Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Disordini adrenali
(Morbo di Addison & sindrome di Cushing)

Funzione delle ghiandole surrenali

Ogni ghiandola surrenale ha una regione esterna, chiamata la cortecciae una regione interna, chiamata il midollo. Ciascuna di queste regioni contiene le cellule altamente specializzate che secernono gli ormoni distinti per espletare le funzioni fisiologiche differenti (salute 2011a di PubMed).

  • La corteccia surrenale secerne 3 tipi di ormoni: glucocorticoidi, mineralcorticoidied androgeni.
    • L'infiammazione di controllo di glucocorticoidi ( per esempio, cortisolo) e regola la risposta del corpo alle infezioni ed allo sforzo. Inoltre svolgono un ruolo nella pressione sanguigna di mantenimento, in glicemia e nella funzione cardiovascolare (Charmandari 2010).
    • I mineralcorticoidi (per esempio, aldosterone) regolano i livelli del potassio e del sodio nel corpo e quindi contribuiscono a mantenere la pressione sanguigna ed il bilancio idrico, pricipalmente via i reni (Farman 2001).
    • Gli androgeni adrenali (per esempio, deidroepiandrosterone [DHEA]) sono precursori delle ormoni sessuali testosterone e dell'estrogeno (Gurnell 2008). Inoltre, le ghiandole surrenali inoltre producono una piccola quantità di testosterone (salute 2011a di PubMed).
  • Il midollo surrenale produce gli ormoni della catecolamina, che comprendonoepinefrina (anche conosciuta come adrenalina), norepinefrina (noradrenalina) e dopamina (salute 2011a di PubMed). La norepinefrina e l'epinefrina sono responsabili in primo luogo affinchè “la risposta di volo o di lotta„ sollecitino o temere (Arun 2004).

    “La risposta di volo o di lotta„ si manifesta come frequenza cardiaca e pressione sanguigna aumentata, respirazione rapida e flusso sanguigno maggior ai muscoli (testa 2009; Molina 2005). Queste risposte fisiologiche sorgono via l'attivazione del sistema nervoso simpatico. Il sistema nervoso simpatico è una parte del sistema nervoso involontario, che controlla i processi quali la respirazione, la frequenza cardiaca ed il metabolismo (salute 2012 di PubMed; Molina 2005).

Una relazione precisamente regolata esiste fra gli ormoni adrenali e gli ormoni secernuti dall'ipotalamo (una piccola regione situata al centro del cervello) e dall'ipofisi (una struttura a forma di pisello situata alla base del cervello). Queste 3 strutture influenzano uno un altro e collettivamente comprendono l'asse ipotalamico-ipofisi-adrenale (HPA) (Bonfiglio 2011; Testa 2009). L'asse di HPA è determinante per il regolamento di varie funzioni fisiologiche compreso la risposta del corpo allo sforzo. Per esempio, una delle azioni dell'ipotalamo è di dirigere l'ipofisi per liberare l'ormone adrenocorticotropo (ACTH), che regola la produzione e la secrezione degli ormoni dalla corteccia surrenale.

Nelle circostanze sane normali, la secrezione degli ormoni corticosurrenali ipotalamici, ipofisari ed è controllata con precisione da ciascuna delle altre ghiandole (testa 2009). Per esempio, il cortisolo aumentante livella il segnale l'ipofisi ridurre la secrezione degli ACTH, che a sua volta fa diminuire la secrezione del cortisolo (testa 2009; Bonfiglio 2011). Nelle circostanze croniche di malattia o di sforzo, tuttavia, questo sistema di risposte può diventare squilibrato (Anagnostis 2009; Foley 2010).

Funzione adrenale alterata

La funzione alterata delle ghiandole surrenali può condurre a produzione aumentata o in diminuzione degli ormoni adrenali. La sindrome di Cushing ed il morbo di Addison sono circostanze caratterizzate dalla funzione adrenale anormale.

Sindrome di Cushing

Nella sindrome di Cushing, i livelli ematici di cortisolo rimangono su un periodo esteso e causano i cambiamenti caratteristici nel corpo (Pivonello 2008; Bertagna 2009). La gente con Cushing ha tipicamente un fronte arrotondato “della luna„, guadagna il peso intorno al tronco ed ha le armi e gambe snelle. La loro pelle è spesso sottile e può avere un aspetto battuto con le smagliature. Altre caratteristiche includono la debolezza di muscolo, la suscettibilità all'infezione, i livelli elevati della glicemia (iperglicemia) e le ossa deboli (osteoporosi). Questi cambiamenti sono accompagnati spesso dai disturbi dell'umore quali ansia e la depressione. In bambini, il cortisolo in eccesso può condurre alla crescita arrestata. Ancora, gli uomini possono esibire la fertilità e la libido ridutrici, mentre le donne possono esibire il irsutismo (crescita anormale dei capelli sul fronte, sul collo, sulle coscie e sul petto) ed i disordini mestruali (Pozza 2012; Stratakis 2008). La secrezione in eccesso degli androgeni adrenali può anche condurre al virilization (presenza di caratteristiche maschii esterne in femmine o in ragazzi prima di pubertà) (Stratakis 2008).

Morbo di Addison

Il morbo di Addison è una malattia rara e debilitante che è identificata raramente nelle sue fasi iniziali. Nel morbo di Addison, la funzione della corteccia surrenale diminuisce progressivamente col passare del tempo, con conseguente carenza del mineralcorticoide e glucocorticoide come pure livelli riduttori di DHEA e di androgeni (Nieman 2006; Dieci 2001; Gebre-Medhin 2000; Luken 1999). I sintomi iniziali tipici del morbo di Addison sono la debolezza, ipotensione stando ed affaticamento. La gente con il morbo di Addison sviluppa gradualmente una pigmentazione spesso pesante della pelle (particolarmente intorno alle protuberanze, ai popolare ossuti della pelle e sul retro delle armi e delle gambe) e uno scoloramento bluastro della mucosa che allinea la bocca (dieci 2001). La carenza dell'aldosterone e del cortisolo causa insieme i cambiamenti nei livelli ematici di sodio e di potassio e una diminuzione nel volume plasmatico, che può condurre a disidratazione ed a scossa estreme (Padidela 2010). Il trauma, l'ambulatorio e le infezioni nella gente con la funzione adrenale riduttrice possono provocare la crisi adrenale, uno stato pericoloso che può condurre alla debolezza estrema, al dolore di corpo severo, all'ipotensione ed alla febbre (Mattke 2002; Omori 2003).

Affaticamento adrenale

Sebbene non una diagnosi riconosciuta dall'istituzione medica convenzionale, alcuni medici innovatori caratterizzi “l'affaticamento adrenale„ come circostanza che divide alcuni sintomi con il morbo di Addison, quali la stanchezza, la depressione, il dolore muscolare, la concentrazione difficile, glicemia bassa, avendo bisogno per gli stimolanti ed il sonno della difficoltà. Tuttavia, nell'affaticamento adrenale è pensato che le ghiandole surrenali non possano eseguire normalmente dovuto l'esposizione allo sforzo cronico. Più informazioni sono disponibili nel protocollo della gestione dello stress del prolungamento della vita (Ahn 2011).