Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Perdita dell'udito e tinnito

Perdita dell'udito e tinnito di comprensione

La perdita dell'udito può essere conduttiva, neuro-sensoriale, o mista, che è una combinazione di conduttivo e di neuro-sensoriale. Il tipo di perdita dell'udito è correlato con la parte anatomica dell'orecchio colpito (orecchio interno esterno, medio, o). Generalmente, il danneggiamento dell'orecchio esterno e medio causa l'ipoacusia, mentre il danno dell'orecchio interno provoca la perdita dell'udito neuro-sensoriale (Medwetsky 2007).

Ipoacusia

L'ipoacusia dell'orecchio esterno e medio ha potuto essere causate da infezione, trauma, malformazioni congenite o tumori nell'orecchio esterno. L'otite media, una malattia infantile comune che può anche colpire gli adulti, è uno dei tipi più comuni di otiti per causare la perdita dell'udito; similmente, le infezioni virali delle vie respiratorie superiori possono colpire l'orecchio e causare la perdita dell'udito temporanea. Il trauma alla membrana timpanica, una delle strutture dell'orecchio medio che contribuiscono a tradurre le onde sonore in segnali neurologici interpretabili, può anche provocare l'ipoacusia. La membrana timpanica può essere nociva tramite il trauma diretto, che può essere causato da un corpo estraneo quali un tampone di cotone (per esempio, Q-tip®), l'infezione ed i cambiamenti improvvisi nella pressione d'aria (barotrauma) dell'orecchio medio (Weber 2012).

Perdita dell'udito neuro-sensoriale

Il danneggiamento dell'orecchio interno è solitamente responsabile di perdita dell'udito che progredisce col passare del tempo. La presbiacusia, o il deterioramento relativo all'età di capacità uditiva, è segnata dalla perdita graduale di udienza ad alta frequenza da entrambi i lati in individui anziani (Huang 2010). La presbiacusia inoltre è associata con il tinnito (cioè, suonando nelle orecchie). L'eccessivo rumore può anche causare la perdita dell'udito neuro-sensoriale che può aumentare gradualmente col passare del tempo. Il rumore forte danneggia le strutture delicate nell'orecchio sia dovuto il trauma che l'accumulazione dei radicali liberi & del glutammato in eccesso come pure altera i livelli intracellulari del calcio e del magnesio (Prasher 1998). Le infezioni e una circostanza chiamata Meniere diseasecan inoltre conducono a danno dell'orecchio interno ed a perdita dell'udito neuro-sensoriale (Weber 2012; Mayo Clinic 2010).

Tinnito

È collegata molto attentamente a perdita dell'udito una circostanza conosciuta come il tinnito, caratterizzato da una sensazione di squillo persistente nelle orecchie. Sebbene il tinnito possa essere avviato da varie cause, la maggior parte dei casi è associata con perdita dell'udito (Roberts 2010). I ricercatori ancora stanno lavorando per capire il processo dietro il tinnito. Un'ipotesi popolare è quando le cellule ciliate (cellule nervose specializzate che contribuiscono a tradurre le onde sonore in segnali interpretabili per il cervello, non essere confuso con i follicoli piliferi) nella coclea sono danneggiate, alcuni dei neuroni collegati parzialmente perde il regolamento inibitorio che li tiene da infornamento quando non c'è nessun suono presente. Di conseguenza, questi neuroni inviano i segnali che il cervello percepisce come rumore persistente. L'appoggio della questa ipotesi è che molta gente che soffre dal tinnito percepisce “lo squillo„ in loro orecchie da essere dello stesso o di simile frequenza ai loro deficit di udienza. Di conseguenza, i simili processi che conducono a perdita dell'udito possono anche condurre al tinnito; quindi, gli interventi che impediscono la perdita dell'udito possono anche impedire il tinnito (Roberts 2010).