Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Sindrome della guerra del Golfo


Terapia di chelazione: Mezzi di estrazione dei metalli pesanti

La terapia di chelazione si riferisce ad un trattamento in cui i determinati prodotti chimici e proteine sintetici del corpo legano le molecole del metallo, estraente li dal sistema. Letteralmente, la terapia di chelazione è derivata dal chele greco di parola, che allude ad un'azione del tipo di artiglio imposta ai materiali indesiderati che si accumulano nel corpo. La chelazione attualmente è associata il più bene con la distanza di placca dalle arterie, stabilente il flusso sanguigno normale al sistema vascolare.

Storicamente, la terapia di chelazione è stata usata per altri obiettivi oltre a salute cardiovascolare. Già del 1941, l'ospedale di provvidenza a Detroit ha usato la chelazione, impiegante l'acido etilendiamminotetracetico per via endovenosa amministrato (ED), un aminoacido sintetico, per estrarre il cavo. Gli ED, un chelatore non tossico, inoltre rimuove il mercurio, il cadmio, il nichel, il rame, il calcio ed altri metalli dal corpo. Anche i medici che non sono fautori della terapia di chelazione ammettono che la prova riguardo ad estrarre i metalli pesanti sembra in modo convincente. La terapia di chelazione è stata utile nel trattamento la schizofrenia e del Lou Gehrig's Disease pure.

Per i 25% della popolazione degli Stati Uniti che hanno livelli di variazione di avvelenamento di metalli pesanti, i pericoli sono molteplici. Indicativo di questo, molecolare, alcuni metalli somigliano molto attentamente alla struttura chimica degli enzimi, con una piccola quantità del metallo chelatato nella struttura degli enzimi (camminatore 1990). Se un eccesso dei metalli sostituisce il tenore di minerale normale dell'enzima, l'enzima può diventare chimicamente alterato e non funzionale, ostacolando l'attività metabolica. Poiché gli enzimi bruciano la disintossicazione, il processo soffre quando gli enzimi scarseggiano. Il veterano di guerra del Golfo che è stato esposto agli importi irragionevoli dei veleni metallici ambientali potrebbe interrompere i sistemi enzimatici vitali ai processi di disintossicazione.

I segni di avvelenamento di metalli pesanti somigliano molto attentamente ai reclami del personale di servizio della guerra del Golfo, per esempio, l'emicrania, l'affaticamento, i dolori del muscolo ed i dolori, i tremori, l'anemia, la confusione mentale, la malattia mentale, la depressione, formicolante nelle estremità, i riflessi anormali del nervo, l'insonnia e/o la sonnolenza, le vertigini, l'irritabilità, il disorientamento, la fertilità maschio in diminuzione, gli aborti spontanei in donne e la circolazione difficile. Virtualmente ogni sistema dell'organo risponde avversamente alle accumulazioni di metalli pesanti, compreso il respiratorio, cardiovascolare, muscolare, tegumentario (pelle, capelli, unghie), nervoso, endocrino, scheletrico, urinario e gli apparati digerente.

Walker (1990) crede che la terapia di chelazione sia 3,5 volte più sicura del prendendo una compressa di aspirin per un'emicrania. Il DL 50 si riferisce al termine farmaceutico “dose letale 50,„ la dose di una sostanza che è mortale a 50% degli animali da esperimento. Aspirin ha un DL 50 a soltanto 558 mg per chilogrammo in esseri umani, mentre il DL 50 degli ed è 2000 mg/kg.

Una fase cruciale di chelazione sta ristabilendo i minerali utili che sono stati estratti, con i metalli pesanti. Ciò può essere compiuta oralmente o per via endovenosa. Sarebbe al vantaggio del paziente era i medici che usando l'equilibratura autonoma come i locali per il refusion dei minerali. La selezione dei minerali appropriati per normalizzare gli squilibri che accadono nel sistema nervoso autonomo compare una fase integrale del successo o del guasto della terapia di chelazione.

Un singolo desiderio ottenere la terapia di chelazione può volere contattare un medico che segue il protocollo standard di chelazione dell'istituto universitario americano dell'avanzamento nella medicina. Il numero delle sessioni richieste di promulgare un cambiamento non può essere presupposto, ma il dosaggio massimo raccomandato è attualmente di circa 3 grammi di ED, dosaggio calcolato solitamente dal peso corporeo, dato IV dal settimanale di volte di infusione 1-3, come gocciolamento per 3-4 ore. Inizialmente, il dosaggio può essere piccolo quanto il grammo 1/2-1 di ED.


Possa che cosa mangiate fate una differenza?

Secondo il Dott. Steven Whiting dell'istituto di scienza nutrizionale, la fibra supplementare come pure le scelte fibrose dell'alimento, non solo protegge l'apparato digerente dalle tossine concentrate, ma inoltre serve da fattore di pulizia per molti veleni che si accumulano nel corpo. Determinati alimenti, quale crusca, intero grano del grano, l'avena, il cereale, i cereali, le lenticchie, i fagioli, i piselli, le arachidi, i fichi, date e mele, sono chelatori naturali. Completando con le bucce del seme dello psyllium, avena e crusca di frumento (se non allergico a grano) e gomma arabica, più la messa in risalto degli aiuti di scelte dell'alimento della alto-fibra nel legare i materiali nocivi nell'apparato digerente e nell'espulsione loro in materiale fecale.


Altri trattamenti per GWS


Previsione del micoplasma

Nicolson et al. (1998) ha liberato le notizie incoraggianti, riunite dalla loro ricerca all'istituto per medicina molecolare, Huntington Beach, CA, che migliaia di soldati stanno aiutandi quando le infezioni da micoplasmi sono identificate ed uccise.

La presenza di infezioni da micoplasmi nel sangue delle frazioni dei pazienti con CFIDS, il FMS, GWS, o il RA permettono ai professionisti di sanità di eliminare la malattia basata psicologica o psichiatrica come una causa nelle circostanze suddette ed invece di dirigere i loro sforzi verso la correzione delle anomalie mediche. L'amministrazione della terapia antibiotica è a volte una modalità scelta del trattamento. Appropri i trattamenti ciclici con gli antibiotici o altri farmaci che sopprimono le infezioni croniche hanno provocato il miglioramento e perfino il recupero nella maggior parte degli individui curati. Se le infezioni del sangue sono diagnosticate, i pazienti ricevono gli antibiotici continui per almeno 6 mesi prima di cominciare un trattamento ciclico di sei settimane. I trattamenti raccomandati per le infezioni micoplasmiche del sangue richiedono la terapia antibiotica a lungo termine, i cicli di sei settimane solitamente multipli di doxiciclina (mg 200-300 un il giorno), la ciprofloxacina (Cipro) (mg 1500 un giorno), l'azitromicina (Zithromax) (500 mg un giorno), o la claritromicina (Biaxin) (mg 750-1000 un giorno). (Nota: L'amministrazione degli alcuni antibiotici produce la risposta clinica non favorevole; infatti, la penicillina provoca pazienti che diventano più sintomatici.)

I cicli antibiotici multipli sono richiesti perché pochi pazienti recuperano dopo soltanto alcuni cicli o persino nel primo anno di terapia se la malattia è cronica, possibilmente a causa delle posizioni intracellulari delle infezioni e della natura a crescita lenta dei microrganismi. Come con altre terapie applicate per sbarazzare le infiltrazioni dei materiali o dei microrganismi nocivi, la reazione di un Herxheimer si presenta solitamente, significando che il paziente si sente più povero di prima di cominciare il curativo. Questa reazione si presenta come diminuzione o il rilascio dei materiali tossici dai microrganismi nocivi è aumentato. Mentre la diminuzione diminuisce, la stabilizzazione accade ed il paziente muove lentamente il recupero più vicino.

Confondendo il trattamento, alcuni pazienti recuperano soltanto a certo punto e poi non riescono a continuare a rispondere agli antibiotici, suggerenti che altri problemi, quali le infezioni virali, le esposizioni ambientali ed altri eventi tossici, stiano funzionando sinergico con il microrganismo per produrre uno stato di affezione.

Seguito di tre anni della terapia antibiotica dall'associazione di SHASTA CFIDS della California del Nord ha riferito che una maggioranza (circa 80%) dei pazienti con le infezioni micoplasmiche confermate che hanno partecipato alla terapia antibiotica ha recuperato da 50-100% della loro salute di preillness, nei 3 anni.

Gli antibiotici non sono senza loro lato oscuro. Oltre ad una lista brutta degli effetti collaterali che accompagnano comunemente la terapia antibiotica, gli antibiotici possono interrompere la flora amichevole che risiede simbiotico nell'intestino. La flora dell'intestino rappresenta parecchie libbre di materiale altamente sensibile che è considerato la modulazione immune. La perturbazione “della flora amichevole„ può contrapporrsi al processo immune ed infiammatorio. La reinoculazione dell'intestino con le culture del rhamnosus del lattobacillo, di lactobacillus acidophilus, del longum di Bifidobacterium e del breve di Bifidobacterium è vitale al recupero. La selezione di un probiotico che è sollecitata per essere resistente agli antibiotici è raccomandata.

Per riuscire, ogni paziente deve aderire ad un approccio complementare di salute che impiega il meglio di medicina ortodossa e naturale. I veterani di guerra del Golfo che presentano con i mycoplasmas visualizzano tipicamente le carenze nutrizionali e l'assorbimento difficile che devono essere corretti. La vitamina mega/terapia minerale è autorizzata ed i supplementi sublinguali o liquidi dovrebbero essere considerati. Colleen Fitzpatrick, che disintossica la maggior parte dei metalli pesanti (quotidiano 5-15 grammi, nelle dosi divise), la vitamina la E (quotidiano 600-1000 IU), CoQ10 (mg 50-150 quotidiano), i bioflavonoidi (200 mg 3 volte un giorno), la colina (mg 1000 quotidiano, nelle dosi divise), l'inositolo (quotidiano di mg 750), la vitamina B5 (quotidiano di mg 500-1500), PABA (quotidiano di mg 500-1000), il vitamina b12 sublinguale (dose quotidiana 1000 di mcg) ed il seme di lino o gli oli di pesce (1 quotidiano del tbsp), con i minerali, quali zinco (quotidiano di mg 50), calcio (mg 1000 un il giorno) e selenio (fino a 300 mcg un giorno), può essere usato. I minerali dovrebbero essere presi oltre agli antibiotici perché i minerali possono colpire l'assorbimento antibiotico. L'aglio (allium sativum) è un più detoxifier potente. Usi 2 capsule (300 mg ciascuno) 3 volte un il giorno con i pasti. Mg di uso 500 di L-cisteina, di L-tirosina, di L-glutamina e di L-carnitina quotidiana su uno stomaco vuoto.

L'interesse è stato entusiasta riguardo ai pazienti che desiderano essere provato a mycoplasmas, comunque volontari supplementari è accolto favorevolmente nei test clinici condotti dal VA. L'istituto per medicina molecolare può esaminare i pazienti a prova delle infezioni micoplasmiche e di altre infezioni dei tipi che peggiorano le malattie umane, quali la sindrome cronica di immunodeficienza di affaticamento, la sindrome della fibromialgia, la sindrome della guerra del Golfo e l'artrite reumatoide. Il campione di sangue può essere inviato a:

  • Prof. Garth L. Nicolson
    L'istituto per medicina molecolare
    Vicolo di 15162 Tritone
    Huntington Beach, CA 92649-1401
    Telefono: 714-903-2900
    Fax: 714-379-2082
    E mail:gnicimm@ix.netcom.com


Dioxychlor

Dott. Robert W. Bradford, presidente di Bradford Research Institute, stati che Dioxychlor è l'ossidante principale dell'efficacia dimostrata, capaci di sbarazzamento del sistema degli organismi patogeni. Un composto inorganico composto di cloro e di due atomi di ossigeno nascente in covalenza legati, Dioxychlor attualmente sta usando per curare gli individui che soffrono con GWS, il virus di Epstein-Barr ed il citomegalovirus. Nicolson (1998) ha riferito l'utilità di questa terapia.

Gli antibiotici dell'ampio spettro portano il sollievo a breve termine delle infezioni, ma l'effetto positivo degli antibiotici può essere ricambiato da negatività a lungo termine. Bradford Institute ha determinato che le malattie ambientali sono caratterizzate tipicamente dal candida sistemico, dalle numerose allergie, dai disordini autoimmuni e dall'uccisione compromessa dell'antigene. In gran parte, questi disordini sono iatrogenici in natura, significante essi sono causati dalle procedure del trattamento o di sistema diagnostico. L'amministrazione cronica o aleatoria degli antibiotici partecipa a questa cascata decadente.

Dioxychlor, una sostanza omeopatica che visualizza la bassa tossicità, offre un'alternativa a questo dilemma. Dioxychlor sembra distruggere i mycoplasmas mentre riduce le reazioni della sensibilità e migliorando lo stato dei pazienti considerevolmente malati, come quelli che soffrono dal ALS.

Una dose orale di Dioxychlor è 5-20 cali in 2 once dell'acqua (tbsp 4), 1-3 volte quotidiane, in base a tolleranza paziente. Se “muoiono fuori„ dei materiali estranei intensificano i sintomi, riducono il dosaggio. Dioxychlor può anche essere amministrato dal gocciolamento lento con l'assistenza di un medico qualificato.


Un singolo di erbe che sembra utile nei reclami di sindrome della guerra del Golfo

Duca (1997), il botanico ed umanitario, illustra che il meliloto giallo (melilotus officinalis) contiene l'attività di erbe che può provare utile riguardo ai sintomi evidenti in quelli impressionanti con GWS, per esempio, l'emicrania, la mialgia, gli spasmi, il mycoplasmosis, l'ischemia, il reumatismo, il nervosismo, le ferite e la cardiopatia.

Il meliloto giallo contiene 0.9-2% cumarine, che può essere la sostanza che suscita il beneficio. La cumarina dovrebbe, tuttavia, essere usata prudentemente, dato che le dosi elevate possono causare i sintomi, quali l'emicrania, lo stupore, l'assottigliamento del sangue e gli enzimi elevati del fegato, che sembrano transitori sopra la discontinuazione.

Gli individui che desiderano acquistare il meliloto giallo possono agire in tal modo contattando i seguenti due fornitori:

  • Dragon River Herbals
    P.O. Box 74
    Ojo Caliente, nanometro 87549
    Telefono: (800) 813-2118
  • Rosella delle droghe del segno
    384 E. Irving Park Rd.
    Rosella, Illinois 60172
    Telefono: (630) 529-3400

Usi il tsp di 1/2 (30 gocce), preso 2-3 volte un giorno, per i 7-10 giorni. È consigliabile osservare una dilazione 3-5-day dal meliloto giallo prima della ripetizione della terapia di erbe.


Terapia di ossigenazione

La terapia ossidativa può essere utile nella soppressione delle varie infezioni anaerobiche una volta amministrata a 1,5 BANCOMAT per 60 minuti. L'ossigenoterapia iperbarica (HBO) si riferisce ad una camera del monoplace, in cui soltanto un paziente interamente è accluso in una camera di compressione, ossigeno respirabile ad una maggior pressione atmosferica di pressione. HBO è considerare come una modalità terapeutica perché i meccanismi fisiologici significativi sono attivati di conseguenza. HBO consegna 10-15 volte l'ossigeno ai tessuti come respirazione normale. Popolare, HBO è utilizzato nella formazione di nuovi capillari intorno ad un'area arrotolata e trattare l'anemia, l'ischemia ed alcuni avvelenamenti.

L'inondazione del corpo con ossigeno, come nella terapia iperbarica, tende a rimuovere altri gas, quali monossido di carbonio ed avvelenamento di cianuro acuto. HBO inibisce la crescita di una serie di anaerobico come pure aerobico, organismi migliorando l'attività fagocitica. Questo effetto complementa l'azione migliore dei fattori di malattia-combattimento ospite ed è utile nei disordini che comprendono l'immunosoppressione. Gli studi hanno dimostrato un effetto postantibiotic prolungato quando l'ossigeno iperbarico si combina con i dosaggi terapeutici degli antibiotici.