Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo)

Criteri diagnostici per il disturbo ossessivo compulsivo

Preso dal manuale diagnostico e statistico psichiatrico americano dell'associazione dei disturbi mentali, quarta edizione (DSM-IV):

A. Ossessioni, come definite da quanto segue:

  • pensieri, stimoli o immagini ricorrenti e persistenti che un individuo percepisce come inadeguato ed intrusivo e che sono associati con emergenza o ansia
  • tali pensieri, stimoli o immagini non sono appena eccessive preoccupazioni circa i problemi reali
  • gli individui fanno i tentativi di sopprimere o trascurare questi pensieri, stimoli o immagini o di neutralizzarli impegnandosi in altri comportamenti o pensieri
  • gli individui riconoscono che i pensieri, gli stimoli o le immagini persistenti sono un prodotto della loro mente e non sono imposti con una forza esterna

Costrizioni, come definite da quanto segue:

  • i comportamenti ripetitivi (per esempio, lavaggio della mano, inondare, sistemante) o gli atti mentali (per esempio, contare, ripetente silenziosamente le parole) che gli individui ritengono guidati per eseguire in risposta ad un'ossessione o secondo le regole essi ritengono coercitivi per seguire rigidamente
  • tali comportamenti o atti mentali sono fatti per impedire o ridurre l'ansia o per impedire l'avvenimento di una situazione o di un evento temuta, anche se i comportamenti o gli atti mentali non sono collegati realisticamente alle cose che sono destinati per neutralizzare o impedire

B. Ad un certo punto nel corso del disordine, l'individuo riconosce che le ossessioni o le costrizioni sono eccessive o irragionevoli (questo criterio non si applica ai bambini).

C. Le ossessioni o l'ansia o l'emergenza significativa di causa di costrizioni, consumano più di un'ora al giorno, o significativamente interferiscono con lo stile di vita normale della gente, funzionamento professionale o accademico, o relazioni tipiche o attività sociali.

D. Se un altro disordine è presente, la natura delle ossessioni o delle costrizioni dell'individuo non è limitata a (per esempio, preoccupazione con alimento nei disordini alimentari, capelli che tirano nella tricotillomania, la preoccupazione con le fantasie o gli impulsi sessuali in parafilia, o la colpevolezza ossessiva nel disturbo depressivo principale).

E. Le ossessioni e/o le costrizioni non sono il risultato fisiologico diretto di una sostanza (per esempio, farmaco, una droga di abuso) o una condizione medica generale.