Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Sindrome di intestino irritabile (IBS)

Nuove e terapie emergenti

Linaclotide

Linaclotide (Linzess®) attiva un ricevitore in cellule sulla superficie intestinale chiamata il ricevitore di ciclasi 2C del guanylate, che stimola la secrezione fluida intestinale ed ammorbidisce il panchetto che la rende più facile passare. Linaclotide è efficace nell'attenuazione IBS-C, la costipazione cronica e del disturbo addominale (Lembo 2011). Linaclotide è stato approvato da Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento di IBS-C nell'agosto 2012, un'indicazione compartecipe da soltanto altra una droga (Lubiprostone [Amitiza®]). Linaclotide e il lubiprostone trattano sia la costipazione che il dolore, mentre i lassativi tradizionali fanno piccolo per alleviare il dolore addominale (Gordon 2012). In due grandi test clinici randomizzati, il linaclotide intestino sicuro e efficacemente trattato e sintomi addominali si è associato con costipazione cronica (Lembo 2011).

Mesalazina

Una certa prova implica l'attivazione a basso livello del sistema immunitario e di infiammazione in IBS (Hauser 2012; Camilleri 2012). Sebbene i contributi specifici di infiammazione ai sintomi di IBS completamente non siano capiti, la mesalazina del tipo di aspirin del farmaco anti-infiammatorio (anche conosciuta come il mesalamine e 5 l'acido aminosalycylic [5-ASA]), che è utilizzato nel trattamento delle malattie intestinali infiammatorie (Klotz 2012), ha alleviato con successo i sintomi di IBS nei test clinici (Bafutto 2011). In una prova, 360 oggetti con i tipi varianti di IBS sono stati trattati con 500 mg di mesalazina 4 volte quotidiane o terapia standard per i 28 giorni. Il trattamento della mesalazina ha condotto alle riduzioni significative della durata di sintomo e di dolore nella maggior parte dei sottotipi di IBS. Inoltre, il trattamento ha normalizzato i modelli delle feci fra gli oggetti con IBS-D ed ha diminuito l'infiltrazione delle cellule immuni nella mucosa dell'intestino (Dorofeyev 2011). Negli studi più iniziali del proof of concept intrapresi su 20 pazienti di IBS, il trattamento con la mesalazina 3 di mg 800 cronometra il quotidiano per 8 settimane principali alle profonde riduzioni del numero delle cellule immuni presenti sopra esame degli esemplari colici di biopsia e del benessere generale degli oggetti migliori (Corinaldesi 2009).