Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Jet Lag

Gli effetti del jet lag sulla mente e sul corpo

I sintomi del jet lag possono comprendere il malessere, forza ed efficienza in diminuzione, capacità in diminuzione di ricordarsi o concentrarsi, perturbazione gastrointestinale, emicrania, irritabilità, perdita di appetito, stanchezza durante il giorno ed insonnia alla notte (comitato da consigliare su medicina e sul viaggio tropicali 2003; Haimov 1999; Katz 2001; Lemmer 2002; Nicholson 1993; Waterhouse 2005b). Gli scienziati hanno documentato che anche la prestazione degli atleti di elite soffre dal jet lag ed alcuni viaggiatori intorno al mondo possono avvertire la depressione dopo i voli lunghi (Boivin 2002; Cardinali 2002; Lemmer 2002; Reilly 2005).

I ricercatori hanno documentato che il jet lag colpisce i cambiamenti del quotidiano di normale nella pressione sanguigna e nella frequenza cardiaca, altera i cambiamenti altrimenti normali nella temperatura corporea ed interrompe il riflusso ed il flusso normali del cortisolo dell'ormone di sforzo. Queste alterazioni nelle funzioni normali possono durare una settimana o più (Cho 2000; Lemmer 2002; Tateishi 2002). Per esempio, le squadre di volo interurbane che avvertono il jet lag cronico possono elevare significativamente i livelli del cortisolo confrontati a quelli dei comandi. Questa elevazione in cortisolo correla con i deficit nella prestazione conoscitiva (Cho 2000).

Inoltre, il jet lag può avviare le circostanze più serie (Katz 2002). I ricercatori in Israele hanno studiato la relazione fra il jet lag ed i disturbi psichiatrici importanti. Condotto ad un centro di salute mentale a Gerusalemme, lo studio ha fatto partecipare 152 pazienti che erano stati ospedalizzati per i disturbi psichiatrici durante un periodo di sei anni. I ricercatori hanno assegnato i pazienti ad uno di due gruppi, in base al numero delle fasce orarie che hanno attraversato mentre viaggiavano ad Israele. Soltanto quei pazienti che erano mentalmente in buona salute ai tempi del viaggio o cui era stato esente da tutti i sintomi psichiatrici per almeno un anno prima che il viaggio sia incluso nello studio. Il gruppo ha documentato una correlazione significativa fra gli incroci sette o più fasce orarie e una ricaduta dei disturbi psichiatrici (Katz 2001, 2002).

I ricercatori in Francia hanno studiato se le rotture croniche del ritmo circadiano potrebbero accelerare la crescita del cancro. Lavorando con i topi, hanno trascinato un gruppo ad un ritmo normale della luce del giorno di 12 ore seguita da 12 ore di oscurità. Un secondo gruppo di roditori ha subito ripetutamente gli avanzamenti di otto ore del ciclo luminoso scuro ogni due giorni. Entrambi i gruppi sono stati iniettati con le cellule cancerogene conosciute per causare i tumori in topi. Rispetto ai topi tenuti su un ciclo normale di sonno-risveglio, i topi frastornati dal fuso orario hanno avvertito la crescita più veloce del tumore (Filipski 2004).

Fra gli esseri umani, gli scienziati hanno osservato che frequentemente gli individui frastornati dal fuso orario ed i lavoratori di turno di notte di cui i cicli circadiani sono interrotti ordinariamente sono a malattia più incline che la gente che aderisce ad un ciclo normale di sonno-risveglio. I turnisti, per esempio, sono al rischio aumentato di avvertire la disfunzione cardiovascolare, gastrointestinale e riproduttiva e sono alla la depressione clinica di sviluppo più incline (Burch 2005; Knutsson 2003; Moore-Ede 1985; Murata 1999; Reddy 2002, 2005; Scott 2000). C'è inoltre una correlazione fra sonno e la funzione immune adeguata, in modo dall'insonnia relativa al jet lag può aumentare la suscettibilità all'infezione (Bariga-Ibars 2005).