Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Sindrome di intestino irritabile (IBS)

Interventi naturali mirati a

Sollievo immediato da IBS Costipazione-predominante

Alcuni casi di IBS del tipo di costipazione sono causati dalla peristalsi insufficiente, che significa che non c' è abbastanza attività contrattile dei due punti completamente per evacuare gli intestini (Grassi 2011). Invece di ritorno ai lassativi, ci sono sostanze nutrienti specifiche che, se preso al momento giusto, possono indurre l'azione peristaltica dei due punti sani senza produrre gli effetti contrari.

Su uno stomaco vuoto, determinate sostanze nutrienti indurranno la peristalsi potente dei due punti. Una combinazione sta prendendo parecchi cucchiaini di una miscela in polvere vitamina C attenuata che contiene in ogni cucchiaino, 4.000 mg di vitamina C, 365 mg di potassio e 55 mg di magnesio. La polvere dovrebbe essere mista in otto once di bicchieri d'acqua o nel succo di un pompelmo di recente schiacciato ed aspettare esser in effervescenzae da fermarsi prima di bere. Questo prodotto conveniente venduto da parecchie società della vitamina contiene il magnesio ed il potassio sala misto con acido ascorbico che induce un'evacuazione dei contenuti dell'intestino in 30-90 minuti. Secondo la persona, alcuni cucchiaini (o, in alcuni casi, 1 - 2 cucchiai da tavola) di questa polvere attenuata della vitamina C possono produrre un effetto lassativo potente ma sicuro.

Un altro approccio popolare è di usare un cucchiaino di una polvere effervescente che contiene 4500 mg di acido ascorbico e 250 mg di carbonato del magnesio che evacuerà l'intestino entro 30-90 minuti se intrapreso uno stomaco vuoto con parecchi bicchieri d'acqua. In entrambi i casi, la dose dovrebbe essere regolato basato individualmente sopra la vostra risposta: se avvertite la diarrea, riduca la dose.

I lassativi nutrizionali quale acido ascorbico misto con i sali del potassio e del magnesio stanno diventando più popolari con la gente che ha costipazione che è resistente alle terapie della fibra.

Olio di carvi dell'olio di menta piperita

L'olio di menta piperita è un antispasmodico naturale. In uno studio, una preparazione enterically-rivestita dell'olio di menta piperita di mg 225 preso due volte al giorno è stata indicata per ridurre tutti i sintomi di IBS vicino più di 50% in tre quarti dei pazienti, mentre soltanto 38% del gruppo del placebo è migliorato (Cappello 2007). In un altro studio ben progettato, 187 mg di simile prodotto petrolifero della menta piperita un quotidiano preso di 3 volte per 8 settimane hanno condotto ad un miglioramento significativo sopra placebo riguardo a disturbo addominale, a dolore addominale ed a qualità della vita, ma non in termini di diarrea, costipazione, o rigonfiamento (Merat 2010). I pazienti di IBS hanno trattato con l'olio di menta piperita in ancora un altro studio hanno riferito i benefici compreso dolore addominale in diminuzione, meno rigonfiamento e flatulenza, stomaco in diminuzione ringhianti, la frequenza riduttrice delle feci e la consistenza migliore delle feci (Liu 1997).

In uno studio clinico facendo uso di una combinazione fissa di menta piperita e di olio di carvi, 45 pazienti con la dispepsia dell'non ulcera, la maggior parte di cui ha avuta IBS, sono stati studiati in una prova alla cieca, prova controllata con placebo. Il gruppo di prova ha richiesto ad una capsula enterico-rivestita 3 tempi giornalmente per 4 settimane. Mentre tutti i pazienti si sono lamentati del moderato a dolore severo prima del trattamento, 42% dei pazienti nel gruppo di prova erano 2 settimane senza dolore dopo la presa della terapia di associazione. Soltanto un paziente nel gruppo del placebo ha riferito la libertà da dolore. Dopo 4 settimane del trattamento, 63% di quelli che quello ha ricevuto la formula di combinazione erano senza dolore confrontati a 25% nel gruppo del placebo; 89% ha mostrato il miglioramento nel gruppo di formula di combinazione contro 45% nel gruppo del placebo (maggio 1996).

Probiotici

I probiotici sono microrganismi che possono fornire le indennità-malattia al loro ospite una volta amministrati ai livelli sufficienti (Ciorba 2012).

Un'alterazione patogena nella microflora dell'intestino – dysbiosis – è una individuazione coerente connesso con sia IBS-D che IBS-C, che possono causare o esacerbare i sintomi di IBS in vari modi (Carroll 2012; Chassard 2012). Dysbiosis è associato con permeabilità intestinale aumentata con cui gli agenti patogeni, le tossine, o gli alimenti non digeriti che non sono assorbiti solitamente possono trasformarsi la circolazione sanguigna. Ciò può avviare il dolore addominale e le abitudini alterate dell'intestino (Barbara 2012). Dysbiosis può anche condurre all'attivazione aberrante del sistema immunitario, con conseguente rilascio delle citochine che aumentano la percezione di dolore addominale ed alterano le abitudini dell'intestino (Barbara 2012).

Dysbiosis si è associato con IBS produce una quantità elevata di gas anormalmente in risposta a determinati alimenti, specialmente quel livello in carboidrati fermentabili (ONG 2010). Ciò provoca un aumento nel gonfiore addominale, nel dolore addominale e nella flatulenza che è invertita evitando quegli alimenti (Staudacher 2011). Il completamento probiotico può contribuire a riequilibrare la flora intestinale ed ad alleviare i sintomi di IBS.

Un tipo particolarmente importante di probiotico – bifidobacteria – è trovato nelle quantità ridutrici nei tratti di GI sia ad individui sani relativi delle vittime di IBS-C (Chassard 2012) che di IBS-D (Duboc 2012) (Balsari 1982). In uno studio, il B. probiotico 35624 infantis, in una dose di 10 miliardo unità di formazione di colonie (CFUs), ha migliorato significativamente il dolore/disagio addominale, il gonfiore addominale/distensione e la difficoltà con i movimenti di intestino in donne con IBS dopo soltanto 4 settimane (O'Mahony 2005). In un test clinico randomizzato, i pazienti di IBS hanno trattato con 1 miliardo CFUs del bifidobacteria (una dose relativamente bassa) hanno avvertito i miglioramenti significativi nel disturbo addominale, nel rigonfiamento e nell'urgenza riguardante coloro che ha ricevuto il placebo (Guglielmetti 2011). Questo trattamento ha provocato un miglioramento significativo nella qualità della vita e nella salute mentale (Guglielmetti 2011).

Un altro uso probiotico sostenente d'individuazione più robusto in IBS viene da uno studio sul L. probiotico DSM plantarum 9843. In questo studio, 20 miliardo CFUs sono stati amministrati giornalmente per 4 settimane alle vittime di IBS. La flatulenza risolta rapidamente ed i miglioramenti nella funzione globale di GI sono rimanere lungamente dopo che il completamento è stato interrotto (Nobaek 2000).

Collettivamente, questi dati suggeriscono che i probiotici siano efficaci nel trattamento del IBS, con gli sforzi del bifidobacteria che è più favorevole dei lattobacilli, mentre i lattobacilli realmente sono aumentati di popolazioni sicure con SIBO (Bouhnik 1999) e IBS (Tana 2010; Carroll 2010), correlando con i sintomi peggiori (Rajilic-Stojanovic 2011).

Carciofo

La foglia del carciofo è stata utilizzata dai periodi romani come medicina tradizionale quella funzione digestiva di sostegni. È stato indicato per promuovere la produzione della bile che aiuta i grassi dietetici della raccolta e riduce gli spasmi e la flatulenza. In uno studio, 2 capsule dell'estratto della foglia del carciofo di mg 320 occors 3 tempi quasi completamente hanno eliminato giornalmente il dolore, i crampi, il rigonfiamento, la flatulenza e la costipazione addominali in una popolazione delle vittime di IBS che inoltre hanno esibito il disagio non specifico di GI o la sindrome dispeptica (camminatore 2001). Ciò più successivamente è stata confermata ed accompagnato da una qualità della vita significativamente migliore in foglia del carciofo estratto-ha completato i pazienti con la dispepsia funzionale (Holtmann 2003). In un altro studio, un consumo di 320 o 640 mg di estratto della foglia del carciofo quotidiano per 2 mesi ha attenuato significativamente i sintomi di IBS ed ha migliorato la qualità della vita (Bundy 2004b).

Melatonina

La melatonina è un ormone multifunzionale che esibisce vari effetti benefici nei disturbi gastrointestinali indipendenti dai suoi effetti più ampiamente conosciuti su sonno (Chen 2011). In uno studio dei pazienti di IBS con i disturbi del sonno, 3 mg di melatonina presi prima di ora di andare a letto per 2 settimane hanno fatto diminuire significativamente il dolore addominale e la sensibilità rettale (canzone 2005). Questi risultati sono stati confermati in una più grande prova alla cieca, studio controllato con placebo dell'incrocio in cui 3 mg di melatonina hanno ridotto il dolore ed il rigonfiamento addominali nelle donne con IBS (LU 2005). In uno studio che ha esaminato una più grande selezione dei sintomi, oltre a migliorare la funzione dell'intestino, melatonina inoltre è stata associata con una profonda riduzione della letargia in un gruppo di vittime di IBS (Saha 2007).

Supporto supplementare

Curcumina
In un grande non placebo la prova controllata, un consumo di quotidiano dell'estratto di curcuma longa di mg 72 o 144 per 8 settimane ha ridotto significativamente la prevalenza di IBS ed ha migliorato la qualità della vita (Bundy 2004a).

Boulardii dei saccaromiceti
Il boulardii probiotico dei saccaromiceti del lievito è stato indicato in uno studio per migliorare le misure di qualità della vita fra gli oggetti con IBS dopo 4 settimane del trattamento (Choi 2011).

terapie naturali dimodificazione
Parecchi composti naturali, compreso le erbe adaptogenic (per esempio, Rhodiola, Bacopa, basilico santo, Ashwagandha e Cordyceps) e le sostanze nutrienti dimodificazione quale la fosfatidilserina, possono avvantaggiare le vittime di IBS attenuando lo sforzo.  

Per esempio, il rhodiola rosea è efficace nell'alleviazione dei vari termini psicologici, compreso irritabilità, ansia e perdita di scorza per vita (Edwards 2012). Come tale, potrebbe offrire il sollievo alle vittime di IBS, sebbene questo avesse ancora empiricamente essere provato. Similmente, pazienti di qualche IBS esibiti hanno alterato la dinamica del cortisolo dell'ormone di sforzo (Suarez-Hitz 2012), che può essere corretto da un supplemento acido-arricchito grasso della fosfatidilserina omega-3 (Hellhammer 2012; Starks 2008; Noreen 2010).

La ricerca sul monnieri di Bacopa indica che ha effetti adaptogenic e può fare diminuire significativamente l'ansia in relazione con lo sforzo (Tubaki 2012; Singh 1980). Bacopa (congiuntamente ad un'altra erba) è stato trovato per essere particolarmente utile in IBS-D in una settimana 6 randomizzata, prova controllata (Yadav 1989).  

Più strategie di sforzo-riduzione sono discusse nel protocollo della gestione dello stress del prolungamento della vita.