Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Infezioni delle vie urinarie (UTI)

Cause e fattori di rischio

In donne, UTIs sintomatico è causato tipicamente dalla diffusione dei batteri potenzialmente patogeni dall'intestino all'apparato urinario (Hooton 2012; Schaeffer 2011b). Sebbene UTIs possa accadere in chiunque, determinati fattori aumentano il rischio, compreso il genere femminile, il rapporto sessuale, la famiglia e la storia personale di UTIs, della gravidanza, delle allergie, del diabete, delle anomalie nel flusso di urina, della cateterizzazione urinaria continua, dell'incontinenza, di bassi livelli dell'estrogeno e di uso antibiotico.

Genere femminile

UTIs è più comune in donne che gli uomini; la maggior parte delle femmine riferisce avere un UTI entro 32 anni (Hooton 2012; Rene nazionale e stanza di compensazione urologica 2012a di informazioni di malattie). Ciò può essere perché: (1) le donne hanno più brevi uretre che gli uomini, che lo rende più facile affinchè i batteri accedi alle loro vesciche e (2) l'apertura uretrale è più vicino ai genitali ed all'ano esterni, così aumentando il rischio di contaminazione trasversale batterica (Mayo Clinic 2012a; Centro medico 2011 dell'università del Maryland; Servizio sanitario 2012 dell'università; Rene nazionale e stanza di compensazione urologica 2012a di informazioni di malattie).

Rapporto sessuale

Il rapporto sessuale è un fattore di rischio per UTIs (Hooton 1996, 2012; Mayo Clinic 2012a). Ciò è particolarmente vera per le donne che hanno più di una volta rapporto sessuale alla settimana (Hu 2004). Le donne che usano i diaframmi per la contraccezione inoltre hanno un rischio aumentato di sviluppare UTIs (Hooton 1996). Un nuovo partner sessuale durante l'anno scorso è un altro fattore di rischio sessualmente relativo per UTI in donne (Scholes 2005).

Storia della famiglia

Avere uno o più parenti femminili di primo grado (madre o sorella) con una storia di UTIs aumenta il rischio personale (Hooton 2012).

Storia personale

Avere una storia personale di UTIs, o ricorrente o altrimenti, è un altro fattore di rischio principale per lo sviluppo di un UTI successivo (Hooton 1996; Hu 2004; Scholes 2005).

Gravidanza

La gravidanza sembra aumentare il rischio che un UTI spargerà e causerà la pielonefrite, un'infezione seria dei reni connessi con febbre, i brividi ed il dolore del fianco. Ciò è perché la gravidanza può causare i cambiamenti ormonali come pure variazioni nella posizione dell'apparato urinario, che lo rendono più facile affinchè i batteri si spargano ai reni (centro medico 2011 dell'università del Maryland; Rene nazionale e stanza di compensazione urologica 2012a di informazioni di malattie).

Allergie

Le donne che sono allergiche ai composti che possono contattare l'area genitale, quali i bagni di bolla, vaginali screma e saponi possono essere al maggior rischio di sviluppare UTIs perché l'irritazione di questa regione sensibile può concedere a batteri l'accesso all'apparato urinario (centro medico 2011 dell'università del Maryland).

Diabete

I pazienti che sono trattati per il diabete hanno un rischio aumentato di sviluppare il bacteriuria asintomatico (batteri nell'urina che non causa i sintomi), UTIs e la pielonefrite (Hu 2004; A.D.A.M. 2011). Il diabete altera il sistema immunitario e lo rende più duro affinchè il corpo combatti fuori le infezioni (Mayo Clinic 2012a). Oltre al UTIs più comune causato da Escherichia coli, la gente con il diabete è inoltre più probabile acquistare UTIs causato da altri batteri, compreso la klebsiella e lo streptococco del gruppo B (Ronald 2002).

Anomalie urinarie di flusso

Le rotture nel flusso urinario possono anche predisporre la gente a UTIs. Le anomalie anatomiche che colpiscono l'apparato urinario possono condurre alle infezioni delle vie urinarie di ricorso in bambini. Niente altro che blocchi il flusso di urina, quali i calcoli renali, un'uretra stretta, o una prostata ingrandetta, inoltre aumenta il rischio di UTI (Mayo Clinic 2012a; A.D.A.M. 2011; WomensHealth.gov 2008).

Cateteri urinarii

La gente che richiede un catetere urinario ha un'più alta incidenza di UTI (Ronald 2002). L'uso di un catetere urinario interrompe la difesa naturale del corpo contro le infezioni batteriche e fornisce un itinerario più facile da cui i batteri possono viaggiare alla vescica. Di conseguenza, è raccomandato che i cateteri urinarii siano utilizzati affinchè il più breve momento possibile riducano il rischio di UTIs (Hooton 2010, rene nazionale e stanza di compensazione urologica 2012a di informazioni di malattie; A.D.A.M. 2011; WomensHealth.gov 2008).

Incontinenza

L'incontinenza è associata con un aumento in UTIs (Hu 2004) come pure la pielonefrite acuta (Scholes 2005).

Bassi livelli dell'estrogeno

Il rischio di UTI aumenta dopo menopausa come livelli dell'estrogeno nella goccia del corpo. L'estrogeno è responsabile del mantenimento della salute delle pareti vaginali; quando i livelli dell'estrogeno sono bassi, dovuto menopausa, chirurgia, o i problemi congeniti, le pareti vaginali diventano leggermente, che aumenta la suscettibilità ai batteri d'invasione (WomensHealth.gov 2008; Centro medico dell'università del Maryland 2011). Alcuni studi hanno trovato che le prescrizioni dell'estrogeno, come screma ed anelli vaginali, possono contribuire ad impedire UTIs (Raz 2011).

Uso antibiotico

I pazienti che hanno preso recentemente gli antibiotici possono avere un rischio aumentato di sviluppare un UTI. Gli antibiotici vuotano l'apparato urinario dei lattobacilli utili dei batteri, che sono protettivi contro Escherichia coli ed altri batteri contagiosi (centro medico 2011 dell'università del Maryland).