Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Morbo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è un disordine neurodegenerative caratterizzato da un declino nella funzione conoscitiva che finalmente conduce alla morte (Upadhyaya 2010; Poppa 2008; Knopman 2012; Mayo Clinic 2011). La ricerca nel morbo di Alzheimer ancora non ha identificato una cura per la malattia. L'età avanzata è un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia (l'associazione 2012b di Alzheimer; Knopman 2012).

Con un aumento nella popolazione di invecchiamento, la prevalenza mondiale del morbo di Alzheimer è aumentato notevolmente e si pensa che continui a agire in tal modo. Le stime suggeriscono che negli Stati Uniti da solo ci siano 11-16 milione individui invecchiati 65 e più vecchio diagnosticati con il morbo di Alzheimer da ora al 2050 (Zhao 2012; Tarawneh 2012).

Il morbo di Alzheimer sembra essere la conseguenza di parecchi fattori convergenti compreso lo sforzo ossidativo, l'infiammazione, la disfunzione mitocondrialee l'accumulazione degli aggregati tossici della proteina nella zona dei neuroni (Luan 2012; Teng 2012; Rosales-recinto per bestiame 2012; Wang 2007; Fonte 2011; Ittner 2011). Emergendo, la ricerca intrigante implica l'infezione cronica con parecchi organismi patogeni nello sviluppo e nella progressione del morbo di Alzheimer pure (Miklossy 2011). Inoltre, i cambiamenti relativi all'età quali i livelli di ormone diminuenti e la disfunzione vascolare sono pensati per contribuire ad alcuni aspetti del morbo di Alzheimer (maglia 2012; Barron 2012; Baloyannis 2012).

Gli interventi farmacologici convenzionali mirano ai sintomi, ma sono a corto di indirizzo essere alla base, contribuendo scompone per il morbo di Alzheimer. Ciò provoca una piccola riduzione dei sintomi, ma non ferma o non inverte la progressione di malattia (Sadowsky 2012; Alkadhi 2011).

Un approccio completo al trattamento del morbo di Alzheimer è richiesto che riconosce e mira ai molti fattori possibili che sono alla base dei cambiamenti nella struttura e nella funzione del cervello che determinano questo stato complesso (Sadowsky 2012).