Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Infezioni delle vie urinarie (UTI)

Considerazioni di stile di vita e dietetiche

Assunzione fluida

I medici raccomandano spesso che i pazienti con UTIs aumentino la loro assunzione fluida. La teoria dietro questa raccomandazione è quella l'assunzione fluida aumentante che aumenterà la quantità di urina prodotta, che contribuirà a risciacquare i batteri (Denman 1992). Sebbene questo sia un suggerimento comune del medico, non è chiaro quanto efficace è al trattamento o ad impedire del UTIs. Alcuno presto studia trovato che la minzione più frequente riduce la quantità di batteri nell'urina. Tuttavia, gli studi che esaminano se la minzione aumentata riduce l'incidenza di UTI non hanno dato i risultati conclusivi (Denman 1992; Beetz 2003). L'assunzione fluida incurante e carente è un fattore di rischio per UTI ricorrente in bambini femminili (Stauffer 2004; Rudaitis 2009)e l'assunzione fluida aumentata sembra essere protettiva contro UTIs superiore più serio che può colpire i reni (Beetz 2003).

Misure comportamentistiche

Alcuni cambiamenti comportamentistici possono anche contribuire ad impedire UTIs, specialmente in bambini. UTIs ricorrente in bambini femminili è associato con minzione rara, ritardare la minzione dopo lo stimolo ad urinare si manifesta e ritardo della defecazione, ma dell'igiene non difficile del bagno (Rudaitis 2009; Stauffer 2004). Similmente, le donne che ritardano la minzione per più di uno post-stimolo di ora hanno un rischio aumentato di sviluppare UTIs, che suggerisce che urinando poco tempo dopo che avvertire l'esigenza urinare potesse contribuire ad impedire UTIs. La prevenzione i diaframmi e dello spermicida come metodi della contraccezione può anche impedire UTIs (Stapleton 1997). Sebbene alcune fonti suggeriscano che urinando poco prima e dopo che le richieste inoltre contribuiscono a ridurre il rischio di una femmina di sviluppare UTIs (centro medico 2011 dell'università del Maryland; Hudson 2006), non c'è prova concludente che il frequente svuotamento o svuotare dopo le richieste riduce significativamente il rischio di UTI (Stapleton 1997; Hooton 2012). Altri interventi comportamentistici che possono ridurre il rischio di sviluppare un UTI includono la biancheria intima d'uso del cotone, evitare abbigliamento aderente e pulire da anteriore-a-indietro per impedire trasporto dei batteri l'ano all'uretra (WomensHealth.gov 2008).