Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Infarto

L'infarto è un termine generale che descrive vari cause patologiche e fattori di contributo che provocano l'incapacità del cuore di pompare il sangue ossigenato sufficiente in tutto il corpo per rispondere alle esigenze. L'infarto può svilupparsi rapidamente o gradualmente mentre la a in conseguenza di vari stati patologici di malattia compreso il muscolo del cuore strutturale diserta, malattia della valvola cardiaca, malattia polmonare (per esempio, infarto parte di destra-parteggiato), coronaropatia dovuto aterosclerosi, la tiroide e globuli rossi bassi (anemia) per nominare alcuni (Foley 2012; Caccia 2009; Heidenreich 2013; Brum 2011; Iwanaga 2010; Ferri 2013).

L'incidenza dell'infarto sta aumentando. Mentre 5,8 milione di persone negli Stati Uniti erano a memoria guasto colpito nel 2009, l'associazione americana del cuore invitare questo numero per balloon a più di 8 milione individui da ora al 2030. Inoltre, i costi di sanità connessi con cura dell'infarto sono proiettati da ora al 2030 a più del doppio in questo calendario, da $31 miliardo nel 2012 a $70 miliardo (Weintraub 2010; Heidenreich 2013; Caccia 2009).

Queste statistiche torve parallelizzano le opzioni convenzionali in gran parte che non impressiona di trattamento medico per i pazienti dell'infarto. Uno studio futuro di 19 anni che comprende oltre 13 000 volontari ha indicato che negli uomini ed in donne senza infarto alla linea di base, più di 60% di coloro che successivamente ha continuato a soffrire più successivamente da infarto nella vita ha fatto per un risultato della malattia cardiaca aterosclerotica (lui 2001). A questo punto, la vita Extension® ha identificato almeno 17 fattori di rischio indipendenti che devono attivamente essere diretti se il rischio di attacco di cuore deve essere diretto ottimamente, che è di importanza significativa poiché l'attacco di cuore priore dovuto la coronaropatia aterosclerotica è una causa importante per infarto successivo.  Purtroppo, la medicina della corrente principale indirizza frequentemente soltanto uno o due fattore di contributo per il rischio di attacco di cuore, quali ipertensione e colesterolo elevato. Ciò lascia gli individui di invecchiamento esposti alle devastazioni dei fattori di rischio incontrollati di attacco di cuore quali omocisteina in eccesso, vitamina D insufficiente e squilibrio & carenza dell'ormone. Questa svista micidiale è una malattia cardiovascolare fondamentale di ragione continua a contagiare tanti Americani (Faloon 2009).

Per esempio, una lacuna importante nella cura convenzionale dell'infarto è negligenza per il ruolo critico che il testosterone svolge nella salute cardiovascolare e nel potenziale affinchè la terapia sostitutiva del testosterone migliori i sintomi nei pazienti dell'infarto. Un 25-30% stimato degli uomini con infarto ha bassi livelli del testosterone, ma questo fattore di rischio facilmente correggibile è trascurato da molti medici della corrente principale (Malkin 2006; Malkin 2010; Giagulli 2013). Una rassegna completa degli studi pubblicati ha rivelato che la terapia sostitutiva del testosterone per fino a 52 settimane negli uomini con infarto ha provocato un miglioramento significativo nella capacità funzionale confrontata a placebo (Toma 2012). Questi risultati hanno condotto i ricercatori a rilevare “dato i bisogni clinici insoddisfatti, testosterone sembra essere una terapia di promessa per migliorare la capacità funzionale in pazienti con [infarto].„

Contrariamente alle opzioni convenzionali relativamente che non impressiona del trattamento per i pazienti dell'infarto, un'innovazione importante nella ricerca nell'infarto è venuto nel 2013 con la presentazione dei risultati iniziali della prova del coenzima Q10 (CoQ10) di Q-SYMBIO. Questo studio di dieci anni approfondito fornisce l'appoggio importante per una raccomandazione fatta da prolungamento della vita molti anni priori nel contesto di infarto. Questa prova emozionante ha indicato che il completamento CoQ10 migliora significativamente la sopravvivenza anche per i pazienti con classi severa III o IV infarto mentre drammaticamente riduce l'incidenza dell'ospedalizzazione. Specificamente, l'infarto che i pazienti che ha preso a 100 mg di CoQ10 un quotidiano di tre volte erano significativamente meno probabili avere un evento cardiovascolare importante e significativamente meno probabile morire da tutta la causa durante il periodo di studio ha confrontato a controllo sottopone (Mortensen 2013).

Come indicato vicino in parecchi studi intrapresi dal membro del consiglio di amministrazione consultivo scientifico Peter H. Langsjoen del prolungamento della vita, il MD, FACC, il completamento CoQ10 è particolarmente importante per gli individui sulla terapia d'abbassamento di statina (inibitori della riduttasi del CoA di HMG). I farmaci di statina bloccano la biosintesi sia di colesterolo che di CoQ10 e queste droghe sono state indicate per peggiorare la disfunzione del muscolo del cuore nei pazienti dell'infarto (pH Langsjoen, Langsjoen, 2005; P Langsjoen, Littarru, 2005; Folkers 1990; Argento 2004). In uno studio, la disfunzione diastolica (debolezza di muscolo del cuore) ha accaduto dentro 70% dei pazienti precedentemente normali curati con 20 mg un il giorno di Lipitor® per sei mesi. Questa disfunzione del muscolo del cuore era reversibile con 100 mg di CoQ10 tre volte quotidiane (argento 2004).

Sebbene l'infarto possa essere una diagnosi spaventosa, l'emergenza di parecchie strategie terapeutiche novelle e di prove crescenti per l'efficacia di una certa speranza supplementare di offerta naturale di interventi per quelle ha afflitto con questa circostanza (Mortensen 2013).

Questo protocollo descriverà la biologia di infarto e come la circostanza è diagnosticata e trattata da medicina convenzionale. Le strategie avanzate del trattamento che subiscono la ricerca attiva saranno esaminate, come la necessità critica di indirizzare le numerose cause fondamentali insidiose di infarto. Oltre a parecchie terapie innovarici ed emergenti, gli approcci nutrizionali per migliorare la tolleranza di esercizio, la capacità funzionale e la qualità della vita in pazienti con infarto saranno presentati.

Poichè l'infarto è un punto finale potenziale per parecchie malattie cardiovascolari e metaboliche, una strategia completa per il rischio o il risultato di minimizzazione migliorare di infarto dovrebbe anche indirizzare le sue cause fondamentali. Di conseguenza, i lettori sono incoraggiati ad esaminare i protocolli supplementari del prolungamento della vita relativo ad aterosclerosi e malattia cardiovascolare, ipertensione, l'aritmia cardiaca, gestione del colesterolo, l'obesità e perdita di peso, il diabete, malattia renalee regolamento della tiroide.