Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Endometriosi

Trattamento convenzionale

Gestione di dolore

I farmaci antidolorifici come anti-infiammatori non steroidei (NSAIDs) possono contribuire a ridurre il dolore (Kennedy 2005; Laufer 2003). Tuttavia, NSAIDs può condurre alle ulcere gastriche e può inibire l'ovulazione (Kennedy 2005).

Trattamenti ormonali

Contraccettivi orali. Di endometriosi di sintomi la risoluzione spesso durante menopausa e la gravidanza e le terapie ormonali sono usate per produrre i simili stati per trattare questa circostanza (Winkel 2003). La soppressione dell'attività delle ovaie via l'uso dei contraccettivi orali è uno dei trattamenti medici più comunemente usati (Laufer 2003; Kennedy 2005), sebbene questo inoltre impedisca la gravidanza e possa essere associato con gli effetti secondari di altro lato (CDC 2013; Winkel 2003). Inoltre, i contraccettivi orali non riescono a controllare il dolore di endometriosi in circa 20-25% dei pazienti (Giudice 2010).

Agonisti di GnRH. Per le donne che non possono ottenere il sollievo soddisfacente con NSAIDs ed i contraccettivi orali dopo 6 mesi della terapia, altri farmaci possono essere provati (Schenken 2012). Questi farmaci includono gli agonisti a rilascio di gonadotropina dell'ormone (GnRH), quale il leuprolide (Lupron®) (Laufer 2003; Schenkin 2012; Kennedy 2005; Giudice 2010). Un effetto degli agonisti di GnRH è livelli abbassati dell'estrogeno, che possono essere del beneficio per le donne con endometriosi poiché l'estrogeno stimola la crescita del tessuto endometriotic (Giudice 2010). Gli agonisti di GnRH possono causare la perdita significativa dell'osso dopo alcuni mesi della terapia, che è soltanto parzialmente reversibile. Tuttavia, aggiungere le piccole quantità di estrogeni al trattamento per mantenere un basso, livello stabile dell'estrogeno può contribuire a conservare la densità ossea (Giudice 2010; Hornstein 1998; Kennedy 2005).

Danocrine. Danocrine (Danazol®) è un'altra efficace opzione del trattamento. È un ormone sintetico che funziona creando un estrogeno più basso, più alto ambiente dell'androgeno con conseguente riduzione delle lesioni di endometriosi (Selak 2007; Cottreau 2003; Laufer 2003). Sebbene efficace, possa causare l'obesità, la depressione, la dimensione riduttrice del seno, l'approfondimento della voce, le chiazze cutanee ed i capelli aumentati del corpo (Laufer 2003). Inoltre, la ricerca suggerisce che Danazol possa aumentare il rischio di cancro ovarico (Cottreau 2003).

Progestine (sintetico, droghe del tipo di progesterone artificiali). Una quarta terapia possibile è una progestina sintetica, quale Provera® (acetato) del medrossiprogesterone (Laufer 2003; Schenken 2012). Le progestine sono versioni sintetiche del progesterone dell'ormone (scintilla 2009). Questi farmaci possono causare l'obesità, la depressione, il rigonfiamento e l'emorragia irregolare come pure aumentano il rischio cardiovascolare (Laufer 2003).

  • I difetti delle progestine sintetiche. Un problema principale con le progestine è che non sono naturali al corpo umano. Cioè la loro struttura chimica differisce da quella degli esseri umani del progesterone produce naturalmente. Le progestine sono brevettate, droghe sintetiche che proteggono da da cancro dell'endometrio indotto da estrogeno (UMMC 2013a). Le progestine sono destinate per funzionare come progesterone naturale, ma un corpo enorme dei dati indica il potenziale per gli effetti collaterali avversi. Per esempio, alcuni dati suggeriscono che il progesterone naturale possa confer un effetto protettivo contro cancro al seno (Holtorf 2009; Legno 2007; Zhou 2013; Chlebowski 2013), mentre le progestine sono state collegate con il rischio aumentato (Zhou 2013; Chlebowski 2013; Liang 2010; Panettiere 1994; Vehkavaara 2001).

    Confrontato alla progestina sintetica che stimola la proliferazione delle cellule del seno, il progesterone naturale ha dimostrato un effetto protettivo. Ci sono almeno 17 studi che indicano che le progestine aumentano significativamente la replica delle cellule del seno e la crescita (Chlebowski 2013; Vehkavaara 2001; Jeng 1992; Kalkhoven 1994; Papà 1990; La Giordania 1993; Catherino 1993; Variazione clinale 1998; Variazione clinale 1996; Menendez 2005; Seeger 2005; Murkes 2011; Legno 2009; Neubauer 2013; Murkes 2012; Chang 1995; Foidart 1998). Nel contrasto radicale, almeno 11 studio ha indicato che il progesterone naturale non induce la proliferazione estrogeno-stimolata delle cellule del seno (Neubauer 2013; Murkes 2012; Chang 1995; Foidart 1998; Mueck 2003; Inoh 1985; Barrat 1990; Malet 2000; Laidlaw 1995; van Leeuwen 1991; Fournier 2005).

    I numerosi studi hanno dimostrato un rischio aumentato di cancro al seno con l'uso delle progestine sintetiche (Rossouw 2002; Vehkavaara 2001; Portico 2002; Fournier 2008; Plu-ufficio 1999). Tuttavia, l'uso del progesterone naturale (del bioidentical) non è stato associato con un rischio aumentato di cancro al seno (Holtorf 2009; Legno 2007; Zhou 2013; Chlebowski 2013; Fournier 2008; Micheli 2004). Abbastanza al contrario, la ricerca ha rivelato che il progesterone naturale fa diminuire il rischio di cancro al seno. In uno studio pubblicato nella ricerca e nel trattamento del cancro al seno del giornale, 80.000 donne postmenopausali che usando le varie forme di terapia ormonale sostitutiva (terapia ormonale sostitutiva) sono state seguite per più di 8 anni. Le donne che hanno usato l'estrogeno congiuntamente alla progestina sintetica hanno fatte confrontare un rischio aumentato 69% di cancro al seno alle donne che non avevano usato mai la terapia ormonale sostitutiva. Tuttavia, per le donne che hanno usato il progesterone naturale congiuntamente ad estrogeno, il rischio aumentato di cancro al seno completamente si è eliminato con una riduzione significativa del rischio di cancro al seno rispetto ad uso sintetico della progestina (Micheli 2004). In un'altra ricerca, questi stessi ricercatori hanno trovato un 40% rischio aumentato di cancro al seno per le donne che hanno usato l'estrogeno con la progestina sintetica (Fournier 2008). Interessante, in donne che hanno usato l'estrogeno si è combinato con progesterone naturale, c'era una tendenza di promessa verso un rischio riduttore di cancro al seno confrontato alle donne che non hanno usato mai la terapia ormonale sostitutiva (Fournier 2008). In pratica, il progesterone naturale è sembrato proteggere le donne dallo sviluppo di cancro al seno. Questi risultati confermano il lavoro fatto sei anni più in anticipo che trovato una tendenza verso un rischio riduttore di donne del cancro al seno nel 1150 usando il progesterone naturale ha confrontato ai non utenti di progesterone (Cowan 1981).

    La ricerca coercitiva offre ulteriore comprensione nella capacità del progesterone naturale di difendere contro cancro al seno. In uno studio affascinante, gli scienziati hanno amministrato il progesterone solo e naturale dell'estrogeno da solo, l'estrogeno più progesterone naturale, o il placebo a 40 donne prima di chirurgia per rimuovere un nodulo del seno. Gli ormoni si sono applicati attuale al seno per i circa 12 giorni prima di chirurgia. Come previsto, una volta dato da solo, l'estrogeno ha causato un aumento di 62% nei tassi di proliferazione delle cellule del seno confrontati a placebo. Per contro, l'aggiunta di progesterone naturale ad estrogeno ha provocato una diminuzione significativa dall'nell'aumento indotto da estrogeno nei tassi di proliferazione delle cellule del seno. Ancor più impressionante era l'individuazione che il gruppo che riceve il progesterone naturale da solo ha fatto un tasso più basso di proliferazione delle cellule del seno di quasi 76% confrontare al gruppo del placebo (Mueck 2003).

Terapia ormonale sostitutiva del Bioidentical

Poiché un eccesso relativo di attività estrogena è una forza motrice importante nell'endometriosi, l'equilibrio ormonale di mantenimento può contribuire ad assicurare quel tessuto dell'endometrio, o normale o ectopico, non si sviluppa di modo incontrollato (Bulun 2006; Brosens 2011). La combinazione di analisi del sangue e di terapia ormonale sostitutiva regolari del bioidentical può aiutare le donne a raggiungere così equilibrio ormonale. Gli ormoni del Bioidentical sono destinati per essere identici agli ormoni che il corpo fa (Holtorf 2009; Moskowitz 2006). Medici possono controllare per vedere se ci sono squilibri ormonali e progettare un regime naturale dell'ormone del bioidentical per mantenere i livelli di ormone nelle proporzioni di destra (Holtorf 2009; Moskowitz 2006). Nel contesto delle discussioni circa gli ormoni del bioidentical, il termine “naturale„ quando sembra prima del nome di un ormone, per esempio “l'estrogeno naturale,„ dovrebbe essere interpretato per significare che la struttura molecolare del composto in questione sia identica a quella che si presenta naturalmente nel corpo umano.

Il progesterone del Bioidentical è particolarmente intrigante nel contesto di endometriosi. Il progesterone è un ormone chiave nell'endometriosi, come ricambia gli effetti di estrogeno inibendo i mediatori infiammatori nocivi (per esempio, interleukin-8) ed inducendo gli apoptosi (morte programmata) delle cellule (Reis 2013). Facendo uso del bioidentical il progesterone può essere un efficace approccio al trattamento di endometriosi (2012 Jain). Il progesterone del Bioidentical può causare meno effetti collaterali che le progestine sintetiche utilizzate nella terapia ormonale sostitutiva convenzionale (2012 Jain; Holtorf 2009; Moskowitz 2006).

Il progesterone naturale ha numeroso altri benefici sopra le progestine pure. L'iniziativa della salute delle donne, un grande test clinico randomizzato, dimostrato che l'aggiunta delle progestine sintetiche alla terapia dell'estrogeno ha provocato un aumento sostanziale nel rischio di attacco di cuore e di colpo (Rossouw 2002). In una prova pubblicata nel giornale dell'istituto universitario americano della cardiologia, i ricercatori hanno studiato le donne postmenopausali con una storia di attacco di cuore o della coronaropatia. Le donne sono state date l'estrogeno congiuntamente a progesterone naturale o alla progestina del sintetico. Dopo i 10 giorni del trattamento le donne hanno subito le prove della pedana mobile di esercizio. Confrontato al gruppo sintetico della progestina, il lasso di tempo che ha preso per produrre l'ischemia del miocardio (flusso sanguigno riduttore al cuore) sulla pedana mobile di esercizio è stato migliorato sostanzialmente nel gruppo naturale del progesterone (registro 1998).

L'aterosclerosi (indurimento delle arterie) è una causa principale della malattia cardiaca. Parecchi studi hanno determinato che la progestina sintetica promuove la formazione di aterosclerosi (Adams 1997; Morey 1997; Houser 2000). La storia è abbastanza differente per progesterone naturale, in cui gli studi sugli animali multipli hanno indicato che il progesterone naturale inibisce il processo di aterosclerosi (Houser 2000; Adams 1990; Alto 2008). Per illustrare, gli scienziati hanno alimentato a scimmie con menopausa chirurgicamente indotta una dieta conosciuta per causare l'aterosclerosi per complessivamente 34 mesi. Gli scienziati poi hanno diviso le scimmie nei gruppi che hanno ricevuto l'estrogeno da solo, l'estrogeno più la progestina sintetica, o un gruppo di controllo che non ha ricevuto gli ormoni. La placca aterosclerotica sostanziale sviluppata del gruppo di controllo. L'amministrazione di estrogeno ha provocato una diminuzione di 72% in placca aterosclerotica confrontata al gruppo di controllo (Houser 2000). Trattamento con la progestina sintetica data i risultati preoccupanti. Il gruppo di scimmie postmenopausali che hanno ricevuto l'estrogeno combinato con la progestina sintetica ha avuto una simile quantità di placca aterosclerotica come il gruppo di controllo. Ciò ha indicato che la progestina sintetica completamente ha invertito gli effetti inibitori dell'estrogeno sulla formazione di aterosclerosi (Houser 2000). Al contrario, quando gli stessi ricercatori hanno amministrato il progesterone naturale con estrogeno, nessun'tale inibizione di beneficio cardiovascolare dell'estrogeno è stata veduta (Fåhraeus 1983).

I lettori interessati ad imparare più circa ripristino dell'ormone del bioidentical sono incoraggiati ad esaminare il protocollo femminile di ripristino dell'ormone del prolungamento della vita.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico di endometriosi può essere una terapia prima linea o un'opzione quando la terapia medica viene a mancare (Giudice 2010; Laufer 2003; UMMC 2013b; NYT 2013). L'ablazione laparoscopica del tessuto dell'endometrio impiantato riduce il dolore in circa 65% dei casi (Giudice 2010). Tuttavia, la ricorrenza di dolore che richiede la terapia supplementare si presenta entro 12 mesi per fino a 60% delle donne (Giudice 2010; Laufer 2003). Un'opzione chirurgica più dilagante è un'isterectomia con rimozione di entrambe le ovaie (salpingo-ooforectomia bilaterale). Questo trattamento più efficacemente tratta il dolore da endometriosi, come indicato da uno studio in cui 10 anni dopo avere subito questo tipo di chirurgia, solo 10% delle donne ha avuto sintomi ricorrenti (Mounsey 2006).

Fertilità di mantenimento

Il miglioramento della fertilità è una considerazione importante per le donne con endometriosi che vogliono diventare incinte (Schenken 2012; Giudice 2010). La distruzione laparoscopica del tessuto dell'endometrio ectopico con rimozione di tutte le adesioni è stata trovata per migliorare la fertilità in donne con endometriosi minima o delicata. Donne che ricevono i trattamenti ormonali per la manifestazione di endometriosi nessun effetti significativi sui tassi di gravidanza o di nato vivo una volta confrontato alle donne che non ricevono trattamento o un placebo (Giudice 2010). La fecondazione in vitro , l'inseminazione artificiale ed altre tecniche dipromozione possono aiutare le donne con endometriosi a diventare incinte (Giudice 2010).