Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Osteoporosi

Trattamenti convenzionali e rischi collegati

Terapia ormonale sostitutiva (terapia ormonale sostitutiva)

Per molti anni, mentre l'osteoporosi è stata pensata come soprattutto a malattia delle donne in post-menopausa, il trattamento ha compreso la terapia ormonale sostitutiva convenzionale (terapia ormonale sostitutiva) facendo uso di estrogeno equino coniugato (CEE) e del progestinico sintetico - l'acetato del medrossiprogesterone (MPA). Il termine iniziale della prova di iniziativa della salute delle grandi donne nel 2002 ha rivelato gli errori drammatici in quell'approccio, dimostrando i tassi aumentati di rischio di attacco di cuore e del cancro al seno in donne che usando la terapia ormonale sostitutiva convenzionale (Sveinsdóttir 2006, Archer 2010). Di conseguenza, la terapia ormonale sostitutiva convenzionale è caduto in disgrazia, a causa dei rischi connessi con il colpo, la malattia cardiaca ed alcuni tipi di cancri.

In uno sforzo per recuperare alcuni degli effetti benefici della terapia ormonale sostitutiva convenzionale, le compagnie farmaceutiche hanno messo in evidenza una nuova classe di droghe unico mirate a chiamate modificatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno, o SERMs. Queste droghe imitano gli effetti benefici di estrogeno su densità ossea in donne postmenopausali (Silverman 2010, Ko 2011). Raloxifene è un esempio di questa classe della droga, approvato per le donne con osteoporosi, non uomini. SERMs dovrebbe ridurre teoricamente sia l'osteoporosi che il cancro al seno. Mentre mostrano una certa promessa, queste droghe rimangono costose e collegate con gli effetti collaterali quali i coaguli di sangue, le vampate di calore ed i crampi di gamba (Ohta 2011).

Il prolungamento della vita suggerisce che le donne parlino con loro medico circa la sostituzione dell'ormone del bioidentical invece, dato che i dettagli soddisfanno leggono il nostro protocollo femminile di ripristino dell'ormone.

Testosterone

Quando un uomo ha osteoporosi a causa di produzione bassa del testosterone, il trattamento del testosterone può essere raccomandato. Gli effetti positivi di testosterone su densità ossea lombare negli uomini erano coerenti (Tracz 2006, Isidori 2005). Un'idea sbagliata comune è che l'amministrazione del testosterone necessariamente aumenta il rischio di carcinoma della prostata, ad un modo causale simile al rischio di terapia ormonale sostitutiva ed al cancro al seno in donne. Tuttavia, un esame attento della letteratura medica rivela altrimenti. Per esempio, in una recensione del punto di riferimento pubblicata in New England Journal di medicina, gli autori riferiscono che “non sembra attualmente essere prova coercitiva per suggerire che gli uomini con i livelli elevati del testosterone siano al maggior rischio di carcinoma della prostata o che curando gli uomini che hanno ipogonadismo [il testosterone basso] con gli androgeni esogeni aumenta questo rischio„ (Rhoden 2004). Tuttavia, poiché il testosterone stimola la crescita delle cellule in tessuti androgeno-rispondenti, può accelerare la crescita di carcinoma della prostata attuale. Le prove di selezione quale una prova di PSA sono necessarie prima di terapia sostitutiva. la terapia della Testosterone-sostituzione è controindicata negli uomini con carcinoma della prostata attivo (Morgentaler 2011).

Bifosfonati

Le droghe di bifosfonato (Actonel® e Fosamax®) sono un mimetics chimico di una delle componenti minerali della struttura dell'osso ed essi contribuiscono ad impedire la perdita di densità ossea (Drake 2010). Che cosa molta gente non conosce è quel fuoco di bifosfonato sulla limitazione della perdita supplementare dell'osso, piuttosto che costruendo più osso. Una volta presi dagli osteoclasti, i bifosfonati alterano l'abilità di quelle cellule ai minerali dell'osso del resorb (Drake 2010). Il risultato è un aumento nella densità minerale ossea, ma poiché il processo di ritocco è ridotto, l'osso può accumulare il microdamage e dopo che l'uso prolungato può provocare fratture atipiche (Abrahamsen 2010, Seeman 2009).

Recentemente, le droghe di bifosfonato sono state trovate per aumentare lo sforzo dell'ossidante nel fegato come pure l'espressione delle componenti del sistema infiammatorio che comprende la N-F-kappa-b, un infiammazione-regolatore critico (Karabulut 2010, Enjuanes 2010). Quello può implicare che queste droghe stiano aggravando uno dei processi di fondo fondamentali che contribuiscono ad osteoporosi, infiammazione, mentre superficiale trattano soltanto il risultato finale.

Pochi studi con questa classe della droga realmente hanno seguito i pazienti per più di 5 anni, eppure le droghe di bifosfonato generalmente sono considerate sicure dalla comunità medica convenzionale (Abrahamsen 2010, Seeman 2009). I bifosfonati orali possono causare lo stomaco turbato, l'infiammazione, erosione dell'esofago ed i bifosfonati endovenosi sono stati associati con la malattia del tipo di influenza (Katsumi 2010). Gli effetti collaterali più seri e più rari comprendono una circostanza chiamata osteonecrosi della mandibola e un aumento nella fibrillazione atriale, una perturbazione di ritmo cardiaco (Jager 2003, Howard 2010).

I rapporti dell'osteonecrosi della mandibola (ONJ) secondaria alla terapia di bifosfonato (BP) hanno indicato che i pazienti che ricevono i BPs erano oralmente ad un rischio trascurabile di sviluppare ONJ rispetto ai pazienti che ricevono per via endovenosa i BPs; uno studio del punto di riferimento di 208 pazienti che avevano preso gli alendronati, 70 mg una volta alla settimana per un - 10 anni, 9 (4%) ha sviluppato l'osteonecrosi dell'osso della mandibola. Nessuno di più di 13.500 pazienti dentari che non avevano preso gli alendronati hanno sviluppato l'osteonecrosi dell'osso della mandibola (Sedghizadeh 2009). In pazienti che prendono i bifosfonati, 3-5% ha sviluppato la fibrillazione atriale e 1-2% ha sviluppato la fibrillazione atriale seria, con le complicazioni compreso l'ospedalizzazione o la morte (Miranda 2008).

C'è inoltre una certa prova che il trattamento prolungato (più di 5 anni) con i bifosfonati è associato a un aumentato rischio per cancro esofageo (verde 2010). Gli esperti attualmente consigliano una rivalutazione critica di densità ossea e del rischio contro il beneficio della terapia di bifosfonato dopo 3-5 anni di utilizzo (Abrahamsen 2010).

Calcitonina

La calcitonina, un ormone fatto dalla ghiandola tiroide, inibisce le cellule che ripartono l'osso. Una calcitonina di color salmone intranasale (50 - UI/die 200) più i supplementi orali del calcio è stata amministrata per 1 - 5 anni alle donne postmenopausali per la prevenzione di osteoporosi. I risultati hanno mostrato la densità minerale ossea del tratto lombare della colonna vertebrale aumentato di circa 1% - 3% dalla linea di base. Al contrario, le donne postmenopausali che ricevono soltanto il calcio orale completa tipicamente hanno avute riduzioni della densità minerale ossea circa 3 a 6% (Plosker 1996).

Una formulazione orale di recente sviluppato della calcitonina di color salmone fornisce l'efficacia aumentata sull'osso basato sulle fasi I ed II dati di test clinici, rispetto alla formulazione nasale (Henriksen 2010).

Terapia di cellula staminale

Le cellule staminali mesenchimali sono facilmente disponibili al midollo osseo per mezzo di approccio come minimo dilagante e possono essere espante nella cultura ed essere permesse di differenziarsi nello stirpe desiderato. Le indagini sperimentali sull'applicazione clinica delle cellule staminali mesenchimali derivate adulte con le molecole bioactive, fattori del midollo osseo di crescita sono diventato promettenti (Chanda 2010). Un rapporto di caso delle cellule staminali mesenchimali, una volta iniettato in modo percutaneo nelle ginocchia, ha provocato la crescita significativa della cartilagine, il dolore in diminuzione e la mobilità unita aumentata nel paziente (Centeno 2008).

Un altro studio ha studiato gli effetti di trapianto sistemico delle cellule staminali adiposo-derivate essere umano (hASCs) in topi ovariectomizzati. i hASCs hanno indotto un numero aumentato sia di osteoblasto che di osteoclasti nel tessuto dell'osso e quindi hanno impedito la perdita dell'osso (Lee 2011). 

Gli scienziati ritengono che le cellule staminali potrebbero fermare l'osteoporosi, promuovono la crescita dell'osso - e nuove vie che i comandi disossano il ritocco (zur Nieden 2011).

Calcio e vitamina D

I supplementi di vitamina D e del calcio possono aiutare i pazienti più anziani più in basso il loro rischio di fratture dell'anca (dettagli nel protocollo di prevenzione). La maggior parte della gente in Nord America, tuttavia, manca dell'esposizione alla luce solare sufficiente agli importi adeguati dei prodotti della vitamina D, in modo dall'insufficienza di vitamina D è diffusa (Drake 2010).

Che cosa dovete conoscere

  • L'osteoporosi è una circostanza in cui l'osso sano è perso con nuova formazione in diminuzione dell'osso e riassorbimento aumentato di osso attuale
  • L'osteoporosi era pensiero lungo da derivare semplicemente dalle riduzioni relative all'età in ormoni sessuali, soprattutto estrogeno. Di conseguenza l'osteoporosi soltanto è stata considerata una malattia delle donne postmenopausali.
  • Il prolungamento della vita riconosce che l'osteoporosi è in effetti l'ultima conseguenza di una miriade di fattori modificabili che accumulano col passare del tempo, compresi lo sforzo cronico dell'ossidante, l'infiammazione, insulino-resistenza e l'obesità, sforzo cronico di vita che aumenta la secrezione del cortisolo e carenze o carenze nutrizionali di una miriade di vitamine, minerali ed altra compone
  • Di conseguenza, il prolungamento della vita raccomanda un approccio multi-mirato a alla prevenzione di osteoporosi, una che comprende l'esercizio di resistenza regolare, la perdita di peso, la riduzione di sforzo, il ripristino dell'ormone e l'uso strategico di supplementi nutrizionali ristabilire o mantenere un ambiente più giovanile del corpo.
  • Il regime del supplemento del prolungamento della vita va oltre le raccomandazioni semplici per calcio e la vitamina D fornita da medicina convenzionale, aggiungente i supplementi che promuovono la formazione proteica sana dell'osso e quelli che riducono l'infiammazione, proteggono dallo sforzo dell'ossidante e forniscono gli importi adeguati dei minerali della ultra-traccia e della traccia.