Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Gestione del colesterolo

Riferimenti

1. Il Nelson D, Cox M. Principles di biochimica. quarto ed. W.H. Freeman & Co.; 2005.

2. TH di Haines (luglio 2001). “Faccia gli steroli riducono le perdite del sodio e del protone con i doppii strati lipidici?„. Prog. Ricerca del lipido. 40 (4): 299–324.

3. Antonopoulos S. Third Report del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (relazione finale del pannello di trattamento III) adulto. Circolazione 2002; 106:3145-3408.

4. Antonopoulos S. Third Report del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (relazione finale del pannello di trattamento III) adulto. Circolazione 2002; 106:3145-3408.

5. Variazioni di Tribble DL et al. nella suscettibilità ossidativa fra sei subfractions della lipoproteina di densità bassa di densità e della dimensione delle particelle differenti. Aterosclerosi. 1992 aprile; 93(3): 189-99.

6. Chait et al. una suscettibilità di piccole, lipoproteine dense e a bassa densità a modifica ossidativa negli oggetti con il fenotipo atherogenic della lipoproteina, Med di B. Am J del modello. 1993 aprile; 94(4): 350-6.

7. Liu ml et al. che fa circolare lipoproteina a bassa densità ossidata e la sua associazione con spessore carotico di intima-media nei membri asintomatici delle famiglie combinate familiari di iperlipidemia. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2004 agosto; 24(8): 1492-7.

8. Il piccolo colesterolo LDL di Koba S et al. è superiore a colesterolo LDL per la determinazione dell'aterosclerosi coronaria severa. J Atheroscler Thromb. 2008 ottobre; 15(5): 250-60.

9. Antonopoulos S. Third Report del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (relazione finale del pannello di trattamento III) adulto. Circolazione 2002; 106:3145-3408.

10. Langer C, Gansz B, Goepfert C, et al. testosterone su-regola la BI del ricevitore dell'organismo saprofago e stimola il deflusso del colesterolo dai macrofagi. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 6 settembre 2002; 296(5): 1051-7.

11. Langer C, Gansz B, Goepfert C, et al. testosterone su-regola la BI del ricevitore dell'organismo saprofago e stimola il deflusso del colesterolo dai macrofagi. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 6 settembre 2002; 296(5): 1051-7.

12. Herbst chilolitro, Amory JK, Brunzell JD, Chansky ha, Bremner WJ. L'amministrazione del testosterone agli uomini aumenta l'attività epatica della lipasi e fa diminuire la dimensione di LDL e di HDL in 3 settimane. J Physiol Endocrinol Metab. 2003 giugno; 284(6): E1112-8.

13. Turhan S, Tulunay C, Gulec S, et al. L'associazione fra i livelli dell'androgeno e la coronaropatia prematura in uomini. Arteria DIS di Coron. 2007 maggio; 18(3): 159-62.

14. Serie di rassegne di Steinberg D. Thematic: La patogenesi di aterosclerosi. Una storia esplicativa della controversia del colesterolo: parte I. Il giornale di ricerca sui lipidi 2004 aprile.; 45(9): 1583-1593.

15. Reaven P, lipoproteine di densità bassa di Witztim J. Oxidized nel Atherogenesis: Ruolo di modifica dietetica. Rassegne annuali in nutrizione 1996 febbraio; 16:51-70.

16. Steinberg D. L'ipotesi di modifica di LDL di atherogenesis: un aggiornamento. Il giornale di ricerca sui lipidi 2008 dicembre; 50 (supplemento): S376-S381.

17. Chouinard JA et al. Ossidare-LDL induce i cambiamenti morfologici ed aumenta la rigidezza delle cellule endoteliali. Ricerca delle cellule di Exp. 1° ottobre 2008; 314(16): 3007-16.

18. PE di Havranek. Prevenzione primaria di CHD: nove modi ridurre rischio. Medico 1999 di Fam marzo; 59(6): 1455-63, 1466.

19. Kones R. Rosuvastatin, infiammazione, proteina C-reattiva, GIOVE e prevenzione primaria della malattia cardiovascolare--una prospettiva. DES Devel Ther 2010 della droga; 4:383-413.

20. Collaborazione emergente di fattori di rischio, Kaptoge S, Di Angelantonio E, Lowe G, et al. concentrazione nella proteina e rischio C-reattivi di coronaropatia, di colpo e di mortalità: una singola meta-analisi del partecipante. Lancetta 2010 gennaio; 375(9709): 132-140.

21. I fattori di rischio della coronaropatia di Schnohr P. si sono allineati dall'importanza per l'individuo e la comunità. Seguito di 21 anno di 12000 uomini e le donne dal cuore della città di Copenhaghen studiano. Giornale europeo 2002 del cuore aprile.; 23(8): 620-626.

22. Ridker PM, Danielson E, Fonseca FA, et al. rosuvastatine per impedire gli eventi vascolari in uomini ed in donne con proteina C-reattiva elevata. Med 2008 di N Inghilterra J; 359:2195-2207.

23. Daviglus ml, Stamler J, Pirzada A, et al. Profilo di rischio cardiovascolare favorevole in giovani donne e nel rischio a lungo termine di mortalità cardiovascolare e per tutte le cause. JAMA. 2004; 292(13): 1588-1592

24. Sobal G et al. Perché è LDL glicato più sensibile all'ossidazione che LDL indigeno? Uno studio comparativo. Acidi grassi essenziali di Leukot delle prostaglandine. 2000 ottobre; 63(4): 177-86.

25. Effetto di Nivoit P et al. di LDL glicato sul tono microvascolare in topi: uno studio comparativo con LDL ha modificato in vitro o isolato dai pazienti diabetici. Diabetologia. 2003 novembre; 46(11): 1550-8.

26. Toma L et al. LDL irreversibilmente glicato induce lo stato ossidativo ed infiammatorio in cellule endoteliali umane; effetto aggiunto di alto glucosio. Ricerca Commun di biochimica Biophys. 18 dicembre 2009; 390(3): 877-82.

27. L'attivazione di Dong Y et al. della calpaina della proteasi da LDL ossidato e glicato aumenta la degradazione della sintasi endoteliale dell'ossido di azoto. Cellula Mol Med di J. 2009 settembre; 13 (9A): 2899-910.

28. Calvo C. [glicosilazione non enzimatica delle lipoproteine nella patogenesi di aterosclerosi in diabetici]. Rev Med Chil. 1997 aprile; 125(4): 460-5.

29. Calvo C. [glicosilazione non enzimatica delle lipoproteine nella patogenesi di aterosclerosi in diabetici]. Rev Med Chil. 1997 aprile; 125(4): 460-5.

30. PESO di Friedewald, imposizione RI, Fredrickson DS. Stima della lipoproteina a bassa densità in plasma senza uso dell'ultracentrifuga preparatoria. Clin Chem 1972; 18:499-502.

31. http://www.bhlinc.com/index.php

32. http://www.liposcience.com/

33. Baratto PJ. Proprietà di Cardioprotective dei fibrati: Quale fibrato, che pazienti, che meccanismo? Circolazione 2006 marzo; 113(12): 1553-1555.

34. Terapia di Devaraj S, di Siegel D, di Jialal I. Statin nella sindrome metabolica ed ipertensione post-GIOVE: che cosa è il valore di CRP? Rappresentante 2011 di Curr Atheroscler febbraio; 13(1): 31-42.

35. CE di Fung, truffatore mA. Miopatia di statina: Un'esperienza della clinica del lipido sulla tollerabilità del trattamento di statina. Cardiovasc Ther 2011 aprile.;: no-no.

36. BM di Meador, KA di Huey. miopatia Statina-collegata e la sua esacerbazione con l'esercizio. Nervo 2010 del muscolo ottobre; 42(4): 469-479.

37. Kastelein J, Akdim F, Stroes E. Simvastatin con o senza ezetimibe nell'ipercolesterolemia familiare. New England Journal di medicina 2008;

38. Taylor AJ, Villines TC, Stanek EJ, et al. niacina del Esteso-rilascio o Ezetimibe e spessore carotico di Intima-media. Novembre del Med di N Inghilterra J 2009; 361(22): 2113-2122.

39. Villines TC, Stanek EJ, Devine PJ, et al. La prova dell'ARBITRO 6-HALTS (biologia arteriosa per l'indagine sugli effetti di trattamento di riduzione delle strategie del colesterolo 6-HDL e di trattamento di LDL nell'aterosclerosi). J Coll Cardiol 2010 giugno; 55(24): 2721-2726.

40. ad ovest, Anderson JD, Meyer CH, et al. L'effetto di ezetimibe su aterosclerosi arteriosa periferica dipende da uso di statina alla linea di base. Aterosclerosi 2011 aprile.;

41. Davidson MH. Terapie che mirano all'assorbimento esogeno del colesterolo: nuove comprensioni e controversie. Rappresentante 2011 di Curr Atheroscler febbraio; 13(1): 95-100.

42. Antonopoulos S. Third Report del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (relazione finale del pannello di trattamento III) adulto. Circolazione 2002; 106:3145-3408.

43. Appel LJ, Moore TJ, Obarzanek E, et al. Un test clinico degli effetti dei modelli dietetici su pressione sanguigna. New England Journal di medicina 1997; 336:1117-1124

44. Appel LJ, Moore TJ, Obarzanek E, et al. Un test clinico degli effetti dei modelli dietetici su pressione sanguigna. New England Journal di medicina 1997; 336:1117-1124

45. Svetkey LP, Simons-Morton D, Vollmer WM, et al. effetti dei modelli dietetici su pressione sanguigna: l'analisi del sottogruppo degli approcci dietetici per fermare l'ipertensione (UN POCO) ha randomizzato il test clinico. Med dell'interno dell'arco. 8 febbraio 1999; 159(3): 285-93

46. Il vicolo m., annerisce la restrizione di Ingram D. Calorie e di A in primati non umani: implicazioni per il rischio relativo all'età di malattia. Giornale di 1998 antinvecchiamento;

47. Walford RL, restrizione falsa di D, di Verdery R e di MacCallum T. Calorie nella biosfera 2: le alterazioni nei parametri fisiologici, ematologici, ormonali e biochimici in esseri umani hanno limitato per un periodo di due anni. J Gerontol una biol Sci Med Sci. 2002; 57(6): B211-224

48. JO di Fontana L, di Meyer TE, di Klein S e di Holloszy. La restrizione a lungo termine di caloria è altamente efficace nella riduzione del rischio per aterosclerosi in esseri umani. Proc Acad nazionale Sci U.S.A. 2004; 101(17): 6659-6663

49. JO di Fontana L, di Klein S, di Holloszy e BN di Premachandra. Effetto della restrizione a lungo termine di caloria con proteina ed i micronutrienti adeguati sugli ormoni tiroidei. J Clin Endocrinol Metab. 2006;91(8):3232-3235

50. JO di Meyer TE, di Kovács SJ, di Ehsani aa, di Klein S, di Holloszy e la restrizione calorica di Fontana L. Long-term migliora il declino nella funzione diastolica in esseri umani. J Coll Cardiol. 2006;47(2):398-402

51. Circa CALERIE. http://calerie.dcri.duke.edu/about/index.html

52. Lefevre m., Redman LM, Heilbronn LK, et al. la restrizione calorica da solo e con l'esercizio migliora il rischio di CVD in individui non obesi in buona salute. Aterosclerosi. 2009;203(1):206-213

53. Dzugan SA e Smith AR. Trattamento di ipercolesterolemia: una nuova ipotesi o appena un incidente? Med Hypotheses. 2002 dicembre; 59(6): 751-6.

54. Terapia ormonale sostitutiva e rischio di Windler E et al. per la coronaropatia. Dati dallo CORA-studio--uno studio di caso-control sulle donne con la coronaropatia di incidente. Maturitas. 20 luglio 2007; 57(3): 239-46.

55. Tan RS Salazar JA. Rischi di terapia sostitutiva del testosterone negli uomini di invecchiamento. FAS della droga di Opin dell'esperto. 2004 novembre; 3(6): 599-606.

56. McCarty MF. L'inibizione di carbossilasi acetile-CoA dal cystamine può mediare l'attività hypotriglyceridemic del pantethine. Ipotesi mediche 2001; 56(3): 314-317.

57. Bertolini S, Donati C, Elicio N, Daga A, Cuzzolaro S, Marcenaro A, Saturnino m., cambiamenti di Balestreri R. Lipoprotein indotti dal pantethine in pazienti hyperlipoproteinemic: adulti e bambini. Int J Clin Pharmacol Ther Toxicol 1986 novembre; 24(11): 630-7

58. Gaddi A, GASCROMATOGRAFIA di Descovich, Noseda G, et al. valutazione controllata del pantethine, un composto ipolipidico naturale, in pazienti con differenti forme di hyperlipoproteinemia. Aterosclerosi 1984 gennaio; 50(1): 73-83

59. Donati C, Bertieri RS, Barbi G. Pantethine, diabete mellito ed aterosclerosi. Uno studio clinico 1045 pazienti Clin Ter 1989 del 31 marzo; 128(6): 411-22

60. Tonutti L, Taboga C, Noacco C. Comparison dell'efficacia del pantethine, del acipimox e del bezafibrate sui lipidi del plasma e dell'indice del rischio cardiovascolare in diabetici con la dislipidemia. Minerva Med 1991 ottobre; 82(10): 657-63

61. Cunningham E. Is Red Yeast Rice sicuro ed efficace per l'abbassamento del colesterolo nel siero? Dieta Assoc 2011 di J febbraio; 111(2): 324.

62. Liu J, Zhang J, Shi Y, Grimsgaard S, Alraek T, riso rosso del lievito di Fønnebø V. Chinese (monascus purpureus) per iperlipidemia primaria: una meta-analisi delle prove controllate randomizzate. Chin Med 2006; 1(1): 4.

63. LU Z, Kou W, Du B, Wu Y, Zhao S. Effect di Xuezhikang, un estratto dal riso cinese del lievito rosso, sugli eventi coronari in una popolazione cinese con infarto miocardico precedente. Il giornale americano… di 2008;

64. Becker D, Gordon R, riso del lievito di Halbert S. Red per la dislipidemia in pazienti statina-intolleranti. Annali… di 2009 interno;

65. Sc di Halbert, B francese, relè di Gordon, et al. tollerabilità del riso rosso del lievito (2.400 mg due volte al giorno) contro le pravastatine (20 mg due volte al giorno) in pazienti con intolleranza precedente di statina. J Cardiol 2010 gennaio; 105(2): 198-204.

66. Relè di Gordon, Cooperman T, Obermeyer W, Becker DJ. La profonda variabilità del monacolin livella nei prodotti rossi commerciali del riso del lievito: il compratore si guarda da! Med 2010 dell'interno dell'arco ottobre; 170(19): 1722-1727.

67. Reinhart chilometro, Talati R, cm bianco, ci di Coleman. L'impatto di aglio sui parametri del lipido: una rassegna e una meta-analisi sistematiche. Rev. 2009 di ricerca di Nutr giugno; 22(1): 39-48.

68. Completamento di Khoo YSK, di Aziz Z. Garlic e colesterolo nel siero: una meta-analisi. J Clin Pharm Ther 2009 aprile.; 34(2): 133-145.

69. Stevinson C, Pittler MH, Ernst E. Garlic per il trattamento dell'ipercolesterolemia. Una meta-analisi dei test clinici randomizzati. Ann Intern Med 2000 settembre; 133(6): 420-429.

70. Reinhart chilometro, Talati R, cm bianco, ci di Coleman. L'impatto di aglio sui parametri del lipido: una rassegna e una meta-analisi sistematiche. Rev. 2009 di ricerca di Nutr giugno; 22(1): 39-48.

71. Ried K, Frank O, immagazzina il NP, Fakler P, Sullivan T. Effect di aglio su pressione sanguigna: una rassegna e una meta-analisi sistematiche. BMC Cardiovasc Disord 2008; 8:13.

72. Il potenziale antiossidante ed inibitorio di Nampoothiri SV et al. in vitro dei frutti di bellerica di Terminalia e di officinalis di Emblica contro gli enzimi dell'ossidazione e di chiave di LDL si è collegato al diabete di tipo 2. Alimento Chem Toxicol. 2011 gennaio; 49(1): 125-31.

73. Influenza di Kim HJ et al. del amla (officinalis Gaertn di Emblica.) su ipercolesterolemia e perossidazione lipidica nei ratti di colesterolo-federazione. J Nutr Sci Vitaminol (Tokyo). 2005 dicembre; 51(6): 413-8.

74. Yokozawa T et al. Amla (officinalis Gaertn di Emblica.) impedisce la dislipidemia e lo sforzo ossidativo nel processo di invecchiamento. Br J Nutr. 2007 giugno; 97(6): 1187-95.

75. Effetto del ms di Akhtar et al. della frutta di Amla (officinalis Gaertn di Emblica.) sul profilo del lipido e della glicemia degli oggetti e del tipo normali - 2 pazienti diabetici. Alimento Sci Nutr di Int J. 18 aprile 2011.

76. Il completamento degli ST di Chen et al. dell'estratto di officinalis di Emblica (Amla) riduce lo sforzo ossidativo in pazienti uremici. J Chin Med. 2009;37(1):19-25.

77. Effetto del ms di Akhtar et al. della frutta di Amla (officinalis Gaertn di Emblica.) sul profilo del lipido e della glicemia degli oggetti e del tipo normali - 2 pazienti diabetici. Alimento Sci Nutr di Int J. 18 aprile 2011.

78. Kim HY et al. Il ruolo protettivo del amla (officinalis Gaertn di Emblica.) contro dalla la sindrome metabolica indotta da fruttosio in un modello del ratto. Br J Nutr. 2010 febbraio; 103(4): 502-12.

79. Gli estratti di Rao il TP et al. Amla (officinalis Gaertn di Emblica.) riducono lo sforzo ossidativo da in ratti diabetici indotti streptozotocin. J Med Food. Caduta 2005; 8(3): 362-8.

80. Doi K, Nakamura T, Aoyama N, Matsurura m., Kawara A, Baba S. Metabolic e effetti nutritivi di uso a lungo termine di glucomannan nel trattamento di obesità. In: Oomura Y, ed. Progresso nella ricerca di obesità. John Libbey & società, srl, 1990:507-14.

81. Badimon L, Vilahur G, Padro T. Nutraceuticals ed aterosclerosi: prove umane. Cardiovasc Ther 2010 agosto; 28(4): 202-215.

82. Anderson J, Randles K. Carbohydrate e raccomandazioni della fibra per gli individui con diabete: una valutazione e una meta-analisi quantitative della prova. Giornale dell'istituto universitario americano di nutrizione 2004; 23(1):5-17

83. Brown L, Rosner B, Willett WW, licenzia FM. Colesterolo-abbassamento degli effetti di fibra dietetica: una meta-analisi. J Clin Nutr 1999 gennaio; 69(1): 30-42.

84. AbuMweis ss, ebreo S, Ames NP. ß-glucano da orzo e dalla sua capacità di riduzione dei lipidi: una meta-analisi delle prove randomizzate e controllate. EUR J Clin Nutr 2010 dicembre; 64(12): 1472-1480.

85. Panettiere WL, Tercius A, Anglade m., cm bianco, ci di Coleman. Una meta-analisi che valuta l'impatto del chitosano sui lipidi del siero in pazienti ipercolesterolemici. Ann Nutr Metab 2009; 55(4): 368-374.

86. Brown L, Rosner B, Willett WW, licenzia FM. Colesterolo-abbassamento degli effetti di fibra dietetica: una meta-analisi. J Clin Nutr 1999 gennaio; 69(1): 30-42.

87. Brown L, Rosner B, Willett WW, licenzia FM. Colesterolo-abbassamento degli effetti di fibra dietetica: una meta-analisi. J Clin Nutr 1999 gennaio; 69(1): 30-42.

88. Brighenti F, Casiraghi m., Canzi E. Effect di consumo di cereale da prima colazione pronto da mangiare che contenente inulina sull'ambiente intestinale ed i lipidi del sangue nei volontari maschii in buona salute. Giornale europeo di nutrizione clinica 1999; 53:726-733

89. Li S, Guerin-Deremaux L, Pochat m., et al. il completamento dietetico della fibra di NUTRIOSE migliora l'insulino-resistenza ed i fattori determinanti della sindrome metabolica in uomini di peso eccessivo: una prova alla cieca, studio randomizzato e controllato con placebo. Appl Physiol Nutr Metab 2010 dicembre; 35(6): 773-782.

90. Salo P, Wester I. Low-fat Formulations della pianta Stanols e steroli. J Cardiol 2005 luglio; 96(1): 51-54.

91. Weingartner O, Bohm m., ruolo di Laufs U. Controversial degli esteri dello sterolo vegetale in gestione di ipercolesterolemia. Giornale europeo 2008 del cuore settembre; 30(4): 404-409.

92. Calpe-Berdiel L. Nuove visioni delle azioni molecolari degli steroli vegetali e degli stanols nel metabolismo del colesterolo. Aterosclerosi 2009;

93. Shrestha S, Freake HC, McGrane millimetro, Volek JS, Fernandez ml. Una combinazione di psyllium e di steroli vegetali altera il metabolismo della lipoproteina negli oggetti ipercolesterolemici modificando l'elaborazione intravascolare delle lipoproteine ed aumentando l'assorbimento di LDL. J Nutr 2007 maggio; 137(5): 1165-1170.

94. Badimon L, Vilahur G, Padro T. Nutraceuticals ed aterosclerosi: prove umane. Cardiovasc Ther 2010 agosto; 28(4): 202-215.

95. Normén L, Holmes D, steroli vegetali di Frohlich J. ed il loro ruolo nell'uso combinato con le statine per riduzione dei lipidi. Droghe di Curr Opin Investig. 2005;6:307–16.

96. Codice elettronico dei regolamenti federali (http://ecfr.gpoaccess.gov/cgi/t/text/text-idx?c=ecfr&rgn=div8&view=text&node=21:2.0.1.1.2.5.1.14&idno=21)

97. Gruppo di esperti su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti. Sintesi del terzo rapporto del gruppo di esperti nazionale di programma educativo del colesterolo (NCEP) su rilevazione, sulla valutazione e sul trattamento di alto colesterolo del sangue in adulti (pannello adulto di trattamento III). JAMA 2001; 285(19): 2486-2497.

98. Il Lichtenstein AH. Riassunto della dieta di associazione del cuore e della revisione americane 2006 di raccomandazioni di stile di vita. Arteriosclerosi, trombosi e biologia vascolare 2006 ottobre; 26(10): 2186-2191.

99. Ulbricht C, Basch E, Szapary P, et al. collaborazione standard naturale di ricerca. Guggul per iperlipidemia: una rassegna tramite la collaborazione standard naturale di ricerca. Med 2005 di Ther del complemento dicembre; 13(4): 279-290.

100. Ulbricht C, Basch E, Szapary P, et al. collaborazione standard naturale di ricerca. Guggul per iperlipidemia: una rassegna tramite la collaborazione standard naturale di ricerca. Med 2005 di Ther del complemento dicembre; 13(4): 279-290.

101. Singh R, Niaz M. Hypolipidemic ed effetti antiossidanti del mukul della commiphora come aggiunta alla terapia dietetica in pazienti con ipercolesterolemia. Droghe cardiovascolari e terapia 1994;

102. Szapary PO, Wolfe ml, LT di Bloedon, et al. Guggulipid per il trattamento di ipercolesterolemia: una prova controllata randomizzata. JAMA 2003 agosto; 290(6): 765-772.

103. LA di Nohr, Rasmussen la libbra, Straand J. Resin dall'albero di mirra del mukul, guggul, può essere usato per il trattamento dell'ipercolesterolemia? Uno studio randomizzato e controllato. Med 2009 di Ther del complemento gennaio; 17(1): 16-22.

104. Anderson JW, BM di Johnstone, cuoco-Newell ME. Meta-analisi degli effetti dell'assunzione della proteina di soia sui lipidi del siero. N. l'Inghilterra. Med del J. 1995 agosto; 333(5): 276-282.

105. Bruckert E, Rosenbaum D. Lowering LDL-cholesterol con la dieta: ruolo potenziale nell'era di statina. Curr. Opin. Lipidol. 2011 febbraio; 22(1): 43-48.

106. Reynolds K, Chin A, KA di Lees, Nguyen A, Bujnowski D, lui J. Una meta-analisi dell'effetto del completamento della proteina di soia sui lipidi del siero. J Cardiol 2006 settembre; 98(5): 633-640.

107. Anderson JW, BM di Johnstone, cuoco-Newell ME. Meta-analisi degli effetti dell'assunzione della proteina di soia sui lipidi del siero. N. l'Inghilterra. Med del J. 1995 agosto; 333(5): 276-282.

108. Taku K, Umegaki K, Sato Y, et al. isoflavoni della soia abbassa il totale del siero ed il colesterolo di LDL in esseri umani: una meta-analisi di 11 ha randomizzato le prove controllate. J Clin Nutr 2007 aprile.; 85(4): 1148-1156.

109. Danno di Sangle GV et al. di attività a catena respiratoria mitocondriale in cellule endoteliali aortiche indotte dalla lipoproteina a bassa densità glicata. Med libero di biol di Radic. 15 marzo 2010; 48(6): 781-90.

110. Effetti di Roy Chowdhury SK et al. della lipoproteina a bassa densità estesamente ossidata sulla funzione mitocondriale e delle specie reattive dell'ossigeno in cellule endoteliali aortiche porcine. J Physiol Endocrinol Metab. 2010 gennaio; 298(1): E89-98.

111. Concentrazione in Cenedella RJ et al. e distribuzione di ubiquinone (coenzima Q), l'antiossidante endogeno del lipido, nella lente del ratto: effetto del trattamento con le simvastatine. Mol Vis. 10 agosto 2005; 11:594-602.

112. GP di Littarru e Langsjoen P. Coenzyme Q10 e statine: implicazioni biochimiche e cliniche. Mitocondrio. 2007 giugno; 7 supplementi: S168-74.

113. Reaven P, lipoproteine di densità bassa di Witztim J. Oxidized nel Atherogenesis: Ruolo di modifica dietetica. Rassegne annuali in nutrizione 1996 febbraio; 16:51-70.

114. Il TH di Karppi J, di Nurmi T, di Kurl S, di Rissanen, Nyyssönen K. Lycopene, la luteina ed il beta-carotene come fattori determinanti di LDL hanno coniugato i dieni in siero. Aterosclerosi 2010 aprile.; 209(2): 565-572.

115. Effetto di Ried K, di Fakler P. Protective di licopene sul colesterolo nel siero e pressione sanguigna: Meta-analisi delle prove di intervento. Maturitas 2011 aprile.; 68(4): 299-310.

116. L'effetto di Fuhrman B, di Elis A, di Aviram M. Hypocholesterolemic di licopene ed il beta-carotene è collegato con soppressione della sintesi del colesterolo e l'aumento di attività del ricevitore di LDL in macrofagi. Ricerca Commun 1997 di biochimica Biophys aprile.; 233(3): 658-662.

117. Yoshida H, Yanai H, Ito K, et al. amministrazione di astaxantina naturale aumenta il HDL-colesterolo e il adiponectin del siero negli oggetti con iperlipidemia delicata. Aterosclerosi 2010 aprile.; 209(2): 520-523.

118. Il completamento della vitamina E di Badiou S et al. aumenta la resistenza di LDL ex vivo all'ossidazione nei pazienti di emodialisi. Ricerca di Int J Vitam Nutr. 2003 luglio; 73(4): 290-6.

119. Tesoriere L et al. supplementi orali della vitamina E migliora le misure dello sforzo ossidativo in plasma e riduce il danneggiamento ossidativo di LDL e gli eritrociti nei pazienti di intermedia della beta-talassemia. Ricerca libera di Radic. 2001 maggio; 34(5): 529-40.

120. Li D, Saldeen T, Romeo F, Mehta JL. Effetti relativi dell'alfa e del gamma-tocoferolo su attività della sintasi di ossidazione e del superossido dismutasi e dell'ossido di azoto della lipoproteina a bassa densità e sull'espressione della proteina in ratti. J Cardiovasc Pharmacol Ther. 1999 ottobre; 4(4): 219-26.

121. McCarty MF. il Gamma-tocoferolo può non promuovere efficace funzione della sintasi proteggendo il tetrahydrobiopterin dal peroxynitrite. Med Hypotheses. 2007;69(6):1367-70.

122. Saito F, Iwamoto S, prodotti di Yamauchi R. Reaction del gamma-tocoferolo con (E) - 4-oxo-2-nonenal in acetonitrile acido. Biochimica di Biosci Biotechnol. 2010;74(1):168-74.

123. Singh I, Turner AH, Sinclair AJ, Li D, Hawley JA. Effetti del completamento del gamma-tocoferolo sui fattori di rischio trombotici. L'Asia Pac J Clin Nutr. 2007;16(3):422-8.

124. Aviram m., Dornfeld L, Kaplan m., et al. flavonoidi del succo del melograno inibisce l'ossidazione e le malattie cardiovascolari della lipoproteina a bassa densità: studi in topi aterosclerotici ed in esseri umani. Ricerca 2002 di Exp Clin delle droghe; 28 (2-3): 49-62.

125. Sezer ED, Akçay iarda, Ilanbey B, Yildirim HK, Sözmen EY. Il vino del melograno ha maggior capacità della protezione che il vino rosso sull'ossidazione della lipoproteina a bassa densità. J Med Food 2007 giugno; 10(2): 371-374.

126. Esmaillzadeh A et al. cheabbassa effetto del consumo concentrato del succo del melograno nel tipo pazienti diabetici di II con iperlipidemia. Ricerca di Int J Vitam Nutr. 2006 maggio; 76(3): 147-51.

127. Il succo del melograno di Fuhrman V et al. inibisce la biosintesi ossidata di assorbimento e del colesterolo di LDL in macrofagi. Biochimica di J Nutr. 2005 settembre; 16(9): 570-6.

128. Il consumo del succo del melograno di Aviram m. et al. per 3 anni dai pazienti con stenosi dell'arteria carotica riduce lo spessore di intima-media di carotide comune, la pressione sanguigna e l'ossidazione di LDL. Clin Nutr. 2004 giugno; 23(3): 423-33.

129. Badimon L, Vilahur G, Padro T. Nutraceuticals ed aterosclerosi: prove umane. Cardiovasc Ther 2010 agosto; 28(4): 202-215.

130. PA di Hooper L, di Kroon, Rimm eb, et al. flavonoidi, di alimenti ricchi di flavonoide e rischio cardiovascolare: una meta-analisi delle prove controllate randomizzate. Giornale americano di nutrizione clinica 2008 luglio; 88(1): 38-50.

131. Jujita H, effetto di Yamagami T. Antihypercholesterolemic dell'estratto cinese del tè nero nei soggetti umani con ipercolesterolemia limite. Ricerca 2008, 28:450-456 di Nutr.

132. Roza J, Xian-Liu Z. Effect dei flavonoidi dell'agrume e dei tocotrienoli ai livelli del colesterolo nel siero negli oggetti ipercolesterolemici. Med 2007 di salute;

133. Urpí-Sardà m., Jáuregui O, RM di Lamuela-Raventós, et al. assorbimento dei resveratroli di dieta nella lipoproteina a bassa densità umana. Identificazione e quantificazione dei metaboliti di resveratroli da cromatografia a fase mobile liquida accoppiati con spettrometria di massa in tandem. Anale. Chim. 2005 maggio; 77(10): 3149-3155.

134. Nigdikar S, Williams N, Griffin B. Consumption dei polifenoli del vino rosso riduce la suscettibilità delle lipoproteine a bassa densità all'ossidazione in vivo. Il giornale americano… 1998;

135. Ramirez Boscá A, più solo A, Gutierrez MC. Gli estratti antiossidanti della curcuma fanno diminuire i livelli del perossido del lipido del sangue di soggetti umani. Età; Volume 18, numero 4, 167-169.

136. Ramirez Boscá A, Carrión-Gutiérrez mA, et al. effetti della curcuma antiossidante sulla lipoproteina perossida: Implicazioni per la prevenzione di aterosclerosi. Age1997 luglio; 20(3): 165-168.

137. Ramirez Boscá A, più solo A, Carrión-Gutiérrez mA, et al. Un estratto idroalcolico di curcuma longa abbassa anormalmente i valori alti del fibrinogeno del umano-plasma. Sviluppatore invecchiante Mech 2000 aprile.; 114(3): 207-210.

138. Wongcharoen W, Phrommintikul A. Il ruolo protettivo di curcumina nelle malattie cardiovascolari. Int. J. Cardiol. 2009 aprile.; 133(2): 145-151.

139. Dou X, fan C, Wo L, et al. curcumina su-regola l'espressione del ricevitore di LDL via la via regolatrice dell'elemento dello sterolo in cellule HepG2. Med 2008 di Planta settembre; 74(11): 1374-1379.

140. Peschel D, Koerting R, Nass N. Curcumin induce i cambiamenti nell'espressione dei geni in questione nell'omeostasi del colesterolo. Biochimica 2007 di J Nutr febbraio; 18(2): 113-119.

141. KB di Soni, Kuttan R. Effect della somministrazione orale della curcumina sui perossidi del siero e sui livelli di colesterolo in volontari umani. Indiano J. Physiol. Pharmacol. 1992 ottobre; 36(4): 273-275.

142. Alwi I, Santoso T, Suyono S, et al. L'effetto di curcumina sul livello di lipidi in pazienti con la sindrome coronarica acuta. Acta Med Indones 2008 ottobre; 40(4): 201-210.

143. Baum L, SKK di Cheung, Mok VCT, et al. effetti della curcumina sul profilo del lipido del sangue in uno studio umano di 6 mesi. Pharmacol. Ricerca. 2007 dicembre; 56(6): 509-514.

144. Brown JE, Riso-Evans CA. dell'l'estratto ricco di luteolina del carciofo protegge la lipoproteina di densità bassa dall'ossidazione in vitro. Ricerca libera 1998 di Radic settembre; 29(3): 247-255.

145. Più ampia B, Pittler MH, Thompson-procione lavatore J, estratto della foglia di Ernst E. Artichoke per il trattamento dell'ipercolesterolemia. Rev. 2009 del sistema della base di dati di Cochrane; (4): CD003335.

146. Englisch W, Beckers C, Unkauf m., Ruepp m., Zinserling V. Efficacy dell'estratto secco del carciofo in pazienti con il hyperlipoproteinemia. Arzneimittelforschung 2000 marzo; 50(3): 260-265.

147. Bundy R, camminatore AF, Middleton RW, Wallis C, Simpson HCR. L'estratto della foglia del carciofo (cynara scolymus) riduce il colesterolo del plasma in adulti ipercolesterolemici altrimenti in buona salute: un placebo cieco randomizzato e doppio ha controllato la prova. Phytomedicine 2008 settembre; 15(9): 668-675.

148. Lupattelli G, Marchesi S, Lombardini R, et al. succo del carciofo migliora la funzione endoteliale nel hyperlipemia. Vita Sci 2004 dicembre; 76(7): 775-782.

149. Morgan JM, Capuzzi dm, Baksh RI, et al. effetti della niacina del esteso-rilascio su distribuzione della sottoclasse della lipoproteina. J Cardiol 2003 giugno; 91(12): 1432-1436.

150. Zema MJ. Gembifrozil, acido nicotinico e terapia di associazione in pazienti con il hypoalphalipoproteinemia isolato: un randomizzato, aperto etichetta, studio dell'incrocio. J Coll Cardiol 2000 marzo; 35(3): 640-646.

151. L'ANNUNCIO di Florentin m., di Tselepis, il ms di Elisaf, et al. l'effetto di riduzione dei lipidi di non statina e l'anti-obesità droga sui subfractions di LDL in pazienti con la dislipidemia mista. Novembre di Curr Vasc Pharmacol 2010; 8(6): 820-830.

152. Ganji SH, Qin S, Zhang L, Kamanna CONTRO, Kashyap ml. La niacina inibisce lo sforzo ossidativo vascolare, ai i geni redox sensibili e l'adesione del monocito alle cellule endoteliali aortiche umane. Aterosclerosi 2009 gennaio; 202(1): 68-75.

153. Duggal JK, Singh m., Attri N, et al. effetto della terapia della niacina sui risultati cardiovascolari in pazienti con la coronaropatia. J. Cardiovasc. Pharmacol. Ther. 2010 giugno; 15(2): 158-166.

154. PE di Marik, integratori alimentari di Varon J. Omega-3 ed il rischio di eventi cardiovascolari: una rassegna sistematica. Clin Cardiol 2009 luglio; 32(7): 365-372.

155. Eslick GD, Howe PRC, Smith C, sacerdote R, Bensoussan A. Benefits del completamento dell'olio di pesce nell'iperlipidemia: una rassegna e una meta-analisi sistematiche. Int. J. Cardiol. 2009 luglio; 136(1): 4-16.

156. Shafiq N, Singh m., Kaur S, Khosla P, trattamento di Malhotra S. Dietary per ipercolesterolemia familiare. Rev. 2010 del sistema della base di dati di Cochrane; (1): CD001918.

157. Mp di McGowan, supplementi di Proulx S. Nutritional e lipidi del siero: qualche cosa funziona? Novembre del rappresentante di Curr Atheroscler 2009; 11(6): 470-476.