Che cosa è caldo

Novembre 2000

Che cosa è archivio caldo


29 novembre 2000

Cataratte impedite dalle vitamine

Un 80% stimato di tutti gli individui invecchiati settantacinque e più anziani e venti milione di persone universalmente è cieco dovuto le cataratte, un appannamento della lente dell'occhio che riduce la quantità di luce ricevuta.

Uno studio quinquennale riferito negli archivi del giornale dell'oftalmologia ha dimostrato un'incidenza più bassa delle cataratte fra i consumatori della vitamina. Tre mila ottantanove residenti della diga del castoro, Wisconsin, invecchiato 43 - 86 sono stati esaminati per le cataratte dal 1988 al 1990 e sono stati continuati cinque anni più successivamente. L'incidenza ed il tipo della cataratta erano risoluti con l'uso di fotografia dello slitlamp per le cataratte e le fotografie nucleari di retroillumination per le cataratte subcapsular corticali e posteriori. A seguito quinquennale, i partecipanti di studio sono stati intervistati per ottenere l'informazione dettagliata riguardo al loro multivitaminico ed all'altro uso di supplemento, compreso dosaggio e la durata di uso. Il rischio quinquennale per la cataratta era 60% più in basso per quelle persone che riferiscono l'uso del multivitaminico, la vitamina C o l'uso della vitamina E per più di dieci anni confrontati ai non utenti. Coloro che ha usato i supplementi per più di meno di dieci anni non hanno avuti un rischio diminuito di sviluppare le cataratte. Le differenze di stile di vita fra gli utenti di supplemento e gli utenti di nonsupplement e le variazioni dietetiche non sono state determinate per influenzare questa associazione, sebbene gli autori citassero che è possibile che le differenze unmeasured di stile di vita potrebbero avere un'influenza.

Questo studio sostiene la teoria che le cataratte sono causate da danno del radicale libero che si presenta durante le decadi e che gli antiossidanti possono contribuire ad impedirlo. Gli autori notano che è di eppure indeterminato che le sostanze nutrienti specificamente confer il beneficio protettivo hanno osservato.

27 novembre 2000

Melatonina stata necessaria dai pazienti post-op

L'edizione del 7 ottobre 2000 del giornale medico The Lancet, presentata ricerca condotta a Penn State College di medicina che ha indicato che sulla notte che segue la loro chirurgia, i pazienti hanno avuti livelli della melatonina che erano significativamente più bassi del normale. I livelli dei pazienti di melatonina sono aumentato sulla seconda notte, ritornante al normale entro la terza notte post-op. L'assistente universitario di anestesiologia a Penn State ed il cavo studiano il MD autore di Arthur J Cronin, dichiarato, “questi bassi livelli possono indicare perché un paziente incontra difficoltà che dorme dopo la chirurgia. . . La melatonina è un indicatore per i ritmi circadiani e quando questi ritmi sono disturbati, il vostro sonno è interrotto.„

La melatonina è un ormone liberato dalla ghiandola pineale nel cervello, in questione nel sonno, nell'umore e nella funzione immune. I livelli della melatonina in esseri umani alzano solitamente fra il 2:00 ed il 4:00. Lo studio, costituito un fondo per parzialmente dagli istituti della sanità nazionali, controllati la melatonina delle donne invecchia 32 - 49 chi erano pazienti al centro medico di Penn State Milton la S Hershey misurando i loro livelli della melatonina del sangue all'ora ogni notte dopo chirurgia.

Il Dott. Cronin ha spiegato che la sincronizzazione dell'orologio interno del corpo è riflessa dai livelli della melatonina e spera che la terapia sostitutiva della melatonina potesse essere usata per impedire i disturbi del sonno sperimentati dai pazienti postoperatori, che attualmente sta studianda. Poichè il sonno è essenziale al processo di guarigione, amministrare la melatonina aiuterebbe in quel processo. Ha dichiarato che sebbene non fosse chiaro perché i livelli della melatonina cadrebbero dopo chirurgia, solleciti sul corpo dall'anestesia o dall'ambulatorio potrebbe provenire la causa e suggerisce “se possiamo aumentare artificialmente i livelli della melatonina per la prima notte, noi potrebbe migliorare il sonno dei pazienti dopo chirurgia.„

22 novembre 2000

Estensore del sangue utile in chirurgia

In risposta agli articoli che sembrano nell'emissione di questo mese di anestesiologia che indicano che i liquidi chirurgici alti in cloruro contribuissero all'acidosi, Biotime Corporation, creatori dell'estensore Hextend del volume plasmatico del sangue, ha annunciato che il prodotto potrebbe essere del beneficio ai pazienti chirurgici. Circa 2,5 milione pazienti all'anno perdono abbastanza sangue durante la chirurgia per richiedere una trasfusione. Gli estensori del sangue sono usati per ampliare il volume del sangue finché una trasfusione non diventi di importanza fondamentale. Hextend è un riempitivo a base d'amido sintetico del volume del sangue del plasma che può essere amministrato mentre il sangue del paziente sta scrivendo, o mentre aspettando sangue compatibile. Può essere usato per sostituire i più grandi volumi di sangue che altri estensori a base d'amido del volume plasmatico, così riducendo il numero dei prodotti del sangue usati dal paziente.

Il Dott. T J Gan di Duke University, in cui alcuna della ricerca iniziale è stata condotta ha dichiarato, “Hextend contiene sostanzialmente meno cloruro che le più vecchie alle soluzioni chirurgiche basate a salina, con glucosio e gli elettroliti nelle concentrazioni simili a quelle trovate normalmente in plasma ed il lattato che può ridurre l'acidità del sangue. Hextend inoltre mantiene il volume plasmatico durante l'intervento chirurgico importante meglio delle soluzioni come salino, o quelli che contengono gli elettroliti ed il lattato che non hanno colloide. Le soluzioni chirurgiche sintetiche che non hanno amido devono essere utilizzate spesso molto nei grandi numeri, inducenti il paziente ad accumulare le quantità significative di liquido nei suoi tessuti.„

L'estensore del sangue può anche essere amministrato prima di chirurgia, con alcuno del sangue del paziente che è rimosso in modo che sia disponibile durante la chirurgia, un processo conosciuto come hemodilution normovolemic acuto (ANH). Il presidente Paul Segall, PhD di Biotime ha commentato, “prova sta montando che i pazienti che ricevono il loro proprio sangue possono fare spesso un recupero molto favorevole senza i rischi ben noti di ricezione del sangue dai donatori. Hextend, che è stato indicato per essere sicuro ed efficace anche quando usato per sostituire i grandi volumi del sangue persi durante la chirurgia e le procedure innovarici quale ANH, potrebbe migliorare la sicurezza delle operazioni e del recupero paziente. Ciò può essere particolarmente vera in pazienti più anziani, cui le alterazioni biochimiche, o nel rischio di infezione, possono essere compromettenti. Questi avanzamenti hanno potuto anche contribuire ad alleviare la scarsità nazionale del sangue.„

20 novembre 2000

Beneficio dei diabetici di tipo 1 dalla vitamina E

Uno studio di prova alla cieca randomizzato riferito in giornale americano di novembre di nutrizione clinica ha dimostrato che i diabetici di tipo 1 che prendono la vitamina E hanno avuti molto meno perossidazione della lipoproteina di densità bassa (LDL) e della lipoproteina di densità molto bassa (VLDL). I risultati sono significativi alla luce della malattia cardiovascolare aumentata sperimentata dai diabetici, causati in parte dall'ossidazione di colesterolo di LDL. Sebbene i diabetici non abbiano più bassi livelli ematici di vitamina E che gli individui normali, è creduto che la vitamina E avvantaggi questo gruppo con la sua abilità antiossidante.

Quarantaquattro pazienti sono stati divisi in due gruppi, una vitamina di ricezione E da 250 iu tre volte al giorno per un anno ed il secondo gruppo che riceve un placebo per sei mesi seguiti da una vitamina E da 250 iu tre volte al giorno per sei mesi. I certificato di scuola media superiore della vitamina del siero dei pazienti, l'ossidazione di VLDL e di LDL ed altri valori quali i lipidi del siero, sono stati controllati al begininng allo studio e ad ogni tre mesi per un anno. Nel gruppo che riceve la vitamina E, i certificato di scuola media superiore della vitamina sono aumentato dopo tre mesi, ma non hanno fatto da allora in poi, indicando che la capacità del trasporto della vitamina E in siero è stata saturata entro tre mesi del completamento. Risultati simili sono stati veduti nel secondo gruppo dopo avere cominciato il loro completamento della vitamina E. Dopo che la conclusione dello studio, certificato di scuola media superiore della vitamina è ritornato ai loro valori iniziali.

In entrambi i gruppi, l'ossidazione di colesterolo di VLDL e di LDL è stata diminuita significativamente dopo tre mesi del completamento della vitamina E. Al contrario, il secondo gruppo non ha avvertito questa diminuzione durante il periodo in cui hanno ricevuto il placebo. Gli autori dello studio sottolineano che l'effetto antiperoxidative della e della vitamina in questo studio non era dovuto la correzione di una carenza, poichè il suo effetto non è stato collegato con le concentrazioni iniziali nel siero, né era legato alla TI ad un cambiamento nei livelli di lipidi.

Gli autori raccomandano che i diabetici di tipo 1 considerino tutta la vita il completamento con la vitamina E.

16 novembre 2000

I nuovi mammogrammi digitali consegnano meno radiazione

Un nuovo sistema digitale di mammogramma è stato messo a punto in Svezia dal Sectra Company che consegna cinque volte meno radiazione che i metodi di lavorazione del film attualmente hanno impiegato in questo paese ed altrove. Il sistema cattura la stessa qualità dell'immagine e potrà essere elaborato vicino ed essere studiato con i computer. Ci sono attualmente altri sistemi digitali sul mercato, ma consegnano dieci volte la quantità di radiazione come questo sistema.

La tecnologia è stata prodotta dai ricercatori che lavorano nel campo di fisica delle particelle a Ginevra, Svizzera. Rappresentazione di Mamea, di proprietà insieme da Sectra e dai ricercatori all'istituto di tecnologia reale della Svezia, sviluppato un nuovo tipo di sensore che riduce l'interferenza, di modo che alla dose più bassa di radiazione può essere usato.

A differenza del film che deve essere elaborato, necessitante le visite di ritorno per le donne per cui la qualità di immagine del film di mammogramma era povera, il sistema digitale permette alle immagini di essere osservato immediatamente. Il nuovo sistema inoltre offre il vantaggio della capacità rapidamente di trasferire le immagini agli esperti appropriati per l'interpretazione, più di a nelle regioni isolate dove i medici specialisti sono pochi.
Torbjorn Kronander, presidente di Sectra Imtec indicato, “donne in quasi tutti i paesi nel mondo occidentale è opportunità permesse di partecipare a certa forma di programmi di mammografia, con gli esami ai raggi x come il metodo di prova più comune del mondo. Di conseguenza, vediamo il potenziale molto significativo nella selezione di mammografia.„

I mammogrammi sono attualmente il metodo più comunemente usato clinicamente di schermatura per il cancro al seno. Le prove di nuovo sistema digitale sono progettate in Svezia, nelle speranze di mettere a disposizione il sistema là all'inizio del 2002.

15 novembre 2000

Studio del tumore del colon messo in discussione

In un comunicato stampa questa settimana, l'istituto americano per ricerca sul cancro (AICR) ha dichiarato che uno studio recente riferito nel giornale dell'istituto nazionale contro il cancro che non è riuscito a dimostrare un effetto protettivo della frutta e delle verdure contro tumore del colon , può interpretare scorrettamente i dati. I dati esaminati studio da salute degli infermieri di Harvard studiano e da seguito dei professionisti del settore medico-sanitario che hanno esaminato 136.902 uomini e donne. Ritva Butrum, Ph.D., vicepresidente per la ricerca a AICR ha commentato, “i dati indicano che gli oggetti in questi studi stavano consumando molto poche frutta e verdure. Cinque - nove servizi un il giorno sono raccomandati per la protezione contro cancro, ma la maggior parte dei respondees consumati molto. Infatti, più poco di 2% di quelli nel gruppo degli infermieri ha riferito il cibo dei più di quattro servizi delle verdure un il giorno, mentre soltanto 3% di quelli nel gruppo dei professionisti del settore medico-sanitario ha detto hanno consumato più di tre servizi delle verdure un giorno. Ciò indica che la variabilità degli studi - in questo caso, la gamma statistica fra quei respondees che consumano le la maggior parte e la meno quantità di frutta e di verdure - è piccola. Statisticamente parlare, quando la variabilità è bassa, l'associazione con alto o consumo basso ottengono più duro di vedere.„

John Potter, MD, PhD, che è la testa del programma di ricerca di prevenzione del cancro a Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle aggiunto, “una maggior edizione è se l'analisi dovrebbe realmente controllare per apporto energetico totale. La tabella 1 del rapporto indica chiaramente che coloro che ha consumato più frutta e verdure hanno consumato più alimento in generale. Un consumo di maggior caloria può smussare l'associazione una penserebbe vedere con la frutta e le verdure da solo.„ Il Dott. Potter ha concluso che per questi ed altro ragiona relativo alla loro metodologia, questi studi non può fare una determinazione definitiva.

Il AICR ha messo in guardia contro le diete di sospensione che contengono le quantità elevate della frutta e le verdure a causa di questa studiano e notano che molti altri studi hanno confermato il beneficio protettivo di questo tipo di dieta.

13 novembre 2000

Il blocco delle fermate TGF-beta ha programmato la morte del neurone

In un commento pubblicato nell'emissione di novembre della neuroscienza della natura del giornale, gli autori Richard J Miller e Clifton W Ragsdale dell'università di Chicago discutono la funzione della crescita di trasformazione fattore-beta, o TGF-beta nella morte programmata, o in apoptosi, delle cellule nervose. TGF-beta fa parte di una superfamiglia dei fattori di crescita dallo stesso nome che sono compresi in molte funzioni biologiche nei tessuti di tutto corpo, come guarigione embrionale dello sviluppo, della riproduzione e della ferita.

In uno studio riferito negli stessi nella stessa edizione, gli embrioni del pulcino sono stati immunizzati per neutralizzare le tre forme di TGF-beta durante il periodo limitato di sviluppo embrionale in quale 50% dei neuroni che hanno formato gli apoptosi di esperienza. La morte del neurone è stata fermata in tutte cellule che sono state destinate per morire, che ha incluso i motorneurons del sistema nervoso centrale ed i neuroni autonomi periferici del sistema nervoso. È possibile che TGF-beta impianti soltanto su quei neuroni che moriranno, agenti in un modo che permette piuttosto delle cellule per morire. In altre circostanze TGF-betas può migliorare la sopravvivenza del neurone. I ricercatori, principali da Kerstin Krieglstein dell'università di Saarland a Homburg, la Germania concludono che TGF-beta potrebbe funzionare come commutatore molecolare, che determina la vita e morte dei neuroni.

Gli autori del commento dichiarano che i risultati possono avere implicazione importante per le malattie quale la sclerosi laterale amiotrofica (ALS) che è caratterizzata dalla morte dei motorneurons e può morte programmata implicata delle cellule. Il trauma del midollo spinale può comprendere la morte del neurone dagli apoptosi pure. La rimozione di TGF-betas può potere ridurre la morte dei neuroni ed impedire alcuna dell'inabilità connessa con questa ed altre circostanze.

10 novembre 2000

Femara più efficace del tamoxifene

Il simposio del fondamento della chemioterapia a New York il 9 novembre era il sito dell'annuncio dei risultati da due nuovi studi clinici che la droga Femara (letrozolo) era più efficace del tamoxifene nella cura del cancro al seno avanzato in donne postmenopausali. Femara è un inibitore orale di aromatasi attualmente approvato da FDA per il trattamento di cancro al seno in donne per cui la terapia di antiestrogen quale il tamoxifene è inefficace. L'aromatasi è un enzima che converte gli ormoni androgeni in estrogeno. Uno studio che ha incluso oltre 900 donne postmenopausali, il più grande per valutare terapia ormonale per cancro al seno avanzato finora, dimostrata che Femara era più efficace del tamoxifene come trattamento prima linea, con 50% nuovi pazienti che avvertono una mancanza di progressione della malattia dopo un anno. Non solo la droga ha ritardato la progressione della malattia, ma ha mostrato un aumento nella risposta e nel tempo del tumore a guasto del trattamento sopra il tamoxifene.

In un altro studio, 324 pazienti di cancro al seno sono stati dati il tamoxifene o Femara prima di chirurgia per ridurre la dimensione del tumore. A seguito di quattro mesi della terapia, 55% delle donne date Femara ha risposto contro 36% di quelli sul tamoxifene. Ciò ha significato che più donne su Femara potevano subire l'ambulatorio di conservazione del seno piuttosto che la mastectomia. Dopo adeguamento per altri fattori, le probabilità di potere eleggere l'ambulatorio di conservazione del seno sono state aumentate vicino più di 70% per il gruppo di Femara.

Matthew Ellis, MD, Ph.D, FRCP, direttore clinico, Duke Breast Cancer Program, Duke University Medical Center ha commentato, “Femara è il primo trattamento di cancro al seno per dimostrare la superiorità coerente sopra il tamoxifene nei punti finali multipli di efficacia. Questi risultati di studio ci condurranno a studiare la possibilità di cambiare le linee guida di pratica per cancro al seno avanzato ed hanno potuto aprire la strada per Femara come terapia prima linea.„

8 novembre 2000

Cellule staminali dai cadaveri

Alla riunione annuale della società per la neuroscienza tenuta recentemente, è stato rivelato che le cellule formative di tronco encefalico possono essere prese dai cadaveri ed ancora essere possibili fino a più di venti ore dopo la morte. Le cellule staminali sono cellule acerbe che possono svilupparsi in molti generi differenti di cellule adulte. Il calibro ed i colleghi di Fred H all'istituto di Salk a La Jolla, la California, tessuto cerebrale usato preso dai cadaveri dei bambini e di giovani adulti e potevano persuadere alcune delle cellule per dividersi e differenziarsi nelle varie cellule nervose. Poteva inoltre fare lo stessi con le cellule prese dal cervello di un uomo di settantadue anni.

In un estratto presentato alla conferenza, il gruppo dell'istituto di Salk ha riferito che nelle circostanze ideali, il tessuto dai cadaveri potrebbe essere coltivato, congelato e più successivamente essere ricoltivato per fino a quaranta doublings della popolazione e che le culture potrebbero essere fatte dalle cellule criogenico conservate con le perdite minime nel recupero delle cellule. Poiché le cellule staminali erano ancora possibili quale alla grande durata dopo la morte dei donatori, i ricercatori ritengono che queste cellule possano essere unicamente resistenti allo sforzo ischemico ed ossidativo post mortem.

La ricerca offre la possibilità di soluzione della questione morale di usando il tessuto fetale umano alle cellule staminali del rifornimento. La ricerca corrente inoltre sta indicando che le cellule staminali possono essere derivate dalle cellule staminali del midollo osseo e della pelle. La sfida corrente sta potendo identificare le cellule staminali. Dott. Gage indicato, “non possiamo esaminare in un piatto una popolazione mista (delle cellule) e dire “che è una cellula staminale„. La gente differente ha idee differenti.„

6 novembre 2000

I livelli elevati della vitamina C del siero significano il rischio più basso del colpo

In uno studio riferito nell'edizione dell'ottobre 2000 del giornale, il colpo, ricercatori nel Giappone ha seguito un gruppo di 880 uomini e di 1241 donna quaranta anni e più vecchi per venti anni in che cosa è chiamato lo studio di Shibata. I partecipanti di studio non hanno avuti storia del colpo all'inizio dello studio e tutte le incidenze del colpo (categorizzato come infarto cerebrale, il colpo emorragico, l'emorragia ed indeterminato subaracnoidei) durante il periodo di studio sono state documentate. All'inizio dello studio, i livelli della vitamina C del siero degli oggetti sono stati misurati e la loro assunzione della vitamina C era risoluta con l'uso dei questionari di frequenza dell'alimento. I fattori quali pressione sanguigna ed il colesterolo nel siero inoltre sono stati misurati.

Le concentrazioni della vitamina C del siero dei partecipanti sono state collegate inversamente con la loro incidenza del colpo durante il periodo di seguito. Ciò era vera per sia infarto cerebrale (ischemico) che il colpo emorragico. Gli uomini e le donne hanno avvertito le simili riduzioni del rischio. I livelli elevati della vitamina C del siero erano inoltre, anche se più debolmente, connesso con pressione sanguigna più bassa. La domanda se il beneficio protettivo della vitamina C si presenta a causa della sua funzione antiossidante o della sua capacità abbassare la pressione sanguigna, un'abilità degli autori che è stata riferita in altri studi e che è conosciuta per contribuire per impedire il colpo. Precisano che i livelli elevati della vitamina C hanno ridotto il rischio di colpo emorragico come pure di colpo ischemico e che il colpo emorragico non sarebbe impedito dagli antiossidanti nel modo che il colpo ischemico sarebbe impedendo l'ossidazione di lipoproteina di densità bassa. Tuttavia, soltanto una parte delle associazioni fra la vitamina C elevata del siero ed il rischio basso del colpo ha potuto essere spiegata da pressione sanguigna abbassata.

Lo studio è significativo in quanto è il primo studio sulla sua grandezza per misurare la relazione fra la vitamina C del siero ed il rischio del colpo. Gli autori indicano quella selezione di massa per la concentrazione della vitamina C possono essere efficaci nel fare diminuire l'incidenza del colpo.

1° novembre 2000

Nuova prova non invadente per i cancri colorettali

L'emissione di novembre della gastroenterologia del giornale ha pubblicato uno studio che ha annunciato una nuova prova per cancro del colon o il retto che potrebbero diminuire l'esigenza della colonoscopia, attualmente il metodo di vagliatura più accurato per questo tipo di cancro. La nuova prova, sviluppata dai ricercatori ai laboratori ESATTI in Maynard, Massachusetts, individua le alterazioni genetiche selezionate delle cellule anormali che sono sparse nel panchetto. È preveduto per subire ad un test clinico triennale fondato a NSC che comincia a gennaio.

I ricercatori a Mayo Clinic hanno analizzato i panchetti di sessantuno individuo, ventidue di cui erano stati diagnosticati con tumore del colon ed undici chi ha avuto polipi del colon o rettali, che possono essere precancerosi. Novantuno per cento del colon e dei cancri rettali e 73% dei polipi sono stati individuati dalla prova. Fra le ventotto genti con i due punti normali nello studio, la prova non ha riferito alcuni falsi positivi.

La prova fornisce la maggior accuratezza che il metodo di vagliatura di prova per sangue nel panchetto, a causa del vantaggio di potere individuare i tumori ed i polipi che non sanguinano.

Conduca lo studio David autore Un MD di Ahlquist, commentato, “a causa del tasso alto di accuratezza, il DNA che la prova colorettale potrebbe richiedere meno colonoscopie inutili di essere eseguito. Quello significherà il risparmio nelle spese di sanità perché avere una colonoscopia in questo paese attualmente costa dovunque $1.000 - $2.500.„

Che cosa è indice caldo dell'archivio