Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Neuropatia (diabetica)

Terapie innovarici ed emergenti

Cellule staminali

Le cellule staminali sono emerso come trattamento intrigante per la neuropatia diabetica sulle parti anteriori multiple. Un uso possibile per le cellule staminali sta trattando i livelli elevati del glucosio che causano la neuropatia diabetica. Ricerchi suggerisce che il trapianto della cellula staminale possa proteggere e ristabilire le cellule disecrezione del pancreas, abbassanti la glicemia livella ed allevianti la neuropatia diabetica ed altre complicazioni (cino cellule staminali 2013; GSCN 2013). Le cellule staminali possono anche migliorare il flusso sanguigno ai nervi nocivi, aiutando riduca il dolore e guarisca i neuroni paralizzati dalla neuropatia diabetica (Kim 2012). Inoltre, i ricercatori hanno trovato che le cellule staminali sicure, definite cellule staminali mesenchimali, possono potere ridurre l'infiammazione ed alleviare così il dolore diabetico della neuropatia (Waterman 2012). Le cellule staminali continuano ad essere sviluppate e possono diventare più ampiamente - disponibili in un futuro non troppo lontano.

Nabilone

Nabilone (Cesamet®) è un cannabinoido sintetico, che il mezzo ha alcune delle stesse proprietà dei costituenti di marijuana. A volte è usato per trattare la nausea dovuto la chemioterapia ma può anche essere efficace nel trattamento del dolore causato dalla neuropatia diabetica (Toth 2012). Due studi differenti hanno trovato che il nabilone è efficace ad alleviare il dolore neuropatico diabetico ed inoltre hanno migliorato l'umore e la qualità della vita globale per i diabetici. Questi studi inoltre hanno trovato che il trattamento con il nabilone ha migliorato il sonno in pazienti che soffrono dalla neuropatia diabetica (Toth 2012; Bestard 2011). Ciò è importante perché per molti, il dolore della neuropatia diabetica è peggiore alla notte (Ziegler 2009). I medici possono prescrivere il nabilone come opzione priva di marca del trattamento per la neuropatia dolorosa.

Tossina botulinica

La tossina botulinica, una neurotossina secernuta dai clostridium botulinum del batterio, blocca la segnalazione dall'acetilcolina del neurotrasmettitore. La tossina botulinica può essere iniettata in piccola quantità temporaneamente per disattivare i nervi ed i muscoli; è usato spesso per le ragioni cosmetiche o trattare la spasticità del muscolo (Jabbari 2011; Bach-Rojecky 2010). Gli studi iniziali suggeriscono che l'iniezione della tossina botulinica ai siti della neuropatia diabetica dolorosa possa ridurre significativamente il dolore e migliorare la qualità di sonno, sebbene più studi siano necessari determinare l'efficacia di questo trattamento (yuan 2009; Francisco 2012).