Vendita di cura di pelle del prolungamento della vita

Invecchiamento della pelle

Completamento nutrizionale per combattere invecchiamento della pelle

Già una strategia affermata per le donne nelle culture asiatiche ed europee, nel completamento nutrizionale orale mirato a per sostenere la salute e la bellezza della pelle è un introdution più recente all'interno di Nord America. A differenza dei prodotti attuali, che si applicano alle aree mirate a, queste formulazioni nutrizionali sono prese allora metabolizzate oralmente e distribuite in tutto il corpo. Ulteriormente, la circolazione sanguigna fornisce continuamente questi composti bioactive a tutti i compartimenti della pelle (cioè epidermide, derma, grasso sottocutaneo). Di conseguenza, lavorando sistematicamente, il nutricosmetics può più ulteriormente proteggere e sostenere la salute della pelle (Madhere 2009).

Contributo nutrizionale a salute generale della pelle

I minerali quali selenio, rame e molibdeno sono cofattori richiesti per il mantenimento dei sistemi di difesa antiossidanti nella pelle.

Recentemente, determinati ingredienti naturali quale curcumina, i resveratroli, il coenzima Q10e l'estrattodel melone arricchito ZOLLA, sono stati indicati per stimolare la produzione di questi antiossidanti primari della difesa (Lima 2011; Macy-Maria 2007; Pillai 2005).

C'è una certa rappresentazione clinica della ricerca che selenio- l'attività enzimatica dipendente del glutatione perossidasi è bassa in partecipanti con le acni. Uno studio ha esaminato l'effetto di selenio e della vitamina E, in cui i pazienti dell'acne hanno preso due volte 200 mcg di selenio con 10 mg di vitamina E al giorno per 12 settimane. Alla conclusione della prova, un numero riduttore delle lesioni ed i miglioramenti visivi della pelle sono stati osservati, particolarmente in partecipanti con attività bassa del glutatione perossidasi della linea di base (Sarici 2010; Smith 2007).

I carotenoidi sono un gruppo di composti solubili nel grasso trovati in frutta arancio e rossa e verdure quella protezione confer antiossidante all'interno della pelle (Ross 2011).  Il licopene, trovato principalmente in pomodori ed ain prodotti basati a pomodoro, è supportato nella letteratura scientifica per la fotoprotezione della pelle.Quando la pelle è sottoposta allo sforzo della luce UV, più licopene della pelle si distrugge ha paragonato al beta-carotene, suggerente un ruolo di licopene in fotoprotezione contro il danno UV in tessuti. In una prova, 20 donne hanno ingerito 16 mg di quotidiano del licopene per 12 settimane. Dopo l'esposizione alla radiazione UV e rispetto al gruppo di controllo, il gruppo licopene-completato ha avuto una riduzione significativa arrossirsi e dell'infiammazione post-UV dell'esposizione. I ricercatori hanno concluso quel licopene efficacemente protetto la pelle dal photodamage acuto e potenzialmente a lungo termine (Rizwan 2011).

In un altro studio, i ricercatori hanno studiato l'effetto ad una di una bevanda basata a pomodoro sugli indicatori di infiammazione, di immunità e dello sforzo ossidativo all'interno della pelle. Gli oggetti sono stati dati una bevanda che contiene 5,7 mg di licopene, con parecchi altri antiossidanti pomodoro-derivati, o il placebo per i 26 giorni. Alla conclusione della prova, i mediatori infiammatori erano più di 34% più in basso nel gruppo che ha consumato alla la bevanda basata a pomodoro (Riso 2006).

Le prove (in animali ed in esseri umani) hanno indicato che il coenzima Q10 sopprime la risposta infiammatoria indotta da radiazioni UV in cellule epiteliali. In uno studio prospettivo di otto anni di 117 pazienti con il melanoma, i livelli del plasma CoQ10 hanno predetto il rischio di metastasi. I livelli CoQ10 erano significativamente più bassi in pazienti che negli oggetti di controllo ed in pazienti che hanno sviluppato il melanoma di ricorso che coloro che non ha fatto (Rusciani 2006).

Un'altra sostanza nutriente di interesse per salute della pelle è vitamina D, che è sintetizzata nella pelle sopra l'esposizione al radiazione UV-b (Goldfaden, 2010). I livelli insufficienti di vitamina D sono stati collegati negli studi dell'epidemiologia alla prestazione fisica in diminuzione, alla salute cardiaca difficile, alla malattia autoimmune, ai disordini neurologici, a parecchi cancri ed alla mortalità globale aumentata (salvia 2010). Nel suo intervento concreto come calcitriol, la vitamina D contribuisce al rinnovamento ed alla riparazione sani della cellula epiteliale. Inoltre sostiene il sistema immunitario della pelle e può neutralizzare i radicali liberi all'interno degli strati epidermici. (Goldfaden 2010; Cashman 2008; Salvia 2010).

Tuttavia, con i pericoli notevoli connessi con l'esposizione in eccesso del sole, la carenza di vitamina D è un'epidemia in Nord America e nel mondo intero (Hagenqu 2009; Cashman 2008). Con uso più frequente della protezione solare (sebbene richiesto), la meno esposizione del sole e l'invecchiamento naturale, la capacità della pelle di fabbricare la vitamina D è compromessa, sottolineanti l'esigenza di assunzione dietetica e supplementare (Goldfaden 2010; Salvia 2010; Cashman 2008; Hageneau 2009;).

Sostanze nutrienti di Photoprotective

Polifenoli della pianta

I polifenoli sono una famiglia numerosa dei composti naturali che ampiamente si distribuiscono in ad alimenti basati a pianta. Le fonti dietetiche di polifenoli includono le cipolle (flavonoli); fagioli del cacao, semi dell'uva (proantocianidine); tè (catechine), mele e vino rosso (flavonoli e catechine); agrumi (flavanoni); bacche e ciliege (antociani); e soia (isoflavoni).

Vari polifenoli possiedono gli effetti photoprotective della pelle sostanziale (Nicols 2010). Una volta che ingerito, questo tipo di antiossidante rapidamente è utilizzato nel corpo, quindi il consumo quotidiano di polifenoli è raccomandato per assicurare la protezione efficiente della pelle.

Il ruolo delle componenti dietetiche, come, catechine da tè verde e proantocianidine dai semi dell'uva, è stato valutato nella prevenzione da di carcinogenesi indotta da UV della pelle in vitro e in vivo nei modelli animali (Katiyar 2011; Singh 2011; Choudhury 2011). Una prova recente pubblicata nel giornale di nutrizione, trovato che quando le donne hanno consumato una bevanda che contenente giornalmente 1.402 mg di catechine, la pelle era meglio protetta contro radiazione UV nociva; l'intervento inoltre ha migliorato la qualità globale della pelle (elasticità, rugosità, idratazione,) oltre 12 settimane (Heinrich 2011).

Fern Extract (Polypodium Leucotomos)  

Gli estratti dalle foglie dell'determinate specie di felce, leucotomos del Polypodium (PL) sono stati indicati negli studi clinici efficacemente a fototossicità indotta (UV) ultravioletta della pelle del blocco (Caccialanza 2011; Gonzalez 2010; Reuter, 2010).

In uno studio, 53 pazienti con l'allergia del sole condizionano (photodermatoses idiopatici), quotidiano consumato dell'estratto di 480 PL di mg mentre si espongono alla luce solare. Più di 73% dei pazienti ha avuto un beneficio dal PL amministrato, con riduzione significativa della reazione della pelle o irritazione e sintomi soggettivi. Senza gli effetti collaterali osservati, gli autori di studio hanno concluso che il completamento orale con il PL efficacemente e sicuro fornisce la fotoprotezione (Caccialanza, 2011).

Un altro test clinico ha trovato che il PL orale efficacemente ha ridotto arrossirsi della pelle indotto da UVR artificiale. Inoltre, sopra esame istologico delle biopsie della pelle prese dagli oggetti che hanno consumato l'estratto di PL, danno in diminuzione del DNA della cellula epiteliale ed attivazione immune è stato notato (Middelkamp-Hup 2004). Gli autori di questo studio hanno concluso che “la somministrazione orale del PL è un efficace agente chemophotoprotective sistemico che conduce alla protezione significativa di pelle contro la radiazione UV„.

L'estratto di PL sembra essere particolarmente efficace in quelli di cui la pelle è particolarmente sensibile al sole. Parecchi studi hanno trovato che il PL orale smussa le risposte allergiche cutanee all'esposizione del sole in quegli inclini tali reazioni (Tanew 2011).

Una rassegna completa et al. recentemente pubblicata, da Gonzalez (2010), dei meccanismi da cui il PL combatte photoaging sazia quanto segue:

“il PL è una miscela naturale dei phytochemicals dotati di proprietà antiossidanti potenti. I suoi effetti a breve termine comprendono l'inibizione di produzione reattiva di specie dell'ossigeno indotta tramite radiazione UV, danno del DNA, isomerizzazione e la decomposizione di acido trans-urocanic [un agente del tipo di protezione endogeno], prevenzione degli apoptosi UV-mediati e della necrosi come pure matrice degradante che ritocca, che è la causa principale di photoaging. Questi effetti a breve termine traducono in prevenzione a lungo termine photoaging e del photocarcinogenesis. Una proprietà notevole è che il PL può esercitare il suo effetto una volta amministrato oralmente. Insieme, questi effetti postulano il PL come un agente photoprotective naturale ed adiuvante potenziale alla fototerapia per varie malattie della pelle."

Inoltre, un modello animale recente ha delucidato ulteriori meccanismi da cui il PL si difende dal photodamage (Zattra 2009). Questo esperimento ha trovato che il PL ha ridotto drammaticamente dall'l'espressione indotta da Sun di COX-2, che determina l'infiammazione e contribuisce alla crescita del cancro di pelle, mentre ha aumentato simultaneamente l'espressione di una proteina importante della riparazione del DNA, P53. In animali alimentati il PL, l'esposizione di UVR ha indotto 25% meno mutazioni del DNA che in animali che ricevono una dieta di controllo.

Ingredienti naturali per ristabilire pelle

A ceramidi basati a pianta

I ceramidi compongono lo strato protettivo ricco del lipido all'interno dell'epidermide. Sebbene presente in altri tessuti, la loro più alta concentrazione sia trovata nella pelle. Possiamo ottenere i ceramidi attraverso gli alimenti, pricipalmente la crusca di riso, la farina di frumento e l'olio del germe di grano. Le concentrazioni del ceramide diminuiscono naturalmente con l'età e poiché svolgono un ruolo importante nell'impedire la disidratazione nella pelle, a ceramidi basati a pianta completati orali possono contribuire a combattere la ripartizione connessa con invecchiamento (Bak 2011; Jennemann 2011; Cho 2011).

In una prova randomizzata, 51 donna (di 20-63 anni,) con pelle asciutta è stata data qualsiasi 350 mg di estratto del grano di non GMO che contiene i ceramidi o il placebo per 3 mesi. Dopo la valutazione dell'idratazione della pelle nelle gambe, le armi ed il fronte all'inizio e alla fine della prova, un importante crescita nell'idratazione della pelle e un miglioramento nei segni clinici di siccità sono stati osservati alla fine di 3 mesi (Guillou 2011). Una volta combinato con gli antiossidanti nelle formulazioni orali, è stato indicato che i ceramidi ulteriori ottimizzano l'assorbimento sistemico e l'utilizzazione degli antiossidanti solubili in acqua, quale acido ascorbico (vitamina C). (Bak 2011; Jennemann 2011; Cho 2011).

Composti della soia

La ricerca recente ha confermato l'antiossidante e gli effetti protettivi del DNA degli isoflavoni della soia in pelle. È l'effetto protettivo della genisteina che è creduta per bloccare dal il danno cellulare indotto da UV (Accorsi-Neto 2009). Oltre ai benefici photoprotective, i componente attivi di soia hanno dimostrato altri effetti benefici per la pelle. Per esempio, i peptidi della proteina di soia hanno stimolato favorevole il collagene e la produzione acida ialuronica all'interno del derma in vitro (Sudel 2005). 

Poiché esercitano l'attività estrogena debole, gli isoflavoni della soia possono assistere nel ritardo invecchiare accelerato della pelle dovuto il declino ormonale in donne in post-menopausa (Accorsi-Neto 2007; Izumi 2007). Per esempio, per valutare l'effetto degli isoflavoni della soia su invecchiamento della pelle, 30 donne in post-menopausa sono state amministrate 100 mg/giorno dell' estratto ricco d'isoflavone della soia per 6 mesi. Alla conclusione dello studio, i ricercatori hanno osservato che più di 86% delle donne ha avvertito gli importante crescite nelle fibre di spessore della pelle, del collagene e dell'elastina e densità microcapillary (Accorsi-Neto 2009). In un'altra prova, i benefici della pelle sono stati osservati quando 40 isoflavoni della soia di mg sono stati presi giornalmente per 12 settimane (Izumi 2007).

Interventi attuali nell'invecchiamento della pelle

Dalla loro introduzione negli anni 80, “i cosmeceuticals„ (un prodotto attuale che esercita sia i benefici cosmetici che terapeutici), hanno continuato a evolversi per evitare i segni di invecchiamento della pelle (Bruce 2008). Le protezioni solari sono il cosmeceutical più importante ed i retinoidi hanno provato la loro sicurezza ed efficacia nella riduzione della pelle foto-nociva e sono ora un trattamento della corrente principale per pelle antinvecchiamento (Darlenski, 2010). Tuttavia, le categorie emergenti di cosmeceuticals sono risultare efficace nel mantenimento della pelle vibrante.

Generalmente, ci sono quattro categorie di cosmeceuticals sul mercato. Questi includono, esfoliando ed imbiancando gli agenti, antiossidanti e prodotti della rigenerazione, quali i peptidi e staccano allo lo skincare dal gambo basato a cellula (Amer 2009; Benson 2007; Berson 2008).

L'uso di alfa idrossiacidi (AHAs) è stato indicato per migliorare la struttura della pelle e per ridurre i segni di invecchiamento promuovendo la cellula che sparge negli strati esterni dell'epidermide e ristabilendo l'idratazione. Sono usati spesso per migliorare la struttura della pelle e per il trattamento delicato per moderare il foto-danno (Antoniou 2011; Bruce 2008).

Gli ingredienti più comuni utilizzati nelle formulazioni ed in bucce includono;

  • Acido citrico
  • Acido glicolico
  • Acido lattico
  • Acido malico
  • Acido piruvico
  • Acido tartarico

Ingredienti attuali di avanguardia

basato a peptide screma rappresentano un'innovazione nella tecnologia dello skincare.

All'interno della pelle, il deterioramento del collagene provoca la formazione di frammenti della proteina, chiamata peptidi. Questi frammenti poi sono riconosciuti dalle cellule producenti collagene, che rispondono aumentando la produzione del collagene per riparare la pelle nociva. Tuttavia, con l'età d'avanzamento, questi risposte positive fra la ripartizione di pelle e l'inizio di nuova formazione del collagene diventano inefficienti.  

I ricercatori hanno scoperto che l'applicazione di questi frammenti della proteina direttamente alla pelle aggira il deterioramento naturale nel volume d'affari del collagene. Di conseguenza, applicando i peptidi specializzati alla vostra pelle, potete efficacemente “ingannare„ le cellule producenti collagene nell'arrampicarti la produzione del collagene (Benson, 2007; Namjoshi 2010).

Un tale peptide è palmitoyl tetrapeptide-3. Questo complesso sintetico del amminico-peptide efficacemente stimola la sintesi del collagene interagendo con i ricevitori che accendono i geni responsabili di proliferazione e del rinnovamento delle cellule. Questo pentapeptide brevettato migliora significativamente la produzione di collagene e di elastina all'interno della matrice extracellulare della pelle. Questa produzione aumentata complementa l'azione volumizing di acido ialuronico, quindi con conseguente profondità, densità e numero visibilmente riduttori della grinza. Gli studi indicano che questo ingrediente brevettato è efficace quanto il retinolo derivato della vitamina A nella riduzione dei segni di photoaging, eppure non causa l'irritazione cutanea connessa con retinolo (Stein 2002).

Argireline (acetile hexapeptide-3) è un ingrediente attuale relativamente nuovo della anti-grinza che riduce la profondità preesistente della grinza attraverso un meccanismo novello. Questo peptide attivo funziona dalla contrazione significativamente diregolamento del muscolo, interferente con i neurotrasmettitori che stipulano il vostro contratto dei muscoli, quindi impedente la formazione di linee e di grinze indesiderate. Questo ingrediente naturale sembra essere particolarmente utile per visibilmente la riduzione della profondità della grinza intorno agli occhi ed alla fronte (Benson 2007; Blanes 2002; Ruiz 2010).

Matrixyl® Synthe'6™

Il guasto all'armatura della pelle è una causa importante delle grinze.

Un composto conosciuto come il ™del ® synthe'6di Matrixyl è stato trovato per completare la maturazione e la stabilizzazione delle fibre, quindi stimolanti l'armatura delle molecole della pelle.

In uno studio clinico controllato, 25 donne invecchiate 42-70 sono state assegnate ad uno di due gruppi. La crema era 2 volte applicate quotidiane (Sederma 2011). Un gruppo ha applicato una crema del placebo, mentre l'altro gruppo ha applicato una soluzione di 2% di Matrixyl® synthe'6™. Gli scienziati più successivamente hanno misurato le grinze dei partecipanti ed i piedi del corvo.

I ricercatori hanno trovato che le linee di aggrottare le sopracciglia fra il gruppo di Matrixyl® synthe'6™ sono state sollevate da 28%ed il volume di grinze è stato diminuito di 31%. E questo effetto d'increspatura è stato osservato in appena 2 mesi.

Inoltre, gli scienziati hanno osservato che, nel gruppo di prova, i piedi del corvo sono stati sollevati da 12,6%ed il loro volume è stato ridotto 21,1%.

Matrixyl® synthe'6™ attivamente promuove la sintesi di sei collageni I, IIIed IVdei costituenti della matrice della pelle, acido ialuronico, fibronectin e laminin.  Questi pelano i costituenti della matrice sono trovati nell'epidermide più bassa, in cui le cellule comunicano a vicenda e con le cellule nello strato cutaneo.

Hylasome® EG10

L'eccessiva siccità della pelle promuove le linee sottili ed indebolisce le cellule. Può indurre i lipidi nello strato grasso della pelle a cristallizzare, causando la pelle smussata e di sfaldamento.

L'acido ialuronico, un costituente naturale della pelle, è un buon idratante a causa della sua capacità di catturare le molecole di acqua, che riduce la visibilità delle linee. È inoltre un agente volumizing. Per queste ragioni, l'acido ialuronico è un ingrediente in parecchie applicazioni dello skincare (Pavicic 2011).

Tuttavia, gli scienziati ora hanno sviluppato una nuova generazione potente di questo gel acquoso composto-un di acido ialuronico unito con legami atomici incrociati, chiamato ®EG10 di Hylasome. Questo gel forma un film sottile sulla pelle e continuamente consegna la più grande quantità di limite dell'acqua da questo nuovo composto.

Quando gli scienziati del Rutgers University hanno provato questo gel unico su pelle umana, hanno trovato che le cellule epiteliali hanno trattato con Hylasome® EG10 tenuto 6 volte più umidità nel totale e 5 volte più umidità nello strato di corneum dello strato (esterno estremo), che le cellule trattate con acido ialuronico. Questo maggior effetto d'idratazione è stato osservato anche 24 ore dopo l'applicazione (monografia di Hylasome® EG10)!

Hylasome® EG10 inoltre ha esibito una capacità di combattere l'ossidazione e l'attacco del radicale libero, che possono danneggiare la struttura della pelle e causare le grinze.

Sfere di riempimento vegetali

Il deterioramento della matrice della pelle, combinato con perdita di umidità, provoca rientranze e grinze. Ma un nuovo composto attacca questo problema dal profondo delle rientranze.

Le sfere di riempimento vegetali sono derivate dalla proteina del grano, che è un biopolimero conosciuto per le sue capacità d'idratazione.

Gli scienziati hanno applicato le sfere di riempimento vegetali, o il placebo, ai piedi del corvo di 30 volontari. Hanno osservato una diminuzione di 31% nella superficie totale della grinza e una diminuzione di 27% di lunghezza della grinza. E questo effetto è stato visto in appena un'ora! (Monografia del prodotto: Sfere di riempimento vegetali 2005)

I ricercatori hanno trovato che le sfere si erano sistemate dentro le rientranze della grinza profonde all'interno dell'epidermide più bassa. Là, hanno agito come le spugne microscopiche, intrappolanti l'umidità che sarebbe stata persa normalmente attraverso la superficie della pelle.

Il risultato osservato era un effetto fisico-chimico: le sfere in espansione con umidità e plumped fisicamente grinza-trasformando la superficie della pelle dall'corrugato da per lisciare.

Notevolmente, l'effetto plumping accade subito dopo che applicazione-e è duraturo! C'è inoltre un aumento durevole nell'idratazione degli strati medi e superiori dell'epidermide.

Poli P

La proliferazione di cellula epiteliale e la sintesi entrambe del collagene rallentano mentre invecchiamo, producendo le linee visibili.

Tuttavia, i fosfati inorganici, trovati in quasi tutte le cellule, sono stati trovati per inibire questo deterioramento. Poly P chiamato, questi fosfati promuove il tessuto che ritocca (Kasuyama 2012).

La poli P comunica con le cellule epiteliali allo strato cutaneo dove fibroblasti— responsabili della cellula rinnovamento-sono prodotti. Gli scienziati ritengono questa produzione di aumenti di interazione delle cellule epiteliali, che sorgono per sostituire le cellule vecchie. Inoltre, la poli P è creduta di aumentare la produzione di collagene.

La produzione d'amplificazione sia di collagene che delle cellule cutanee migliora il volume ed il tono della pelle, rendenti a poli P un composto di chiave in tutto il prodotto moderno dello skincare.

Gli studi hanno confermato l'efficacia delle formulazioni attuali che contengono i bioactives multipli, quale una combinazione di fattori di crescita della cellula staminale, di peptidi e di formulazioni basate antiossidanti per combattere il danno ed invecchiare della pelle.

In una prova di 3 mesi, 37 femmine con delicato ai segni severi del photodamage sono state curate con un siero facciale che contiene i fattori di crescita naturali della cellula staminale, peptidi ed antiossidanti, applicati due volte al giorno. Fin dal mese uno le riduzioni visive significative di grinze e dei miglioramenti nella struttura e nello splendore della pelle sono state notate; il progresso ha continuato nei mesi due e tre (Atkin 2010).

Terapie attuali naturali e complementari

dovuto la domanda aumentante degli ingredienti naturali nei prodotti di cura di pelle attuali, antiossidanti sempre più stanno utilizzandi nello skincare antinvecchiamento. Mirando ai simili meccanismi cellulari come approcci nutrizionali, gli antiossidanti attuali sono efficaci nella sorveglianza dei radicali liberi fuori danneggianti e nella riduzione dell'infiammazione all'interno degli strati epidermici.

Fra i tocoferoli dell'acido più comunemente usato e più ascorbico (Colleen Fitzpatrick, ) (vitamina E,) alfa acido lipoico ed il coenzima Q10. Risultare naturale emergente degli antiossidanti efficace include la curcumina asiatica di resveratroli di EGCG( da tè verde,), di proantocianidinedi Centella (cola di Gotu,)(seme d'uva, ), il melograno, la silimarina/silibinin (cardo selvatico di latte,) coffeeberry, la melatoninaed agli gli ingredienti basati a marina (Graf 2010; Kerscher 2011; Kohen 2009).

Una volta applicati attuale, gli antiossidanti sono stati indicati per fornire antinfiammatorio potente, photoprotective e la pelle antinvecchiamento si avvantaggia (Camouse 2009; Graf 2010; Haftek 2008; Kerscher 2011; Kohen 2009; Oresajo 2008, 2010; Puizina-Ivic 2010; Yuan 2011).

In una prova, due antiossidanti differenti sono stati usati per stimolare la produzione del collagene e migliorare cronicamente il sole ha danneggiato la pelle. Oltre 6 mesi, una crema 5% consistente Colleen Fitzpatrick e 0,1% madecassoside (Centella asiatica) si sono applicati giornalmente a 20 femmine con pelle photodamaged. Alla conclusione della prova, un miglioramento significativo in grinze, la fermezza, la rugosità e l'idratazione della pelle sono stati osservati (Haftek 2008).

In un'altra prova, i ricercatori hanno valutato gli effetti di una crema ricca antiossidante sul fronte di invecchiamento dentro oltre 30 donne (un'età media di 54 anni). Per 12 settimane, le donne sono state curate con una crema acida lipoica dell'alfa di 5% (ALA) (due volte al giorno) o la crema del placebo. Oltre ai miglioramenti visibili della pelle, i ricercatori hanno usato la profilometria del laser per misurare le variabili della pelle e trovare là era una riduzione media 50% della rugosità della pelle nella pelle Ala-trattata sopra la pelle placebo-trattata. Reseachers ha concluso l'ALA che la crema antiossidante era efficace nel miglioramento delle caratteristiche cliniche di invecchiamento e di pelle foto-nociva (Beitner 2003).

Un altro ingrediente usato per le sue proprietà antinvecchiamento della pelle potente è acido ialuronico, una molecola del tipo di zucchero trovata nei tessuti in tutto il corpo. Originalmente riconosciuto per i suoi effetti antiossidanti e proprietà curative arrotolate (Trabucchi, 2002), l'acido ialuronico è utilizzato nelle formulazioni attuali e nei riempitori cutanei non permanenti per combattere l'invecchiamento della pelle (Smith, 2008). All'interno di pelle l'acido ialuronico è una componente importante del fondamento strutturale nel derma. La sua funzione primaria è di attirare e legare per innaffiare per idratare e dare a cellule epiteliali il volume, mentre visivamente liscia l'aspetto di pelle (Smith, 2008; Tuttle, 2007).

AMS di Botanimoist®

Cheratina dei prodotti di Keratinocytes, il materiale che comprende le proteine fibrose responsabili del rafforzamento delle membrane della pelle. Così la perdita di idratazione nei keratinocytes causa un indebolimento delle cellule epiteliali, con conseguente incurvatura, corrugante l'effetto. Inoltre, uno svuotamento di umidità cellulare induce le linee ad essere più visibili.

Capacità d'idratazione provata scienziati di un estratto secco di frutta della mela, chiamato AMS di Botanimoist® (saccaride d'idratazione della mela) in uno studio umano controllato con placebo. Una singola applicazione topica di questo estratto ha provocato un aumento 88,9% in pelle idratazione-dopo appena 30 minuti! (Botanigenics).

Anche dopo 6 ore, l'idratazione della pelle dei partecipanti ha trattato con l'AMS di Botanimoist® è rimanere 30,6% higher che il livello di idratazione di pelle non trattata.

Resveratroli Pichia-fermentati

La pelle soffre spesso da idratazione insufficiente, dallo sforzo ossidativo, o dal volume d'affari lento del collagene. Causa di questi fattori ha indebolito la struttura ed il risultato cellulari in grinze. Inoltre, l'infiammazione della pelle promuove invecchiare.

Il resveratrolo lungamente è stato conosciuto come un antiossidante ed antinfiammatorio come pure un mimetico di alcuni dei benefici della restrizione di caloria. Sembra lavorare parzialmente attivando il gene del sirtuin 1 e migliorando il funzionamento dei mitocondri, fabbriche di energia cellulare (Lagouge 2006).

L'applicazione dei resveratroli alla pelle è collegata ad antinvecchiamento e effects.9And antinfiammatorio quando uno studio ha indicato che l'applicazione topica dei resveratroli ha impedito il cancro di pelle in topi trattati con un agente cancerogeno, questo ulteriore ha suggerito un ruolo per i resveratroli come agente attuale dello skincare (Jang 1997).

Modi allora esaminatori degli scienziati utilizzare i resveratroli per generare un effetto più diretto e più potente sull'aspetto della pelle. Hanno sviluppato un resveratrolo speciale, che è fermentato dal lievito di pichia pastoris e provato sulla pelle degli esseri umani (Metabiotics 2009).

In una prova alla cieca, controllata con placebo, uno studio di 22 persone, partecipanti ha applicato due volte al giorno i resveratroli di pichia ad un lato dei loro fronti. L'idratazione della pelle è stata misurata da una tecnica speciale conosciuta come lettura corneometric e le foto ad alta definizione sono state prese.

I lati resveratrolo-trattati dei fronti dei volontari hanno mostrato ad un 36% il maggior grado di idratazione sopra i lati di controllo. Le grinze sono state sollevate drammaticamentee le linee di espressione notevolmente sono state lisciate. Questi effetti sono stati osservati dopo gli appena 28 giorni! (Metabiotics 2009)