Che cosa è caldo

Settembre 2000

Che cosa è archivio caldo


29 settembre 2000

Innovazione di rilevazione del cancro al seno

Alcune gocce di sangue possono ora dire se una donna ha il tipo più aggressivo di cancro al seno e fino a che punto la metastasi ha accaduto. Soltanto in alcune ore, una prova automatizzata può dire a pazienti di cancro al seno quanto di una tettoia particolare della proteina dalle cellule cancerogene esiste nel sangue, che notevolmente aiuta i medici nel loro approccio del trattamento.

Un terzo dei 900.000 pazienti di cancro al seno universalmente ha cancro al seno aggressivo e dilagante. La nuova prova, che anche individua le cellule tumorali liberamente di galleggiamento nel corpo, contribuirà a determinare le dimensioni del trattamento che saranno usate dopo che il tumore primario è stato asportato chirurgicamente. La prova inoltre permetterà ai medici di controllare il progresso dei trattamenti chemioterapici dei pazienti, di modo che possono alterare il dosaggio o il farmaco se non sta fornendo l'effetto anticancro desiderato.

I lavori sperimentali con l'uso degli anticorpi clonati del topo alle proteine di Her2/neu, che sono frammenti delle cellule tumorali. Lo sviluppatore Bayer della prova coltiva gli anticorpi ed aggiunge il ferro alla parte di loro, agli altri si aggiunge un indicatore colorato. Se il siero del paziente (la parte liquida di sangue che è separato dai globuli rossi) contiene le proteine di Her2/neu, gli anticorpi a queste proteine aderiranno a loro, sia colore-marcatura loro che rendendole magnetiche dalla presenza di ferro. Le cellule a cui gli anticorpi hanno aderito possono essere separate dal siero da un magnete e dall'intensità del colore è esaminata che una volta valutati possono indicare la somma totale di cellule tumorali nel sangue.

“Questa analisi del sangue aiuterà il medico ad individuare più presto il cancro al seno e concederà al medico a Taylor il trattamento per ogni singola donna diversamente e specificamente, “il Dott. commentato Walter P Carney, di Bayer.

27 settembre 2000

Ulcere e più di lotta dei mirtilli rossi

La nuova ricerca dal telefono Aviv University ha riferito alla prima tavola rotonda della ricerca di salute del mirtillo rosso, alla parte della conferenza internazionale e della mostra sugli alimenti funzionali e a Nutraceuticals tenuto a Houston, che i mirtilli rossi possono essere efficaci contro i pilori di H, i batteri implicate nelle ulcere allo stomaco. La ricerca in vitro ha indicato che la proprietà di antiadhesion dei mirtilli rossi può contribuire a combattere i batteri ulcera-causanti anche quando hanno aderito al rivestimento dello stomaco. La ricerca inoltre è stata presentata su come questo meccanismo può essere efficace contro i batteri nella bocca nella prevenzione della malattia periodentale.

La ricerca più iniziale ha dimostrato la capacità del mirtillo rosso di combattere la E Coli, i batteri addetti alle infezioni delle vie urinarie. Le proantocianidine trovate in mirtillo rosso possono interferire con i batteri che causano 80 - 90 per cento delle infezioni delle vie urinarie, possibilmente impedicendole l'aderenza ai serbatoi a vescica secondo la ricerca condotta dal Rutgers University. In ancora un altro studio, liberato all'inizio di quest'anno alla riunione sperimentale annuale di biologia, è stato indicato che il mirtillo rosso ha avuto la capacità di impedire lo sviluppo dei tumori in topi iniettati con le cellule di cancro al seno umane. Gli studi sono stati intrapresi all'università di Ontario occidentale.

Matin Starr, il PhD, direttore di salute ed il benessere dell'oceano spruzzano, il garante della tavola rotonda, indicato, “fin qui, la maggior parte della ricerca sul mirtillo rosso ha messo a fuoco sul cocktail del succo di mirtillo rosso di impatto possono avere nel mantenimento della salute dell'apparato urinario. Siamo stati eccitati per sentire che i composti in mirtilli rossi che sono responsabili dell'effetto di antiadhesion possono anche combattere i batteri che causano alcune ulcere. Il corpo della ricerca abbiamo esaminato tutti i punti a come il cocktail del succo di mirtillo rosso e del mirtillo rosso può fungere da protettori potenti di salute. Questa proprietà apparentemente unica di antiadhesion del mirtillo rosso può essere una strategia di promessa per combattere naturalmente i batteri sicuri.„

22 settembre 2000

Gli aiuti del talidomide trattano il mieloma multiplo

Il talidomide è una droga che originalmente è stata sviluppata quasi mezzo secolo fa per trattare le nausee mattutine e l'insonnia, ma è stato trovato per causare i difetti di nascita tragici. La droga non è stata approvata mai dal nostro FDA ed è usata spesso come esempio quando l'organizzazione è lenta approvare altre droghe. La ricerca sulla droga è continuato, tuttavia ed altri usi sono stati trovati per i pazienti con le circostanze pericolose.

Il mieloma di Multple è un cancro incurabile delle cellule di plasma che si sviluppa nel midollo osseo. I pazienti sulle terapie standard sopravvivono ad una media di quattro anni. In uno studio pubblicato nell'emissione di settembre degli atti di Mayo Clinic, condotta a Mayo Clinic Cancer Center a Rochester, il Minnesota, sedici pazienti con il mieloma multiplo avanzato avanzato che non aveva reagito ai trattamenti standard della chemioterapia, della radiazione e dei trapianti del midollo osseo è stato dato giornalmente un talidomide da 200 milligrammi per due settimane, seguito tramite un aumento nel dosaggio ad un massimo di 800 milligrammi. Un quarto dei pazienti ha risposto alla droga. Il MD dell'ematologo lo S. Vincent Rajkumar di Mayo Clinic ha commentato, “che è informazioni incoraggianti perché il talidomide è la prima droga dentro oltre due decadi che è efficace per il mieloma multiplo quando i trattamenti medici standard più non funzionano. La ricerca deve continuare, ma il nostro studio conferma uno studio precedente fatto all'università di Arkansas. È una buona opzione per alcuni pazienti con pochi -- se c'è ne -- opzioni lasciate a loro.„

Il talidomide sembra lavorare contro i cancri stimolando il sistema immunitario e dal suo effetto di antiangiogenesis. Secondo Angela Dispenzieri, il MD, un ematologo a Mayo Clinic, questo effetto di rallentamento della crescita nuova del vaso sanguigno è la causa dei difetti di nascita connessi con la droga, piuttosto che un effetto mutageno. Mayo Clinic attualmente sta ricercando l'effetto sulla droga in pazienti recentemente diagnosticati con il mieloma.

20 settembre 2000

Le verdure crocifere impediscono meglio il cancro polmonare in alcuno che altri

L'emissione del 26 agosto 2000 di The Lancet ha pubblicato i risultati di uno studio di 942 uomini che fa parte di più grande gruppo dal 1986 di to1997 seguito maschi cinesi, che ha rivelato che verdure crocifere quali cavolo, crescione, broccoli ed il cavolfiore contribuiti per impedire il cancro polmonare . Questa classe di verdure contiene i precursori ai composti anticancro conosciuti come i isothiocyanates (ITCs), che sono formati nel corpo quando questi precursori sono liberati dalle verdure. Studi i partecipanti che erano carenti in enzima GSTM1, che rapidamente elimina questi composti, ha ricevuto la più grande quantità di protezione del cancro. Gli oggetti che hanno avuti isothiocyanates misurabili in loro urina hanno sperimentato un 40% meno rischio di cancro polmonare, mentre quelli che mancano di GSTM1 hanno avuti una diminuzione di 64% nel rischio.

“Siamo informati di nessun dati priori che collegano un indicatore biologico dell'assunzione di ITC al rischio di tutto il cancro,„ co-cavo commentato Stephanie London autore, dell'istituto nazionale delle scienze di salute ambientale, parco del triangolo della ricerca, Nord Carolina. “L'effetto benefico di ITCs è stato visto principalmente fra gli oggetti che sono preveduti per metabolizzarlo più lentamente hanno basato sul loro avere soppressione di un gene (GSTM1) che rapidamente elimina questi composti dal corpo. L'implicazione per gli studi di intervento è importante. C'è molto lavoro animale su ITCs che comprende il lavoro per capire che di loro vorreste utilizzare in un intervento ed in che forma. Il nostro studio aggiunge i dati umani significativi a questo sforzo.„

Inoltre stavano collaborando sullo studio gli scienziati dall'università di California del sud, Los Angeles; Istituto del Cancro di Shanghai, la Cina e fondamento americano di salute, il Valhalla, New York.

18 settembre 2000

Luce verde su niacina per i diabetici

La niacina, o la vitamina B3, è stata conosciuta per le decadi per la sua abilità d'abbassamento quando dosi terapeutiche contenute, fra i suoi altri benefici. Poiché, in base ai dati clinici limitati, la niacina era stata osservata per sollevare i livelli della glicemia, i diabetici sono stati avvertiti non usarlo. Ciò ha indotto una popolazione importante a perdersi il suo beneficio cardiovascolare. Nell'edizione del 13 settembre 2000 del giornale di American Medical Association, i risultati di uno studio sono stati pubblicati che ha dimostrato la niacina per essere sicuro per i diabetici dopo tutto.

Gli studi, intrapresi a sei centri fra 1993 e 1995, hanno esaminato 468 pazienti con la malattia periferica dell'arteria, 125 di chi erano diabetici. I partecipanti di studio sono stati randomizzati per ricevere tre grammi di niacina o il massimo ha tollerato la dose al giorno (niacina causa una sensazione arrossentesi che una certa avversione della gente), o il placebo per fino a sessanta settimane. La niacina è stata trovata per aumentare HDL, il cosiddetto “buon„ colesterolo, dai diabetici di 29% sia che dal nondiabetics e per fare diminuire LDL, o “il colesterolo del bad da 8% e da 9%, rispettivamente. I trigliceridi inoltre sono stati abbassati da 23% in diabetici e da 28% in nondiabetics, mentre il glucosio è stato aumentato soltanto modestamente di entrambi i gruppi.

Lo studio conclusivo con la raccomandazione che la niacina può essere usata sicuro per modificare i lipidi in pazienti diabetici e potrebbe essere utilizzato come alternativa alle droghe o ai fibrati di statina in pazienti diabetici per cui queste droghe sono inefficaci o essere tollerato male. Ciò è buone notizie per i diabetici che soffrono frequentemente dalla malattia cardiovascolare.

15 settembre 2000

Cancro del rene di lotta delle cellule staminali

Ultimo New England Journal di medicina ha caratterizzato che riferito il successo dei trapianti della cellula staminale del sangue nel cancro avanzato del rene. La malattia ha una prognosi difficile, con 80% dei pazienti insensibili al trattamento ed a soccombere alla malattia in un anno. I ricercatori agli istituti nazionali del cuore di salute (NIH), del polmone e dell'unità nazionali del trapianto della cellula staminale dell'istituto del sangue in collaborazione con l'istituto nazionale contro il cancro hanno trapiantato le cellule staminali del sangue ed i globuli bianchi dai fratelli germani in buona salute in diciannove pazienti con carcinoma metastatico trattamento-resistente del rene. Il trattamento è stato considerato riuscito nella metà dei pazienti, con sette che mostrano una regressione parziale della malattia e nella remissione totale d'esperimento tre.

Il cancro del rene è insolito fra i tumori solidi in quanto è conosciuto per rispondere all'attacco dal sistema immunitario del corpo. In questo studio, la conoscenza acquisita dalla ricerca precedente del laboratorio è stata utilizzata, che aveva dimostrato che le cellule immuni erogarici sane possono stimolare gli effetti antitumorali. Quando le cellule immuni dei partecipanti di studio completamente erano state sostituite dalle cellule del donatore e quando la ciclosporina della droga che i pazienti sono stati dati è stata interrotta, le regressioni del tumore hanno accaduto.

“Considerando che non ci siano i trattamenti correnti che avvantaggiano i pazienti che non hanno risposto alla terapia convenzionale, molto siamo incoraggiati dall'alto tasso di risposta iniziale nel nostro primo gruppo di pazienti curati, con rimanere di alcuni pazienti completamente esente da cancro più di due anni dall'inizio della terapia,„ MD dichiarato di Richard Childs, l'autore principale dello studio. Ha commentato che le complicazioni possono accadere con la terapia e che dovrebbe rimanere d'investigazione al presente.

“Speriamo di ampliare il numero dei pazienti che possono iscriversi al nostro test clinico. L'ultimo obiettivo è di verificare questa terapia in una grande, prova controllata randomizzata per determinare l'efficacia vera di questo trattamento,„ W. indicato Marston Linehan, M.D., dell'istituto nazionale contro il cancro.

13 settembre 2000

L'interferone beta-1a aiuta i pazienti del ms

La sclerosi a placche è un cronico, infiammatorio, disattivando la malattia del sistema nervoso centrale. La sclerosi a placche è caratterizzata dalla distruzione della guaina di mielina, che è il rivestimento grasso che protegge i nervi, causante la conduzione nervosa difettosa. I sintomi comprendono la difficoltà nella camminata, l'intorpidimento, paralisi, perdita della visione, dolore, emicrania. La maggior parte dei pazienti del ms avvertono i sintomi della malattia seguiti dai periodi di remissione. La sclerosi a placche progressiva primaria o PPMS è una forma degenerante particolarmente agrressive della malattia che progredisce dall'inizio senza remissione. Circa dieci per cento dei pazienti del ms sono della varietà di PPMS ed è trovato più frequentemente in pazienti più anziani. Questa forma della malattia è considerata intrattabile.

Il comitato europeo annuale per il trattamento e la ricerca nel congresso di sclerosi a placche in Francia era il sito di un annuncio dai ricercatori dall'ospedale nazionale della neurologia a Londra che l'interferone beta-1a, venduto sotto il nome di Avonex da Biogen Corporation, è utile contro PPMS. Cinquanta partecipanti fra le età di 29 e di 59 chi hanno avuti PPMS per due - 21 anno sono stati randomizzati per ricevere una di due dosi intramuscolari di interferone beta-1a o del settimanale del placebo per due anni. I pazienti hanno ricevuto gli esami RMI del cervello per valutare il danno causato dalla malattia. I migliori risultati sono stati veduti nel gruppo che ricevendo la dose di mcg di norma 30 di Avonex, che ha mostrato una riduzione significativa della dimensione delle lesioni di cervello. Ciò era il primo studio clinico controllato per mostrare la modifica di malattia in questo sottogruppo di pazienti del ms.

“Siamo soddisfatti di imparare circa il potenziale di Avonex nella cura della questa popolazione paziente, che ha una forma particolarmente devastante di ms,„ abbiamo detto il vicepresidente di Biogen di ricerca medica Burt un Adelman, MD. “In tutti i test clinici fin qui, Avonex ha dimostrato i risultati provati e l'efficacia eccellente nel trattamento di ricadere le forme di sig.ra. Questi risultati seguono quelli della prova chiave dei CAMPIONI, che ha mostrato un impatto positivo significativo di Avonex sui pazienti ad ad alto rischio di sviluppare clinicamente sig.ra definita.

11 settembre 2000

Nuova droga per COPD

La malattia polmonare ostruttiva cronica, o COPD colpisce circa 600 milione di persone universalmente e conduce alla morte di tre milioni annuali. Quindici milioni di quelli diagnosticati sono americani. Trovato nell'enfisema e la bronchite cronica e terreno comunale fra i fumatori, è causato da uno stringimento delle vie aeree ed è progressivo ed irreversibile. I ricercatori al congresso del mondo su Lung Health hanno tenuto questo mese hanno riferito che la droga Spiriva, o il tiotropium, può migliorare il benessere delle vittime di COPD sebbene non potesse fermare il deterioramento causato dalla malattia. Relativo al Atrovent comunemente prescritto, Spiriva funziona da inalazione e si rilassa i muscoli che restringono le vie aeree dei polmoni, ma agisce in tal modo più lungamente e più efficacemente di Atrovent e soltanto deve essere usato giornalmente, rispetto a quattro volte al giorno con la droga corrente. Gli studi intrapresi su cinquecento genti che era stata diagnosticata per dieci anni o su più lo hanno mostrato per essere migliori di Atrovent nel miglioramento della capacità di respirare e nel ridurre le infezioni e le visite all'ospedale. Inoltre ha fornito ai benefici più a lungo termine, i pazienti che mostrano a poco deterioramento un l'anno successivamente, mentre il deterioramento può essere visto tre mesi che seguono il trattamento corrente.

Uno dei ricercatori, il Dott. Romain Pauwels, professore di medicina all'università di Gand, Belgio ha commentato, “l'effetto globale è qualcosa che quasi non fosse stato visto mai. Confrontato a cui ora abbiamo, questo è ben migliore, qualunque cosa il parametro voi stia misurando.„

La droga ha migliorato la dispnea sperimentata questi pazienti che interferisce con tali attività quotidiane semplici come camminando, il condimento o chinandosi. Venti per cento dei pazienti nello studio erano invalido dovuto la circostanza.

Spiriva ha potuto essere disponibile fra due anni o più.

8 settembre 2000

L'inosina tratta il colpo

L'inosina, che lungamente è stata sollecitata come sport e supplemento di resistenza, è stata trovata nella nuova ricerca condotta al laboratorio di ricerca di Cerebrotec a prodotti più del recupero di 90% della funzione dell'arto in ratti che erano stati dati sperimentalmente i colpi. I ratti sono stati dati ad inosina direttamente nel loro liquido spinale cerebrale i due giorni che seguono il colpo. Ratti nel gruppo di controllo del gruppo di controllo dello studio reamined paralizzato.

L'inosina funziona come fattore di crescita del nervo. In uno studio precedente, pubblicato negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, l'inosina poteva guarire le lesioni del midollo spinale in ratti. L'inosina ha stimolato germogliare dell'incrocio degli assoni del motore, ri-innervante il cavo danneggiato.

Ricerchi il garante, l'ufficiale scientifico principale delle scienze biologiche di Boston, il Dott. Mark Lanser ha commentato, “l'inosina sembra essere efficace anche quando dato dopo che il danno è stato fatto ed il colpo è completo. Ciò è ora nel forte contrasto ad altri agenti potenziali per la terapia del colpo in via di sviluppo che deve essere dato quasi subito dopo del colpo. Poiché queste terapie contano sul cytoprotection o sugli agenti antitrombotici per minimizzare il danno ischemico piuttosto della ricrescita reale, è difficile da vedere come questi altri approcci possono essere preveduti realmente per ristabilire la funzione persa dopo il colpo. L'inosina, tuttavia, in virtù della sua abilità potente ben documentata della assone-rigenerazione, sembra mostrare la prova emozionante della sua capacità realmente di ristabilire l'arto e l'altra funzione motoria dopo che il colpo ha accaduto. Tale terapia rigeneratrice lungamente è stata cercata dalla comunità medica. Progettiamo di continuare questi risultati con gli studi preclinici richiesti per la limatura di nuova applicazione d'investigazione della droga (IND). Crediamo, in base a questi risultati sperimentali colpenti, che l'inosina abbia il potenziale di essere la prima terapia rigeneratrice vero funzionale per le vittime del colpo.„

Il presidente e direttore generale della società, David Hillson, commentato, “il nostro programma di rigenerazione dello SNC ha raggiunto una serie di pietre miliari molto importanti durante gli ultimi due anni. Abbiamo progredito da rigenerazione in vivo axonal sperimentale dimostrata in transections spinali ad una dimostrazione di rigenerazione del nervo ottico in animali ed ora abbiamo questi risultati estremamente di promessa nel colpo. La consistenza dei risultati che vediamo è particolarmente piacevole. Penseremo avere ulteriori risultati sperimentali presto che, eventualmente, confermeranno la promessa straordinaria del nostro programma dello SNC.„

BLSI sta sviluppando i sistemi diagnostici e terapeutica novelli per disordine della malattia del Parkinson (palladio) e dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) come pure i trattamenti per cancro, la malattia autoimmune ed i disordini del sistema nervoso centrale. I prodotti di BLSI in via di sviluppo includono: Altropane, un agente radioimaging per la diagnosi di palladio e di ADHD; Troponina I, un fattore naturale di anti-angiogenesi per il trattamento dei tumori solidi; AF-1 ed inosina, fattori di crescita del nervo per il trattamento dei disordini acuti e cronici dello SNC; terapie innovarici per il trattamento di palladio e di ADHD; ed i fattori di trascrizione che possono controllare l'espressione delle molecole si sono associati con la malattia autoimmune e le allergie.

7 settembre 2000

Parkinson comprende più del cervello

L'emissione del 5 settembre degli annali di medicina interna ha riferito gli studi intrapresi dall'istituto nazionale dei disturbi neurologici e dal colpo che ha dimostrato che la malattia del Parkinson colpisce le terminazioni nervose comprensive nel cuore. Gli studi recenti della rappresentazione hanno suggerito che questi nervi producenti epinefrina fossero persi nella malattia del Parkinson ma i ricercatori erano poco chiari se questo è stato causato dal L-dopa della droga, la droga data ai pazienti di Parkinson che agisce un precursore a dopamina. La dopamina è il prodotto chimico disegnalazione prodotto dai neuroni nel cervello che sono persi nella malattia del Parkinson e una mancanza di causa i sintomi della malattia dei movimenti lenti del corpo, del tremore e degli arti rigidi. Pazienti di complessivamente dei ventinove Parkinson studiati, le scansioni PET del cuore hanno rivelato quasi tutte hanno avute una diminuzione nella quantità di terminazioni nervose comprensive che producono la norepinefrina. I comandi di sistema nervoso simpatico pulsano, pressione sanguigna ed altra risposte di sforzo. L'individuazione spiega perché i pazienti di Parkinson avvertono frequentemente l'ipotensione ortostatica, che è una caduta della pressione sanguigna che accade quando una persona si muove verso una posizione diritta, che causa il lightheadness, le vertigini o lo svenimento in alcuni individui. Questa perdita di terminali comprensivi del nervo non è stata determinata per essere causata da L-dopa, la droga che converte in dopamina che ha usato per curare Parkinson, né è legato alla TI alla sua severità o alla durata diagnosticata con la malattia.

Oltre ai pazienti con il morbo di parkinson studiato, erano i pazienti ventiquattro con atrofia del multiplo-sistema, che somiglia a Parkinson e colpisce la funzione di nervo comprensiva. In questo gruppo di pazienti, le scansioni PET non hanno rivelato perdita di terminali comprensivi del nervo. Questa differenza contribuirà a permettere ai medici di differenziare meglio le due malattie, che è importante quando le tratta.

Poiché la norepinefrina e la dopamina sono entrambe le catecolamine, i ricercatori ritengono che la causa della perdita di terminali del nervo che producono la dopamina nel cervello sia la stessa causa della perdita di terminali nel cuore e che la malattia del Parkinson potrebbe essere causata da un'anomalia che colpisce il sistema nervoso periferico come pure il cervello.

5 settembre 2000

L'insulina può proteggere dalla malattia cardiaca

L'edizione del luglio 2000 del giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici ha caratterizzato uno studio che i ricercatori dall'università di Stato di New York alla Buffalo hanno studiato gli effetti di insulina sul tessuto endoteliale dell'aorta umana nella cultura. L'aorta è la grande arteria che conduce dal cuore. Una volta aggiunto alle cellule, all'insulina, un ormone prodotto naturalmente nel corpo che regola la glicemia, causato una diminuzione nell'adesione intracellulare molecule-1, o ICAM-1, una sostanza che causa l'infiammazione e l'aterosclerosi arteriose. Questa diminuzione è stata determinata per essere dovuto un aumento in ossido di azoto prodotto dall'insulina. Quando le cellule endoteliali aortiche sono state trattate con un inibitore dell'ossido di azoto, la capacità dell'insulina di fare diminuire i livelli ICAM-1 è stata alterata, provante che l'ossido di azoto era responsabile dell'inibizione di ICAM-1 trovato nello studio. L'ossido di azoto inoltre contribuisce a rilassarsi i vasi sanguigni ed è importante nell'impedire l'ipertensione.

A causa degli alti livelli della malattia cardiaca osservati nella gente con il diabete scriva - 2, era stato creduto che l'insulina che in eccesso questi pazienti hanno, a cui il corpo non risponde, contribuisce alla loro malattia cardiaca. I risultati degli autori di questo studio possono essere veduti come inversione importante della teoria sull'oggetto.

Studi Paresh Dandona autore indicato, “le implicazioni sono quell'insulina, che finora era probabilmente un fattore che promuove l'aterosclerosi, in effetti può essere attivamente antinfiammatorio.„

Il gruppo di ricerca ora sta studiando se l'insulina può contribuire a proteggere dalla malattia cardiaca in esseri umani.

1° settembre 2000

Il vaccino del Telomerase combatte il cancro

L'ultima emissione della medicina della natura del giornale ha pubblicato un articolo in cui i ricercatori hanno provato che il telomerase può essere utilizzato in un vaccino per stimolare una risposta immunitaria contro i tumori cancerogeni. I ricercatori hanno presentato il RNA che codifica la proteina catalitica della trascrittasi inversa del telomerase (RNA di TERT) nelle cellule dentritiche nella cultura del tessuto che, una volta iniettato nei topi e nel tessuto umano in vitro (fuori del corpo), stimolato il sistema immunitario per uccidere le cellule tumorali telomerase-positive . Il vaccino funziona istruendo i linfociti T citotossici per riconoscere e distruggere le cellule tumorali che contengono il telomerase, che sono la maggior parte di tutte le cellule tumorali. Geron Corporation, di cui gli scienziati hanno collaborato su questi sforzo e scienze biologiche di Merix ha annunciato che svilupperanno il vaccino per gli usi commerciali e clinici.

Il processo originalmente è stato sviluppato dal PhD e dai colleghi di Eli Gilboa a Duke University. I topi che hanno ricevuto l'antigene hanno avvertito una risposta che ha inibito la crescita del melanoma, del seno e del cancro alla vescica. Una volta provato sui campioni prelevati dai pazienti con il cancro umano del rene e della prostata, il vaccino umano ha ucciso le cellule del tumore nella cultura. Il Dott. Gilboa ha commentato, “noi è molto piacevole con i risultati di studio. I punti seguenti sono di intraprendere gli studi preclinici accurati della sicurezza e di valutare il potenziale clinico di questo metodo.„

Presidente Tom Okarma, il PhD, MD di Geron, dichiarato “i risultati sperimentali è importante. Il Telomerase è universalmente presente in cellule tumorali. Di conseguenza, lo sviluppo del RNA del hTERT come antigene per suscitare una risposta immunitaria contro una vasta gamma di tipi del tumore, da solo o congiuntamente ad altri antigeni, rappresenterebbe un avanzamento significativo nella terapia del cancro.„



Che cosa è indice caldo dell'archivio