Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Disordine ossessivo (disturbo ossessivo compulsivo)

Origini del disturbo ossessivo compulsivo

Sebbene la causa esatta del disturbo ossessivo compulsivo sia sconosciuta, una combinazione di fattori ambientali, conoscitivi e biologici sembra essere compresa. Una carenza di serotonina (un neurotrasmettitore nel cervello che assiste alla trasmissione dei messaggi elettrici fra le cellule nervose) è stata proposta come almeno spiegazione parziale. La carenza della serotonina inoltre è stata implicata nell'ansia, nella depressione ed in altri disturbi psichiatrici. I vari studi neuroimaging inoltre suggeriscono che una disfunzione elettrica in determinate regioni del cervello possa contribuire al disturbo ossessivo compulsivo (Whiteside 2004). Questa osservazione è sostenuta tramite i confronti di attività di cervello presi dalla tomografia a emissione di fotone singolo e dalla tomografia a emissione di positroni dai comandi sani e dalla gente con il disturbo ossessivo compulsivo. I ricercatori inoltre hanno suggerito che il disturbo ossessivo compulsivo, i disordini di tic, o entrambi potessero essere causati da una risposta autoimmune ai batteri streptococcici in alcuni bambini suscettibili (Arnold 2001).

I fattori genetici possono anche svolgere un ruolo nello sviluppo del disturbo ossessivo compulsivo. La gente con un parente di primo grado (IE, genitore, fratello germano) con il disturbo ossessivo compulsivo, per esempio, ha un maggior rischio quintuplo che altri di sviluppare la circostanza (Nestadt 2000). Una rassegna completa degli studi dei gemelli indica che in bambini, i fattori genetici rappresentano 45 - 65% del rischio di sviluppare il disturbo ossessivo compulsivo (van Grootheest 2005). In un altro studio, i ricercatori hanno identificato una variante del gene che raddoppia il rischio di una persona di sviluppare il disturbo ossessivo compulsivo (Hu 2006).