Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Deficit di attenzione/disordine di iperattività (ADHD)

Diagnosi

Non c'è test diagnostico per ADHD; invece, la diagnosi è un processo graduale che anche deve prendere in considerazione parecchi altri termini, quali ansia, le difficoltà di apprendimento e l'ansia, che può causare i simili sintomi (CDC 2013a).

La prima indagine nazionale che ha chiesto ai genitori riguardo a ADHD è stata completata nel 1997. Da allora, c'è stato un aumento nel numero delle diagnosi parentale-riferite di ADHD come pure nei tassi di prescrizione. Tuttavia, è difficile da dire se questo rappresenta un aumento nel numero dei bambini diagnosticati o di un numero aumentato di bambini che hanno sviluppato questa circostanza (Thomas 2013; CDC 2013a).

È pensato che alcuni contributori importanti al tasso aumentante di diagnosi siano la mancanza di criteri coerenti per valutare obiettivamente la severità dei sintomi e lo spostamento osservato nel corso degli anni nei criteri diagnostici di ADHD (Thomas 2013).

I criteri diagnostici descrivono tre tipi di ADHD. Precedentemente, il tipo principalmente disattento ha incluso gli individui con sei o più sintomi di disattenzione e meno di sei sintomi di iperattività o del impulsivity. Il tipo principalmente iperattivo-impulsivo ha incluso gli individui con sei o più sintomi di iperattività-impulsivity e meno di sei sintomi di disattenzione. Il tipo combinato ha incluso gli individui con i sintomi attraverso entrambe queste dimensioni (Willcutt 2012). Uno dei cambiamenti compresi in quinta edizione del sistema diagnostico e manuale statistico dei disturbi mentali (DSM-5) (adottato nel 2013) è quello per la gente oltre 17, cinque invece di sei sintomi è sufficiente per la diagnosi (Prosser 2013; Thomas 2013).