Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Dolore (cronico)

Dolore di comprensione

Il dolore acuto segue un modello prevedibile e limitato ed è generalmente di breve durata, auto-limitando come pure facile diagnosticare e trattare. Faccia soffrire che persiste per più lungamente di tre mesi e non è progressivamente migliore, si riferisce a come “cronico„. Può essere difficile da segnare i fattori con esattezza esatti che inducono il dolore cronico a persistere col passare del tempo (Lumley 2011).

Sebbene ci siano molti modi organizzare i tipi differenti di dolori, uno degli schemi più popolari e più accettati utilizza le seguenti otto classificazioni per differenziare i reclami di dolore (Smith 2005):

Classificazione di dolore Esempi
Severità Delicato, moderato, o severo
Durata Acuto o cronico
Posizione Più lombo-sacrale, addome, o testa
Origine Nocicettivo o neuropatico
Sistema del corpo Muscolare, neurologico, o scheletrico
Meccanismo Centrale o unità periferica
Diagnosi Cancro o Non Cancro
Risposta al trattamento Oppioide-rispondente o Oppioide-resistente

Ci sono 2 categorie importanti di dolore; nocicettivo e neuropatico (NINDS 2012):

Il dolore nocicettivo custodice il corpo contro la lesione potenziale. Si presenta come conseguenza dell'attivazione dei ricevitori periferici di dolore chiamati nociceptors, che sono attivati dagli stimoli nocivi. Gli stimoli è convertito in segnale elettrico, che si trasporta lungo le cellule nervose nel midollo spinale o nel cervello, in cui è percepito come sensazione sgradevole (Cohen 2011).

Il dolore neuropatico si presenta in conseguenza della lesione o della disfunzione nel sistema nervoso. Produce varie sensazioni insolite di dolore che sono state descritte come la combustione, schiacciare e “i perni & aghi.„ A differenza di dolore nocicettivo, il dolore neuropatico persiste spesso per i periodi prolungati, anche dopo il trauma originale e/o la disfunzione è indirizzata (Costigan 2009). Poiché il dolore neuropatico è più complesso del dolore nocicettivo, è conseguentemente più difficile da trattare (Vorobeychik 2011).