Che cosa è caldo

immagine

Gennaio 2000

Che cosa è archivio caldo


31 gennaio 2000

Lo Psyllium abbassa il colesterolo

Lo Psyllium ed altre fibre solubili sono stati trovati per abbassare il totale ed il colesterolo di LDL una volta usati insieme con le diete a basso contenuto di grassi, facenti diminuire il rischio di coronaropatia.

I ricercatori all'università di Kentucky, Lexington hanno analizzato otto studi dietetici differenti per quantificare la capacità della fibra solubile di abbassare i livelli di colesterolo e la sua sicurezza. Gli studi hanno fatto partecipare più di 600 partecipanti. Gli oggetti hanno mangiato una dieta a bassa percentuale di grassi per le prime otto settimane, quindi 384 oggetti hanno ricevuto il quotidiano 10,2 dello psyllium di g e gli altri 272 oggetti hanno ricevuto un placebo della cellulosa. Quelli che prendono lo psyllium hanno fatto diminuire il loro colesterolo totale da quattro per cento ed il colesterolo di LDL da sette per cento. I partecipanti hanno tollerato bene lo psyllium.

Il Dott. J.W. Anderson dell'autore principale uguaglia ciascuno calo delle percentuali nei livelli di colesterolo ai due - tre per cento di diminuzione nel rischio di attacco di cuore e proietta la gente che prende lo psyllium potrebbe ridurre regolarmente il loro rischio di attacco di cuore da circa 20 per cento. Le fibre solubili, quale lo psyllium, diminuiscono colesterolo-contenendo l'assorbimento dell'acido biliare ed abbassano la produzione del fegato di colesterolo. Anderson considera lo psyllium uno di fibre d'abbassamento più efficaci disponibile, ad esempio è più potente della crusca d'avena, della gomma guar o della pectina. I ricercatori ritengono il supplemento sicuro per la gente con delicato di moderare l'ipercolesterolemia una volta usati insieme con una dieta a bassa percentuale di grassi. I risultati sono stati riferiti nel giornale americano nutrizione clinica dell'edizione del febbraio 2000.

La ricerca precedente di Anderson, riferita nel giornale l'ottobre scorso, psyllium trovato ha abbassato i livelli del glucosio e del colesterolo in diabetici. Gli scienziati a Singapore hanno trovato l'anno scorso il successo d'abbassamento secondario facendo uso di un prodotto che contiene la gomma guar e lo psyllium. Gli oggetti hanno fatto diminuire il loro colesterolo totale da 3,24 per cento ed il colesterolo di LDL da 5,45 per cento, durante il piccolo, test clinico di tre mesi. I livelli di colesterolo di LDL sono migliorato con conformità, cadente a più di sette per cento negli oggetti che hanno consumato almeno la metà del trattamento.

31 gennaio 2000

Pazienti di carcinoma della prostata degli aiuti di vitamina D

Il carcinoma della prostata, una delle malignità più comuni che contagiano gli uomini americani, si riproduce per metastasi spesso all'osso, causante il dolore severo. I ricercatori hanno trovato che supplementi di vitamina D potrebbe alleviare il dolore, mentre migliorava la forza muscolare e la qualità della vita. I ricercatori al centro medico dell'amministrazione di veterani, all'università di centro medico di Kansas ed all'università di città di Missouri-Kansas hanno trovato che un numero significativo dei pazienti con carcinoma della prostata metastatico sviluppa la carenza di vitamina D. Gli scienziati speculano che la carenza può essere causata in parte tramite la meno esposizione al sole, alla dieta ed alla capacità in diminuzione degli adulti più anziani di sintetizzare la vitamina.

Sedici pazienti con carcinoma della prostata metastatico che aveva ricevuto la terapia ormonale ed ha avuto almeno una speranza di vita di sei mesi hanno ricevuto un placebo per quattro settimane. Gli uomini, le età 47 - 83 anni, successivamente sono stati dati 2.000 unità di un quotidiano liquido disponibile nel commercio del calcio di supplemento e di mg 500 di vitamina D per 12 settimane. All'inizio dello studio e di ogni quattro settimane, i ricercatori hanno misurato i livelli di vitamina D e del calcio, la forza muscolare valutata avendo i pazienti si alza da una sedia e da una passeggiata e dai pazienti interrogati circa il dolore che stavano avvertendo. Quattro pazienti, o 25 per cento, hanno avuti meno dolore e 6 pazienti, o 27 per cento, forza muscolare guadagnata dopo la presa dei supplementi. I pazienti non hanno fatto diminuire l'assunzione narcotica.

Il corpo richiede la vitamina D di tenere le ossa sane e forti. Le carenze in adulti più anziani possono causare il dolore muscolare e la debolezza. La ricerca precedente ha dimostrato che la vitamina D inibisce le linee cellulari del carcinoma della prostata in provette. I ricercatori hanno concluso che la vitamina D può essere un'aggiunta utile per dolore in carico e migliorando la forza muscolare e la qualità della vita ma che la più ricerca era necessaria determinare una dose ottimale.

31 gennaio 2000

I geni di lunga vita in alcuno possono accelerare la morte per altre

I ricercatori che lavorano con le mosche della frutta hanno trovato le mutazioni genetiche che estendono le durate della vita e la speranza delle creature individuare i simili geni d'estensione in esseri umani. Tuttavia, un nuovo studio indicato avendo il gene non era abbastanza, dintorni ed il sesso ha importato. I ricercatori del nord di Carolina State University, facendo uso delle tecniche di tracciato genetiche, hanno trovato le 17 variazioni genetiche che hanno permesso ad alcune delle mosche laboratorio-cresciute di vivere più lungamente, secondo il loro genere ed ambiente. Hanno registrato le durate della vita delle mosche allevate sulle diete differenti ed al livello ed alle basse temperature. Inoltre hanno valutato come l'esposizione allo sforzo di inedia e del colpo di calore ha influenzato la longevità.

Dieci delle mutazioni hanno causato il qualche volano a più lungo in tensione e ad altri per morire più presto. I ricercatori hanno usato come esempio l'una variazione del gene che le vite delle femmine estese se le mosche sopravvivessero ad un periodo caldo presto nella vita, ma hanno causato le morti più iniziali se le mosche vivessero ad una temperatura ambiente costante. Il maschio vola con la stessa variazione genetica, esposta allo stesso ambiente, non ha avvertito cambiamento nella longevità. “Molti studi di associazione sono stati fatti per i geni del candidato che colpiscono i caratteri come alcolismo e morbo di Alzheimer,„ ha detto il ricercatore Trudy Mackay. “I ricercatori differenti ottengono le risposte differenti. Si potrebbe domandarsi se l'ambiente rappresenta alcune di queste disparità.

Uno studio differente all'università di Minnesota a St Paul ha trovato che differenze di genere o ambientali hanno avuti scarso effetto sulle variazioni genetiche longevità-collegate. Ma uno studio italiano ha trovato una variazione genetica che fa gli uomini ma non le donne più lungo in tensione. Mackay ha detto gli studi di altri animali, compreso gli esseri umani, indica che l'ambiente ed il genere alterano gli effetti dei geni. Raccomanda ulteriore ricerca, facendo uso degli sforzi differenti, per determinare se i risultati possono essere generalizzati.

29 gennaio 2000

Enzima implicato nell'asma

L'asma effettua circa 4% degli Americani, o nove milione di persone negli Stati Uniti. È caratterizzato da infiammazione acuta e cronica dei passaggi della via aerea e della loro risposta aumentata, con conseguente riduzione bronchiale. Ciò conduce agli attacchi spaventanti durante cui la vittima avverte la respirazione difficile accompagnata spesso dalla tosse e dall'ansare. Sebbene l'asma si presenti il più spesso in bambini ed in giovani adulti, più della metà sorpassi la malattia, comunque la malattia sta colpendo un numero aumentante di gente.

I ricercatori attualmente stanno esplorando come le cellule infiammatorie sono reclutate alle vie aeree. In un articolo che sarà publicato l'emissione del 1° febbraio 2001 dell'immunologia della natura del giornale, ricercatori dagli Stati Uniti e nel Giappone usi un modello della cavia della malattia per dimostrare che la fosfolipasi citosolica A2 (cPLA2) degli enzimi causa l'infiltrazione delle cellule infiammatorie (eosinofilo) all'area e la risposta aumentata delle vie respiratorie che seguono.

La ricerca precedente pubblicata nello stesso giornale come pure nella natura del giornale aveva implicato cPLA2 in altre sindromi del polmone. Mirando all'enzima, le droghe possono essere sviluppate che bloccano sia l'infiammazione che il hyperresponsiveness delle vie respiratorie che esistono nell'asma. Ciò offre la speranza a milioni di persone afflitti con questa malattia spesso per tutta la vita.

28 gennaio 2000

Crusca d'avena e l'altro rischio di carcinoma della prostata di diminuzione della fibra

I ricercatori canadesi hanno scoperto il livello di diete in fibra solubile, come quello fornito da crusca d'avena ed i legumi, possono contribuire ad evitare il carcinoma della prostata.

Durante il periodo di quattro mesi, quattordici uomini in buona salute con i livelli di lipidi elevati del sangue hanno mangiato una dieta alta in fibra solubile o insolubile che ammonta a 25 a 30 g di fibra dietetica per 1000 chilocalorie. La fibra insolubile è il tipo di fibra trovato in crusca di frumento e pani. Quelli che mangiano la fibra solubile hanno avuti livelli specifici dell'antigene della prostata più bassa (PSA), che quelli che mangiano le diete insolubili della fibra. L'antigene specifico della prostata, o i livelli di PSA è un indicatore del rischio di carcinoma della prostata.

Gli ormoni maschii stimolano la crescita delle cellule del tumore della prostata. Il corpo produce gli ormoni da colesterolo e li espelle tramite l'intestino. La fibra solubile aumenta la rimozione dell'ormone con digestione. Gli scienziati hanno ritenuto che l'escrezione aggiunta facesse diminuire la stimolazione della prostata ed abbassasse i livelli di PSA. Mentre più ormoni sono stati espelsi nelle feci degli uomini e nei livelli di PSA caduti, i livelli ematici non sono diminuito.

“La nostra ipotesi globale che la fibra solubile può avere un effetto sembra così essere corretta, sebbene non abbiamo un'indicazione esatta del meccanismo ancora,„ ha detto l'autore principale David Jenkins, un professore all'università di Toronto. “Sebbene resti vedere se nel corso di una vita questo fattore dietetico fa una differenza importante, questi risultati vanno d'accordo con il consiglio attuale per mangiare gli alimenti più di verdure e meno prodotti di origine animale nella prevenzione di carcinoma della prostata. È ulteriore rinforzando che cosa è stato consiglio generale circa fibra, ma forse dà un'altra ragione per la presa.„


28 gennaio 2000

Diffusione del carcinoma della prostata dei blocchetti del peptide

Un peptide sviluppato dagli scienziati all'università del Michigan ha fermato la diffusione di carcinoma della prostata in ratti ed ha limitato le dimensioni del tumore primarie. Il peptide ha fatto diminuire la metastasi del polmone anche quando il tumore della prostata si era sviluppato grande prima di rimozione chirurgica.

Lo scienziato Donna L. Livant, Ph.D., ha cambiato un aminoacido in una catena trovata in fibronectin, una proteina del sangue del peptide che si ramifica fuori quando il tessuto è danneggiato, cellule circostanti di stimolazione per migrare e riparare il danno. “Il Cancro è il prezzo che paghiamo la nostra capacità di guarire dalle ferite,„ Livant ha detto. “Quando il fibronectin intatto stimola le cellule tumorali invadere, possono raggiungere facilmente il sangue o il sistema linfatico e riprodurrsi per metastasi o spargersi ad altre parti del corpo.„

Il cancro inibito nuovo peptide si è sparso nelle culture delle linee cellulari del cancro del ratto e dell'essere umano. Durante la sperimentazione animale, i ratti sono stati iniettati con le cellule di carcinoma della prostata metastatiche. Alcuni hanno ricevuto il nuovo peptide tre volte una settimana, altri non hanno fatto. Dopo i sedici giorni, i tumori nei ratti non trattati erano 2.000 volte più grandi. La densità del vaso sanguigno era dieci volte maggior di nei ratti trattati. Ciò è significativa, perché i tumori hanno bisogno di un rifornimento di sangue costante di svilupparsi.

Quando i tumori della prostata sono stati rimossi chirurgicamente, i ratti hanno trattato con il nuovo peptide dopo chirurgia hanno sviluppato 99 per cento meno tumori visibili del polmone e 95 per cento meno micrometastases microscopici del polmone che quelli che hanno ricevuto soltanto la chirurgia. I ratti trattati non hanno mostrato segni degli effetti collaterali tossici dal peptide alterato.

“Sembra essere “un movimento di controllo biochimico delle cellule del tumore sul commutatore„, che può essere attivato dal modello difettoso del ricevitore dei ricevitori chiave sulle cellule tumorali. Il nostro scopo è di imparare come usare questo nuovo peptide per spegnere quel commutatore,„ ha detto Livant. L'uso del peptide potrebbe trasformarsi nella base per i nuovi trattamenti del cancro, se prova ugualmente efficace nella gente.

28 gennaio 2000

La dieta sana amplifica i sistemi immunitari delle donne più anziane

Le abitudini alimentari sane possono risparmiare le donne più anziane il rischio di diminuzione della funzione immune. I ricercatori a Penn State University hanno trovato i sistemi immunitari delle donne ben-nutrite dalle età 60 - 80 funzionati come pure quelli delle decadi delle donne più giovani.

I ricercatori hanno reclutato 75 donne più anziane, che non hanno avute problemi di salute infiammatori o affatto cronici o acuti e 35 più giovani donne fra 20 e 40 anni. Il gruppo ha escluso le donne da 41 a 59 anni per evitare l'interferenza con i cambiamenti ormonali durante la menopausa che può alterare la funzione immune. Hanno verificato nutrizionale, la proteina, il ferro, il vitamina b12 e lo stato folico.

“Sebbene gli studi precedenti, generalmente, abbiano indicato un declino relativo all'età generale nella funzione immune, il nostro studio suggerisce che, quando lo stato di salute e nutrizionale sono mantenuti, la capacità del corpo di difendersi contro i virus, i batteri o le cellule del tumore non possa necessariamente essere colpita con invecchiare di per sé,„ ha detto il Dott. Namanjeet Ahluwalia del capo di studio, assistente universitario di nutrizione a Penn State.

I ricercatori hanno detto che la ricerca supplementare è necessaria determinare come l'assunzione delle sostanze nutrienti specifiche corrisponde ad invecchiamento ed alla risposta immunitaria.

27 gennaio 2000

L'olio d'oliva può impedire il tumore del colon

L'olio d'oliva può offrire la protezione contro tumore del colon, secondo i ricercatori spagnoli che lavorano con i ratti. Gli animali che sono stati alimentati le diete ricche in oliva o olio di pesce hanno avvertito meno cancro che le loro controparti date l'olio di cartamo.

Gli scienziati hanno diviso più di 100 ratti in tre gruppi uguali, che hanno ricevuto un livello di dieta in olio di cartamo, olio di pesce o olio d'oliva. Poi la metà di ogni gruppo è stata data un agente cancerogeno. Sviluppo del tumore valutato ricercatori, prova dei precursori del cancro e del contenuto dell'acido grasso a 12 e 19 settimane. I ratti hanno alimentato l'olio d'oliva o l'olio di pesce ha avuto meno polipi ed altri cambiamenti precancerosi e meno tumori che i ratti dati l'olio di cartamo. Quelli sulle diete dell'olio di pesce o dell'oliva inoltre hanno avuti una quantità significativamente più bassa di prodotto chimico in questione nella produzione della prostaglandina infiammatoria E della sostanza, che è stata indicata per promuovere il cancro durante gli esperimenti precedenti.

I ricercatori hanno detto le componenti dell'olio d'oliva, quali squalene, i flavonoidi ed i polifenoli, offerta probabile la protezione del cancro. Hanno detto che è improbabile che l'ingrediente primario dell'olio d'oliva, acido oleico, atti da solo nella generazione dell'effetto preventivo, perché è trovato in alimenti che inoltre contengono gli oli ed i grassi conosciuti per promuovere il cancro. Gli oli vegetali del manzo, del pollame e contengono i più piccoli importi di acido oleico.

Uno studio tedesco riferito nella carcinogenesi del giornale nel dicembre 1999, ha trovato gli acidi grassi monoinsaturi quale acido oleico per essere protettivo. Quello studio inoltre ha determinato che il pesce petrolio-ha derivato gli acidi grassi omega-3 è sembrato impedire la proliferazione di cellula tumorale. La ricerca più iniziale ha indicato che il grasso dietetico promuove il cancro, ma che dipende dal tipo e dalla quantità di grasso.

27 gennaio 2000

Progestine combinate con il rischio di cancro al seno di aumento dell'estrogeno

In un grande (studio di 46.355 oggetti) pubblicato nel giornale di American Medical Association, la sostituzione dell'estrogeno con la somministrazione concomitante delle progestine è stata trovata per aumentare il rischio di cancro al seno.

Precedentemente, quando 90% dei dati del mondo riguardo alla sostituzione ed al cancro al seno dell'ormone è stato analizzato, è stato determinato che il rischio di cancro al seno è aumentato con uso più lungo e recente della terapia ormonale sostitutiva. Questi risultati erano più prevalenti in donne magre e con coloro che aveva avanzato meno clinicamente i tumori. Non era risoluto che influenza ha migliorato i sistemi diagnostici ha avuta su questi risultati.

Nello studio di approfondimento corrente, i dati da ventinove centri americani della selezione sono stati analizzati fra gli anni di 1980 - 1995. Complessivamente 46.355 donne postmenopausali sono state studiate, con un'età media di cinquantotto. I dati sono stati ottenuti dalle risposte ai questionari.

Molte donne prendono le progestine con estrogeno per ridurre il rischio di cancro uterino connesso con la sostituzione dell'estrogeno. Le donne hanno studiato chi ha preso l'estrogeno da solo ha sperimentato un 20% più alta incidenza di cancro al seno. Tuttavia, le donne che prendono l'estrogeno con la progestina hanno avvertito un più alto tasso di 40%. Questi tassi erano simili per le donne che hanno ricevuto i mammogrammi annuali e per coloro che non ha fatto, ma erano invalidi per le donne di peso eccessivo. Secondo gli autori di studio, con ogni anno di terapia ormonale sostitutiva, il rischio di cancro al seno aumenta: 8% per quelli facendo uso di una combinazione della estrogeno-progestina e 1% per quelle facendo uso di estrogeno soltanto.

Per quanto riguarda questi risultati, lo scrittore editoriale Walter Willett di JAMA ha rilevato che, `` sebbene l'uso in post-menopausa dell'ormone avesse benefici importanti, lo studio… evidenzia i rischi potenziali e le incertezze che accompagnano tale uso.„

“La credenza comunemente tenuta che l'invecchiamento richiede ordinariamente la gestione farmacologica purtroppo ha condotto a negligenza della dieta e dello stile di vita come i mezzi primari per raggiungere l'invecchiamento sano.„

27 gennaio 2000

La terapia genica può impedire l'intervento di bypass di ripetizione

Fino alla metà di tutti gli interventi di bypass venga a mancare in dieci anni dovuto il reblockage dei vasi sanguigni. Una nuova terapia genica mostra la promessa mentre un trattamento per tenere le arterie si apre. I ricercatori a Bristol Heart Institute dell'Inghilterra hanno trovato la procedura di terapia genica lavorata a due livelli differenti: ha ostacolato la produzione di una molecola che promuove la crescita eccessiva delle cellule nelle pareti interne di nuova nave ed ha eliminato quelle cellule che si sono formate. Le nuove navi sono a reblockage incline dallo sviluppo postoperatorio del grumo e la sovrapproduzione delle cellule all'interno delle pareti della nuova nave. Più di 600.000 interventi di bypass sono eseguiti annualmente negli Stati Uniti, con venti per cento che sono procedure di ripetizione dovuto i nuovi bloccaggi. “Se potessimo trovare un modo bloccare quello strato anormale dalla crescita, potrebbe rendere agli innesti ultimo più lungo e ritarda o persino evita i secondi interventi di bypass,„ ha detto l'autore principale Sarah J. George, Ph.D.

Mirando alle proteinasi metalliche della matrice (MMPs) che incoraggiano la crescita delle cellule in un processo simile alla formazione di tessuto della cicatrice, il rilascio aumentato ricercatori di una molecola ha chiamato l'inibitore del tessuto della proteinasi metallica (TIMP-3) dalle vene umane prima della coltura. In due settimane, la molecola TIMP-3 ha fatto diminuire la crescita anormale delle cellule da 84 per cento e non si è sparsa al tessuto circostante. I ricercatori hanno detto che il loro studio è il primo tessuto umano usando per dimostrare che la produzione aumentata di un TIMP-3 può fare diminuire la nave indesiderabile che si ispessisce. Facendo uso di simile metodo sui maiali in tensione, i ricercatori hanno trovato che nei 28 giorni dopo l'amministrazione della molecola, aveva ridotto la proliferazione delle cellule negli innesti di esclusione da 58 per cento. “Questo studio mostra il potenziale di questo tipo di terapia genica per il reblockage delle navi dopo intervento di bypass,„ George ha detto.

26 gennaio 2000

Numero del picco cardiaco di morti ai lunedì

Lunedì possono comportare un elevato rischio per le morti della coronaropatia, che possono essere associate con l'alcool bevente.

I membri del servizio nazionale sanitario della Scozia hanno corrisposto il numero di persone che muore ogni giorno della settimana dal 1986 al 1995 ed hanno paragonato i numeri dalla coronaropatia alle morti da altre cause. Sulla base delle morti della coronaropatia che fanno partecipare 91.193 uomini e 79.051 donna, i ricercatori hanno trovato un picco ai lunedì, 3,1 per cento sopra la media quotidiana, per gli uomini e le donne che sono morto fuori dell'ospedale e non avevano avuti ricoveri ospedalieri precedenti per la circostanza. Le morti da altre cause sono aumentato il giovedì e venerdì ed hanno alzato il sabato, a 1,1 per cento sopra la media quotidiana.

I pazienti con i ricoveri ospedalieri precedenti per la coronaropatia non hanno avuti un tasso aumentato di morte fuori dell'ospedale, attribuibile al loro regime medico corrente o alla loro capacità di riconoscere i sintomi cardiaci ed immediatamente cercare l'assistenza medica. Le annotazioni hanno indicato che un aumento nei ricoveri ospedalieri per abuso di alcool nondependent era gli più alti venerdì a domenica. Gli autori hanno detto che la punta di lunedì nelle morti può essere parzialmente dovuto la gente che beve più durante il fine settimana, che le garanzie avanzano lo studio. Tuttavia, riconoscono che altri fattori, quale lo sforzo relativo al lavoro, possono contribuire.

Gli studi precedenti hanno trovato la malattia cardiovascolare e la morte connesse con bere di baldoria e ritiro dell'alcool. Uno studio russo recente ha trovato le più alte morti cardiovascolari il fine settimana e lunedì, collegati ai modelli baldoria-beventi. Altro studia la determinazione se un rischio aumentato esiste i giorni differenti della settimana ha fornito i risultati misti.

26 gennaio 2000

Abbassamento della diffusione di rame del cancro dei blocchetti di livelli

Sapendo che le cellule tumorali richiedono il rame per creare i nuovi vasi sanguigni, i ricercatori hanno abbassato i livelli di rame in un piccolo gruppo di pazienti del avanzato-Cancro, fermante la maggior parte della progressione del tumore. I ricercatori all'università del Michigan hanno trovato che potrebbero fermare la crescita dei tumori e la diffusione di cancro ai nuovi siti privando il corpo del rame. Medici hanno tenuto i livelli di rame di sei pazienti con cancro avanzato ad un quinto di normale per i più di 90 giorni. In quattro - sei settimane, i pazienti che prendono il tetrathiomolybdate d'abbassamento della droga (TM) hanno abbassato i loro Livelli di rame 20 per cento. I pazienti hanno tollerato la droga ed hanno fatto diminuire i livelli di rame senza gli effetti collaterali. Cinque dei sei partecipanti non hanno mostrato la crescita dei tumori attuali e non hanno sviluppato alcuni nuovi tumori. Uno dei tumori nel sesto paziente ha progredito, ma gli altri non hanno fatto. Dodici pazienti nel gruppo di studio originale non potrebbero raggiungere o tenere i più bassi livelli di rame dovuto la progressione del cancro.

L'abbassamento dei livelli di rame con una droga economica ha potuto bloccare la capacità di un tumore di formare i nuovi vasi sanguigni, un processo chiamato angiogenesi. Altri inibitori di angiogenesi ora allo studio sono limitati a combattere soltanto una forma di cancro. Lo scienziato ha cominciato lo studio per determinare se il TM, usato normalmente per trattare una malattia genetica rara, potesse efficacemente abbassare i livelli di rame in malati di cancro. “Che cosa hanno cominciato come un'impressione scientifica ora sembra avere potenziale come strategia generale semplice ma efficace di antiangiogenesis,„ ha detto il Dott. George J. Brewer. “Stiamo procedendo ad un test clinico puntato su accelerando dalla la riduzione di rame indotta da TM e valutando il suo effetto sul cancro della avanzato-fase. Alla fine di quest'anno, speriamo di verificare questo approccio in 100 pazienti con cinque tipi di meno cancri avanzati.„

I ricercatori ritengono che più presto il trattamento del TM comincerà, migliori i risultati siano.

24 gennaio 2000

Nuova promessa di offerte di ricerca sul cancro nell'impedire metastasi

Per la prima volta i ricercatori hanno documentato i passi iniziali presi dalle cellule tumorali per organizzare nei tumori. I risultati sostengono le teorie correnti facendo uso degli inibitori di angiogenesi per combattere la malattia. La ricerca inoltre è la prima per indicare che gli inibitori potrebbero anche impedire la sopravvivenza della cellula tumorale.

Lavorando con i roditori, Duke University che i ricercatori hanno trovato che le cellule tumorali che si riproducono per metastasi, o formanti i tumori ai siti distanti, comunicano con i vasi sanguigni attuali, migrano verso loro e, in presenza appena dei centinaia di cellule tumorali, creano i nuovi vasi sanguigni. Gli scienziati precedentemente hanno ritenuto che milioni di cellule tumorali esistessero prima che un nuovo rifornimento di sangue fosse generato.

Modificando le cellule tumorali per incitarle ad emettere luce, gli scienziati potevano guardare il loro comportamento. Dopo l'iniezione delle cellule tumorali nei roditori, i ricercatori hanno visto tre o quattro cellule tumorali sopravviventi raggiungere fuori verso i vasi sanguigni attuali nei giorni primissimi. Di giorno otto, le cellule tumorali hanno numerato 100 - 300 ed hanno avuti vasi sanguigni nuovi completamente di funzionamento. Quando gli scienziati hanno iniettato un inibitore di angiogenesi contemporaneamente alle cellule tumorali, tutte le cellule sono morto senza comunicare con i rifornimenti di sangue attuali. Quando l'inibitore è stato trattenuto, alcune cellule sempre hanno sopravvissuto e cominciato fare ad un tumore.

“Che cosa abbiamo visto nel nostro studio era un'attrazione reciproca fra il tumore crescente ed i vasi sanguigni vicini,„ ha detto il ricercatore principale Mark Dewhirst. “Ora dobbiamo identificare che cosa gli attrattivi sono e quello potrebbe darci i nuovi obiettivi per le terapie.„

Il gruppo ha usato una versione accorciata e inattivata del ricevitore della proteina per il fattore di crescita endoteliale vascolare. La via esatta le prese dell'inibitore è ancora allo studio, ma gli scienziati hanno detto il blocco dei risultati “colpenti„ forniti via intera, fermanti le cellule tumorali dal mettere radici. I test clinici facendo uso degli inibitori di angiogenesi sono in corso determinare la loro capacità di contrastare le ricorrenze.

24 gennaio 2000

La nuova procedura allevia l'angina

Medici in Chicago stanno studiando l'uso e la sicurezza di nuova procedura del cuore nella speranza che allevierà l'angina dei pazienti, o nel dolore toracico, stimolando il flusso sanguigno. Più di sette milione Americani soffrono da dolore toracico dovuto la coronaropatia. Annualmente, circa 80.000 Americani che non sono candidati per gli interventi tradizionali, quali intervento di bypass o angioplastica, sviluppano le condizioni del cuore.

Attività -Presbiteriano-st. I medici del centro medico di Luke hanno cominciato a realizzare l'incanalatura del miocardio percutanea (PMC) su un numero limitato dei pazienti. La tecnica di cateterizzazione del cuore comincia tanto come angioplastica, con un catetere inserito nell'arteria femorale che è infilata al cuore. Ma durante la nuova procedura, medici utilizzano una lama chirurgica girante per creare 15 - 20 canali nelle pareti interne del cuore. Credono che i canali stimolino la crescita di nuovi vasi sanguigni, che porteranno l'ossigeno e le sostanze nutrienti necessari al muscolo del cuore. Il dispositivo inoltre permette che medici rimuovano un campione del tessuto del cuore per ulteriore studio. PMC è fatto sotto anestesia locale e richiede circa 90 minuti per completare. I pazienti vanno generalmente a casa il giorno successivo.

“Se riuscita, l'incanalatura del miocardio aggiungerà al nostro repertorio delle terapie che possiamo offrire i pazienti che stanno soffrendo dal dolore toracico severo,„ ha detto il Dott. Gary L. Schaer, direttore del laboratorio cardiaco di cateterizzazione all'istituto del cuore di attività.

24 gennaio 2000

Una vecchia procedura coronaria offre la nuova speranza per i pazienti più anziani

Sviluppato negli anni 50 ma nella caduta in disgrazia poichè i trattamenti più nuovi si sono trasformati in in endoarterectomia disponibile e coronaria ha riemerso per aiutare i pazienti con la malattia coronarica avanzata che sono ineleggibili per intervento di bypass.

Durante la chirurgia di endoarterectomia, medici aprono il petto, incidono l'arteria ed eliminano il bloccaggio. A differenza di intervento di bypass, non sostituiscono le navi malate. Spesso dopo che un'esclusione, nuove arterie può essere ostruita e pazienti sviluppi l'angina dolorosa. Ma dovuto lo stato sfavorevole delle navi, medici non possa realizzare gli innesti supplementari. Mentre valutavano una nuova tecnica ha chiamato il revascularization transmyocardial del laser (TMR), i medici si sono domandati se alcuni pazienti potessero trarre giovamento dall'endoarterectomia coronaria. “La nostra preoccupazione era quella gente da cui potrebbe trarre giovamento [endoarterectomia coronaria] potrebbe finire ottenendo le più nuove procedure di cui i benefici ancora non sono stati determinati,„ ha detto il Dott. Thoralf M. Sundt III, un professore associato di ambulatorio cardiotoracico a Washington University a St. Louis.

I ricercatori hanno studiato i risultati di 177 pazienti, le età 39 - 83 anni, che hanno subito questa procedura fra 1986 e 1997. Le informazioni sono state ottenute tre mesi - 11,5 anni dopo la procedura, dal telefono e dai questionari scritti. Undici pazienti sono morto di un attacco di cuore entro un mese dell'endoarterectomia coronaria. I partecipanti hanno fatti un tasso operativo della moralità rispetto di sei per cento, a 4,5 per cento per i pazienti di esclusione. Il tasso di sopravvivenza quinquennale dei pazienti coronari di endoarterectomia era 75 - 76 per cento, secondo cui l'arteria la procedura è stata eseguita e più di 70 per cento non hanno avuti dolore toracico.

“Questo la complicazione ed i tassi di sopravvivenza erano abbastanza soddisfacenti,„ Sundt ha detto. “Così abbiamo concluso che l'endoarterectomia coronaria può essere eseguita con un rischio accettabile e che dovrebbe applicarsi in un modo selettivo ai pazienti di cui le navi non sono altrimenti graftable. Quindi dovrebbe essere considerato come un'alternativa o supplemento all'uso delle tecnologie novelle.„

18 gennaio 2000

L'uso a lungo termine dell'alcool può la capacità del corpo di blocco di rispondere allo sforzo

L'alcool bevente su un lungo periodo di tempo può “smussare„ la capacità di una persona di rispondere allo sforzo, secondo i ricercatori al Rutgers University. Gli scienziati definiscono lo sforzo come più di una sensibilità della pressione o della tensione. Se rispondendo ad una minaccia reale o percepita, il corpo risponde con una serie di punti fisiologici per portare il corpo di nuovo ad uno stato di equilibrio biochimico e fisiologico. L'ipotalamo secerne la corticotropina-liberazione del fattore, considerato “l'ormone di sforzo centrale,„ che richiama il rilascio di adrenocorticotropin e dei corticosteroidi, prodotti chimici che riorientano le sostanze nutrienti alle parti del corpo che stanno affrontando la minaccia, preparante il corpo per “la lotta o il volo.„ Lo sforzo cronico tiene il corpo in questo stato dell'allarme intensificato e sopprime la funzione di sistema immunitario.

Lavorando con i ratti, gli scienziati hanno trovato che l'esposizione all'alcool ha causato un calo nella risposta ormonale e di un neurone di sforzo. I ratti hanno esposto ai vapori dell'alcool che hanno simulato bere a lungo termine dagli esseri umani hanno avuti più bassi livelli dei corticosteroidi e del adrenocorticotropin, mentre livelli normali mantenuti non esposti dei ratti.

“La gente che abusa l'alcool ha tutti i tipi di problemi correlati con la salute,„ ha detto l'autore principale Catherine Rivier. “Che cosa abbiamo mostrato qui è che, in un modello animale, il corpo perde la parte della sua capacità di rispondere ai fattori di sforzo supplementari. Gli alcoolizzati possono quindi diventato incapaci di attivare giustamente il loro asse di sforzo quando sono affrontati ad una sfida e quella può essere offensiva. In questo studio, abbiamo provato a capire perché questo asse è smussato, perché la sua attività è diminuita.„

18 gennaio 2000

Nuovi grumi della gonna dei vasi sanguigni nelle arterie della gamba

Le arterie nelle gambe dei pazienti con lo stretto intermittente di claudication, impedicenti flusso sanguigno che priva le gambe di ossigeno e causa il dolore. Sebbene medici a volte possano aprire il bloccaggio con intervento di bypass o angioplastica, un nuovo trattamento medico può portare a pazienti il sollievo.

I ricercatori a Duke University Medical Center ed all'università del Michigan stanno verificando un nuovo fattore di crescita di angiogenesi, chiamato fattore di crescita di base recombinante del fibroblasto, che prevedono creeranno i nuovi vasi sanguigni o migliorano la funzione di piccole navi che collaterali il corpo già ha prodotto per assicurare le aree ha privato delle sostanze nutrienti dal bloccaggio. Le simili droghe sono state trovate, durante i test clinici, per aiutare i pazienti con le arterie coronarie ostruite. I ricercatori dicono che le nuove arterie crescenti nelle gambe possono essere ancora più facili, perché la circolazione nelle gambe è meno complicata che quella nel cuore. “Potenzialmente, questa droga d'investigazione può aumentare il flusso sanguigno alle gambe, che aumenterebbero la capacità di esercizio e migliorerebbero la qualità della vita dei pazienti,„ ha detto il Dott. Brian Annex del cardiologo di duca. Il fattore di crescita ha promosso lo sviluppo delle cellule del vaso sanguigno in una provetta, ma come funzionerà nel corpo umano resta determinare.

“L'agente potrebbe andare al muscolo che è affamato affinchè l'ossigeno contribuisse a produrre le nuove navi intorno al bloccaggio o potrebbe fare le navi collaterali che già esistono meglio lavoro.„ L'annesso ha detto.

Per scoprire, i ricercatori inietteranno due volte la droga, diverso un mese, nell'arteria femorale, vicino all'osso iliaco, di 180 pazienti a caso selezionati di cui il termine ugualmente è avanzato per i trattamenti tradizionali. Gli scienziati valuteranno la capacità degli oggetti di camminare e l'esercizio e la loro qualità della vita durante i seguenti sei mesi.

18 gennaio 2000

La nuova forma di tumore del colon può richiedere il trattamento differente

Non tutti i cancri colorettali sono simili. I ricercatori hanno scoperto un secondo, forma meno micidiale del cancro, che può permettere che alcuni malati di cancro colorettali rinuncino alla chemioterapia.

Gli scienziati a Samuel Lunenfeld Research Institute dell'ospedale di monte Sinai e dell'università di Toronto hanno valutato le informazioni ed i campioni del tumore da un minorenne colorettale 50 di più di 600 malati di cancro, trattato fra 1989 e 1993 in Ontario, il Canada.

La ricerca ha trovato che le cellule tumorali in 17 per cento dei pazienti hanno avute un'anomalia genetica chiamata instabilità del microsatellite (MSI). I cancri di questi pazienti erano meno probabili spargersi ai loro linfonodi ed i pazienti di MSI hanno avvertito un tasso di sopravvivenza quinquennale di 76 per cento. Gli altri 83 per cento hanno avuti mutazioni genetiche che causano un'instabilità cromosomica (CSI). I pazienti di CSI hanno avuti un tasso di sopravvivenza quinquennale di 54 per cento. Ciò è il primo studio per indicare che due vie genetiche differenti producono i tumori che guardano lo stessi ma si comportano molto diversamente. “Questi risultati possono infine condurre ai cambiamenti in gestione clinica di cancro colorettale,„ ha detto il Dott. Steven Gallinger del ricercatore. “Questo ha potuto permettere che noi tratteniamo la chemioterapia in questi pazienti.„

Ora tutti i malati di cancro colorettali ricevono il simile trattamento. I ricercatori raccomandano di continuare quella pratica. “Non vogliamo la gente smettere di prendere la chemioterapia domani basata su questa,„ il Dott. Gallinger ha detto. “Ma dovremmo avere risposte più definitive per quanto riguarda il trattamento in una coppia di anni.„

La ricerca è comparso in New England Journal di medicina. Un editoriale relativo dal Dott. Kenneth Offit, del centro commemorativo del Cancro dello Sloan-Kettering di New York, ha precisato che la prova genetica già sta utilizzanda nella diagnosi e nella gestione di altri tipi di cancri, compreso le leucemie, i linfomi ed i tumori solidi. Offit prevede che la prova del DNA diventi più comune con cancro colorettale quando i risultati sono indicati per colpire la gestione medica della malattia.

12 gennaio 2000

Rischio più basso di Cancro di vitamina b12 e del folato

Mangiando tre volte l'assunzione quotidiana raccomandata di folato e del vitamina b12 può ridurre il rischio del cancro, secondo un nuovo studio australiano. Dopo la valutazione del danno del cromosoma in un gruppo di 1000 partecipanti, i ricercatori hanno trovato che quelli mangiare gli alimenti che contenente il folato e vitamina b12 ha avuto meno usura sul materiale genetico delle loro cellule. I risultati hanno mostrato i gradi ampiamente differenti di danno del DNA fra la gente di simile età. Gli scienziati attribuiscono la varianza alla dieta difficile, all'esposizione carcinogena o ai difetti genetici nella riparazione del DNA. Il rischio di cancro per la gente di cui il danno del DNA supera la media è due - tre volte che della gente con poco DNA danneggiano. “Il folato e B12 svolgono un ruolo molto importante nella sintesi del DNA e funzionano,„ ha detto il Dott. Michael Fenech, uno scienziato dell'autore principale con le scienze e la nutrizione di salute della CSIRO. “Credo fra cinque e 10 per cento della gente che mangia una dieta occidentale non prenda [dentro] abbastanza per ottimizzare la riparazione e la sintesi del DNA.„

Le carni della carne, del pollo, del pesce e di organo contengono le quantità elevate del vitamina b12. Il folato è prevalente in ortaggi verdi e freschi ed in interi grani. I ricercatori hanno trovato che dare i supplementi di folato e del vitamina b12 per dodici settimane agli oggetti con tantissimi difetti del DNA ha fatto diminuire il danno del cromosoma degli oggetti da 25 per cento. Nessun cambiamento è stato notato nella gente con i livelli inizialmente bassi di danno.

“Abbiamo trovato che la gente con danneggiamento medio di cui sopra del loro DNA può ridurre alcuno del danno amplificando la loro assunzione di queste vitamine,„ Fenech abbiamo detto. “Il messaggio è che è essenziale per prendere la cura del vostro DNA, poichè questo dovrebbe ottimizzare le vostre probabilità per la longevità ed il rischio di cancro riduttore.„

Gli studi supplementari sono in corso determinare i Livelli ideali uno della vitamina dovrebbero minimizzare il danno del DNA e studiare un collegamento fra danno del DNA ed altre età, dieta e malattie collegate allo stile di vita.

12 gennaio 2000

Scoperta di un combattente naturale del Cancro

Una nuova, proteina naturale potente ha fermato la crescita del tumore in topi bloccando la creazione e lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni. I ricercatori a Beth Israel Deaconess Medical Center, una filiale d'istruzione della facoltà di medicina di Harvard, hanno scoperto l'inibitore angiogenico, chiamato canstatin. La proteina ferma la produzione del vaso sanguigno causando la morte delle cellule nella divisione delle cellule trovate in nuove navi ma non in cellule nondividing in vasi sanguigni attuali.

Lavorando con i topi, gli scienziati hanno trovato i tumori del carcinoma della prostata soppressi canstatin efficacemente quanto il endostatin angiogenico dell'inibitore. Con cancro renale, il canstatin ha fermato la crescita del tumore o ha restretto il cancro a tanto come quarto della dimensione dei tumori nei topi placebo-trattati. “I tumori dipendono altamente dai nuovi vasi sanguigni per la loro crescita e il canstatin sembra fermare la divisione delle cellule endoteliali poichè cominciano a moltiplicarsi per formare i nuovi vasi sanguigni,„ ha detto il ricercatore Raghu Kalluri, un assistente universitario di medicina alla facoltà di medicina di Harvard. “Il tumore smette di crescere perché non ottiene alcun nuovo rifornimento o sostanze nutrienti di sangue.„

I ricercatori di Beth Israel hanno sviluppato una serie di proteine che fermano la formazione di nuovi vasi sanguigni. Canstatin, nominato affinchè la sua capacità combatti il cancro, è stato prodotto facendo uso delle molecole recombinanti di Escherichia coli e delle cellule embrionali dei reni. Il canstatin supplementare di manifestazione di studi sembra bloccare più di un punto nel nuovo processo di produzione del vaso sanguigno. Kalluri prevede che il canstatin provi relativamente facile produrre in quantità sufficiente per i test clinici umani. La ricerca facendo uso dei soggetti umani può cominciare in un anno o due, possibilmente insieme con altri trattamenti. “Non credo che tutto l'inibitore angiogenico sia usato come singolo agente per combattere il cancro,„ Kalluri dice. “Sono droghe potenzialmente potenti per la crescita di controllo del tumore, ma per controllo completo di cancro, gli inibitori angiogenici probabilmente dovranno essere usati congiuntamente alle terapie attuali, quali radiazione e la chemioterapia.„

12 gennaio 2000

Due bevande un il giorno possono essere ingestione di alcol ottimale

Mentre l'ingestione di alcol può ridurre il rischio di malattia cardiaca, aumenta le probabilità dell'affezione epatica e del cancro . I ricercatori a Brigham ed all'ospedale delle donne ed il centro medico di affari dei veterani a Boston hanno studiato l'importo che una persona può bere per trarre i vantaggi senza incorrere nel rischio di cancro aggiunto e determinato due bevande per essere un importo ottimale.

I ricercatori hanno fornito l'importo dopo lo studio della causa della morte per 3.216 uomini che partecipano ai 5,5 anni, studio della salute di 89.299 medici dell'uomo. Gli uomini che consumano una - 14 bevande un la settimana hanno ridotto il loro rischio di morte da 26 per cento, senza sollevare il loro rischio di cancro. Gli uomini che hanno bevuto più di due bevande alcoliche al giorno hanno aumentato il loro rischio per i cancri più rari, ma ancora hanno goduto dei benefici cardiovascolari. Gli studi precedenti hanno indicato che l'alcool bevente può contribuire all'affezione epatica, alla demenza ed ai colpi causati sanguinando.

I ricercatori avvertono quello raccomandazioni beventi devono dipendere dai diversi e stati di salute attuali. I pazienti dovrebbero discutere il consumo dell'alcool con il loro medico. Quelli con ipertensione o il diabete potrebbero avere bisogno di di bere di meno e chiunque con l'affezione epatica o chi è incline alcolismo dovrebbe astenersi.

12 gennaio 2000

L'ingestione di alcol recente non altera i risultati di attacco di cuore

L'ingestione di alcol prima di un attacco di cuore non altera il tasso di complicazione di un paziente o la severità di danno del cuore, secondo i nuovi studi.

I ricercatori dalla facoltà di medicina di Harvard e da altre università hanno esaminato le cartelle sanitarie a 64 centri medici ed hanno intervistato 2.161 paziente che hanno avuti un attacco di cuore fra il 1° agosto 1989 ed il 30 settembre 1996, ma non hanno ricevuto la terapia per dissolvere il coagulo di sangue. I ricercatori non hanno trovato differenza significativa nelle complicazioni fra i 18,5 per cento che avevano consumato l'alcool nelle 24 ore precedenti con coloro che non aveva assimilato.

I tassi di complicazione inoltre non sono cambiato per coloro che ha bevuto nelle sei ore che precedono l'evento cardiaco. Inoltre, gli scienziati non hanno trovato associazione fra uso dell'alcool e le complicazioni cronici, quali guasto di scompenso cardiaco o le frequenze cardiache dell'irregolare. Gli studi precedenti hanno collegato il consumo corrente dell'alcool con l'abbassamento il rischio di morte dalla coronaropatia e dell'inizio di un attacco di cuore. L'alcool inibisce le piastrine dalla coagulazione ed il diametro delle arterie coronarie in moderato, bevitori a lungo termine è più grande di in nondrinkers. Ma l'alcool può anche diminuire l'azione del cuore, aumenta la frequenza cardiaca, dolore toracico di causa in gente suscettibile ed abbassa la tolleranza di esercizio. Mentre altri fattori che impediscono la progressione di attacchi di cuore a lungo termine, quali uso e l'esercizio di aspirin, sono stati indicati all'atto nei modi utili durante l'attacco di cuore, i ricercatori che dicono questa ingestione di alcol recente di manifestazioni di studio non cambia la severità, o le complicazioni seguenti l'evento cardiaco.

11 gennaio 2000

FDA pubblica la regola finale per i reclami dell'integratore alimentare

Dopo la ricezione commentano dai consumatori, gli Stati Uniti Food and Drug Administration hanno pubblicato una decisione finale indirizzanti le dichiarazioni i produttori dell'integratore alimentare che possono rilasciare circa i prodotti. Il cittadino e le risposte dell'industria hanno spinto l'agenzia a espandersi che cosa ha considerato accettabile. I consumatori inizialmente hanno ritenuto che la definizione di FDA della malattia fosse troppo vasta. Inoltre hanno persuaso l'agenzia a lasciare le società rilasciare le dichiarazioni circa i sintomi secondari.

Senza richiedere l'approvazione priore di FDA, i produttori possono rilasciare le dichiarazioni circa gli effetti di un prodotto sulla funzione o struttura del corpo, informazioni di manutenzione di salute ed informazioni riguardo al sollievo dei sintomi secondari comuni durante i cicli di vita differenti, come menopausa, adolescenza, la gravidanza o invecchiare. Gli esempi delle dichiarazioni permissibili includono “se vi rilassa,„ “migliora i muscoli,„ “migliora la circolazione„ o “per le vampate di calore.„

Sostiene che il supplemento impedisce, tratta, cura, si attenua o le diagnosi una malattia devono subire un esame dell'agenzia. Le società non possono fare implicito o dirigere le dichiarazioni specifiche di malattia facendo uso della marca commerciale del prodotto, della formulazione, delle foto, delle scenette, delle progettazioni grafiche o dei simboli. Per esempio, la letteratura del prodotto non può sostenere che un prodotto “impedisce gli attacchi di cuore.„

FDA prevede che la sua decisione aiuti i consumatori a scegliere saggiamente i prodotti, in base a migliori informazioni. Fa parte di una strategia globale per sollevare il livello di consumatori di fiducia ha nella sicurezza, nell'etichettatura e nella composizione degli integratori alimentari. La decisione non dovrebbe interferire con disponibilità di prodotto. I consumatori possono notare i cambiamenti sulle etichette.

Tutta la società che presenta un prodotto dopo che la regola entrerà in vigore il mese prossimo sarà tenuta ad aderire, come quelle società che cercano di avere le nuove pretese per i prodotti attuali. Le piccole imprese già che commercializzano un prodotto avranno diciassette mesi da aderire, altri avranno undici mesi. Le società devono continuare a tenere le annotazioni per sostenere i reclami, per informare FDA dei reclami che fanno e per comprendere un diniego che i supplementi non sono droghe e non sono conforme ad approvazione di FDA.

11 gennaio 2000

Il papillomavirus umano prova utile nello screening dei tumori

Le prove umane del papillomavirus (HPV) hanno identificato esattamente molti cambiamenti precancerosi nella cervice delle donne durante gli studi recenti intrapresi dall'istituto nazionale contro il cancro (NSC). Gli scienziati hanno detto che le prove possono essere uno strumento di schermatura utile in popolazioni ad alto rischio. “I nostri risultati suggeriscono che la prova di HPV sia una tecnologia possibile degna di considerazione nei programmi cervicali di prevenzione del cancro,„ hanno detto il ricercatore principale dello studio, il Dott. Mark Schiffman, un epidemiologo al NSC.

Medici sono stati informati per un po di tempo che determinati tipi sessualmente - di cause trasmesse di HPV la maggior parte dei cancri cervicali, che hanno condotto i ricercatori a valutare la prova per questi tipi del virus come strumento dello screening dei tumori. I ricercatori hanno valutato l'uso di due prove che individuano il DNA di HPV in un paese con un'alta incidenza di cancro cervicale. Le 8.554 donne a caso selezionate di Costa Rican inoltre hanno ricevuto la selezione diagnostica convenzionale con i pap test.

Facendo uso di un livello di 1 picogram del DNA di HPV per millilitro della soluzione, la prova ibrida di bloccaggio II ha trovato esattamente 88 per cento delle lesioni dell'alto grado e precancerose ed ha individuato tutti i casi di cancro cervicale nelle donne studiate. La prova identificata correttamente ed ha classificato come negazione 89 per cento delle donne che non hanno avute le lesioni o cancro dell'alto grado. Una versione precedente della prova era meno accurata.

Sebbene i ricercatori ritengano la prova di HPV può essere un efficace strumento della selezione, avvertono la sua utilità possono variare secondo la popolazione, altre prove disponibili e costo. “Le decisioni sui metodi ottimali di selezione probabilmente dovranno essere prese su un regionale o base nazionale e dipendere dalle analisi economiche di salute,„ Schiffman ha detto.

Altri studi recenti, compreso uno nel Sudafrica in cui le donne hanno ottenuto i campioni stessi, hanno scoperto che HPV prova per essere uno strumento utile dello screening del cancro cervicale. I ricercatori di Taiwan hanno trovato le prove di HPV utili una volta usati insieme con i pap test.

6 gennaio 2000

Metabolismo e dopamina del glucosio in cervello

Le modifiche chimiche nel cervello contribuiscono a perdita conoscitiva in adulti più anziani, secondo i ricercatori al Dipartimento per l'energia di Stati Uniti il laboratorio nazionale del Brookhaven e due università. Sebbene gli studi precedenti abbiano indicato che attività della dopamina diminuisce con l'età, le conseguenze funzionali sono rimanere sconosciute. Questo studio ha indicato per la prima volta che quando i ricevitori della dopamina D2 in diminuzione, così hanno fatto il metabolismo del glucosio nelle aree del cervello che controllano la soluzione dei problemi, dell'estratto che pensano, dell'elaborazione multitask, della curva dell'attenzione, dell'umore e delle azioni impulsive.

Gli scienziati hanno reclutato 37 adulti in buona salute, invecchiano 24 - 86 e la tomografia a emissione di positroni condotta (PET) esplora. I prodotti chimici sono stati iniettati per evidenziare i ricevitori che trasmettono i segnali della dopamina ed il metabolismo regionale del glucosio del cervello, che serve da indicatore della funzione del cervello. Dopo il paragone dei dati, i ricercatori hanno trovato che l'età ha portato un declino profondo nella capacità di trasmettere i segnali della dopamina, con la gente che perde circa sei per cento dei loro ricevitori durante l'ogni decade fra 20 e 80 anni. Anche dopo l'eliminazione degli effetti di invecchiamento, gli scienziati hanno trovato una correlazione significativa fra i ricevitori della dopamina e la funzione disponibili del cervello. “In questo studio, abbiamo indicato quella perdita relativa all'età di dopamina, il collegato chimico del cervello con piacere e la ricompensa, rallenta il metabolismo nelle regioni del cervello che sono collegate con cognizione. Ciò che trova può essere utile negli interventi di sviluppo per il declino conoscitivo relativo all'età,„ ha detto il Dott. Nora Volkow, il direttore associato dell'autore principale di Brookhaven per le scienze biologiche.

Lo studio supplementare sarà necessario esplorare i trattamenti terapeutici per migliorare la funzione della dopamina in anziani e per determinare se quegli interventi si riferiscono alla funzione migliore del cervello.

6 gennaio 2000

L'inquinamento atmosferico aumenta la mortalità cardiaca

Gli scienziati lungamente hanno saputo che l'inquinamento atmosferico danneggia l'ambiente. Inoltre, gli studi epidemiologici che comprendono i trenta Stati Uniti e città del mondo mostrano gli più alti tassi di mortalità cardiaci e respiratori e un aumento nei ricoveri ospedalieri dopo l'esposizione ad inquinamento atmosferico polverizzato fine a breve termine. La causa specifica rimane in esame.

I ricercatori dalla scuola di Harvard della salute pubblica, di Brigham Young University e di altri siti hanno studiato l'associazione fra inquinamento atmosferico e la risposta del corpo. Dopo che uno studio alcuni anni fa non riusciti per indicare l'ipossia come causa, gli scienziati ha esaminato i cambiamenti di sistema nervoso autonomi all'apparato cardiovascolare. Sei partecipanti anziani dallo studio precedente di ipossia sono stati reclutati per indossare i monitor ambulatori dell'elettrocardiografo prima, durante e dopo l'esposizione ad aria altamente inquinante. Gli anziani, più un più giovane partecipante, sono stati selezionati in base a loro avere vari livelli di polmone e di condizioni del cuore.

Gli oggetti hanno avvertito le frequenze cardiache aumentate ed altre alterazioni nel battito cardiaco. Altri studi hanno collegato le frequenze cardiache elevate con ipertensione, la coronaropatia e la morte improvvisa. Gli scienziati hanno concluso che i cambiamenti nella frequenza cardiaca possono contribuire alla mortalità aumentata dopo l'esposizione ad inquinamento atmosferico, ma hanno detto la più ricerca, facendo uso di più grandi gruppi della popolazione, è necessari. Lo studio è stato riferito nel giornale americano del cuore.

In un altro studio di Harvard, i ricercatori hanno confrontato la relazione fra gli alti livelli degli inquinante atmosferici e gli scarichi dei defibrillatori impiantati. Un defibrillatore impiantato colpisce il cuore se individua un cambiamento pericoloso nel battito cardiaco. Gli scienziati hanno trovato che i pazienti hanno avvertito più episodi delle aritmia potenzialmente pericolose una volta esposti a biossido di azoto, a monossido di carbonio, a carbonio nero ed alle altre particelle fini.

4 gennaio 2000

Morti cardiache ridutrici dagli stent

New England Journal di medicina recentemente ha pubblicato uno studio di 900 pazienti che ricevono l'angioplastica del pallone. Circa 50% ha ricevuto gli stent. Mentre ospedalizzati non c'erano differenze fra il numero dei pazienti in ogni gruppo che avverte le complicazioni e fra un e sei mesi che seguono l'impianto, la gente con gli stent era meno probabile subire un'altra procedura per trattare la loro aterosclerosi. Malgrado questo, la gente nel gruppo di stent ha avvertito un declino in flusso sanguigno ed il tasso di mortalità nel gruppo di stent era superiore nel gruppo a non ricevere gli stent, sebbene non statisticamente significativo.

Il Dott. Cindy L Grines, che ha condotto la ricerca, indicato “non dovremmo utilizzare ordinariamente gli stent„ in pazienti che hanno attacchi di cuore. “Il nostro scopo è di incitare un paziente a sopravvivere a con l'attacco di cuore,„ lei ha dichiarato, spiegando che gli stent potrebbero ridurre le possibilità di sopravvivenza. Non si sa che più nuovi stent di effetto ed utilizzare il farmaco d'assottigliamento nella congiunzione potrebbe avere.

Un altro rapporto ha pubblicato nella stessa emissione del NEJM, che ha studiato 9,594 persone che hanno ricevuto il trattamento per aprire le arterie restrette fra 1994 e 1997, ha indicato che le complicazioni del cuore sono caduto da più di 20%, con la gente che riceve gli stent che aumentano da circa 14% a quasi 59%. Il Dott. James B Rankin del ricercatore ha dichiarato che gli stent possono rappresentare alcuno del miglioramento. Tuttavia, i risultati mostrano i tassi d'attacco di attacco di cuore e di morte identicamente.

Sembra che mentre riducono le complicazioni da angioplastica, gli stent non facciano niente migliorare la sopravvivenza.

4 gennaio 2000

Non dormire ha potuto prematuramente invecchiare i nottambuli

La perdita di sonno cronica ha potuto accelerare il processo di invecchiamento e l'inizio delle malattie relative all'età, secondo uno studio recente all'università di Chicago.

“Abbiamo trovato che il metabolico e la ghiandola endocrina cambiano derivando da un mimo significativo di debito di sonno molti degli marchi di garanzia di invecchiamento,„ abbiamo detto direttore Eve Van Cauter, il PhD, professore di studio di medicina all'università di Chicago. Mentre la ricerca precedente ha messo a fuoco sui declini conoscitivi dovuto perdita di sonno, questo studio si è concentrato sui cambiamenti fisici. Gli scienziati hanno misurato la capacità degli oggetti di controllare i livelli della glicemia, memorizzare l'energia proveniente dagli ormoni dei prodotti e dell'alimento.

I ricercatori hanno valutato costantemente 11 sani, le frequenze cardiache dei giovani e la veglia durante il periodo dei sedici giorni. Agli oggetti sono stati permessi dormire otto ore, poi quattro, poi dodici. Gli scienziati hanno notato i risultati drammatici indicativi dell'età avanzata o le fasi iniziali di tipo - il diabete 2 (di adulto-inizio) durante la prova i giorni cinque e sei della fase di quattro ore della privazione di sonno. Le prove contenute la mattina hanno fornito i risultati più significativi. I partecipanti hanno preso 40 per cento più di lunghezza del normale per stabilizzare i livelli della glicemia dopo un pasto del alto-carboidrato. La secrezione e la risposta dell'insulina ad insulina hanno fatto diminuire circa 30 per cento, simili ai tassi trovati in diabete in anticipo. Gli oggetti inoltre hanno secernuto meno ormone di stimolazione della tiroide e più cortisolo, particolarmente pomeriggi e sere. I livelli elevati del cortisolo sono associati con danno di memoria ed altri disordini relativi all'età in adulti più anziani. Tutti i risultati anormali sono ritornato al normale dopo che agli oggetti sono stati permessi passare 12 ore a letto. I risultati sorpassavano i livelli normali quando gli oggetti hanno dormito notturno più di otto ore.

Gli autori hanno notato che sulla gente media dormono di meno attualmente, più poco di otto ore alla notte confrontata a nove ore nel 1910. Hanno concluso che la perdita di sonno potrebbe provocare gli effetti sulla salute avversi a lungo termine ed aumentare la severità dei disturbi cronici relativi all'età.

4 gennaio 2000

Il grande studio del solfato della glucosamina conferma i benefici di artrite

Un nuovo, grande studio ha confermato il solfato della glucosamina dell'integratore alimentare, che molta gente prende all'osteoartrite dell'ossequio, non solo riduce i sintomi ma come terapia a lungo termine inoltre impedisce ulteriore deterioramento unito.

“Abbiamo indicato che un composto può potere almeno rallentare la progressione dell'osteoartrite,„ abbiamo detto il Dott. Jean-Yves Reginster, Ph.D. del principale inquirente, dell'università di Liegi nel Belgio.

Durante il periodo triennale, i ricercatori hanno paragonato i sintomi artritici e le larghezze unite medie dello spazio in 212 pazienti a caso selezionati all'osteoartrite del ginocchio. I sintomi sono stati valutati ogni quattro mesi ed i raggi x del peso-cuscinetto sono stati presi per valutare lo spazio unito all'iscrizione e dopo un e tre anni. La metà dei pazienti ha preso mg 1500 di quotidiano del solfato della glucosamina e l'equilibrio ha preso alla pillola con un ingrediente inattivo. I sintomi hanno peggiorato e lo spazio del giunto si è restretto in pazienti che prendono il placebo, mentre quelli che prendono il solfato della glucosamina non hanno avvertito meno sintomi ed ulteriore stringimento unito.

Un secondo studio presentato allo stesso istituto universitario americano della conferenza della reumatologia ha identificato che scienziati hanno descritto come meccanismo novello del solfato della glucosamina inibire l'infiammazione. Lo studio ha mostrato la capacità delle N-acetilglucosamine e della glucosamina di impedire la formazione di ossido di azoto in cellule umane coltivate della cartilagine tramite l'inibizione di interleukin-1b ed e di fattore-un di necrosi del tumore. la glucosamina dell'N-acetile inoltre sopprime interleukin-6 e COX-2 (un enzima proinflammatory) ha indotto dall'interleuchina 1 b.

4 gennaio 2000

L'aiuto di supplementi di vitamina D impedisce l'osteoporosi

I ricercatori che studiano un piccolo gruppo di donne postmenopausali e afroamericane hanno trovato i supplementi di vitamina D efficaci nella conservazione della massa dell'osso. Il rapporto pubblicato nel giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici indica che le donne di colore hanno tipicamente più in basso 25 il hydroxyvitamin D e livelli elevati paratiroidali dell'ormone nel loro sangue. L'ormone paratiroidale può stimolare la perdita del calcio dalle ossa. I ricercatori hanno dato a partecipanti i supplementi quotidiani di vitamina D. Alla fine di tre mesi, i livelli ematici medi di vitamina D più di quanto erano stati raddoppiati, mentre i livelli di ormone paratiroidali sono caduto.

All'inizio di quest'anno un istituto nazionale sullo studio di invecchiamento (NIA) ha trovato che la carenza inosservata di vitamina D ha contribuito alle fratture dell'anca in donne postmenopausali. I ricercatori a Brigham ed all'ospedale delle donne a Boston hanno trovato che 50 per cento delle donne con osteoporosi che sono state ospedalizzate con una frattura dell'anca quello la carenza inosservata di vitamina D, mentre soltanto una piccola percentuale delle donne nel gruppo di controllo, ospedalizzata per l'ambulatorio elettivo della sostituzione dell'anca, era carente. I due gruppi di donne sono stati abbinati durante gli anni postmenopausali ed hanno avuti simile densità ossea della spina dorsale e dell'anca. Le donne con le fratture dell'anca esercitate più di meno e 50 per cento hanno avute una carenza di vitamina D. Più di un terzo avevano elevato i livelli di ormone paratiroidali. La maggior parte hanno avuti calcio nell'urina, indicante una perdita inadeguata del minerale.

Medici prevedono i risultati per stimolare la ricerca supplementare per determinare l'efficacia dei supplementi di vitamina D nell'impedire l'osteoporosi fra gli afroamericani.

“Questa nuova ricerca [NIA] suggerisce che un'assunzione adeguata della vitamina D, che il corpo usa per aiutare per assorbire il calcio, possa aiutare le donne a ridurre il loro rischio di frattura dell'anca, anche quando l'osteoporosi è presente,„ il Dott. osservato Evan C. Hadley, con il NIA. “L'osteoporosi conduce ogni anno a più di 300.000 fratture dell'anca.„

3 gennaio 2000

Il vino rosso senza alcool offre gli stessi benefici cardiaci

Gli elementi che producono il vino rosso sano per il cuore sembrare lavorare appena come efficacemente una volta consumati in bevande analcoliche. I flavonoidi trovati in vino rosso, compreso catechina, sono stati associati con i cuori sani e la mortalità cardiaca in diminuzione. Uno studio recente dell'Argentina ha concluso che la catechina ha avuta proprietà antiossidanti, mentre un altro studio ha trovato il flavonoide impedisce le piastrine agglutinarsi.

Durante il nuovo studio di Davis dell'università di California, ricercatori esaminatori come il corpo assorbe i flavonoidi da vino rosso ed imparati che il vino rosso senza alcool bevente ha sollevato i livelli cuore-sani della catechina tanto quanto la bevanda alcolica. Gli scienziati hanno eliminato l'alcool facendo uso di un processo che ha conservato tutti i flavonoidi essenziali, compreso catechina. Hanno ricostituito i campioni, la metà con acqua e la metà con l'alcool, portante a contenuto alcolico fino al normale 13 per cento trovati in vino rosso. I medesimi argomenti hanno bevuto 120 ml del vino alcolico o analcolico nell'ordine casuale i giorni differenti. La linea di base e sei campioni di sangue supplementari sono stati cavati durante i periodi di otto ore, dopo consumo delle bevande.

I livelli ematici di catechina sono aumentato acutamente in entrambi i gruppi per le prime tre ore dopo avere bevuto le bevande. Ma i livelli ematici sono restato più su più lunghi quando i partecipanti hanno bevuto il vino analcolico che quando hanno consumato la bevanda alcolica. I ricercatori speculano che l'alcool ha causato l'escrezione o il metabolization più veloce della catechina ed ha concluso che l'alcool non aggiunge alcun assegno complementare alla catechina del vino rosso.

3 gennaio 2000

Le sostanze nutrienti multiple promuovono la salute dell'osso

Oltre a calcio, i ricercatori britannici hanno trovato che il magnesio ed il potassio contribuiscono alle più forti ossa in donne di mezza età. Lo studio ha confrontato la densità ossea ad ingestione dietetica in 62 donne scozzesi in buona salute che avevano partecipato ad uno studio precedente di osteoporosi. Per questa ricerca, gli scienziati hanno misurato la densità minerale ossea del collo femorale e del tratto lombare della colonna vertebrale e gli indicatori di formazione e della dissoluzione dell'osso nell'urina e nel sangue. I quarantacinque alle donne di cinquantacinque anni hanno compilato un riassunto dettagliato di dieta, elencante gli alimenti che avevano consumato frequentemente durante i dodici mesi scorsi, durante l'infanzia e come giovani adulti.

Gli scienziati hanno trovato che le donne che mangiano la maggior parte di frutta e delle verdure hanno avute il più alta densità minerale ossea e meno perdita dell'osso. L'assunzione corrente del potassio e del magnesio è stata associata con il più alta massa totale dell'osso. Le donne che hanno mangiato un gran numero di frutta durante l'infanzia hanno avute un'più alta densità minerale ossea in loro ossa di collo femorali durante la metà della vita che le loro controparti che hanno mangiato i piccoli o importi di frutta moderati come giovanotti. Gli scienziati inoltre hanno trovato l'assunzione di una quantità moderata di salute dell'osso migliore l'alcool.

I ricercatori hanno concluso quella frutta e le verdure svolgono un ruolo importante nella prevenzione di osteoporosi. Le fonti dietetiche di magnesio e di potassio includono le patate al forno con pelle, i piselli, le banane ed il cereale arricchito.


Che cosa è indice caldo dell'archivio