Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Artrite – reumatoide

Trattamento medico convenzionale dell'artrite reumatoide

Lo scopo del trattamento del RA è di impedire e/o controllare il danno unito, impedire la perdita di funzione e fare diminuire il dolore (istituto universitario americano di reumatologia 2002). La diagnosi precoce ed il trattamento è importanti per il raggiungimento del risultato migliore (Nell 2004; van Aken 2004).

Fin qui, la medicina convenzionale ha contato su una miscela dei prodotti farmaceutici potenti destinati per rallentare il processo di malattia. Mentre queste droghe sono state indicate per fornire il sollievo per molti pazienti, possono anche causare gli effetti collaterali che possono ridurre seriamente la qualità della vita. Tipicamente, il trattamento con uno o più di seguenti tipi di farmaci da vendere su ricetta medica comincia non appena la diagnosi è confermata.

Antirheumatic modificante la malattia droga (DMARDS)

L'infiammazione del giunto di diminuzione di DMARDSs e rallenta la progressione di danno unito (mA 2010).

Le due classi di principio di DMARD sono convenzionali e biologiche. Il DMARD convenzionale chimicamente è sintetizzato e sopprime il sistema immunitario. Il DMARD biologico geneticamente è costruito per mirare alle molecole specifiche del sistema immunitario.

Gli esempi del DMARD convenzionale includono il metotrexato, il leflunomide, l'idrossiclorochina e la sulfasalazina. Il metotrexato (spesso il DMARD della scelta usato per trattare ha stabilito il RA) a volte è usato congiuntamente ad altre droghe, compreso l'altro DMARD per ridurre l'attività di malattia il più possibile (Jurgens 2011).

Il DMARD biologico è più nuovo del DMARD convenzionale. Sono considerati droghe del secondo line dopo DMARDS convenzionale per il trattamento di RA. Gli esempi del DMARD biologico includono le droghe che mirano a TNF-α (un mediatore pro-infiammatorio potente prodotto nei grandi numeri in RA). Alcune droghe anti--TNF-α includono il adalimumab, il etanercept e il pegol del certolizumab. Poiché TNF-α orchestra la rete infiammatoria che determina tanti processi di malattia, un certo DMARD sta usando sperimentalmente per le circostanze in cui l'autoimmunità non è una caratteristica centrale. Per esempio, il entanercept (Enbrel®) sta esplorando come agente terapeutico potenziale per il morbo di Alzheimer (prolungamento della vita 2012).

Un altro DMARD biologico comunemente prescritto che mira alle β-cellule (la cellula immune che produce gli anticorpi) è rituximab. Rituximab è stato indicato per ridurre i sintomi riferiti RA quale danno unito (Edwards 2004; Chiave di volta 2009). L'altro DMARDSs biologico comprende il abatacept, un inibitore dell'attivazione a cellula T e il tocilizumab, un anticorpo contro IL-6 il ricevitore (Tak 2011).

Glucocorticoidi

I glucocorticoidi sopprimono sia l'infiammazione che l'attività delle cellule di sistema immunitario. I glucocorticoidi più comunemente usati oggi sono prednisone e metilprednisolone (un glucocorticoide più potente che prednisone). Una volta amministrate sistematicamente, queste droghe possono essere efficaci ma possono anche causare gli effetti collaterali (per esempio, osteoporosi, malattia dell'occhio, insonnia, obesità e suscettibilità aumentata all'infezione), che possono urtare drammaticamente la qualità della vita (istituto universitario americano di reumatologia 2002; Moreland 2002). Anche se i glucocorticoidi possono essere iniettati direttamente nel giunto colpito, i benefici di questo metodo della consegna sono temporanei (istituto universitario americano di reumatologia 2002).

Il prednisone di uso di medici come “gettare un ponte„ sulla terapia dopo i pazienti è diagnosticato spesso con RA. Questo regime comprende l'uso di prednisone affinchè sei - dodici mesi permetta che il DMARD entri in vigore (st Clair 2004; van Gestel 1995).

Chronotherapy – il metodo europeo riduce drammaticamente la rigidezza di mattina in RA

È ben noto che il sistema immunitario visualizza la variazione giornaliera; cioè oscilla secondo l'ora.

Cominciando intorno alla mezzanotte, i livelli dei mediatori infiammatori TNF-α e IL-6 aumentano acutamente ed alzano nelle ore di primo mattino (Cutolo 2011; Straub 2007). Questa esacerbazione infiammatoria notturna è alla base dei chiarori di malattia di primo mattino caratteristici dell'artrite reumatoide e rappresenta un'opportunità per il campo di emergenza del chronotherapeutics – i trattamenti biorhythmically mirati a.

Recentemente, un metodo della consegna della compressa a rilascio modificato per prednisone è stato messo a punto. Questa forma di prednisone è presa ad ora di andare a letto (10 di sera) ed ai rilasci nella circolazione sanguigna approssimativamente alle 2 di mattina. Ciò è importante perché le formulazioni convenzionali del prednisone sopprimono soltanto l'infiammazione per alcune ore, rendendola difficile mirare all'infiammazione recente alla notte.

Nei test clinici, questo prednisone della compressa a rilascio modificato è stato indicato per ridurre drammaticamente la durata di rigidezza di mattina (- 22,7% contro -0,4%) e per sopprimere i livelli del mediatore infiammatorio IL-6 (- 29% contro nessun cambiamento) confrontato a prednisone convenzionale (Buttgereit 2010; Buttgereit 2011). Il prednisone della compressa a rilascio modificato inoltre ha migliorato le formulazioni più standard globali di attività di malattia di prednisone.

Purtroppo, gli Stati Uniti FDA recentemente hanno negato la richiesta di un produttore di droga europeo di importare una formulazione bollata della compressa a rilascio modificato Lodotra® chiamato prednisone (http://www.accessdata.fda.gove/scripts/importrefusals/ir_detail.cfm?EntryId=UPS-2301487-7&DocId=1&LineId=1&SfxId=). Tuttavia, dopo con successo il raggiungimento degli scopi del trattamento in due test clinici del RA negli Stati Uniti, il produttore di Lodotra®, Pharma di orizzonte, ha presentato una nuova domanda della droga a FDA alla fine del 2011. L'approvazione è in corso, ma preveduto relativamente presto.

Questo delivery system avanzato del prednisone promette di colmare una lacuna nei regimi terapeutici correnti del RA. Mirando all'infiammazione di notte ed alleviando i chiarori di malattia di mattina, i pazienti del RA possono sperare di avvertire un considerevole miglioramento nella loro qualità della vita.

Anti-infiammatori non steroidei (NSAIDS)

NSAIDs inibisce l'infiammazione e riduce il dolore. Questa classe di droghe funziona inibendo gli enzimi pro-infiammatori cyclooxygenase-1 e -2 (COX-1 e COX-2). Entrambi gli enzimi di COX convertono l'acido arachidonico (un acido grasso omega-6) in prostaglandine pro-infiammatorie, che contribuiscono al gonfiore ed al dolore.

Gli inibitori selettivi COX-2 erano rivoluzionari quando presentare-ma poi gli effetti collaterali gravi sono stati scoperti (st Clair 2004; Trelle 2011). Il rofecoxib di NSAID (Vioxx®) dopo la prescrizione a decine di migliaia pazienti del RA è stato rimosso dal mercato nel 2004 quando è stato indicato significativamente al rischio di aumento di attacco di cuore e di colpo. Altri inibitori COX-2 quale valdecoxib (Bextra®) sono stati rimossi volontariamente dal mercato dopo che gli studi hanno rivelato i simili rischi. Anni prima del pubblico imparato circa i pericoli di Vioxx® e di Bextra®, il prolungamento della vita Foundation® ha avvertito i suoi membri che prendendo queste droghe avrebbe creato la distruzione letale nel corpo (Faloon 2001). Attualmente, soltanto un COX-2 inibitore-Celebrex®-è disponibile sul mercato degli Stati Uniti.

Il NSAIDs restante sul mercato inibisce sia gli enzimi COX-1 che COX-2. Purtroppo, questi possono condurre agli effetti collaterali gastrointestinali quali dolore e emorragia perché COX-1 è importante per il perfetto funzionamento della mucosa gastrointestinale.

NSAIDs supplementare include aspirin, il naprossene, l'ibuprofene e l'acetaminofene. Aspirin inibisce l'aggregazione delle piastrine (le componenti di sangue che “agglutini insieme„ e formi un coagulo di sangue) più così dell'altro NSAIDs. La presa dell'aspirin a basse dosi può essere utile per quelle ad un elevato rischio della malattia cardiovascolare (Pearson 2002). Tuttavia, prendere aspirin congiuntamente alle dosi terapeutiche del metotrexato comune della droga del RA può causare il danno del rene e del fegato (Colebatch 2011).

Statine

Poiché la causa principale della mortalità fra la gente con RA è malattia cardiovascolare, tenere i livelli di colesterolo all'interno di una gamma sana è una componente importante del trattamento. Le droghe di statina sono state indicate efficacemente più in basso ai livelli di colesterolo fino ad un massimo di 16% come pure significativamente riducono gli eventi cardiovascolari (per esempio, attacchi di cuore) nella gente con l'artrite reumatoide (Sheng 2011; Ridker 2009).

Sebbene le statine ampiamente siano prescritte, hanno molti effetti collaterali potenziali compreso una ripartizione del tessuto del muscolo. Le statine inoltre sono conosciute per causare lo svuotamento del coenzima Q10, che è necessario per la funzione dell'area base. I pazienti che prendono le statine dovrebbero completare con il coenzima Q10 per evitare lo svuotamento di questo enzima critico. Il prolungamento della vita suggerisce che i livelli ematici CoQ10 siano tenuti nell'ordine di 3 – 7 µg/ml.

Tabella 2. Tipi di medicine convenzionali utilizzate nel trattamento dell'artrite reumatoide e dei loro effetti collaterali potenziali (Kahlenberg 2011; Istituto universitario americano di reumatologia 2002; MA 2010; Moreland 2002; Youssef 1997; McCormack 2011; Coblyn 2011).

TIPO DROGA EFFETTI COLLATERALI POTENZIALI
DMARD convenzionale Idrossiclorochina Lesione dell'apparato visivo
Metotrexato Fegato/danno ai polmoni, produzione in diminuzione delle cellule immuni
Leflunomide Diarrea, emicrania, perdita di capelli, eruzione
Sulfasalazina Produzione in diminuzione delle cellule immuni
DMARD biologico Anti--TNF Reazione del sito iniezione, eruzione, infezione
Rituximab Reazione di infusione
Abatacept Reazione di infusione, infezione
Anakinra Reazione del sito iniezione, infezioni
Tocilizumab Piastrine e neutrofili bassi, colesterolo elevato e trigliceridi, infezioni
Glucocorticoidi Prednisone La difficoltà che dorme, appetito aumentato, l'umore cambia
Metilico-prednisolone La difficoltà che dorme, appetito aumentato, l'umore cambia
Cortisone Difficoltà che dorme, appetito aumentato, emicrania, sudante
NSAIDs Acetaminofene Ulcere e emorragia nel tratto di GI; tossicità potenziale del rene
Aspirin
Ibuprofene
Naprossene
Coxibs (per esempio, celocoxib)

Cellule staminali – una strategia di sviluppo per RA Treatment

Le cellule staminali sono uniche in quanto possono dividersi e riprodurrsi o differenziarsi nelle cellule specializzate. Il potenziale terapeutico delle cellule staminali è oggi molto un tema di attualità nella ricerca clinica. Per esempio, gli scienziati stanno verificando i modi incitare una cellula staminale a trasformarsi nelle cellule nervose normali e poi stanno impiantandole per sostituire le cellule morte nella gente che è stata paralizzata.

Le cellule staminali possono essere curate in laboratorio per svilupparsi in cartilagine, nell'osso e nelle cellule di muscolo, che possono essere danneggiate con infiammazione mediata RA (Dudics 2009; Duijnisveld 2011).

Il del 2011, 89 persone con RA hanno ricevuto i trapianti terapeutici della cellula staminale nelle speranze di causare la remissione di malattia o al minimo, miglioramento. Uno studio ha analizzato il risultato della chemioterapia ad alta dose congiuntamente ad un trapianto della cellula staminale in 7 pazienti con RA. La valutazione di attività di malattia ha indicato che 5 (71,4%) dei pazienti hanno reagito clinicamente a questo trattamento, significante che i sintomi sono migliorato. Tuttavia, i trapianti della cellula staminale sono associati con una mortalità riferita il trattamento (TRM) di circa 5-10%. Di conseguenza, questo trattamento è riservato per soltanto i casi più severi (Tyndall 2011).