Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Disintossicazione di metalli pesanti

Terapie innovarici ed emergenti

Toxicogenomics. Mentre i livelli ematici elevati di metalli sono associati con i risultati avversi di salute, non sono necessariamente indicativi della tossicità clinica del metallo. Similmente, le tossicità del metallo possono accadere in alcuni individui sotto i livelli che sono preveduti per essere “cassaforte.„ Toxicogenomics, lo studio su espressione genica cambia tramite l'esposizione della tossina, può risultare essere uno strumento utile per la valutazione della tossicità più sensibile e più rapida del metallo. Parecchi laboratori già hanno identificato i modelli specifici di espressione genica in tessuti specifici in seguito ai metalli tossici in condizioni ambientali significativi (quale l'espressione in diminuzione degli enzimi di disintossicazione del citocromo P450 in risposta ad esposizione o ad induzione arsenica delle proteine protettive del colpo di calore da cadmio) (Yoon 2008).

Nuove terapie di chelazione. La terapia corrente di chelazione usa i chelatori chimici che hanno parecchi effetti contrari, quali sovraccarico del rene, arresto cardiaco, la carenza di minerali e l'anemia. Ciò ha motivato la ricerca dei chelatori di metalli pesanti più sicuri, che hanno le proprietà desiderabili, l'alta specificità per le tossine del metallo ed affinità bassa per i metalli nutrizionalmente essenziali. I candidati interessanti comprendono le nanoparticelle superparamagnetiche acido-rivestite polygamma-glutammiche (Inbaraj 2012) ed i composti magnetici dell'ossido graphene/del chitosano (fan 2013), che sono entrambi altamente selettivi per cavo. I chelatori magnetici presentano il vantaggio supplementare che possono essere diretti magneticamente verso gli organi specifici di interesse (Inbaraj 2012).