Che cosa è caldo

Maggio 2000

Che cosa è archivio caldo


31 maggio 2000

Nuovo trattamento per le navi bloccate

Il più recente della medicina della natura del giornale ha riferito un nuovo trattamento all'ostruzione inversa del vaso sanguigno. L'ostruzione dei vasi sanguigni del polmone è la causa di ipertensione polmonare, che si presenta nel cuore e nelle malattie polmonari o indipendente e può condurre ad infarto. I ricercatori all'ospedale di Toronto per i bambini malati hanno usato un inibitore dell'elastasi per trattare con successo il termine in animali da laboratorio. L'elastasi è un enzima che causa la divisione rapida delle cellule del vaso sanguigno che conducono all'ostruzione. “Potevamo completamente invertire l'ipertensione polmonare mortale in un modello animale facendo uso di un inibitore dell'elastasi. Non solo ha fermato la progressione della malattia, ma il vaso sanguigno ritornata ad uno stato normale,„ ricercatore indicato Dr Kyle Cowan.

L'elastasi ha determinato la morte delle cellule del vaso sanguigno ed ha indotto il tessuto in eccesso ad essere riassorbita, quindi allargando la nave.

“Questa ricerca può condurre ai nuovi viali nel trattamento di molte circostanze cardiovascolari. Mentre questo studio si occupa delle arterie polmonari ostruite, un simile meccanismo può essere applicabile al contrario la malattia coronarica pure,„ ha detto il leader della squadra Professor Marlene Rabinovitch della ricerca. “Speriamo che questo approccio novello porti i suoi frutti in futuro per aiutare alcuna della gente con questo stato debilitante.„

30 maggio 2000

Tumore del colon curato con l'anticorpo di antiangiogenesis

Alla riunione annuale della società americana dell'oncologia clinica, Emily Bergsland, MD ha presentato le informazioni riguardo ad anti--VEGF, un anticorpo monoclonale umanizzato ricombinante al fattore di crescita endoteliale vascolare delle cellule, che ha dimostrato la capacità di restringere i tumori cancerogeni dei due punti in esseri umani. Blocchi anti--VEGF la proteina VEGF dall'inizio della crescita delle cellule endoteliali, che formano i nuovi vasi sanguigni. Senza questo processo dell'angiogenesi, i tumori non possono svilupparsi. Il Dott. Bergsland indicato, “questo è la prima volta che un agente specificamente sviluppato per bloccare la crescita del vaso sanguigno ha indicato l'attività in un test clinico randomizzato. Questi risultati sono preliminari e devono essere convalidati nei più grandi test clinici, ma forniscono il sostegno all'idea che l'angiogenesi svolge un ruolo critico durante la progressione del tumore e rappresenta un obiettivo fondamentalmente nuovo per trattamento del cancro .„

Il test clinico ha incluso 104 pazienti precedentemente non trattati per tumore del colon metastatico, una malattia che ha un tasso di sopravvivenza mediano di un anno. I pazienti hanno ricevuto qualsiasi chemioterapia, la chemioterapia con una dose bassa della chemioterapia anti--VEGFor con una dose elevata di anti--VEGF. Il gruppo che riceve la dose bassa di anti--VEGF ha avuto la migliore risposta con 40% che sperimenta una riduzione di 50% o più nella dimensione dei loro tumori, confrontata a 17% nel gruppo che ha ricevuto soltanto la chemioterapia. Il gruppo che riceve la dose elevata ha avvertito un tasso di risposta di 24%. Pazienti che ricevono i periodi maggiori anche sperimentati anti--VEGF alla progressione di malattia e superstiti a più mesi.

Il Dott. Bergsland ha commentato, “questo studio ci dà un senso che capo nella giusta direzione e siamo un punto importante verso il miglioramento delle terapie disponibili per i malati di cancro. Mentre non è chiaro perché il rhuMAb a basse dosi VEGF sembra essere più attivo della dose elevata, entrambe le armi dello studio sono sembrato al beneficio aumentato manifestazione confrontato al controllo.„

26 maggio 2000

Spine dorsali danneggiate ossequio delle cellule staminali

In un rapporto pubblicato questa settimana negli atti del giornale dell'Accademia nazionale delle scienze, i ricercatori hanno dimostrato in ratti che le cellule staminali embrionali possono essere usate per ricrescere la mielina che isola le fibre nervose. La mielina nociva è la causa della paralisi nella maggior parte delle lesioni spinali perché le fibre nervose non inviano i segnali al cervello senza mielina. Nello studio, i midolli spinali dei ratti adulti chimicamente demyelinated. Tre giorni dopo, le cellule staminali embrionali dai topi sono state trapiantate all'area. Tantissime cellule staminali superstiti a e differenziate nelle cellule hanno chiamato i oligodendrocites che erano capaci di myelinating i neuroni.

Le cellule staminali embrionali sono cellule formate presto in via di sviluppo che hanno la capacità di differenziarsi in qualunque tipo di cellula. A dicembre di 1998, gli scienziati hanno annunciato l'innovazione di potere coltivare queste cellule fuori del corpo. Le cellule staminali embrionali offrono la capacità di rigenerare molte aree del tessuto nocivo. In questo studio, i ricercatori hanno usato i composti che hanno trasformato le cellule staminali embrionali del topo nei precursori dei neuroni, che sopra l'iniezione hanno migrato al sito della lesione ed hanno riguardato le aree demyelinated di nuova mielina. Conduca lo studio Dr John McDonald autore di Washington University School di medicina a St. Louis, Missouri ha dichiarato, “questo è la prima dimostrazione che i oligodendrocytes dalle cellule staminali embrionali inscatolano il remyelinate il sistema nervoso adulto danneggiato.„

Il Dott. McDonald ha annunciato che il punto seguente è di vedere se la tecnica permetterà agli animali da laboratorio con le lesioni spinali di riacquistare le funzioni quale movimento.

Può essere un certo tempo prima che gli esseri umani traggano giovamento da queste procedure mentre i regolamenti proibiscono il finanziamento federale dall'assegnazione ai laboratori facendo uso delle cellule staminali embrionali umane. `` Essenzialmente siamo bloccati dal lavoro con le cellule staminali embrionali umane. Ciò è stata un grande sostiene,„ il Dott. commentato McDonald.

24 maggio 2000

Nuova droga di cancro

Una droga codice-ha nominato IMC-C225 scoperto dal Dott. John Mendelsohn del Cancro che commemorativo di Sloan-Kettering il centro a New York sta mostrando il potenziale nei pazienti per cui altri trattamenti sono stati inefficaci. IMC-C225 è un anticorpo quel recettore del fattore di crescita dell'epidermide dei blocchi che sono aree sulla cellula che ricevono i prodotti chimici che li segnalano al disaccordo. A causa di un errore genetico, una serie di cellule tumorali hanno copie extra dei recettore del fattore di crescita dell'epidermide, che contribuisce alla loro capacità di moltiplicarsi. Piuttosto di tutte le cellule rapidamente di divisione come la chemioterapia fa, questa droga ed altre nella conduttura sono un nuovo tentativo di mettere a fuoco direttamente su un tumore, mirando alle mutazioni che le rendono differenti. Fermando la crescita del tumore, è poi più ricettivo all'azione della chemioterapia.

IMC-C225 in primo luogo è stato provato contro tumore del colon dal Dott. Mark S Rubin con uno dei suoi pazienti che non sono riuscito a rispondere alla chemioterapia e di cui il cancro stava spargendo. Quando IMC-C225 è stato dato con la droga della chemioterapia, il tumore del paziente si è restretto da 80 per cento ed il resto è stato rimosso chirurgicamente. Ora è cancro libero. Il Dott. Rubin indicato, “è da un'ipotesi colpita due. L'uno-due prende il cancro giù.„

Imclone, lo sviluppatore della droga, sta patrocinando gli studi che sebbene nelle loro fasi iniziali, stiano mostrando l'abilità di IMC-C225 ai tumori degli strizzacervelli in 20% dei pazienti studiati con tumore del colon e in 30% di quelli con il cancro di collo e capo. Gli studi sono progettati per provare la droga contro cancro dell'esofago, del polmone, del pancreas e delle ovaie.

“La speranza è di caratterizzare ogni tumore con l'analisi del DNA per mirare direttamente alla terapia,„ ha detto il Dott. Lori Goldstein del centro del Cancro dell'inseguimento di Fox in Filadelfia, dichiarante che la maggior parte degli studi futuri potrebbe comprendere le simili terapie.

22 maggio 2000

Meno discinesia con la droga di nuovo Parkinson

Uno studio pubblicato nell'emissione del 18 maggio di New England Journal di medicina ha dimostrato l'efficacia di nuova droga, Requip® (cloridrato di ropinirolo) nel controllo dei sintomi della malattia del Parkinson mentre produceva meno effetti collaterali che il trattamento standard, dopamina. Requip è stato approvato da FDA come agonista dopaminergico di seconda generazione per il trattamento della malattia del Parkinson. La malattia del Parkinson accade quando le cellule nervose nel nigra di substantia nel cervello muoiono. Poiché queste cellule producono la dopamina chimica del messaggero, che trasmette i segnali fra le aree differenti del cervello ed è necessaria per movimento, il trattamento della malattia consiste del levodopa che funge da precursore di dopamina. Levodopa produce un'alta incidenza delle discinesie, che sono movimenti a scatti e incontrollabili del corpo.

Lo studio ha controllato due gruppi di pazienti di Parkinson, un Requip di presa ed un levodopa di presa, per fino a cinque anni. Alcuni pazienti in entrambi i gruppi di cui i sintomi hanno autorizzato il levodopa supplementare sono stati dati la droga. Venti per cento dei pazienti nel gruppo di Requip hanno sviluppato le discinesie, mentre 45 per cento dei pazienti nel gruppo di levodopa hanno avuti l'effetto collaterale. Quelle che prendono Requip da solo erano sette volte più probabili di quelle che prendono il levodopa da solo per rimanere esenti da discinesia.

Conduca il MD di Olivier Rascol l'autore, PhD di studio dichiarato, “io pensano che questi risultati urtino la strategia del trattamento dei medici per contribuire a migliorare le vite quotidiane dei pazienti che fanno fronte alla malattia del Parkinson.„

Direttore clinico del fondamento nazionale di Parkinson, Abraham Lieberman che il MD ha commentato, “malattia del Parkinson colpisce quasi un milione di Americani, compreso Michael J. Fox, Janet Reno e Muhammad Ali. Se possiamo migliorare l'ossequio il termine nelle fasi iniziali, i pazienti possono potere vivere vite più attive. Mentre cerca una cura a questa malattia, la nostra speranza è di dirigere meglio i pazienti che ora stanno vivendo con.„

17 maggio 2000

Screening dei tumori colorettale trascurato

Il cancro colorettale è il terzo la maggior parte della forma comune di cancro sia in uomini che in donne, ad eccezione delle donne del nativo americano, dell'isolano asiatico e pacifico del latino-americano, per cui si allinea in secondo luogo. Il polmone, il seno ed i carcinoma della prostata rimangono il più delle volte i cancri diagnosticati e una grande quantità di attenzione è stata prestata alla loro prevenzione. Le campagne contro il fumo mirano a tutte le fasce d'età, i mammogrammi annuali sono sollecitati per le donne oltre quaranta e le prove di selezione della prostata quale uno PSA annuale infine stanno prestande attenzione che meritano.

Un nuovo rapporto ha pubblicato questa settimana dall'istituto nazionale contro il cancro (NSC), l'associazione del cancro americana (ACS), l'associazione nordamericana delle registrazioni centrali del Cancro (NAACCR) ed il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), compreso il centro nazionale per statistica della sanità (NCHS) ha mostrato un declino incoraggiante nei tassi di incidenza e di morte del cancro negli ultimi dieci anni. Alcuno di questo declino è attribuito a screening dei tumori migliore.

Il cancro colorettale è schermato da un'analisi del sangue occulta fecale, proctoscopy o sigmoidoscopy. L'analisi del sangue occulta fecale cerca la presenza di sangue nel panchetto, che può essere indicativo di cancro. Sulla base dei risultati comportamentistici del sistema di sorveglianza di fattore di rischio (BRFSS), 21 per cento delle donne invecchia 50 e più vecchio e 18,4 per cento degli uomini in questo gruppo d'età aveva avuto un'analisi del sangue occulta fecale. In donne, 26,8 proctoscopy subito avuto o sigmoidoscopy mentre 35,2 per cento degli uomini hanno avuti qualsiasi procedura. Sebbene l'uso di questi processi di vagliatura stia aumentando, queste statistiche sono considerate minimo. “I risultati di questo rapporto sottolineano la necessità di migliorare i tassi di screening dei tumori colorettale. Ciò è un cancro in cui schermare chiaramente ha benefici entro i salvandi vite,„ James S. Marks indicato, M.D., direttore, centro nazionale per la prevenzione della malattia cronica e promozione della salute, CDC.

Quando il cancro colorettale è individuato nella sua fase più iniziale il tasso di sopravvivenza è 96 per cento, ma quando la malattia diventa lo stadio IV, sopravvivenza è soltanto 5 per cento.

15 maggio 2000

Il veleno del serpente tratta il colpo

Il giornale di American Medical Association che questa settimana ha pubblicato un articolo sul risultato di una prova di nuova droga ha fatto dal veleno della vipera di pozzo malese. Ancrod, fatto dai prodotti farmaceutici della collinetta, atti producendo defibrinogenation nei pazienti del colpo. Lo svuotamento di fibrinogeno crea ed effetto anticoagulative e fa diminuire la viscosità di sangue che conduce ad un miglioramento nella circolazione.

Ancrod è stato utilizzato nel Canada ed Europa durante le due decadi scorse come terapia per la malattia vascolare periferica, la trombosi venosa retinica centrale e la trombosi venosa profonda. Parecchi studi hanno indicato che potrebbe essere efficace contro il colpo. La prova corrente ha incluso 500 persone, con approssimativamente a metà la ricezione della droga in tre ore di un colpo, l'altra metà che riceve un placebo. Lo stato funzionale neurologico, determinato dalla scala scandinava del colpo, è stato valutato in entrambi i gruppi. Il gruppo che riceve Ancrod ha raggiunto il migliore stato funzionale, sebbene la mortalità di questo gruppo ai novanta giorni fosse la stessa del gruppo del placebo. L'emorragia intracranica è stata sperimentata da un piccolo numero di pazienti che hanno ricevuto la droga e sebbene accadendo con la maggior frequenza che nel gruppo del placebo, l'incidenza fosse più bassa di quello osservato in pazienti curati con altre droghe quali TPA o streptochinasi nelle prove separate. Sebbene Ancrod non sia completamente sicuro, può offrire un'opzione terapeutica migliore per i pazienti del colpo.

Gli alti livelli del fibrinogeno dell'agente di coagulazione del sangue predispongono una persona alla malattia dell'arteria coronaria e cerebrale, anche quando altri fattori di rischio conosciuti quale colesterolo sono bassi. Il ruolo di fibrinogeno nello sviluppo della malattia cardiovascolare è stato documentato in parecchi studi. Il fondamento del prolungamento della vita era il primo gruppo di ricerca per riconoscere l'importanza di fibrinogeno come indicatore indipendente di rischio per la malattia cardiovascolare. Una prova del fibrinogeno può essere ordinata di determinare se una ha un ad alto livello. I seguenti supplementi possono contribuire a ridurre i livelli del fibrinogeno: aspirin, vitamine B6, C ed E; acido folico, niacina, ginkgo biloba, tè verde, olio di pesce e aspirin.

10 maggio 2000

Il ginkgo protegge il cervello da danno del colpo

La riunione annuale dell'accademia americana della neurologia era il sito di una presentazione di uno studio che dimostra il beneficio del ginkgo biloba nella prevenzione di danno del colpo in topi. Il danno che segue un colpo è causato dai radicali liberi, molecole instabili che sono responsabili di molto di cui chiamiamo l'invecchiamento e le malattie connesse con invecchiamento. Il ginkgo biloba è un'erba popolare usata per parecchi scopi fra i consumatori di salute, compreso il miglioramento della memoria e l'apprendimento, il miglioramento della circolazione ed impedire i coaguli di sangue. L'abilità antiossidante del ginkgo ha condotto all'indagine sulla sua capacità di attenuare alcuno del nocivo causato dal colpo.

La maggior parte dei colpi sono causati dal bloccaggio di un'arteria che conduce al cervello da un coagulo di sangue, sebbene la varietà emorragica sia causata in vaso sanguigno nella rottura del cervello. (Ginkgo non sarebbe indicato con questo tipo di colpo.) Il bloccaggio muore di fame una parte del cervello di ossigeno e delle sostanze nutrienti, conducente al danno di quell'area che può provocare la paralisi, le difficoltà di discorso o la perdita di memoria.

I ricercatori hanno dato a topi il ginkgo per una settimana e poi hanno indotto i colpi. Una dose bassa del ginkgo ha ridotto di 30% l'area del cervello colpito dal colpo, mentre una più grande dose non ha avuta effetto. L'autore del rapporto, MD di Wayne Clark del centro del colpo dell'Oregon all'università di scienze di salute dell'Oregon indicata, “più lavoro è necessario determinare la dose adeguata. Inoltre, perché il ginkgo è inoltre un sangue delicato più sottile, può essere rischioso utilizzarlo in pazienti già sui farmaci d'assottigliamento del sangue prescritti comunemente nella gente a rischio del colpo.„ Ha aggiunto, “oltre a ridurre la lesione del colpo, ginkgo può anche essere utile nel miglioramento della memoria che segue un colpo.„

9 maggio 2000

Nuova astaxantina antiossidante

L'astaxantina è classificata come carotenoide, la famiglia oltre di 700 pigmenti che include il beta-carotene, la cantaxantina e la luteina. Sebbene ampiamente trovato in natura, sia soltanto recentemente che la sua salute che promuove le caratteristiche è stata ricercata. Gli studi hanno dimostrato la capacità di astaxantina di migliorare il metabolismo energetico e la funzione immune, di aumentare i livelli di HDL, di proteggere dai cancri chimicamente indotti, di ridurre il degenertion maculare e di proteggere dalla solarizzazione. Ancor più sbalordire è la capacità antiossidante dell'astaxantina, dieci volte quello del beta-carotene, xeaxanthin, luteina e cantaxantina e fino a 550 volte che della vitamina E! Può da estiguere l'ossigeno della maglietta giro collo come pure da pulire i radicali liberi. La sua efficacia è espressa meglio nei tenori in ossigeno più bassi trovati in tessuti che i livelli elevati connessi con le circostanze in vitro.

Una delle sfide connesse con nutrizione dell'occhio è la capacità limitata del corpo di consegnare le sostanze nutrienti alle aree adeguate nell'occhio. A differenza del beta-carotene, l'astaxantina può attraversare la barriera ematomeningea per offrire la protezione alla retina dell'occhio contro l'ossidazione causata da luce solare. Ferite provocate da luce sono la causa primaria di degenerazione maculare, una malattia quella provocano una perdita di cellule del fotoricettore. L'astaxantina non ha lo svantaggio della possibilità di cristallizzazione nella retina connessa con un altro carotenoide, cantaxantina. Inoltre protegge la retina da danno del radicale libero.

Astaxantina aiutata in topi proteggenti dallo sviluppo di cancro derivando dagli agenti cancerogeni quali benzopirene, azoxymethane ed aflatossina. Gli scienziati speculano che il suo effetto anticancro è dovuto la sua abilità antiossidante ed il suo effetto antiproliferativo sulle aree esposte all'agente cancerogeno. Può anche lavorare dal suo potenziamento della funzione immune. L'astaxantina ha un effetto significativo su produzione dell'anticorpo quando il corpo è presentato con gli antigeni.

La società di Cyanotech produce l'astaxantina dalle microalghe di Haematoccus.

8 maggio 2000

Regione di obiettivo possibile del telomerase per cancro, terapia di HIV

Il Telomerase è un enzima che riempie i telomeri, che sono cappucci trovati all'estremità dei cromosomi che accorciano con l'età, segnalante le cellule per smettere di dividersi. Il Telomerase copia il RNA all'interno dei telomeri in DNA e lo monta sull'estremità dei cromosomi, quindi allungante la durata delle cellule. L'emissione del 5 maggio di scienza ha riferito gli studi intrapresi all'università di California, San Francisco in cui i ricercatori hanno trovato l'area in telomerase che potrebbe essere un obiettivo per la rigenerazione delle cellule danneggiate, per l'uccisione delle cellule tumorali e per il HIV d'attacco. I ricercatori hanno determinato che una struttura all'interno del RNA dei comandi del telomerase del lievito come esegue la sua funzione. Quando questa area è stata interrotta, i telomeri fabbricati del telomerase incontrollabile, fino a bruscamente fermarsi, con conseguente morte delle cellule.

Il co-author di studio ed il co-scopritore del telomerase, Elizabeth Blackburn, PhD dichiarato, “questa scoperta rappresenta la prima volta qualcuno ha indicato un ruolo meccanicistico per una struttura di RNA nell'azione del telomerase e pensiamo che questo sia probabilmente un genere universale di caratteristica del telomerase.„

Blackburn ha spiegato come il telomerase umano sembra avere una regione simile a quella trovata in lievito e che l'area potrebbe essere un obiettivo per l'uccisione delle cellule tumorali e per le cellule della rigenerazione che sono state nociute a.

Le trascrittasi inverse quale il telomerase ed il HIV entrambi contengono il RNA avvolto in proteina, mentre la maggior parte dei enzimi contengono soltanto la proteina. La ricerca sul telomerase ed il HIV precedentemente erano stati condotti sulle componenti proteiche. I risultati di questa ricerca prestano il credito alla possibilità che il RNA del HIV può svolgere un ruolo critico nella capacità dei virus di riprodurrsi.

“Questa scoperta dovrebbe girare i riflettori dei ricercatori di nuovo alle componenti del RNA sia del telomerase che HIV,„ ha detto Blackburn. “La nostra individuazione in telomerase dà la forza all'importanza di esame della componente del RNA del HIV perché rendendo appena ad un cambiamento semplice in RNA del telomerase possiamo farlo agire più simile al HIV e questo suggerisce che il HIV sia realmente come il telomerase -- quando agisce in cellule per fare i nuovi virus, realmente sta agendo insieme al suo RNAs. Penso che questo sia qualcosa si dovrebbe pensare circa per gli obiettivi della droga.„

3 maggio 2000

Buchi neri riduttori dalla droga

Quelli di voi che sentono il termine “buchi neri„ ed immediatamente pensano al lontano raggiungono di spazio cosmico saranno interessati per imparare che il termine inoltre sia usato per descrivere le lesioni del T1 del hypointense trovate nei cervelli della gente che soffre dalla sclerosi a placche. Alla riunione annuale dell'accademia americana della neurologia, il MD di Ludwig Kappos dell'ospedale universitario, Basilea, Swizerland ha riferito che i buchi neri sono stati impediti lo sviluppo nei cervelli dei pazienti progressivi secondari di sclerosi a placche tramite l'amministrazione della droga Betaseron(r) (interferone beta-1b). Lo studio è stato svolto in cinque centri, con 95 pazienti secondari del ms del progressivo che partecipano. I pazienti che ricevono la droga sono stati iniettati ogni altro giorno ed hanno ricevuto sei RMI al mese per tre anni. I buchi neri che rivelano sulle risonanze magnetiche indicano la perdita della cellula cerebrale, particolarmente perdita axonal. Questa distruzione degli assoni interrompe gli impulsi nervosi nel cervello che interferisce con la capacità di questi pazienti di eseguire le attività della vita quotidiana. Dopo trentasei mesi, l'aumento mediano del volume del buco nero era 23 per cento nel gruppocurato (r) di Betaseron confrontato a 42 per cento nel gruppo del placebo. Il Dott. Kappos ha commentato, “una riduzione di 45 per cento dello sviluppo “dei buchi neri chiaramente illustra l'efficacia della terapia di Betaseron nel ritardo del danno axonal nei pazienti secondari del ms del progressivo. Riducendo il danneggiamento degli assoni, Betaseron può rallentare gli effetti disattivare di sig.ra progressiva secondaria. Questo studio rinforza i risultati clinici precedenti da una prova europea che ha indicato la progressione di malattia rallentata Betaseron nella gente con sig.ra progressiva secondaria„ La sclerosi a placche progressiva secondaria è definita come ms che inizialmente è recidivante-remittente che diventa progressivo ad un tasso variabile, con una ricaduta occasionale possibile e una remissione secondaria. Approssimativamente la metà della gente con il ms recidivante-remittente avanza in questa manifestazione della malattia.

Betaseron(r) è stato sviluppato da Chiron Corporation e dai laboratori di Berlex.

2 maggio 2000

Il regime protegge i topi da cancro

L'emissione del maggio 2000 di carcinogenesi ha caratterizzato un articolo in cui i ricercatori dall'università di California, Davis hanno riferito che per la prima volta un regime preventivo è risultato proteggere dallo sviluppo del cancro polmonare in topi esposti al fumo di tabacco. I topi dati l'inositolo ed il desametasone della droga sono stati esposti al fumo di tabacco per cinque mesi, seguito da quattro mesi dell'esposizione ad aria pulita. I periodi di esposizione dell'aria pulita e del fumo sono stati intesi per simulare quello degli esseri umani che avevano smesso appena il fumo, poichè le diagnosi del cancro polmonare sono più alte in coloro che recentemente ha smesso. (La ragione per questo fenomeno potrebbe essere che i sintomi del cancro polmonare, quale una tosse cronica, spingono il fumatore a fermarsi.)

I topi erano protetti contro cancro durante la loro esposizione al fumo di tabacco come pure durante il periodo senza fumo. Topi che sono stati esposti a fumo senza ricevere l'inositolo ed il desametasone ha avuto un'incidenza del tumore di 89%, mentre coloro che ha ricevuto il regime preventivo hanno avvertito un tasso di 62%, che è simile a che topi che non erano stati esposti alla mostra del fumo. La speranza dei ricercatori questi risultati sarà utile nella prevenzione dei cancri polmonari in esseri umani.

Ricerchi il Dott. Hanspeter Witschi del membro del team indicato che questo studio è il primo modello animale per le sostanze sperimentali che possono avere un effetto protettivo sui polmoni contro cancro causato fumando. Parecchi altri regimi delle sostanze conosciute per impedire il cancro in animali sono stati provati senza successo.

1° maggio 2000

Livelli della linea principale collegati a maggior danno del colpo

Il fondamento del prolungamento della vita lungamente ha avvertito dei pericoli degli alti livelli di ferro. I livelli elevati del ferro sono stati collegati all'elevato rischio di cancro, della malattia cardiaca e della malattia del Parkinson. Ora i ricercatori dall'ospedale Universitari a Girona, Spagna, hanno trovato che il ferro elevato aumenta il danno dal colpo.

In uno studio pubblicato in neurologia, un gruppo di ricerca principale dal Dott. Antoni Davalos ha misurato i livelli della ferritina in cento pazienti del colpo. La ferritina è una misura della quantità di ferro immagazzinata nel corpo. La concentrazione mediana nella ferritina del plasma era molto più alta (391 ng/ml) nei quarantacinque pazienti del colpo che hanno avuti declino neurologico di progressione, definiti dalla debolezza aumentata, dai livelli in diminuzione di coscienza e dai problemi di discorso, confrontati ai pazienti del colpo di cui la circostanza era migliore o stabile, di cui la ferritina mediana ha misurato 148 ng/ml. Il Dott. Davalos ha commentato, “gli alti depositi del ferro del corpo potrebbero contribuire alla progressione del colpo aumentando la produzione dei radicali liberi in cellule cerebrali e nelle pareti dei microvessels del cervello. I radicali liberi distruggono le componenti delle cellule e promuovono altri meccanismi della lesione che potrebbero ingrandire l'area nociva del cervello, citati come il volume cerebrale di infarto.„

“Il ferro immagazzinato aumenta con l'età in gente normale, ma l'accumulazione del ferro è accelerata in una piccola percentuale della popolazione. Per questa gente una dieta bassa in ferro dovrebbe essere raccomandata. I livelli della ferritina del sangue dovrebbero essere mentre verifichiamo i livelli del glucosio o del colesterolo in pazienti con le malattie cardiovascolari o i fattori di rischio cardiovascolari,„ il Dott. indicato esaminato Davalos. “I nostri risultati sostengono gli studi terapeutici futuri degli agenti che inibiscono gli effetti tossici del ferro sulle cellule cerebrali subito dopo del colpo. L'effetto di riduzione del ferro livella fra la gente a rischio del colpo con i livelli della ferritina più superiore 275 ng/ml dovrebbero anche essere valutati.„

Che cosa è indice caldo dell'archivio