Vendita eccellente dell'analisi del sangue del prolungamento della vita

Sindrome delle gambe senza riposo

Trattamento farmacologico convenzionale

Gli agenti farmacologici principali usati per trattare RLS primario sono agonisti dopaminergici, levodopa (L-DOPA), benzodiazepine, gabapentin e oppioidi. Tuttavia, il trattamento di RLS primario non dovrebbe essere considerato fino ad eliminare le cause possibili di RLS secondario, particolarmente disordini venosi (Miletic 2011).

  • Agonisti dopaminergici. Gli agonisti dopaminergici sono droghe che direttamente attivano i ricevitori della dopamina nel sistema nervoso. Attualmente sono considerati la terapia prima linea per RLS severo ed in genere più di meno sono associati con l'aumento o il rimbalzo che le dosi elevate di L-DOPA (vedi sotto). Vari agonisti dopaminergici sono utilizzati per trattare RLS, includente:
    • Ropinirolo. L'efficacia del dispositivo di protezione in caso di capovolgimento-inirole è stata dimostrata in due grandi randomizzati, la prova alla cieca, prove controllate con placebo. In entrambi gli studi, la valutazione standardizzata ha indicato che 1) i sintomi erano significativamente di meno e 2) sia la qualità che la quantità di sonno sono state migliorate significativamente nei gruppi ropini¬role-trattati rispetto ai comandi (Walters 2004; Garcia-Borreguero 2004).
    • Pramipexolo. Il pramipexolo è altamente efficace nella riduzione dei movimenti periodici dell'arto come pure migliora la severità soggettiva di RLS e di qualità di sonno (Benbir 2006; Inoue 2010). Confrontato al ropinirolo, il pramipexolo è ugualmente efficace ma con l'incidenza significativamente più bassa della nausea, di vomito e di vertigini (Quilici 2008).
    • Rotigotina - il 3 aprile 2012 la consegna attuale approvata dalla FDA della rotigotina per il trattamento di RLS (Bell 2012). Neupro® bollato, il delivery system attuale rappresenta una variazione di paradigma nella consegna di un agonista dopaminergico nel trattamento di RLS. Consegnando la droga in un modo continuo, Neupro® può diminuire gli effetti collaterali comuni con gli agonisti dopaminergici rapidamente oralmente amministrati, che bombardano i ricevitori della dopamina con un singolo, dose assorbita (Farlow 2011; Elshoff 2012; Boroojerdi 2010).
  • Levodopa (L-DOPA). L-DOPA serve da precursore per dopamina nel corpo umano. L-DOPA attraversa la barriera ematomeningea protettiva, mentre la dopamina stessa non può. Una volta che L-DOPA ha entrato nel sistema nervoso centrale, è convertito in dopamina con l'aiuto del piradossale 5' - fosfatizzi (l'intervento concreto della vitamina b6) (Allen 2009). Negli studi, L-DOPA ha ridotto il numero dei movimenti periodici dell'arto durante il sonno e la qualità migliore di sonno ha confrontato a placebo (Benes 1999; Trenkwalder 2007; Scholz 2011). L-DOPA può fornire il sollievo in 20 minuti; tuttavia, non fornisce il sollievo continuo per quelli i sintomi persistenti. Levodopa/carbidopa è generalmente riservato per i pazienti con i sintomi rari, a causa dei problemi con l'aumento ed il rimbalzo (Bayard 2008). Di conseguenza, L-DOPA è raccomandato per il trattamento intermittente (meno di tre volte un la settimana) dei sintomi di ora di andare a letto o come profilassi durante le attività sedentarie rare quali i viaggi, i giri dell'automobile, o gli eventi piani lunghi del teatro (Gamaldo 2006). L-DOPA ha un profilo relativamente benigno di effetto collaterale, sebbene ci sia una certa preoccupazione che può indurre i sintomi ad accadere precedentemente e più rapidamente a riposo e si sparga agli arti superiori (Garcia-Borreguero 2007).

Un trabocchetto delle droghe dopaminergiche è che, paradossalmente, essi può causare o esacerbare i sintomi di RLS – un fenomeno conosciuto come l'aumento. Altrettanto come 20% - 60% dei pazienti ha trattato con L-DOPA o gli agonisti dopaminergici sviluppano l'aumento; così “per i medici è importante schermare con attenzione i pazienti per i cambiamenti nei sintomi di RLS per finchè sono sugli agenti della dopamina, con particolare attenzione pagati a quei pazienti che presentano con i sintomi di RLS più severi prima dell'inizio del trattamento„ (Allen 2011; Hogl 2010).

  • Benzodiazepine. Le benzodiazepine (per esempio, clonazepam e lorazepam) migliorano l'effetto dell'acido gamma-aminobutirrico inibitorio del neurotrasmettitore (GABA), dando loro il sedativo, sonno-indurre, ansiolitico, ad anticonvulsivo ed a qualità amnesiche (Rudolph 1999). Queste droghe sono spesso utili per il trattamento dell'insonnia connessa con RLS (Yee 2009). Un piccolo studio controllato con placebo ha misurato gli effetti acuti di 1 clonazepam di mg su sonno e di qualità di risveglio in 10 RLS e 16 pazienti periodici di disordine di movimento dell'arto (PLMD). L'insonnia connessa con sia RLS che PLMD è stata migliorata da clonazepam (Saletu 2001). Le benzodiazepine a volte si combinano con gli agonisti dopaminergici in pazienti con RLS refrattario (Bayard 2008). Queste droghe possono urtare avversamente l'abilità e la coordinazione conoscitive e possono esacerbare raramente l'ansia e l'irritabilità.
  • Gabapentin. Gabapentin è un farmaco usato spesso trattare l'epilessia e la neuropatia periferica; ed alcuni studi inoltre hanno trovato che può essere utile nel trattamento delle varianti dolorose di RLS (Yee 2009; Kushida 2009; Happe 2001; Garcia-Borreguero 2002). Gabapentin può essere efficace in individui con dolore neuropatico RLS-collegato che non ha risposto alle droghe dopaminergiche (Bayard 2008). Gli Stati Uniti Horizant® approvato dalla FDA (enacarbil di gabapentin) per il trattamento di RLS moderato--severo nell'aprile 2011.
  • Gli oppioidi a basse dosi sono stati usati con successo in alcuni casi di RLS (Kaplan 1993; Walters 1993). Tuttavia, il meccanismo da cui forniscono il sollievo non sono chiari ed il ruolo del sistema endogeno degli oppioidi in RLS è complessi (von Spiczak 2005). Gli oppioidi sono riservati tipicamente come trattamento di ultima istanza a RLS refrattario.