Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Obesità e perdita di peso

Diagnosi e valutazione di obesità

Diagnosi

L'obesità tipicamente è diagnosticata e definita dall'analisi della dimensione corporea, del peso e della composizione. L'indice di massa corporea (BMI) è il metrico il più comunemente accettato per la definizione dell'obesità; è una misura sostitutiva di adiposità, calcolata come massa del corpo (nei chilogrammi) divisa da altezza quadrata (in metri). Alternativamente, possono essere calcolato in imperiale unità come [peso (in)/height2 delle libbre (nei pollici)] x 703 (pannello esperto 1998 di trattamento). Le definizioni dell'organizzazione mondiale della sanità (WHO) di di peso eccessivo e di obeso sono BMIs di ≥25 e di ≥30 kg/m2, rispettivamente (organizzazione mondiale della sanità 1998).

Classificazione del WHO di stato del peso da BMI: (Organizzazione mondiale della sanità 2000)

Stato BMI, kg/m2
Sottopeso <18.5
Gamma normale 18.5-24.9
Sovrappeso 25-29.9
Classe obesa I 30-34.9
Classe obesa II 35-39.9
Obesità obesa della classe III/Morbid ≥40

Sebbene BMI sia correlato forte con grasso dal corpo intero, non è senza limitazioni. Per esempio, ci sono considerazioni razziali significative che possono influenzare la sua interpretazione (per esempio, gli asiatici portano tipicamente più grasso corporeo e gli Africani più di meno, che i Caucasians a tutto il BMI particolare). Contenuto del grasso corporeo di sopravvalutazioni di BMI per gli individui con l'alta massa del muscolo (quali gli atleti). Ulteriormente, BMI non può misurare alcuni cambiamenti in composizione corporea; per esempio, la perdita concorrente di muscolo magro e di aumento in grasso corporeo negli individui di invecchiamento non potrebbe provocare un cambiamento nel loro BMI (Prentice 2001). Le misure alternative (per esempio, spessore del pelle-popolare e rapporto dell'vita--anca) sono state suggerite mentre i metodi più accurati per la stima del grasso corporeo, ma in termini di predizione dei risultati clinici, BMI ha indicato la simile accuratezza a queste tecniche e rimane una misura accettabile malgrado le sue imperfezioni (Thomas 2011). BMI può combinarsi con le misure di circonferenza della vita, che possono stimare il contenuto di grassi addominale di un individuo (il grasso addominale o viscerale è un maggior fattore di rischio per le malattie in relazione con l'obesità che il grasso dal corpo intero). Le misure di circonferenza della vita di >102 il cm (40 dentro.) per gli uomini e >88 il cm (35 dentro.) per le donne portano ad alto rischio della malattia obesità-collegata (per esempio, diabete di tipo 2, malattia cardiovascolare ed ipertensione) (pannello esperto 1998 di trattamento).

Lo studio costituito un fondo per dal ® del fondamentodel prolungamento della vita rivela le insufficienze delle misure convenzionali di BMI

Lo strumento più ampiamente usato per valutare lo stato di salute in relazione con il peso è l'indice di massa corporea calcolato (BMI), malgrado parecchie imperfezioni. Sebbene una serie di studi ed analisi abbiano stabilito le associazioni relativamente coerenti fra le vari gamme di BMI e rischio di parecchie malattie, la tecnica non può fornire una determinazione accurata della percentuale del grasso corporeo (Owen 2009; Corley 2006). Ciò conduce alle sviste inevitabili quanto ai rischi in relazione con l'obesità dati la variazione nella distribuzione tissutale adiposa fra gli individui.

Gli scienziati alle frontiere della ricerca dell'obesità riconoscono l'insufficienza di contare sulle misure calcolate di BMI e vigoroso stanno studiando i metodi per aggirare le sue imperfezioni.

Uno studio approfondito 2012 di sostegno da una concessione dal prolungamento della vita senza scopo di lucro Foundation® ha esaminato meticoloso la discrepanza fra l'obesità BMI-diagnosticata e l'obesità determinate in funzione del contenuto del grasso corporeo valutato dai raggi x doppi di energia absorptiometry (DXA), di un metodo altamente accurato, anche se costoso ed ingombrante di misurazione del grasso corporeo. Questo studio ha valutato 11 anno di annotazioni pertinente a quasi 1400 pazienti per cui il grasso corporeo DXA-risoluto e le misure di BMI erano stati catturati.

I risultati hanno indicato che BMI era un povero indicatore del contenuto del grasso corporeo e può provocare il underdiagnosis ed il undertreatment degli individui a rischio delle malattie in relazione con l'obesità. La misura di BMI da solo è stata indicata per essere particolarmente a sottovalutazione incline dell'obesità nelle donne di invecchiamento: 48% delle donne ha classificato non obeso dal calcolo di BMI è risultato obeso quando la percentuale del grasso corporeo è stata determinata da DXA.

Gli autori delle componenti simultaneamente esaminate di questo studio fra i livelli ematici di leptina ed il contenuto DXA-risoluto del grasso corporeo; hanno trovato che i livelli di leptina hanno emulato i risultati di DXA in molti casi.

Di conseguenza, i ricercatori suggeriscono che i livelli ematici di leptina possano complementare abbiano calcolato le misure di BMI per migliorare la rilevazione dell'obesità. Per esempio, se una persona ha un BMI “normale„, ma ha livelli elevati molto di leptina, possono ancora essere a rischio delle malattie in relazione con l'obesità e possono trarre giovamento da intervento dell'anti-obesità. Inoltre, se una persona con un BMI classificato tipicamente come “sovrappeso„ ha bassi livelli di leptina, possono essere ad più a basso rischio e non richiedere l'intervento aggressivo dell'anti-obesità (scià 2012).

Mentre la misura diretta di grasso corporeo da DXA rimane una scelta premio per la determinazione della malattia in relazione con l'obesità, il suoi alto costo e disponibilità limitata gli rendono un'opzione irragionevole per molta gente. La prova emergente suggerisce, tuttavia, quella che aumenta una misura calcolata di BMI con analisi del sangue di leptina può aiutare i medici a determinare i rischi dei pazienti con chiarezza migliore.

Compri la quinta edizione del trattamento e di prevenzione delle malattie
Ottenga la vostra guida nutrizionale LIBERA di supplemento