Liquidazione della primavera di prolungamento della vita

Asma

Trattamenti convenzionali per asma

L'asma è trattata farmacologicamente ad un modo graduale secondo la severità dei sintomi. I farmaci di asma includono i farmaci di rapido-sollievo usati per trattare i sintomi acuti di un attacco di asma e dei farmaci a lungo termine di controllo usati per impedire ulteriori esacerbazioni. Lo scopo del trattamento è di ottimizzare il controllo a lungo termine in moda da potereessere minimizzato o eliminare i farmaci di rapido-sollievo, che hanno molti effetti collaterali, (Simons 1999).

farmaci di Rapido-sollievo

Beta-2 agonisti di breve durata (SABAs).Bronchodilation di causa di SABAs dei muscoli lisci delle vie respiratorie. Queste droghe alleviano la dispnea, la tenuta del petto ed altri sintomi acuti di un attacco di asma. SABAs è prescritto solitamente insieme ad un farmaco di manutenzione. L'intensità del trattamento dipende dalla severità dei sintomi: fino a 3 trattamenti a 20 intervalli minuti come stati necessari. Gli effetti collaterali dei broncodilatatori comprendono la frequenza cardiaca rapida, la pressione sanguigna aumentata, i livelli aumentati della glicemia, i ritmi cardiaci irregolari e varie altre risposte (Wraight 2004). I farmaci del SABA includono il albuterol, il levalbuterol, il pirbuterol, il bronkosol, l'isoproterenolo, il metaproterenol e la terbutalina. L'uso del SABA > 2 giorni alla settimana per sollievo di sintomo indica generalmente il controllo insufficiente e la necessità aumentare il trattamento (vedi la gestione graduale di asma; sotto).

Corticosteroidi. I corticosteroidi esercitano (cioè,) un effetto antinfiammatorio disoppressione e possono essere amministrati sistematicamente per un breve corso nell'asma acuta o severa per facilitare l'infiammazione della via aerea (Ohta 2011; Spahn 2008). Tuttavia, i corticosteroidi sistemici possono condurre agli effetti collaterali significativi compreso l'edema, l'osteoporosi, la debolezza di muscolo, dal il diabete indotto da prodotto, l'ipertensione, la disfunzione della ghiandola surrenale, le cataratte ed il glaucoma. Possono anche ridurre l'assorbimento del calcio dall'intestino ed aumentare la perdita del calcio dai reni (Pauwels 1998). Per ridurre il rischio di queste complicazioni serie, la dose più bassa possibile dovrebbe essere presa per fornire il controllo sintomatico (Kaufman 2011).

Teofillina. La teofillina è un broncodilatatore con le proprietà antinfiammatorie modeste. Può essere usato come terapia autonoma alternativa per i bambini più vecchi di 5 con asma delicata persistente. Tuttavia, la dose tossica leggermente supera soltanto la dose efficace, in modo dai pazienti devono essere controllati con attenzione (legno 2009). Gli effetti contrari comprendono i sintomi gastrointestinali, il battito cardiaco irregolare, i sequestri e la morte (GINA 2011).

Anticolinergici inalati. L'acetilcolina del neurotrasmettitore contribuisce alla broncocostrizione. Di conseguenza, bloccare il legame dell'acetilcolina ai suoi ricevitori nelle vie aeree con gli anticolinergici inalati inibisce questa azione. I farmaci anticolinergici a volte si aggiungono a SABAs e contribuiscono a promuovere il bronchodilation durante l'esacerbazione acuta (Ohta 2011).

Farmaci a lungo termine di controllo

Corticosteroidi. I pazienti con asma possono richiedere l'uso a lungo termine dei corticosteroidi inalati (Ohta 2011; Spahn 2008). Gli effetti locali avversi di potenziale connessi con i corticosteroidi inalati comprendono il tordo, la raucedine, la tosse riflessa ed il broncospasmo (GINA 2011). L'uso a lungo termine dei corticosteroidi inalati ad alta dose è associato con osteoporosi e disfunzione adrenale (Pauwels 1998). I corticosteroidi inalati comunemente usati includono il beclometasone, il budenoside ed il triamcinolone.

Beta-2 agonisti a lunga azione (LABAs). LABAs si rilassa le vie aeree e può fornire fino a 12 ore del bronchodilation (legno 2009). Possono essere un'adjunta al trattamento a lungo termine per asma che non può essere controllata adeguatamente con i corticosteroidi inalati da solo. LABAs non dovrebbe essere usato come farmaci autonomi di manutenzione o trattare i sintomi acuti. L'uso di LABAs dovrebbe essere interrotto se non c'è risposta e la dose del corticosteroide inalato è aumentata (Kaufman 2011). Gli studi hanno indicato che LABAs può aumentare il rischio di attacchi di asma severi, di ospedalizzazioni in relazione con l'asma e di morte (GINA 2011). LABAs include lo xinafoato di salmeterolo ed il fumarato di formoterol.

Modificatori del leucotriene. Gli antagonisti del ricevitore del leucotriene (stampi) e gli inibitori di aiuto della sintesi del leucotriene impediscono o riducono l'infiammazione, la produzione del muco, il gonfiamento ed il rafforzamento della via aerea. Sono meno efficaci di quanto i corticosteroidi inalati e così sono comunemente usati come terapia aggiunta per asma male controllata e persistente ed asma indotta dall'esercizio (Kupczyk 2011). I modificatori comunemente usati del leucotriene comprendono il montelukast, lo zafirlukast e lo zileuton.

Stabilizzatori del mastocita. Gli stabilizzatori del mastocita (per esempio, cromoglicato e nedrocromil) impediscono ai mastociti (un tipo di cellula immune) di liberare l'istamina ed i mediatori infiammatori riferiti. Questi farmaci sono molto utili per impedire l'asma indotta dall'esercizio una volta usati profilattico, ma non sono efficaci nel trattamento dell'attacco di asma acuto. Gli stabilizzatori del mastocita sono inoltre molto sicuri ma devono essere presi in maniera regolare, anche quando esente dai sintomi (Merk Manual 2011).

Gestione graduale di asma

Le linee guida graduali di approccio, emanate dall'istituto della sanità nazionale, sono destinate per assistere il processo decisionale clinico e per assicurare che le esigenze pazienti siano soddisfatte. Le linee guida raccomandano di consultare uno specialista di asma se punti 4 o più alto sono richiesti. Consideri la consultazione all'avanzamento di punto 3. con questi punti ("aumentare") è basato sopra la valutazione della risposta paziente al trattamento mentre considerano le variabili quali altre condizioni mediche, aderenza al trattamento ed i fattori ambientali (per esempio, livellato degli allergeni nell'aria). Se il paziente reagisce bene al trattamento ed i sintomi sono ben controllato per almeno tre mesi, quindi il medico può studiare la possibilità “di fare un passo - giù„ il paziente al punto più basso seguente per evitare gli effetti collaterali del farmaco.

Asma intermittente:

Punto 1

Preferito: Beta-2 agonisti di breve durata (SABAs) come stato necessario

Asma persistente:

Punto 2

Preferito: Corticosteroide inalato a basse dosi (ICS)

Alternative*: Cromoglicato, antagonista del ricevitore di leukotrine (LTRA), nedocromil, o teofillina

Punto 3

Preferito: A basse dosi ICS + beta-2 agonista a lunga azione (LABA) o medium-dose ICS

Alternative*: A basse dosi ICS + LTRA o teofillina

Punto 4

Preferito: Medium-dose ICS + LABA

Alternative*: Medium-dose ICS + LTRA o teofillina

Punto 5

Preferito: Ad alta dose ICS + LABA
[Nota: Consideri il omalizumab per i pazienti che hanno allergie]

Punto 6

Preferito: Ad alta dose ICS + LABA + corticosteroide sistemico orale
[Nota: Consideri il omalizumab per i pazienti che hanno allergie]

la terapia alternativa del *If è applicata e la risposta è insufficiente, la interrompe ed applica la terapia preferita prima dell'aumento.