Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Disordine affettivo stagionale

Interventi nutrizionali mirati a per TRISTE

Melatonina. La melatonina, un ormone prodotto nella ghiandola pineale, è responsabile del regolamento della temperatura corporea del centro e di sonno alla notte (Arendt 2005). Il ruolo di melatonina in TRISTE è complicato e l'argomento di certa controversia. In circostanze normali, i livelli della melatonina aumentano di sera, prima di ora di andare a letto, picco nel mezzo della notte e diminuiscono gradualmente mentre la mattina si avvicina a (Macchi 2004). Fra la gente con la durata TRISTE e eccessiva della secrezione della melatonina è stato implicato, ma i ricercatori sono lontano dal sistemato da su questa teoria come la causa principale di TRISTE. Tuttavia, la melatonina a basse dosi presa alla notte è stata indicata per essere efficace nel miglioramento dell'umore in pazienti con TRISTE (Lewy 1998a; Rohr 2002).

Contributo supplementare a TRISTE

La terapia nutriente per TRISTE funziona lungo i principi simili a quelli della terapia farmacologica: i livelli aumentati della serotonina possono alleviare i sintomi. Per capire come queste sostanze nutrienti funzionano, è necessario da capire come la serotonina è sintetizzata. Nel corpo, il triptofano è convertito 5 in hydroxytryptophan (5-HTP) dall'idrossilasi del triptofano degli enzimi; questa conversione può essere inibita da una carenza in vitamina b6 o magnesio insufficiente (Birdsall 1998). A sua volta, 5-HTP è convertito in serotonina, che successivamente è convertita in melatonina, con il servizio della S-adenosyl-l-metionina (stessa) come l'agente di metilazione (Macchi 2004; McKee 1999). Quindi, tutte le sostanze nutrienti che sostengono i livelli sani di triptofano o promuovono la metilazione sana contribuirebbero teoricamente a migliorare i livelli di serotonina ed ad alleviare i sintomi di TRISTE.

Triptofano. La terapia leggera solitamente è considerata il trattamento prima linea per TRISTE, ma circa 40% dei pazienti curati con la terapia leggera non rispondono (Ghadirian 1998). Ciò può essere dovuta in parte ad una carenza di triptofano (fuga 1996), che è necessario per la sintesi di serotonina ed a volte raccomandata come antidepressivo naturale. Alcuni dati suggeriscono che la luce stimoli la conversione di triptofano a serotonina (fuga 1996). Alcuni studi indicano che il triptofano può essere usato per migliorare la terapia leggera (fuga 1997), mentre altri indicano che il triptofano può produrre i benefici uguali a quelli della terapia leggera in pazienti con TRISTE e può allungare il momento di ricadere (Ghadirian 1998). Uno studio in pazienti con TRISTE chi era stato trattato con la terapia leggera ha notato lo svuotamento rapido di triptofano ha provocato un'inversione degli effetti terapeutici del trattamento della luce intensa (fuga 1996).

Lo svuotamento del triptofano in un quadro sperimentale nei pazienti con TRISTE inoltre è stato associato con un aumento in neopterina del plasma (Stastny 2003). La neopterina è un indicatore della funzione immune; gli alti livelli sono associati con attività di sistema immunitario aumentata. Ciò suggerisce che i bassi livelli di triptofano possano causare i livelli elevati di neopterina, che, insieme con serotonina riduttrice, possono peggiorare la depressione connessa con TRISTE (Stastny 2003). Questi risultati hanno implicazioni importanti in pazienti con i disordini autoimmuni (per esempio, artrite reumatoide, sclerosi a placche e morbo di Alzheimer), in cui i livelli di citochine del sistema immunitario (quale interleukin-6) possono già essere elevati (Maini 2000; McGeer 1995; Thornton 1997).

Il triptofano era un integratore alimentare popolare fino al 1989, quando uno scoppio epidemico di sindrome di eosinofilia-mialgia (SME) è stato associato con l'uso di triptofano negli Stati Uniti. Circa 95% dei casi sono stati rintracciati ad un singolo fornitore d'oltremare, sebbene molta gente che ha preso il triptofano da questo fornitore non sviluppasse lo SME. Nel 1989 FDA ha pubblicato un richiamo nazionale per tutti i prodotti che contengono il triptofano e successivamente ha vietato l'importazione di triptofano dalle fonti d'oltremare (Das 2004).

5-hydroxytryptophan (5-HTP). 5-HTP è il precursore immediato nella biosintesi di serotonina da triptofano. 5-HTP orale attraversa facilmente la barriera ematomeningea e può essere efficace quanto il triptofano nei livelli aumentanti di serotonina (Birdsall 1998). Un'amministrazione di 200 - 600 mg 5-HTP è stata indicata per essere efficace nel trattamento dell'insonnia e nel miglioramento della qualità di sonno (Guilleminault 1973; Soulairac 1977; Wyatt 1971). 5-HTP è stato trovato sicuro nel trattamento TRISTE una volta usato da solo ma è stato indicato ai livelli del cortisolo di aumento (Jacobsen 1987). È importante notare quello uso concomitante di 5-HTP e gli inibitori della monoamina ossidasi o di SSRI (IMAO selettivo) possono provocare la sindrome della serotonina, una circostanza caratterizzata da agitazione, la confusione, il delirio, la tachicardia, diaforesi e le fluttuazioni nella pressione sanguigna (Martin 1996). Tuttavia, nessun caso definitivo della tossicità è emerso universalmente durante i 20 anni scorsi in pazienti che usando 5-HTP da solo come integratore alimentare (Das 2004).

Vitamina b6 e S-adenosyl-l-metionina (stessa). La conversione di triptofano a 5-HTP può essere inibita da una carenza della vitamina b6 o del magnesio insufficiente (Birdsall 1998). Inoltre, la conversione di 5-HTP a serotonina e la conversione successiva della serotonina in melatonina, contano su stessi come agente di metilazione (Macchi 2004; McKee 1999). La vitamina b6 è un cofattore importante in questione nella produzione di serotonina. La carenza di vitamina b6 dovrebbe essere considerata in TRISTE; specialmente negli anziani, che possono soffrire dalle carenze vitaminiche (Hvas 2004).

Magnesio. Gli studi indicano che un ritmo circadiano sano è associato con i livelli normalmente di variazione del magnesio, che alzano nella sera, con le fluttuazioni celebri di mattina (Touitou 1978; Ising 1995). I livelli insufficienti del magnesio possono inibire la conversione di triptofano a 5-HTP, che può colpire la produzione di serotonina e di melatonina (Birdsall 1998). La ricerca suggerisce che lo svuotamento del magnesio possa essere associato con i disturbi della fisioregolazione dell'orologio biologico, derivando da un aumento o dalla diminuzione in melatonina, come è evidente in TRISTE (Durlach 2002).

Il mosto di malto di St John. Il mosto di malto di St John è stato indicato per essere efficace contro la depressione severa ed i sintomi depressivi di TRISTE (Vorbach 1997; Kasper 1997). In uno studio, 900 mg di iperico, un estratto di mosto di malto di St John, sono stati trovati per essere efficaci quanto la terapia leggera in TRISTE (Kasper 1997). Un altro studio ha trovato che 900 mg di iperico congiuntamente a luce intensa (3000 lux) o (< una terapia leggera tenue di 300 lux) ha ridotto i sintomi depressivi in pazienti con TRISTE (Martinez 1994). Il suo meccanismo esatto di azione non è stato stabilito chiaramente; tuttavia, i ricercatori propongono che il mosto di malto di St John colpisca l'assorbimento e la ricaptazione dell'IMAO selettivo come serotonina e norepinefrina (Nangia 2000).

Acidi grassi Omega-3. Gli acidi grassi Omega-3 hanno un ruolo nella sintesi di serotonina e là sta incoraggiando i dati circa il loro uso nei disturbi depressivi. Inoltre, perché l'incidenza di TRISTE è associata con le più alte latitudini, sembra logico che la gente che vive nell'Artide abbia sofferto molto dai tassi alti di disturbo depressivo dell'inverno. I ricercatori, tuttavia, hanno trovato che TRISTE è molto raro fra la gente islandese, che mangia molti acidi grassi omega-3 nel pesce dell'acqua fredda. Quando il consumo di pesce va giù, l'incidenza di TRISTE comincia ad aumentare (McGrath-Hanna 2003; Cott 2001; Magnusson 2000).

Come citato precedentemente, le citochine pro-infiammatorie causano la maggior produzione degli enzimi che vuotano il triptofano nel sangue, che può provocare la carenza della serotonina nel cervello. Questi nuovi risultati circa da degradazione indotta da citochina di triptofano spiegano perché le sostanze nutrienti gradiscono l'olio di pesce (che sopprimono le citochine infiammatorie) alleviano la depressione.

Sebbene gli studi non siano stati intrapresi che esaminano il ruolo del completamento dell'acido grasso omega-3 in TRISTE, questi oli essenziali hanno indennità-malattia multiple e considerando i dati indicativi in gente artica che consuma molto olio di pesce, è probabilmente prudente da aggiungere gli acidi grassi omega-3 ad un programma del completamento.