Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Paralisi di Bell

Il decorso della malattia

In circa 80 per cento dei casi, risoluzioni di paralisi di Bell completamente entro tre mesi. Tuttavia, 15 per cento dei pazienti avvertiranno l'asimmetria facciale e 5 per cento mostreranno il danno o lo sfregio neurologico persistente (Brody 1999; Lambert 2004).

Oltre alle droghe antivirali, il trattamento standard per paralisi di Bell è corticosteroidi (per esempio, prednisone). I corticosteroidi sono stati indicati per ridurre l'infiammazione del nervo facciale, che minimizza la compressione ed il danno (Adour 1996), sebbene alcuni studi avessero trovato che gli steroidi sono inefficaci (saline 2004). Alcuni studi inoltre hanno suggerito che l'antiviral fosse efficace soltanto se prescritto presto nel processo di malattia (Lejeune 2002).

In casi gravi, il trattamento chirurgico potrebbe essere raccomandato, sebbene l'ambulatorio fosse associato con un ad alto rischio di perdita dell'udito e molti clinici si pronunciano contro di. L'ambulatorio usato per trattare la paralisi di Bell è conosciuto come chirurgia della decompressione. È usato per alleviare la pressione sul nervo facciale colpito.

Una serie di alternativa o terapie complementari è stata studiata per paralisi di Bell. Molta gente crede che il massaggio facciale contribuisca ad alleviare la circostanza, sebbene è provato che il massaggio facciale non aiuti (Kasper 2005). L'agopuntura combinata con la terapia di esercizio è stata indicata per aumentare l'effetto terapeutico, con un tasso della cura di 66,7 per cento fra la gente sulla terapia combinata rispetto ad un tasso della cura di 46,7 per cento nel gruppo di controllo (Qu 2005).

Il vitamina b12 inoltre è stato documentato per migliorare i sintomi di paralisi di Bell. In uno studio, tre gruppi di pazienti sono stati esaminati: uno ha ricevuto il methylcobalamin (vitamina b12), i corticosteroidi ricevuti uno ed il terzo methylcobalamin ricevuto congiuntamente ai corticosteroidi. Alla conclusione dello studio, i pazienti in entrambi i gruppi di methylcobalamin hanno mostrato il maggior miglioramento nei loro sintomi che quelli nel gruppo del corticosteroide (Jalaludin 1995).

Altri supplementi hanno attirato l'attenzione nella paralisi di Bell ma non sono stati sottoposti a prova scientifica rigorosa. Qualche gente con paralisi di Bell riferisce il sollievo di sintomo dagli oli di pesce omega-3, un antinfiammatorio naturale che può lavorare alleviando l'infiammazione del nervo (associazione 2004 di paralisi di Bell).