Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Prevenzione di postumi di una sbornia

Proteggendo dai postumi di una sbornia e dal danno cellulare

Le sostanze nutrienti che neutralizzano i sottoprodotti dell'alcool e proteggono le cellule dagli effetti offensivi dell'alcool includono la vitamina C, la vitamina B1, la S-allilico-cisteina (antiossidante trovato in aglio), il glutatione, la vitamina E ed il selenio (Sprince 1975; Inferno 1976; Loguercio 1993; van Zandwijk 1995; Marotta 2001). Queste sostanze nutrienti possono essere prese quando l'alcool è consumato o prima che ora di andare a letto da contribuire ad impedire i postumi di una sbornia.

Colleen Fitzpatrick. Colleen Fitzpatrick è una delle sostanze nutrienti essenziali vuotate tramite il consumo dell'alcool (Hancock 2005). Poiché è l'antiossidante dietetico solubile in acqua primario del corpo, risultati di questo svuotamento nello sforzo ossidativo severo in bevitori quotidiani (Masalkar 2005). Colleen Fitzpatrick è inoltre un cofattore essenziale per molti enzimi ed il suo svuotamento abbassa i livelli di enzimi antiossidanti internamente prodotti quali superossido dismutasi (ZOLLA), la catalasi ed il glutatione perossidasi (Zhou 2001). I bassi livelli di questi antiossidanti possono essere associati con i tassi aumentati di cancri in esseri umani, indipendentemente da fatto che consumano l'alcool (Devasagayam 2004).

Vitamina B1. La tiamina (vitamina B1) è una vitamina solubile in acqua essenziale. La carenza della tiamina può causare la letargia, l'affaticamento, la apatia, la consapevolezza alterata, la perdita di equilibrio, il disorientamento, la perdita di memoria, l'anoressia, la debolezza muscolare e finalmente la morte (Martin 2003). Il consumo dell'alcool vuota la tiamina e produce gli stessi sintomi della carenza analcolica della tiamina (Betrosian 2004). La carenza della tiamina danneggia le cellule cerebrali ed altre cellule nervose in tutto il corpo. La carenza-piuttosto della tiamina che gli effetti tossici di etanolo-è stata proposta come la causa primaria di degenerazione cerebellare in alcoolizzati (Maschke 2005).

Estratto dell'aglio (S-allilico-cisteina). Poiché il consumo pesante di alcool produce molti effetti deleteri all'interno del corpo, compreso un rischio aumentato di cancro, di affezione epatica e di malattia neurologica, è suggerito che gli ingredienti di postumo di una sbornia-prevenzione quale aglio siano presi in qualunque momento l'alcool sia consumato. L'aglio contiene la S-allilico-cisteina, un neutralizzatore di acetaldeide.

la S-allilico-cisteina pulisce i radicali liberi e riduce lo sforzo ossidativo (Perez-Severiano 2004; Maldonado 2003). In modelli, S-allilico-cisteina dell'animale da laboratorio contribuiti per proteggere il sistema nervoso dalle neurotossine e dai reni da danno dalle specie reattive dell'ossigeno (Perez-Severiano 2004; Maldonado 2003).

La vitamina E. Brain e le cellule di fegato contengono la parte del leone su lipidi fra gli organi del corpo ed i tassi di perossidazione lipidica sono più alti nel cervello e nel fegato dovuto il loro contenuto di grassi. Di conseguenza, il contenuto della vitamina E è inoltre più elevato in questi organi.

La natura ha adattato la vitamina E per bloccare il processo di perossidazione, così spiegando la sua concentrazione in questi due organi ed il suo svuotamento dall'alcolismo e dalla cirrosi (Zhou 2001; Prakash 2004; Gutteridge 1978). La vitamina E è una sostanza nutriente essenziale che può impedire il danno causato dall'alcool nel cervello e nel fegato (Waluga 2003; Mansouri 2001). Come tale, è un supplemento che dovrebbe essere preso sempre da coloro che consuma l'alcool.

Selenio. In esseri umani, lo stato basso del selenio è associato a un aumentato rischio di tumore del colon (Ferguson 2004a). I livelli del selenio tendono ad essere ridotti nella gente che beve regolarmente l'alcool (Dey Sarkar 2007). Quello sta interessando particolarmente perché la carenza del selenio è un fattore di rischio importante per cancro del fegato; per contro, la gente con i livelli elevati di selenio nei loro tessuti ha un rapporto di riproduzione di 50% del loro rischio di questo cancro (Sakoda 2005).

Glutatione. Lo sforzo ossidativo combinato con acetaldeide causa un danno profondo dei sistemi antiossidanti naturali del corpo, vuotando i depositi di un composto chiamato glutatione (McKillop 2005). Il ristabilimento dei livelli sani cellulari del glutatione, quindi, sembra essere una strategia naturale per impedire i cancri in relazione con l'alcool.

Glutatione, uno degli antiossidanti naturali più importanti del corpo, giochi un ruolo chiave nella disintossicazione dell'alcool. Nel fegato, il glutatione lega alle tossine e le trasforma nei composti che possono essere espelsi nella bile o nell'urina. Il rifornimento del fegato di glutatione può essere esaurito legando agli agenti cancerogeni prodotti durante la disintossicazione dell'alcool dal fegato. La coniugazione diretta di acetaldeide e di glutatione è stata osservata nei modelli acuti di ingestione di alcol. Una volta vuotato da ingestione di alcol cronica, il glutatione diventa non disponibile per i processi regolatori ordinari.

Questi risultati non dovrebbero sorprendere chiunque che capisca che l'ingestione dell'alcool infligga il danno libero radicale massiccio in tutto il corpo. Quando una persona è esposta ad una sostanza tossica conosciuta (quale alcool), ha significato prendere un antidoto (antiossidanti) per assicurare almeno la protezione parziale contro (gli effetti a breve termine (postumi di una sbornia) ed a lungo termine di malattia degenerante).

L'altro Nutraceuticals

cisteina dell'N-acetile. la cisteina dell'N-acetile (NAC) potente riempie i livelli del glutatione in tessuti, contribuenti a respingere le conseguenze dello sforzo ossidativo acuto (Pascale 1989; Novitskiy 2006). I ratti completati con NAC prima del trattamento con acetaldeide sono potente protetti contro la tossicità e la morte; l'effetto è ancor più potente una volta combinato con vitamina C e tiamina (Novitskiy 2006). Indipendente, il NAC lega direttamente l'acetaldeide, ulteriore impedendo i suoi effetti offensivi (Vasdev 1995).

Chlorophyllin. Chlorophyllin è una forma solubile in acqua della clorofilla del pigmento della pianta verde (Egner 2003; Egner 2001). È stato valutato come agente chemopreventive in popolazioni ad ad alto rischio per cancro del fegato, ad uno dei tumori più comuni conosciuti e ad uno che è causato frequentemente dalle tossine ingerite (Egner 2003; Egner 2001; Kensler 2004). Chlorophyllin è un grande pensiero della molecola da legare a molti agenti cancerogeni e tossine, miglioranti la loro escrezione dal corpo prima che danneggino il DNA (Kensler 2004; Ferguson 2004b). Legando alle tossine nell'intestino impedisce il loro assorbimento, ulteriore riducendo i loro effetti producenti Cancro (Kensler 2004). Chlorophyllin inoltre induce gli enzimi importanti che proteggono dagli ossidanti in seguito alle tossine quale acetaldeide, mentre però riducendo espressione dei mediatori infiammatori (Fahey 2005; YUN 2005).

Estratto del seme dell'uva. Gli estratti di semi dell'uva sono conosciuti per essere antiossidanti potenti con le indennità-malattia per molti tessuti. Sia negli studi dell'essere umano che dell'animale, questi estratti riducono gli indicatori di danno ossidativo e migliorano i meccanismi antiossidanti naturali per proteggere le cellule ed il DNA dalla lesione (Simonetti 2002; Fan 2004; Llopiz 2004; LU 2004; Busserolles 2006). Gli estratti di semi dell'uva sono stati indicati per impedire dal il danno ossidativo indotto da alcool in tutti i tessuti esaminati negli studi sugli animali (EL-Ashmawy 2007; Guo 2007). Questi estratti sono altamente bioavailable in esseri umani, facente li che fanno appello particolarmente nel combattimento degli effetti cancerogeni dell'alcool (Sano 2003; Reparto 2004).

L-teanina. la L-teanina è un aminoacido senza proteine trovato esclusivamente in tè verde (Vuong 2011; Nathan 2006). Contribuisce significativamente al gusto favorevole di tè verde ed ha numerosi benefici dipromozione (Vuong 2011). La ricerca dal Giappone indica che la teanina è un antidoto potente agli effetti dell'alcool. Se la teanina è data ai topi prima o dopo bevono l'alcool, abbassa significativamente i livelli ematici di alcool (Sadzuka 2005). Funziona modulando la chimica dell'alcool.

La teanina accelera la ripartizione dei radicali tossici dei blocchi e dell'acetaldeide (Sadzuka 2005). I poteri notevoli della teanina di intercettare i radicali liberi sono stati dimostrati nello stesso studio. Ha bloccato i radicali causati dall'alcool ed ha soppresso i livelli al normale sotto per cinque ore. La teanina inoltre contribuisce a neutralizzare dalla la perdita indotta da alcool di glutatione (Sadzuka 2005).

S-Adenosylmethionine (stesso). Come già è stato discusso, completando con gli antiossidanti giusti mentre l'etanolo di consumo riduce significativamente le conseguenze di questi radicali liberi in tutto il corpo. Stesso ha valore supplementare perché, come NAC, aiuta il glutatione vuotato restauro in cellule alcool-nocive, assicurante la protezione antiossidante supplementare (Holguin 1998; Powell 2010).

L'etanolo inoltre deprime un enzima richiesto per convertire la metionina in S-adenosylmethionine (stesso) (Mato 1994), con conseguente carenza di stessi. da svuotamento indotto da alcool di stessi può essere sormontato da stesso completamento che ristabilisce epatico stessi livelli (Lieber 1997; 2000a; 2000b; 2000c).

Il completamento con stessi può contribuire a sostenere la funzione epatica sana. Per coloro che non può permettersi stessi, il completamento con il trimethylglycine (TMG, anche conosciuto come la betaina della glicina), l'acido folico ed il vitamina b12 potrebbero aiutare il fegato a sintetizzare stessi.

Probiotici. Una ragione per cui 30% degli alcoolizzati sviluppano la cirrosi può essere un apparato gastrointestinale colante. Secondo la ricerca (Keshavarzian 1999), un altro fattore potrebbe essere un'endotossina intestino-derivata. Ciò suggerirebbe che l'uso delle sostanze probiotiche potrebbe aiutare nella prevenzione della cirrosi o di altri danni al fegato. I probiotici sono batteri utili che contribuiscono a ricolonizzare il tratto intestinale. L'aiuto intestinale della flora (batteri) il nostro apparato digerente assorbe le sostanze nutrienti e funge da barriera protettiva nell'impedire di entrare le tossine. Con la presa della formula probiotica, un supplemento per nutrire la flora intestinale quali gli fructo-oligosaccaridi (fos) è suggerito. Gli aiuti del fos riducono la formazione di metaboliti tossici del fegato e quindi è utili alla gente con i problemi cronici del fegato.

Magnesio. Il consumo cronico dell'alcool può restringere le arterie nel cervello e condurre al deficit neurologico (Thomson 1988). Il completamento quotidiano ha potuto contribuire a tenere i vasi sanguigni cerebrali aperti bloccando l'infiltrazione in eccesso di calcio nelle cellule endoteliali.

Estratti del cardo selvatico di latte: Silimarina e Silibinin. La silimarina è un composto estratto dalla pianta del cardo selvatico di latte. Lungamente è stato usato per migliorare la salute del fegato e per migliorare l'escrezione delle tossine, specialmente quelle che sono collegati con la tossicità dell'alcool. La silimarina è un antiossidante potente e protegge il DNA da danno cancerogeno, particolarmente dall'nell'affezione epatica indotta da alcool (ha 2010; Feher 2008). Inibisce la conversione di etanolo ad acetaldeide e riduce la proliferazione delle cellule nei modelli del laboratorio di cancro del fegato (Brandon-Warner 2010).

Coloro che beve potrebbero studiare la possibilità ordinariamente di prendere un silibinin chiamato l'estratto speciale del cardo selvatico di latte, che può avere un effetto protettivo sul fegato (flora 1998). La prova clinica sostiene il silibinin per dalla la cirrosi indotta da alcool (Saller 2008; Ferenci 1989). Silibinin è il costituente più attivo della silimarina. In Germania, il silibinin è venduto come una droga per trattare le malattie del fegato.

Picrorhiza. Il kurroa di Picrorhiza è un membro della famiglia di scrofularia, con una lunga storia di uso in sistemi sanitari asiatici del sud tradizionali ((Rajkumar 2011). Estratti di Picrorhiza dati agli animali da laboratorio che seguono inverso cronico di ingestione di alcol la maggior parte dei cambiamenti biochimici deleteri indotti da alcool (Rastogi 1996; Saraswat 1999). Un antiossidante potente (Rajkumar 2011), picrorhiza inoltre ha gli effetti anticancro specifici, durata del cancro indotto da tossina d'inibizione della generazione ed aumentare degli animali tumore-afflitti (Rajeshkumar 2000; Rajeshkumar 2001).

Polyenylphosphatidylcholine (PPC). Il PPC, anche citato come polyenylphosphatidylcholine, è una sostanza nutriente solubile nel grasso con molti benefici dipromozione. Questi includono la protezione del fegato, salute cardiovascolare sostenente e l'appoggio della funzione gastrointestinale nervosa e del sistema. Le fonti dietetiche di PPC includono la soia, il fegato, la farina d'avena, il cavolo, il cavolfiore, il tuorlo d'uovo, la carne e le verdure.

Per coloro che consuma un gran numero di alcool (cioè, bevitori di baldoria), il completamento del PPC è raccomandato prima del consumo dell'alcool. L'amministrazione del PPC è stata indicata per assicurare la protezione significativa contro determinate forme da di disturbo al fegato indotto da alcool in animali via parecchi meccanismi unici (Aleynik 1999; Lieber 1997; 2000a; 2000b; 2000c). Il PPC inoltre riduce l'irritazione gastrica (Anand 1999).

In uno studio in topi, l'amministrazione dell'alcool ha indotto i numerosi cambiamenti, vuotanti le sostanze nutrienti fegato-complementari S-adenosylmethionine (stesso) ed il glutatione come pure aumentanti la perossidazione lipidica. PPC protetto contro questi effetti, ristabilenti i livelli di stesso e di glutatione ed allevianti sforzo ossidativo nel fegato (Aleynik 2003).

In uno studio dei babbuini, PPC contribuito ad impedire da cirrosi indotta da alcool. PPC anche contribuito ad impedire due effetti nocivi comuni di alcool: la formazione di fegato grasso e l'elevazione dei livelli di lipidi del sangue (Navder 1997). In uno studio umano, i ricercatori hanno esaminato gli effetti del PPC sui bevitori pesanti dell'alcool. Mentre il trattamento del PPC per due anni non ha colpito la progressione di fibrosi del fegato, ha promosso i cambiamenti favorevoli nei livelli ematici di bilirubina (i residui fegato-prodotti) e di transaminasi del fegato (enzimi che sono elevati da danni al fegato) (Lieber 2003).

Farmaci europei. I farmaci europei quali Picamilon (50 mg, tre volte un il giorno) e Pyritinol (200 mg, tre volte un giorno) potrebbero contribuire ad impedire e ristabilire la funzione neurologica hanno perso dovuto l'assunzione cronica dell'etanolo. Un farmaco da vendere su ricetta medica costoso chiamato Nimotop® (nimodipina), alla dose di 30 mg 3-4 volte un giorno, può riparare lentamente il danno del sistema nervoso centrale causato da ingestione di alcol in eccesso.