Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Micosi (candida)

Candida Fungal Infections di comprensione

Il candida albicans è il microrganismo fungoso più comune in individui in buona salute come pure l'agente patogeno fungoso più comune che causa le infezioni letali (specialmente nei gruppi ad alto rischio quali i pazienti immunocompromessi) (Cheng 2012; Douglas 2011). Può essere trovato in fino a 70% degli individui in buona salute in qualunque momento (Cheng 2012; Hibino 2009; Schulze 2009).

Il candida è considerato un agente patogeno opportunistico perché può colonizzare in modo innocuo l'apparato digerente umano, la bocca, la pelle ed il tratto urogenitale (Kim 2011; Tampakakis 2009). Tuttavia, quando l'equilibrio dei batteri normali è turbato (per esempio, dopo che il trattamento antibiotico) o il sistema immunitario dell'ospite è indebolito (per esempio trattamento con i corticosteroidi sistemici), il candida può proliferare (Murzyn 2010).

Parecchie aree del corpo possono essere colpite tramite micosi:

Tratto urogenitale - sebbene il candida sia trovato spesso nel tratto urogenitale femminile più basso in donne asintomatiche, la proliferazione e l'infestazione successiva del questo specie fungose rappresenta circa un terzo di tutte le infezioni nella vulva e/o nella vagina (cioè, vaginite) (Sobel 2012). Inoltre conosciuto come infezione di lievito “o) VVC (della candidosi„ vulvovaginal (Powell 2010), questa micosi rappresenta la seconda causa comune di vaginite negli Stati Uniti (dopo la vaginosi batterica) ed è diagnosticata in fino a 40% delle donne che presentano al loro fornitore di pronto intervento con i reclami vaginali (Ilkit 2011). Circa 75% delle donne riferiscono avere almeno un episodio di VVC e fra 40%-45% soffriranno da almeno due o più episodi all'interno della loro vita (Workowski 2010).

I sintomi più comuni di VVC comprendono il prurito inesorabile, le richieste dolorose, lo scarico vaginale malodorante e la minzione dolorosa (Workowski 2010). Sebbene la vasta maggioranza (fino a 92%) VVC dei casi sia causata dal candida albicans, altre specie del candida possono anche essere responsabili (per esempio, candida glabrata e candida parapsilosis ). Tuttavia, le varie specie del candida tendono a produrre i simili sintomi vulvovaginal. Recentemente, i ricercatori hanno riferito una frequenza aumentata VVC del causato di dalle specienon dei albicans (Sobel 2012). Questa tendenza può essere attribuita a pressione selettiva dall'uso molto diffuso dei farmaci antifungini di prescrizione e non quotati in borsa (Sobel 2012), particolarmente poiché alcune specienon dei albicans sono meno suscettibili di molti di questi farmaci (Iavazzo 2011).

Una certa prova suggerisce che gli ormoni influenzino il processo contagioso di VVC (Carrara 2010). Questa conclusione è sostenuta dai dati che indicano che una maggioranza VVC dei casi si presenta durante gli anni riproduttivi. Per esempio, 75% delle donne dell'età di gravidanza sono colpiti da VVC (Sobel 2012; das Neves 2008; Špaček 2007), mentre soltanto gli episodi sporadici di VVC sono riferiti fra le ragazze premestruali e le donne postmenopausali (Sobel 2012; Špaček 2007). Ulteriore ricerca rivela che i livelli di ormone di variazione derivando dalla mestruazione e dalla gravidanza come pure l'uso dei contraccettivi orali e della sostituzione dell'ormone (cioè, terapia dell'estrogeno), possono predisporre le femmine a VVC (Yano 2011; Relloso 2012).

I ricercatori hanno identificato parecchi fattori cui può aumentare la suscettibilità alle micosi compreso (Sobel 2012):

  • Diabete (con controllo glycemic difficile)
  • Esposizione agli antibiotici (entrambe durante e dopo la terapia)
  • Alti livelli di estrogeno (per esempio, contraccettivi orali o terapia dell'estrogeno)
  • Sistema immunitario indebolito dalle droghe (per esempio, corticosteroidi) o dalla malattia (per esempio, HIV/AIDS)
  • Utilizzazione del dispositivo contraccettivo (per esempio, spugne vaginali, diaframmi e dispositivi intrauterini)

Sebbene meno comuni, gli uomini possano ottenere le micosi genitali pure (Aridogan 2011). Di conseguenza, è importante che entrambi i membri di una relazione ricevono il trattamento per le micosi, anche se i sintomi sono soltanto evidenti in una persona. Se il trattamento antifungino non è iniziato in entrambe la gente in una relazione, i partner possono continuare ad infettare ripetutamente uno un altro (Brown università. 2012).

Pelle – le micosi della pelle (cioè, micosi cutanee) sono un fenomeno comune, colpente milioni di persone universalmente. Mentre la micosi cutanea non è normalmente pericolosa, può essere molto scomoda e collegata con una diminuzione significativa nella qualità della vita (DAI 2011; Jayatilake 2011). Il candida è appena uno di vari microrganismi trovati comunemente su pelle umana (NIH 2010). In individui in buona salute, la crescita eccessiva del candida è inibita dai microrganismi residenti della pelle (flora batterica normale della pelle). Tuttavia, quando c'è uno squilibrio di questa flora normale della pelle, il candida può cominciare a riprodurrsi negli importi sufficienti per causare l'infezione (cioè, candidosi) (Evans 2003). dovuto un aumento nel numero degli individui immunocompromessi, il tasso di candidosi della pelle (cioè, candidosi cutanea) è attualmente sull'aumento (Scheinfeld 2011).

La candidosi può essere classificata largamente in due forme basate sul grado di invasione fungosa: candidosi superficiale/mucosa e candidosi profonda/sistemica (Jayatilake 2011). Tuttavia, la candidosi superficiale della pelle e della mucosa è molto più comune infezione profonda/sistemica (Jayatilake 2011). Fra le specie differenti di candida che può essere trovato sulla pelle, il candida albicans è di gran lunga il più comune (Evans 2003). Mentre la candidosi cutanea può colpire virtualmente qualsiasi parte del corpo umano (per esempio, unghie del dito, orecchio esterno, fra le dita e le dita del piede), si presenta il più spesso in caldo, in umido, piegata in aree quale l'ascella o in inguine (NIH 2010; Jayatilake 2011; Kagami 2010; Cydulka 2009; Kauffman 2011). I sintomi importanti della candidosi cutanea includono il prurito (inesorabile e spesso intenso) e le chiazze cutanee d'ingrandimento. Occasionalmente, l'eruzione sarà circondata dalle più piccole eruzioni che compaiono lungo il bordo esterno dell'eruzione principale (NIH 2010). Questi tipi di eruzioni fungose possono accadere su pelle che è esposta alle feci (per esempio, pelle perineale), poiché questa area è ad un elevato rischio di diventare infettato con il fungo del candida (Evans 2003).

Gli individui di cui mani e/o i piedi rimangono bagnati per i periodi prolungati possono essere a micosi incline intorno o sotto le loro unghie del dito del piede e del dito. In questi casi, l'area del chiodo è comunemente rossa e gonfiata. I chiodi stessi diventeranno spessi e fragili, infine diventando distrutti e distaccati (Cydulka 2009; Kauffman 2011; NIH 2012; NIH 2012). Sebbene chiunque inchiodi possa essere infettato dal fungo, questi tipi di infezioni sono più comuni fra gli adulti più vecchi di 60 e fra gli individui con circolazione del povero o del diabete (AAFP 2008).

Bocca e gola – le infezioni del candida della bocca (cioè, mughetto) sono diffuse fra gli esseri umani (Giannini 2011). Oltre ai fattori generali che predispongono un individuo all'infezione del candida (per esempio, droghe immunosopressive ed antibiotici), il mughetto può anche essere causato dalla bocca asciutta cronica e dalla protesi orale (protesi dentarie) (Junqueira 2012). Sebbene l'infezione orale possa essere causata da varie specie del candida, il candida albicans è l'agente causativo più comune (Rautemaa 2011).

Il mughetto (tordo) è caratterizzato dalle ferite o dalle toppe biancastre e vellutate che compaiono sulle mucose che allineano l'interno della bocca (per esempio, tetto della bocca ed interno le labbra e le guance) come pure dalla gola e dalla lingua (Abe 2004; NIH 2011). Queste ferite biancastre possono aumentare lentamente di dimensione, la quantità e possono sanguinare facilmente (NIH 2011). Occasionalmente, le infezioni orali del candida possono manifestarsi come sensibilità soggettive delle anomalie di gusto o di dolore (Yamamoto 2010).

Oltre alle infezioni dentro la bocca, il candida può anche prendere la forma di perlèche (cheilite angolare) (Gonsalves 2007; Sharon 2010), che è identificato comunemente le lesioni rossastre e crusting agli angoli della bocca (parco 2011). Perlèche può essere associato con uso a lungo termine delle protesi dentarie inadatte ed uso sbagliato di filo per i denti (con conseguente tagli agli angoli della bocca) (Sharon 2010).

Infezione sistemica – sebbene le specie del candida siano residenti normali dei tratti gastrointestinali ed urogenitali degli esseri umani, causano occasionalmente un'infezione (diffusa) profonda o sistemica (Kauffman 2012b). Queste micosi serie indicano solitamente che l'ospite ha un sistema immunitario indebolito e può accadere come conseguenza di un'infezione superficiale della pelle che invade i tessuti più profondi, finalmente raggiungente la circolazione sanguigna (cioè, candidemia). Una volta che il fungo sta circolando in tutto il corpo, ha la capacità di raggiungere gli organi vitali quali il cervello, il cuore ed i reni. Mentre questa forma di candidosi è rara, è il più severo (Jayatilake 2011). Questi tipi di micosi possono essere mortali e richiedere la diagnosi rapida ed il trattamento aggressivo per raggiungere un risultato favorevole (Emiroglu 2011).

Poiché i sintomi clinici di un'infezione sistemica del candida possono variare e sono spesso molto simili a quello di un'infezione batterica, la parità aurea per la sua diagnosi adeguata è un'emocoltura positiva (Kauffman 2012a). Gli avanzamenti nel sangue che coltiva la tecnologia ora tengono conto l'identificazione rapida di varie specie del candida solo in 90 minuti. Questa riduzione del tempo complessivo del laboratorio permette ai clinici di ottimizzare la selezione antifungina della droga molto più velocemente ed infine migliora la cura (Advandx 2010; Corridoio 2012).

Candidosi intestinale – gli organismi del candida sono una parte comune della flora gastrointestinale normale (Kumamoto 2011) e sono presenti nell'intestino di circa 70% degli adulti in buona salute (Schulze 2009). Tuttavia, gli alti livelli di colonizzazione del candida nel tratto di GI possono essere un problema urgente (Zlatkina 2005), particolarmente poiché è associato con parecchie malattie gastrointestinali (per esempio, sindrome di intestino irritabile) e determinate reazioni allergiche. (Kumamoto 2011; Schulze 2009). Ancora, la colonizzazione del candida nell'intestino può anche promuovere l'infiammazione, che a sua volta promuove ulteriore colonizzazione fungosa in un circolo vizioso (Kumamoto 2011).

La colonizzazione intestinale del candida può anche condurre alla candidosi superficiale e sistemica se le barriere innate ospite (cioè, mucosa, sistema immunitario, microflora intestinale) non sono stabili (Schulze 2009). Gli sforzi benigni del candida intestinale possono anche diventare più virulenti quando la loro espressione genica è alterata in tal modo che possono formare i biofilm, distruggere i tessuti e sfuggire alle difese del sistema immunitario ospite (Kumamoto 2011; Schulze 2009). Mentre gli antimicotici (per esempio, nistatina) sono disponibili per il trattamento della crescita eccessiva intestinale del candida, i probiotici (che dimostrano i risultati positivi nei test clinici controllati) possono anche essere utili. I probiotici possono esercitare questa influenza riequilibrando la flora normale dell'intestino, quindi sopprimente la colonizzazione locale del candida.

Una certa ricerca mette in discussione il significato clinico dell'infestazione del lievito della mucosa intestinale e suggerisce che l'azione clinica non possa sempre essere necessaria (Schulze 2009).

Sinusite fungosa – la crescita eccessiva del fungo nella cavità nasale (cioè, sinusite fungosa o rhinosinusitis fungoso) e nella risposta immunitaria umana successiva (per esempio, sinusite fungosa allergica) attualmente è creduta per essere responsabile di alcune casse di sinusite cronica (Ivker 2012). Questa circostanza può essere classificata come dilagante o non invadente, secondo le dimensioni di micosi. Le forme dilaganti di sinusite fungosa in gran parte sono limitate alle popolazioni immunocompromesse (Riechelmann 2011) e sono caratterizzate dall'infezione del tessuto submucosal, che causa spesso la necrosi del tessuto e la distruzione (Montone 2012).

Sebbene le opzioni ottimali del trattamento per sinusite fungosa ancora siano dibattute, (Dabrowska 2011), comprendono tipicamente la terapia antifungina sistemica come pure sbrigliamento & evacuazione chirurgici del tessuto infettato (Riechelmann 2011). Oltre a queste opzioni convenzionali del trattamento, alcuni esperti credono che la sinusite fungosa possa anche rispondere ai probiotici come pure ad una dieta antifungosa. Una dieta antifungosa richiede l'evitare lo zucchero ed i dolci concentrati ed è fatta di soprattutto proteina e gli ortaggi freschi, con una piccola quantità di frutta, di carboidrati complessi e di alimenti contenenti grassi (Ivker 2012).

Complesso in relazione con candidi (CRC)

Mentre l'infezione evidente del candida è un fenomeno ben documentato, l'idea che l'infestazione di qualità inferiore cronica del candida (soprattutto nell'intestino e nel tratto urogenitale) può causare i vari, sintomi apparentemente indipendenti è osservata con scetticismo fra gli esperti convenzionali nella malattia infettiva. Di conseguenza, la comunità medica convenzionale è spesso in disaccordo con alcuni professionisti sanitari innovatori quanto alla strategia del trattamento dell'infestazione del candida negli stati di salute cronici.

Con la sua pubblicazione del collegamento del lievito nel 1986, il Dott. William Crook ha presentato il pubblico al concetto che la crescita eccessiva del lievito potrebbe potenzialmente essere alla base di numerosi sintomi cronici (truffatore 1986). La ricerca scientifica seminale pubblicata dal Dott. il C. Orian Truss nel 1977 ha contribuito allo sviluppo della teoria del Dott. Crook (capriata 1978). I concetti ed i trattamenti descritti in queste pubblicazioni continuano ad essere utilizzati nelle pratiche dei professionisti sanitari innovatori universalmente.

I meccanismi da cui la crescita eccessiva del candida potrebbe causare i sintomi altrimenti inspiegabili sono poco chiari. Tuttavia, la soppressione del sistema immunitario, con la riattivazione successiva dei virus dormienti gradisce il virus di Epstein-Barr ed il virus di herpes, è un'ipotesi (approvvigiona 1995). Altre teorie presuppongono che la colonizzazione del candida all'interno del tratto di GI può contribuire “all'intestino colante„, in cui le particelle straniere “colano„ attraverso la barriera intestinale e contribuiscono alle reazioni sistemiche (Schulze 2009; Horne 2006; Groschwitz 2009).

Sebbene pubblicata, la ricerca pari-esaminata sul ruolo della crescita eccessiva del lievito nella malattia cronica sia limitata, alcuni professionisti sanitari innovatori, compreso il Dott. Crook, ha rapporti dettagliati di qualità della vita migliore sopra il trattamento per la crescita eccessiva sospettata del lievito (Gaby 2011; Truffatore 1986). Le strategie impiegate spesso per trattare “l'infezione cronica del candida„ comprendono l'uso delle dosi classificate dei farmaci antimicotici quale nistatina come pure l'aderenza rigorosa ad una dieta senza amido e dello zucchero.