Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Vertigine

Tipi di vertigini

Vertigine posizionale parossistica benigna

La vertigine posizionale parossistica benigna (BPPV) si presenta dopo un movimento improvviso della testa. È uno dei tipi più comuni di vertigini (Crespi 2004). Le donne sono colpite due volte più spesso degli uomini e l'età media dell'inizio è il mid-50s (Salvenelli 2004).

BPPV è solitamente inoffensivo e nessuna causa è individuata spesso (IE, idiopatici). In alcuni casi, tuttavia, BPPV è causato tramite degenerazione relativa all'età o il trauma capo (Gordon 2002). I pazienti con BPPV hanno episodi di breve durata di vertigini, di sventatezza, dello squilibrio e della nausea temporanei. I sintomi di BPPV, che si sviluppano solitamente improvvisamente dopo che un cambiamento nella posizione capa, possono essere abbastanza severi causare il vomito (Goplen 2002). I moti tipici che causano gli episodi di BPPV includono uscire del letto, rivoltarsi, il piegamento giù e cercare mentre stanno (Bertholon 2002). Uno dei sintomi caratteristici di BPPV è movimento rapido dell'occhio in una direzione seguita da una deriva lenta di nuovo alla sua posizione originale. Questo movimento involontario degli occhi è un tipo di nistagmo. Medici possono a volte dire che genere di vertigine è presente dalla natura del nistagmo.

BPPV accade quando i detriti dalle otoliti si sistemano nel canale semicircolare posteriore. Ciò rende il canale ipersensibile alla tirata di gravità, producendo un senso costante di moto o di caduta (Parnes 2003).

La sindrome di Ménière e la malattia di Ménière

La malattia del Ménière di termini e la sindrome di Ménière a volte sono usate scambievolmente. Tuttavia, anche se entrambe comprendono l'apparecchiatura dell'orecchio interno, non sono lo stesso disordine. La malattia di Ménière sviluppa dovuto (o sconosciuto) le cause idiopatiche, mentre la sindrome di Ménière è secondaria ad altre malattie quale infiammazione dell'orecchio interno causata tramite la sifilide, la tiroide, o il trauma capo. Dei due, il più comune è la malattia di Ménière idiopatico.

Ménière di qualsiasi varietà è riconosciuto da una triade classica dei sintomi: vertigine; perdita dell'udito a bassa frequenza e di variazione; e tinnito (che suona nelle orecchie) (Costa 2002 del da). Inoltre, la circostanza è caratterizzata da una circostanza conosciuta come le idrope endolinfatiche, o da una pressione idraulica aumentata nel sistema endolinfatico dell'orecchio interno. Sebbene i ricercatori lungamente abbiano sospettato che le idrope endolinfatiche erano la causa fondamentale dei sintomi della malattia di Ménière, i più nuovi studi hanno messo in dubbio una causa ancora più profonda. Le idrope endolinfatiche nella malattia di Ménière possono essere causate da neurotossicità e da danneggiamento del progressivo del nervo cocleare nell'orecchio; la pressione aumentata è un risultato piuttosto che una causa (Megerian 2005; Semaan 2005). Alcuno la ricerca iniziale ha suggerito che la tossicità delle cellule nervose fosse mediata da ossido di azoto, che è un mediatore importante nel processo infiammatorio. Ciò suggerisce che gli agenti che bloccano l'ossido di azoto possano qualche giorno essere importanti nel trattamento di Ménière (Megerian 2005; Takumida 2001).

Nel frattempo, mentre i ricercatori ancora stanno perseguendo questi risultati, altri trattamenti possono venire alla prima linea. Per esempio, perché la gente con la malattia di Ménière è stata indicata per avere anomalie caratteristiche nel loro orecchio interno ed in un livello elevato di radicali liberi (Raponi 2003), gli organismi saprofagi del radicale libero possono essere del beneficio nel trattamento del Ménière.

La gente che ha Ménière può avvertire gli attacchi di vertigine che ultime 1 - 8 ore. Questi attacchi (ed il tinnito accompagnante) possono essere severi. Ci può anche essere un'aura (quale una sensazione di vedere le luci o di odorare gli odori). Questi sintomi possono durare un periodo indefinito. Nei casi peggiori, la perdita dell'udito è permanente (de Sousa 2002).

Altri tipi di vertigini includono:

  • Il neuronitis vestibolare comprende un attacco di vertigine che si presenta senza accompagnare la rottura dell'udienza. I suoi sintomi possono persistere per fino a parecchie settimane prima di eliminare, ma solitamente riducono all'interno di un aspetto dei giorni. A volte si riferisce a come neuropatia vestibolare (EL-Kashlan 2000).
  • Labyrinthitis è un'infiammazione acuta dei labirinti, causata spesso tramite le infezioni virali, sebbene possa anche essere causato dalle reazioni ai farmaci o alle tossine. La gente con il labyrinthitis avverte un inizio acuto di vertigine severa che dura parecchi giorni ad una settimana. È accompagnato tipicamente da perdita dell'udito e dal tinnito.
  • La vertigine posturale fobica è la seconda diagnosi comune nella gente con vertigini o vertigine, sebbene ci sia un certo dibattito circa se questo è un singolo disordine o rappresenta un gruppo di circostanze differenti con le cause differenti possibili (Eckhardt-Henn 1997). La vertigine posturale fobica, che è caratterizzata da vertigine di nonrotational con instabilità di andatura e posturale, pricipalmente si presenta nella gente con una personalità ossessiva (Dieterich 2000).
  • la vertigine Emicrania-collegata è un disordine che può accompagnare un'emicrania. Nelle pratiche mediche messe a fuoco sul trattamento dell'emicrania, 27 - 42% dei pazienti riferiscono la vertigine episodica. Un grande numero (circa 36%) di questi pazienti inoltre ha avvertito la vertigine durante i periodi senza emicrania (Bir 2003).
  • La vertigine post - traumatica immediatamente segue il trauma capo. Nella maggior parte dei casi, danneggia i meccanismi dell'orecchio interno in assenza di altri segni del sistema nervoso centrale. L'intervallo fra la lesione e l'inizio dei sintomi può essere i giorni o persino settimane. Il meccanismo per il ritardo dei sintomi è incerto ma comprende l'emorragia nel labirinto, con ultimo sviluppo del labyrinthitis nei liquidi dell'orecchio interno (Ernst 2005).
  • Le cause di disfunzione del sistema nervoso centrale di vertigine sono variate e comprendono la malattia vascolare del tronco cerebrale, la malformazione arterovenosa, il tumore del tronco cerebrale e del cervelletto, la sclerosi a placche e l'emicrania vertebrobasilar (Baloh 2002).