Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Endometriosi

Sintomi

Dolore

Uno dei sintomi più comuni di endometriosi è dolore pelvico. Questo dolore può accadere durante la mestruazione (dismenorrea), il sesso (dispareunia) e/o è presente cronicamente (Sinaii 2008; Schenken 2013; Porpora 1999). Circa 75% di tutte le donne con endometriosi sintomatica avvertirà il dolore (Schenken 2013; Sinaii 2008). Interessante, nessuna chiara correlazione è stata osservata coerente fra le dimensioni di endometriosi e la percezione di dolore. Infatti, alcune donne con estesa endometriosi possono soltanto avere sintomi minimi e viceversa (Sinaii 2008). Altri sintomi comprendono il dolore lombo-sacrale, la costipazione, la diarrea, il rigonfiamento, l'affaticamento e l'emorragia mestruale anormale (Schenken 2013; Sinaii 2008). I sintomi dell'intestino e della vescica sono in genere ciclici, significando essi sono solitamente peggiori intorno al periodo della mestruazione (Giudice 2010).

Il processo tramite cui l'endometriosi causa il dolore pelvico è complesso e non interamente chiaro. Alcune dell'ormonale e delle modifiche chimiche causati da endometriosi potrebbero influenzare la crescita dei nervi nel tessuto dell'endometrio ectopico, conducente alle sensazioni aumentate di dolore nell'utero (Triolo 2013; Burney 2012). La produzione degli importi in eccesso dei mediatori infiammatori dal tessuto endometriotic contribuisce a dolore pelvico aumentato pure (Triolo 2013; Bulun 2009). Ciò è una delle terapie antinfiammatorie di ragioni, quali il sodio di naprossene e l'ibuprofene, efficace sollievo dal dolore di offerta per molti pazienti di endometriosi. Queste droghe sono inibitori non selettivi dell'enzima COX-2, che produce i mediatori infiammatori metabolizzando l'acido arachidonico (Bulun 2009). Interessante, la prova suggerisce che il progesterone possa ricambiare alcune delle azioni infiammatorie molecolari che svolgono un ruolo nello sviluppo di endometriosi (Reis 2013).

Sterilità

Un'altra manifestazione di endometriosi è fertilità alterata (Sinaii 2008). Le coppie sane che provano a diventare incinte hanno una probabilità 15-20% ogni mese di raggiungimento della gravidanza. Tramite il confronto, le donne con endometriosi hanno una probabilità 2-10% di trasformarsi incinta in ogni mese. Fra 25% e 50% delle donne infertili abbia endometriosi e 30-50% delle donne con endometriosi ha problemi di fertilità (Bulletti 2010). Le donne con endometriosi sono inoltre meno probabili avere un nato vivo. Inoltre, l'endometriosi è associata con un più alto tasso di complicazioni durante la gravidanza, compreso preeclampsia, la nascita prematura, il sanguinamento vaginale anomalo e un tasso aumentato di consegna del taglio cesareo (Bulletti 2010; Falconiere 2013; Sinaii 2008).

Ci sono molte teorie quanto a come l'endometriosi causa la sterilità. Il tessuto dell'endometrio anormale potrebbe interrompere l'anatomia del bacino, così facendo l'ovulazione, la fecondazione ed il trasporto dell'uovo fertilizzato all'utero più difficile (Bulletti 2010). L'endometriosi può indurre le bande del tessuto della cicatrice, chiamate adesioni, per formarsi fra il tratto riproduttivo femminile (utero, ovaie e tube di Falloppio) ed altri organi nel bacino e nell'addome. Ciò può anche distorcere l'anatomia ginecologica (Schenken 2012; Schenken 2013; Elsevier 2011). L'endometriosi ha potuto anche alterare la funzione delle ovaie. L'infiammazione causata da endometriosi altera la migrazione dello sperma o la fecondazione e l'impianto dell'embrione nell'utero pure (Ziegler 2010). Altri prodotti biochimici, quali le prostaglandine prodotte dal tessuto dell'endometrio anormale, potrebbero provocare le contrazioni uterine che rendono l'impianto difficile (Bulletti 2010). Inoltre, la resistenza a progesterone e la produzione amplificata dell'estrogeno possono anche rendere l'utero inadatto per l'appoggio della gravidanza (Ziegler 2010).