di accuratezza che individuano presto il cancro del pancreas ad una fase iniziale, per esempio mutazioni in K-ras, in p53 e in p16, ma nessuno sono ancora nell'uso clinico sistematico (Bussom 2010).

Le prove di selezione future potrebbero incorporare i biomarcatori oltre all'ultrasuono endoscopico (EUS), possibilmente contrasto-migliorato (Stoita 2011), o al RMI di non contrasto con l'ultrasuono, che ora è utilizzato nel Giappone (Kuroki-Suzuki 2011). In futuro, l'analisi proteomic di liquido pancreatico aspirata sarà un metodo novello di rilevazione del cancro del pancreas (Cuoghi 2011).

Prova di laboratorio

Analisi del sangue: I marcatori tumorali del siero possono essere individuati da un'analisi del sangue semplice e possono essere usati insieme con le prove diagnostiche della rappresentazione per la diagnosi di cancro del pancreas e per il controllo del progresso dopo chirurgia. I marcatori tumorali utilizzati includono CA19-9, il CEA, CA-50, CA72-4 e CA242 (Jiang 2004).

CA 19-9 (antigene 19-9 del carboidrato) è il marcatore tumorale di sostegno ed è ordinato quando il cancro del pancreas è sospettato, specialmente se il paziente dà segni di itterizia. CA 19-9 livelli abbina il corso della malattia dopo il trattamento (Lamerz 1999). CA19-9 un livello elevato preoperatorio (UI/ml >500-1000) implica la malattia più avanzata che non è favorevole a resezione (Fogelman 2008). I metodi diagnostici supplementari sono richiesti perché questa prova è soltanto 70 per cento sensibili e 87 per cento specifici per cancro del pancreas.

Lo studio di EUROPAC attualmente sta valutando la glicemia a digiuno come indicatore per cancro del pancreas in anticipo nei casi sporadici (Stolzenberg-Solomon 2005) e nell'analisi molecolare di succo pancreatico (K-ras e mutazioni p53 e metilazione del promotore p16). La selezione per il diabete recente di inizio potrebbe possibilmente condurre alla diagnosi precoce o ridurre le morti del cancro del pancreas (Lowenfels 2006).

Un livello ematico della fosfatasi alcalina che è quattro - cinque volte i limiti superiori del normale (e sproporzionato al livello della bilirubina) può accadere dall'ostruzione del tumore del dotto biliare.

Valutazione della funzione pancreatica. Nel cancro del pancreas, la digestione anormale connessa con gli enzimi pancreatici insufficienti e la funzione (insufficienza) possono accadere (Bruno 1995a). Quando i livelli pancreatici degli enzimi scendono sotto 1 - 2 per cento di digestione nutriente normale e difficile e dell'incorporazione accada. La digestione difficile può causare la perdita di peso significativa, le carenze nutrizionali ed i movimenti di intestino nauseabondi o grassi. Inoltre è associato con i cambiamenti nella funzione gastrointestinale, quali i cambiamenti nell'equilibrio acido-base, nel metabolismo dell'acido biliare, in stomaco che di svuotamento e nella motilità degli intestini (Grant 1978).

Le prove per la funzione pancreatica degli enzimi includono:

  • Lipasi, amilasi, livelli della chimotripsina e secrezione del bicarbonato (Ochi 1997; Bruno 1995b).

Con il completamento degli enzimi, la perdita di peso e gli indici biochimici di malnutrizione possono notevolmente essere migliorati (Braga 1988).

Le prove per la funzione pancreatica dell'ormone includono:

  • Insulina: Livelli della glicemia a digiuno e un test di tolleranza al glucosio orale (OGTT) (Yamaguchi 2000).
  • Misura dei livelli di ormone (insulina, glucagone, somatostatina e polipeptide pancreatico) dopo un pasto (Schusdziarra 1984).