Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Bronchite (acuta)

Diagnosi e trattamento convenzionale

Diagnosi

La diagnosi della bronchite acuta è basata su esame clinico e sui sintomi. Nella radiografia del torace di alcune circostanze, la cultura dell'espettorato, o le analisi funzionali polmonari può contribuire a differenziare la bronchite acuta da altre circostanze (Mayo Clinic 2011b).

I segni ed i sintomi della bronchite acuta a volte somigliano ad altre malattie respiratorie ed è importante che il medico identifica correttamente lo stato del paziente per impiegare il giusto trattamento. La bronchite acuta è distinta dagli stati di salute come la bronchiolite (infiammazione dei bronchioli [IE, più piccoli rami dei bronchi]) o l'asma (malattia infiammatoria cronica di piccole vie aeree respiratorie), sebbene un periodo della bronchite acuta possa a volte avviare l'asma e/o i sintomi di asma quali ansare (causato dal broncospasmo), dispnea, la dispnea e la tenuta nel petto (Löwhagen 2012; Killeen 2013). Un altro condizionano noto mentre la bronchiettasia può a volte essere confusa la bronchite acuta quando è accompagnata dalla tosse cronica e produttiva; questa circostanza (bronchiettasia) è segnata tramite la distruzione del tessuto elastico e muscolare nelle pareti bronchiali e nella loro dilatazione permanente (Rosen 2006; Wenzel 2006). La bronchite acuta dovrebbe anche essere differenziata dalla bronchite cronica, che è una componente di COPD ed è caratterizzata dalla tosse e dalla produzione dell'espettorato la maggior parte dei giorni per almeno tre mesi di due anni consecutivi (Brunton 2004; Hueston 1998). D'altra parte, la bronchite acuta è solitamente auto-limitata e risoluzioni in 3 settimane a metà circa dei casi, ma intorno ad un quarto di loro ultimo più lungo di un mese (Braman 2006; Worrall 2008).

Trattamento convenzionale

Gli antibiotici spesso sono prescritti frettolosamente per la bronchite acuta. Per esempio, 75% dei pazienti con la bronchite acuta sono stati riferiti in uno studio per ricevere una prescrizione antibiotica (Tackett, Atkins 2012). Tuttavia, questa pratica è inefficace perché la vasta maggioranza dei casi della bronchite acuta in adulti altrimenti in buona salute è causata tramite l'infezione virale per cui gli antibiotici non sono utili. Gli antibiotici trattano le infezioni batteriche, infezioni non virali. Di conseguenza, parecchie organizzazioni mediche professionali, compreso l'accademia americana dei medici di famiglia, centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti e la società della malattia infettiva dell'America hanno pubblicato le linee guida hanno puntato sui medici discouraging dagli antibiotici indiscriminante di prescrizione alla maggior parte dei pazienti con la bronchite acuta, poichè questa può provocare lo sviluppo di resistenza a antibiotici (Gonzales 2001; Accademia americana dei medici di famiglia 2013; CDC 2012).

La gente con la bronchite acuta si consiglia di astenersi da da attività intensa, di bere i liquidi chiari (acqua), di umidificare l'aria e di usare il farmaco antinfiammatorio (A.D.A.M. 2012). I broncodilatatori, che dilatano le vie aeree, possono contribuire a ridurre i sintomi, ma i loro benefici per uso sistematico non sono affermati nel trattamento della bronchite acuta.

C'è prova contraddittoria per quanto riguarda il beneficio dei farmaci non quotati in borsa di tosse (di OTC). Un esame 2012 non ha trovato “prova concreta pro o contro l'efficacia delle medicine di OTC nella tosse acuta„ (Smith 2012). Tuttavia, una certa prova suggerisce il sollievo sintomatico con determinati farmaci di tosse (Becker 2011; In primo luogo consulti 2013; Smith 2012). Quando i farmaci di tosse sono usati, il tipo di farmaco è mirato a generalmente al tipo di tosse: espettoranti per la tosse produttiva e gli antitussivi (farmachi antitosse) per la tosse a secco (Silverstone 1997; Ford 2009). I farmachi antitosse, quali la codeina ed il dextromethorphan, possono contribuire a ridurre la tosse per gli individui con la bronchite acuta ma non sono raccomandati per uso sistematico o per i bambini (in primo luogo consulti 2013). Anche se la tosse può essere un sintomo debilitante in molte malattie respiratorie, la soppressione di tosse è controindicata specialmente quando eliminare le secrezioni è uno scopo importante (Morice 2006). L'esame 2012 di Cochrane citato più presto ha analizzato 26 randomizzati, le prove controllate che paragonano le preparazioni orali di tosse di OTC al placebo in bambini ed in adulti che soffrono dalla tosse acuta. Le prove hanno mostrato i risultati variabili per i farmachi antitosse, gli espettoranti e le combinazioni del antistaminico-decongestionante in adulti. In bambini, i antistaminico-decongestionante, i farmachi antitosse e le combinazioni del farmaco antitosse-broncodilatatore erano non di più efficaci del placebo (Smith 2012).

Se trattato o non, la bronchite acuta dovrebbe risolvere tipicamente da sè mentre l'infiammazione all'interno dei bronchi si abbassa gradualmente ed i sintomi facilitano. Tuttavia, la circostanza può essere scomoda e frustrare, così presto intervento-ai primi segni di virale infezione-è importante da dirigere la bronchite acuta (Matthys, Heger 2007b; WebMD 2010).