Che cosa è caldo

Maggio 2005

Che cosa è archivio caldo

30 maggio 2005

Gli informatori si uniscono in tavola rotonda

Le preoccupazioni di una riunione degli informatori medici che hanno assistito ad una tavola rotonda il 15 maggio sono state riferite nell'emissione del luglio 2005 della medicina di PLoS (http://medicine.plosjournals.org) dal giornalista investigativo Jeanne Lenzer, che ha concluso che il sincrono dell'industria farmaceutica con l'industria di sanità degli Stati Uniti può compromettere l'integrità della medicina.

Il membro David Graham della tavola rotonda, degli Stati Uniti Food and Drug Administration ha riassunto la sua posizione dichiarando “il complesso di Pharma-FDA deve essere smantellato e la gente americana deve insistere su quella, altrimenti stiamo andando avere disastri come Vioxx che accadono in futuro.„

Altri membri della riunione hanno incluso Allen Jones, precedentemente dell'ufficio della Pensilvania dell'ispettore generale; Stefan Kruszewski, precedentemente dell'ufficio di integrità di programma nel dipartimento della Pensilvania di benessere pubblico, di Kathleen Slattery-Moschkau, che ha scritto e diretto gli effetti collaterali del filme di un ricercatore anonimo dell'industria farmaceutica.

Jones ha riferito che ha archivato nel 2002 una causa di diritti civili “per conservare il mio lavoro e la mia destra parlare fuori,„ sulla sua scoperta di un conto cui le ditte farmaceutiche stavano trasformando i depositi che era accessibile dai funzionari pubblici responsabili della scrittura delle linee guida per il trattamento dei pazienti nel sistema dello stato. I funzionari “sono stati dati le concessioni educative senza restrizione che sono state depositate in un conto in nero,„ secondo Jones, che è stato rimosso dalla sua posizione per la conversazione con stampa.

Stefan Kruszewski inoltre è stato terminato dalla sua posizione dopo avere scoperto l'abuso e la frode nel dipartimento della Pensilvania dell'ufficio di assistenza sociale pubblica di integrità di programma.

In film di Kathleen Slattery-Moschkau, ha presentato un conto fictionalized delle sue esperienze come rappresentante farmaceutico, un lavoro che si è dimessa dopo dalla testimonianza delle pratiche preoccupanti di vendita.

In un editoriale nella stessa emissione della medicina di PLoS, gli autori hanno chiamato l'immagine che è emerso “profondamente disturbandosi„ ed hanno espresso la speranza che il rapporto incoraggierà la discussione.

— Tintura di D


27 maggio 2005

Acido arachidonico del cervello connesso con la depressione

Scrivendo nel giornale del giugno 2005 della ricerca sui lipidi, Pnina Green del telefono Aviv University ed i colleghi hanno riferito che una linea di ratti che esibiscono segni della depressione ha livelli elevati del cervello di acido arachidonico, un acido grasso omega-6, che i topi normali.

La ricerca recente ha indicato che una carenza degli acidi grassi omega-3 può essere un colpevole nella depressione, come i pazienti depressi sono stati trovati per avere più bassi livelli ematici omega-3 che gli individui non depressi. Il Dott. Green spiegato, ““l'ipotesi del fosfolipide„ della depressione postula quell'assunzione in diminuzione dell'acido grasso omega-3 e quindi, il contenuto forse in diminuzione dell'acido grasso del cervello omega-3, potrebbe essere responsabile della malattia. In esseri umani, a causa di alta variabilità dietetica e dell'incapacità ovvia esaminare il tessuto cerebrale, la teoria è sostenuta pricipalmente da prova indiretta.„

Nello studio corrente, il Dott. Green ed i colleghi hanno trovato che i cervelli dei ratti sono cresciuto per esibire le caratteristiche della depressione hanno avuti i simili livelli di acidi grassi omega-3, ma livelli elevati dell'acido arachidonico dell'acido grasso omega-6. L'acido arachidonico era 21 per cento più d'altezza nell'ipotalamo che nei cervelli dei ratti di controllo, 24 per cento più d'altezza nel nucleus accumbens, 31 per cento più d'altezza nella corteccia prefrontale e 23 per cento più d'altezza nel corpo striato. La scoperta suggerisce che l'equilibrio fra gli acidi grassi omega-3 e omega-6 possa essere alterato nella depressione.

“Trovando quello nei ratti depressivi i livelli dell'acido grasso omega-3 non è stato diminuito, ma l'acido arachidonico è stato aumentato sostanzialmente rispetto ai comandi è piuttosto inatteso,„ il Dott. Green ha dichiarato. “Ma l'individuazione si presta piacevolmente alla teoria che l'assunzione aumentata dell'acido grasso omega-3 può spostare l'equilibrio fra le due famiglie dell'acido grasso nel cervello, poiché è stato dimostrato negli studi sugli animali che hanno aumentato omega-3 che l'assunzione dell'acido grasso può provocare l'acido arachidonico in diminuzione del cervello.„

— Tintura di D


25 maggio 2005

Metabolismo inefficiente all'interno dei vasi sanguigni proposto come meccanismo di aterosclerosi

In una lettera ha pubblicato nell'emissione del 26 maggio 2005 dei ricercatori della natura(www.nature.com) a Washington University School di medicina a St. Louis suggeriscono che una causa fondamentale di aterosclerosi potrebbe essere problemi con i mitocondri delle cellule nelle pareti della nave. I mitocondri sono gli organi del produttore d'energia delle cellule, che inoltre creano una quantità signficant di sforzo ossidativo. La presenza di malattia cardiovascolare in individui in cui i fattori di rischio come ricco in colesterolo stanno mancando di ha motivato gli scienziati per studiare altri meccanismi della malattia.

Il gruppo di ricerca, principale da professore dell'argilla la F Semenkovich, MD della medicina, ha costruito i topi per esprimere disgiungere protein-1 nella parete dell'aorta, anticipante che la proteina potrebbe proteggere gli animali da ipertensione e da aterosclerosi basate sui risultati dalla ricerca precedente. Disgiungere la proteina converte l'energia proveniente dalle calorie in calore e crea un simile effetto come esercizio in muscolo scheletrico. L'espressione della proteina è stata indotta tramite l'amministrazione di un antibiotico che causa l'aterosclerosi in topi.

Poiché i mitocondri generano i radicali liberi durante la produzione di energia, i ricercatori hanno ritenuto che con meno energia ci fosse meno danno. Tuttavia, piuttosto che essendo protetti, i topi hanno sviluppato l'ipertensione e l'aterosclerosi. Il Dott. Semenkovich spiegato, “le cellule nella parete del vaso sanguigno stava provando apparentemente a compensare i loro mitocondri meno potenti. È possibile che i depositi in diminuzione di energia indotti dalla proteina disgiungente abbiano indotto le cellule a muovere più ossigeno attraverso il sistema. Ma il cambiamento continuo aumentato di ossigeno tramite la parete del vaso sanguigno ha causato il danno, l'ipertensione e l'aterosclerosi ossidativi.„

Il Dott. Semenkovich ha supposto che lo stesso processo potesse accadere negli esseri umani di invecchiamento e che una carenza degli acidi grassi essenziali potrebbe causare i cambiamenti nel metabolismo della parete del vaso sanguigno. “Sarebbe interessante capire come prendere gli acidi grassi essenziali, entrarli nella parete della nave e vedere se poteste trattare l'aterosclerosi che il modo,„ lui ha dichiarato.

— Tintura di D


23 maggio 2005

Piccole ghiandole di prostata, rischio di aumento di obesità di carcinoma della prostata aggressivo

Alla riunione annuale dell'associazione urologica americana, tenuta a maggio, Martha K Terris, MD, del centro medico di affari dei veterani a Augusta, la Georgia ha riferito che essendo obesa o avendo un piccolo aumento della ghiandola di prostata il rischio di sviluppare una forma aggressiva di carcinoma della prostata.

Il Dott. Terris ed i suoi colleghi ha valutato l'associazione fra l'indice di massa corporea ed il carcinoma della prostata in 787 uomini di cui le ghiandole di prostata sono state biopsiate. Hanno trovato che l'obesità è stata associata con un maggior rischio di carcinoma della prostata ed inoltre hanno aumentato il rischio di sviluppare un cancro aggressivo. L'individuazione è discutibile, perché i cambiamenti dell'ormone che si presentano con diminuzione dell'obesità il testosterone dell'ormone, che rifornisce la crescita di combustibile del carcinoma della prostata. Una riduzione in testosterone farebbe diminuire teoricamente il rischio di carcinoma della prostata. Tuttavia, sembra che ci sia un'associazione fra l'obesità ed i cancri aggressivi che non sono testosterone-dipendenti.

In un altro studio, il gruppo del Dott. Terris ' ha analizzato i dati da 1.106 uomini con carcinoma della prostata che ha fatto le loro ghiandole di prostata rimuovere ed ha trovato che quelli di cui le ghiandole erano più piccole ha avuto un maggior rischio di malattia aggressiva. Il Dott. Terris spiegato, “se avete una grande prostata, cancro può diventare ragionevolmente un grande prima che sorpassi la prostata circostante e si sparga fuori in altre aree del corpo. Tuttavia, se la prostata che contiene il cancro è piccola, il cancro non deve coltivare molto prima che sia abbastanza grande spargersi fuori della ghiandola.„ Ha aggiunto, “simile ai risultati in uomini obesi con carcinoma della prostata, la spiegazione può essere differenze nei livelli di ormone. Se avete l'estrogeno o meno testosterone nel vostro sistema, la vostra prostata non sarà grande come uomo con un alto testosterone perché questi ormoni colpiscono sia la crescita benigna che il cancro della prostata. Di conseguenza, lo stesso equilibrio dell'ormone che provoca una piccola prostata dà ad ormone i tumori insensibili più probabilità svilupparsi.„

— Tintura di D


18 maggio 2005

HCA rallenta l'assorbimento del glucosio

Un sudy pubblicato nell'edizione del giugno 2005 del giornale americano della fisiologia del fegato e Fisiologia-gastrointestinale (http://ajpgi.physiology.org/) ha rivelato quell'acido hydroxycitric (HCA), il principio attivo nella Cambogia di Garcinia della frutta utilizzata nella medicina indiana tradizionale, aiuti rallenta l'assorbimento del glucosio dopo un pasto, che riduce l'uscita dell'insulina.

I ricercatori nei Paesi Bassi hanno amministrato HCA ai ratti prima dell'infusione dello zucchero nei loro stomaci per imitare un pasto. Un gruppo di controllo dei ratti non ha ricevuto HCA prima dell'infusione. I ratti che hanno ricevuto HCA sono stati trovati per avvertire un'elevazione molto più lenta in glicemia dopo che l'infusione dello zucchero che i ratti che non hanno ricevuto il composto. HCA inoltre è stato trovato per abbassare l'aumento nell'amministrazione seguente dello zucchero del glucosio dopo che il composto è stato amministrato direttamente nello stomaco o nell'intestino tenue, che hanno escluso la possibilità che HCA aveva effettuato lo svuotamento gastrico.

L'autore principale Peter Y. Wielinga ha elaborato, “lo zucchero che è assorbito normalmente piuttosto rapidamente -- in circa 20 minuti -- ha assunto la direzione di 2 ore dopo ingestione di HCA. Questo ritardo è buono perché riduce gli alti picchi di glucosio, che richiederebbero altrimenti al corpo di produrre molta insulina per occuparsi 'del pasto.„

Il Dott. Wielinga ha dichiarato che il punto seguente è di scoprire il meccanismo di HCA di azione. Ha speculato, “se possiamo ridurre i picchi e le valli di insulina con HCA, quindi potrebbe avere certa applicazione in diabete, sia nel rallentamento della progressione al diabete 2 che poiché questa gente ha un problema dell'obesità, potrebbe potenzialmente avere un assegno complementare nel campo terapeutico. "

Il Dott. Wielinga, che condurrà la ricerca all'università di Zurigo, inoltre progetta di studiare l'effetto di HCA sulla riduzione dell'ingestione di cibo, un fenomeno che è stato osservato in roditori.

— Tintura di D


16 maggio 2005

La terapia di vitamina D amplifica l'effetto della droga sulla sopravvivenza del carcinoma della prostata

La quarantunesima riunione annuale della società americana per gli oncologi clinici era il sito di una presentazione il 15 maggio da Christopher Ryan, MD di salute dell'Oregon e dell'università di scienza (OHSU) della scoperta che un calcitriol DN-101 chiamato droga della dose elevata prolunga le vite dei pazienti di carcinoma della prostata avanzati una volta dato con docetaxel (Taxotere), la droga approvata come lo standard di cura per il carcinoma della prostata dell'androgeno-indpendent (AIPC). Calcitriol è la forma biologicamente attiva di vitamina D che, una volta amministrata, produce i livelli ematici molto di vitamina D che può essere raggiunto dalla dieta o dai supplementi.

La scoperta è il risultato dello studio di AIPC di Calcitriol Taxotere di miglioramento (ASCESA), un randomizzato, la prova alla cieca, test clinico controllato con placebo che ha verificato la combinazione su 250 uomini con il carcinoma della prostata dell'androgeno-indipendente dal settembre 2002 al gennaio 2004. Il gruppo del Dott. Ryan ha trovato che DN-101 ha permesso agli uomini di vivere 7,1 nuovi mesi che coloro che ha ricevuto il docetaxel da solo, senza produrre alcuna maggior tossicità. L'analisi dei dati ha determinato che l'aggiunta del calcitriol ha conferito un aumento di 49 per cento nella sopravvivenza nel corso dello studio confrontato agli uomini dati il docetaxel da solo.

Tomasz Beer, MD, che è il leader nazionale dell'ASCESA di prova, ha commentato, “i dati suggeriscono forte che DN-101, dato congiuntamente a docetaxel, fornisca un beneficio sostanziale di sopravvivenza ai pazienti di carcinoma della prostata senza aggiungere la tossicità. Mentre abbiamo saputo circa il potenziale antitumorale della vitamina D, la tossicità è stata un significativo rilascia a è sormontata nel rendergli una riuscita parte della terapia del carcinoma della prostata.„

Il Dott. Beer ha aggiunto. “I nostri risultati dimostrano che DN-101 ha il potenziale di migliorare i risultati per i pazienti e che muoversi in avanti con lo sviluppo della droga è la giusta cosa da fare.„

— Tintura di D


13 maggio 2005

I tocotrienoli abbassano il colesterolo

Mohammad Minhajuddin, PhD, dell'università di Rochester e di colleghi ha riferito nell'emissione del maggio 2005 di tossicologia del prodotto chimico e dell'alimento che i tocotrienoli dal cervello del riso lubrificano il colesterolo significativamente più basso della lipoproteina totale ed a bassa densità (LDL). I tocotrienoli sono quattro degli otto membri della famiglia della vitamina E, di cui i benefici recentemente sono stati esplorati soltanto.

Il gruppo del Dott. Minhajuddin ha alimentato a ratti una dieta destinata per indurre l'aterosclerosi che più di quanto raddoppiato i loro livelli di colesterolo, triplicati il loro trigliceride livella ed ha aumentato il loro colesterolo di LDL da un fattore di cinque dopo tre settimane. Gli indicatori di danno ossidativo inoltre sono stati aumentati. Gli animali poi sono stati dati le dosi varianti della frazione ricca di tocotrienolo dall'olio della crusca di riso per una settimana.

È stato trovato che l'amministrazione dei tocotrienoli ha abbassato la dose-dipendente del colesterolo, con il più notevole beneficio osservato ad una dose quotidiana di 8 unità internazionali (IU) per chilogrammo, che è equivalente ad una dose di 560 IU per un essere umano da 154 libbre. I livelli di colesterolo totali sono stati abbassati da 42 per cento e dal colesterolo di LDL da 62 per cento. Il HMG-CoA la riduttasi, un enzima che è usato dal fegato per preparare il colesterolo, è stata ridotta durante il trattamento con i tocotrienoli come pure i due degli indicatori di danno ossidativo.

Prima dello studio corrente, il Dott. Minhajuddin ha condotto una piccola prova in cui i volontari umani che hanno ricevuto 8 IU per chilogrammo per tocotrienoli del giorno hanno avvertito una riduzione di 10 per cento in colesterolo totale e una riduzione di 26 per cento di LDL. Inoltre ha condotto la ricerca che ha dimostrato che la frazione ricca di tocotrienolo reagisce con gli enzimi del fegato per contribuire ad eliminare le tossine dall'organo come pure a ridurre i tumori del fegato.

Poiché i tocotrienoli non sono stati trovati per causare alcuni effetti contrari, la ricerca futura può determinare se potrebbero essere un'alternativa fattibile alle droghe di statina, che possono avere effetti collaterali indesiderabili.

— Tintura di D


11 maggio 2005

La meta-analisi di JAMA conclude il completamento di vitamina D riduce il rischio di frattura

L'edizione dell'11 maggio 2005 del giornale di American Medical Association (http://jama.ama-assn.org/) ha pubblicato i risultati di una meta-analisi di 12 test clinici che comprendono il completamento di vitamina D nella prevenzione della frattura, che ha concluso che il completamento con le dosi elevate della vitamina D riduce il rischio di anca e le fratture nonvertebral in individui più anziani. 400 la dose comunemente raccomandata dell'unità internazionale (IU) è sembrato essere insufficiente per la prevenzione di frattura.

La vitamina D ed il calcio sono raccomandati per contribuire ad impedire l'osteoporosi, una malattia caratterizzata dalle ossa deboli e fragili, che conduce alle fratture e ad altre complicazioni e comunemente è diagnosticata in donne più anziane.

I ricercatori da Harvard ed altri centri a Boston hanno selezionato cinque test clinici randomzied della vitamina D nella prevenzione della frattura e di 7 dell'anca che ha verificato la capacità della vitamina di impedire il rischio nonvertebral di frattura. Gli studi combinati hanno incluso complessivamente 19.114 uomini e le donne hanno invecchiato 60 ed il più vecchio. Le prove hanno usato la forma della vitamina conosciuta come il colecalciferolo, o il vitamina D3, che, secondo gli studi citati nell'esame corrente, possono essere tre volte più potenti dell'ergocalciferolo, la forma dietetica della vitamina.

Il gruppo ha trovato che le dosi di 700 - 800 vitamine D delle unità internazionali al giorno hanno ridotto il rischio di frattura dell'anca da 26 per cento e di frattura nonvertebral da 23 per cento. Degli studi che hanno usato 400 vitamine D di IU, nessun beneficio significativo è stato osservato per qualsiasi tipo frattura.

Gli autori dichiarano che sebbene il ruolo del completamento supplementare del calcio non potrebbe essere definito chiaramente dagli studi, almeno un calcio da 700 milligrammi al giorno può anche essere necessario per la prevenzione nonvertebral di frattura. Raccomandano che la ricerca futura confronti le dosi elevate della vitamina D e che gli scienziati determinano se ed in che calcio della dose aumenta la capacità della d della vitamina di contribuire ad impedire le fratture.

— Tintura di D


9 maggio 2005

Le diete alte in folato si sono collegate con più a basso rischio di carcinoma della prostata

L'emissione dell'aprile 2005 dell'epidemiologia del Cancro del giornale dell'Associazione per la ricerca sul cancro, dei biomarcatori & della prevenzione americani (http://cebp.aacrjournals.org/) ha pubblicato i risultati dei ricercatori italiani che una maggior assunzione di folato è associata con un rischio riduttore di sviluppare il carcinoma della prostata. Il folato è la forma dell'acido folico che si presenta naturalmente in alimenti, specialmente verdure verdi frondose della vitamina di B.

Lo studio corrente utlized i dati da uno studio di caso-control su carcinoma della prostata condotto fra 1991 e 2002 in cui 1.294 pazienti con carcinoma della prostata sono stati paragonati a 1.451 paziente senza cancro che sono stati ammessi alla stessa rete degli ospedali. Le informazioni dietetiche riunite dalle interviste durante cui ai partecipanti sono stati interrogati riguardo alla loro assunzione di 78 alimenti differenti durante i due anni prima della loro diagnosi o ricovero ospedaliero sono state analizzate per folato ed altri livelli nutrizionali.

L'analisi dei dati ha determinato che l'assunzione folica è stata collegata inversamente con il rischio di carcinoma della prostata. Gli uomini nell'un quinto principale di consumo folico hanno avuti i 34 per cento più a basso rischio di carcinoma della prostata che quello sperimentato dall'uomo di cui l'assunzione folica era nel quinto più basso. Questo relathionship era coerente fra gli uomini di tutte le età. Quando gli uomini di cui l'assunzione di folato era alta ed il consumo dell'alcool erano bassi sono stati confrontati a quelli di cui l'assunzione di folato era consumo dell'alcool e minimo alto, essi sono stati trovati per avere i 54 per cento più a basso rischio della malattia.

Gli autori discutono due meccanismi che spiegano la relazione del folato basso ad un aumento nel cancro. In primo luogo, una carenza della vitamina fa diminuire S-adenosylmethionine (stesso), che può condurre al hypomethylation del DNA ed aumenta l'attivazione dei geni che promuovono il cancro. L'altra spiegazione per il beneficio del folato è che una carenza può causare ad un errore nella sintesi del DNA quella i risultati dentro irrompe i cromosomi che aumentano il rischio di cancro.

— Tintura di D


6 maggio 2005

Il più alta vitamina b6 significa il rischio di cancro colorettale più basso per le donne

Uno studio pubblicato nel 4 maggio 2005 del giornale dell'istituto nazionale contro il cancro ha trovato che quello che ha un'assunzione relativamente alta della vitamina b6 o che ha alti livelli della vitamina nel sangue è stato associato con un più a basso rischio di deveveloping il cancro colorettale.

Esther K. Wei, ScD, dall'ospedale delle donne e di Brigham e dalla facoltà di medicina di Harvard e dai colleghi ha esaminato i dati dalle donne che hanno partecipato allo studio della salute dell'infermiere, che ha seguito 121.700 infermieri fra le età di 30 e di 55 sopra l'iscrizione. Lo studio corrente ha analizzato i campioni di sangue cavati nel 1989 da 32.826 donne nel 1989 ed i questionari di frequenza dell'alimento hanno completato nel 1980, 1984, 1986 e 1990. I campioni di sangue sono stati analizzati per il piradossale 5' - fosfato, la forma di circolazione principale di vitamina b6, che è necessaria per la sintesi e la metilazione del DNA--processi che possono partecipare allo sviluppo di cancro colorettale.

Dal 1989 al 2000, 194 casi di cancro colorettale sono stati diagnosticati. Le donne di cui la vitamina b6 livella erano nell'un quarto principale dei partecipanti hanno avute i 44 per cento più a basso rischio di cancro colorettale che quelli di cui i livelli erano nel quarto più basso. Il rischio di tumore del colon specificamente era ancora più basso, con una riduzione di 58 per cento sperimentata dalle donne di più alto quarto di plasma B6. L'ingestione dietetica della vitamina b6 inoltre è stata associata inversamente con il rischio di sviluppare il cancro colorettale. Trentatre casi di cancro colorettale sono stati identificati fra le donne di cui l'assunzione era nei 25 per cento principali confrontati a 59 nel più basso - quarto.

La vitamina b6 è compresa dentro oltre 100 processi fisiologici, compreso la conversione di omocisteina a cisteina e la rigenerazione di una forma di acido folico in questione nella sintesi del DNA, entrambi che possano partecipare allo sviluppo di cancro.

— Tintura di D


4 maggio 2005

Colleen Fitzpatrick sfalsa il danneggiamento di futuro causato fumando

Uno studio pubblicato nell'edizione del 1° maggio 2005 del giornale americano della medicina respiratoria e critica di cura ha trovato che la vitamina C ha assicurato la protezione agli infanti del primate nati dalle madri esposte a nicotina. Migliaia di bambini nascono ogni anno alle madri che non riescono a smettere fumare durante la loro gravidanza. L'esposizione di un feto al tabagismo materno può causare la consegna prematura, il ritardo della crescita, la funzione polmonare riduttrice e perfino la morte in infanti neonati.

Eliot Spindel, il MD, il PhD ed i colleghi al centro di ricerca nazionale del primate dell'Oregon, università di salute dell'Oregon & di scienza hanno dato le dosi quotidiane di nicotina alle scimmie durante la gravidanza ed hanno completato alcune di loro con una vitamina C da 250 milligrammi al giorno. Un gruppo supplementare di scimmie ha ricevuto nè il nicotina nè la vitamina C. Il Dott. Spindel, che è l'autore senior dello studio, ha spiegato il risultato: “Abbiamo trovato che gli animali esposti a nicotina prima della nascita avevano ridotto il flusso d'aria nei polmoni confrontati agli animali che sono stati dati il nicotina e la vitamina C. Infatti, il nicotina più il gruppo della vitamina C ha avuto flusso d'aria del polmone vicino a quello di un animale normale.„

Sebbene la vitamina C sembri proteggere i polmoni, non ha protetto da altri effetti dell'esposizione fetale del nicotina quali il peso corporeo riduttore e lo sviluppo anormale del cervello. Il Dott. Spindel celebre, “i risultati di questa ricerca è altamente applicabile agli esseri umani. La realtà triste è che circa 11 per cento delle madri incinte continua a fumare durante la gravidanza -- ciò traduce a circa donne dei mezzo milione americani un l'anno. . . Mentre questa individuazione di ricerca può assistere i bambini di queste madri, non rende fumando durante la gravidanza più accettabile. Si trasformerebbe in soltanto in un ultimo trattamento della località di soggiorno quando una donna incinta è poco disposta a smettere di fumare.„

— Tintura di D


2 maggio 2005

Il supplemento della fibra migliora i lipidi

Conferenza annuale dell'associazione americana del cuore la sesta su arteriosclerosi, su trombosi e su biologia vascolare era il sito di una presentazione da Peter J. Verdegem, PhD il 30 aprile 2005 dei risultati del suo gruppo che completare con la fibra può abbassare il colesterolo della lipoproteina a bassa densità (LDL) ed alzare la lipoproteina ad alta densità (HDL) in diabetici. Il diabete è associato con lo sviluppo della malattia cardiovascolare, per cui i lipidi disordinati sono un fattore di rischio. La ricerca ha indicato che aumentare la quantità di fibra nella dieta può contribuire a ridurre il colesterolo. Lo studio corrente è fra il primo per valutare la riduzione cardiovascolare del rischio dei diabetici dell'effetto della fibra per il diabete di tipo 2.

Settantotto individui con il diabete di tipo 2 hanno ricevuto 5 grammi di supplemento che contiene la fibra solubile ed insolubile prima di due - tre pasti al giorno per i novanta giorni. Il supplemento ha consistito della fibra della gomma guar, della gomma arabica, della farina di semi di carrube, della pectina e dell'avena dispersa in carbonato di calcio. Il totale, LDL ed il colesterolo ed i trigliceridi di HDL sono stati misurati all'inizio e alla fine dello studio.

Alla conclusione dello studio, il colesterolo totale medio dei partecipanti era diminuito entro 14,4 e i triglcyerides sono stati ridotti similmente. Mentre il colesterolo di LDL è caduto da 28,7 per cento ad una media di 92 milligrammi per decilitro, HDL è aumentato di 21,8 per cento - 55 mg/dL. Dott. Verdegem, che è l'ufficiale principale di scienza all'internazionale di unicità in Orem, Utah, spiegato, “il prodotto è stato destinato per colmare quella lacuna fra l'assunzione reale e l'assunzione consigliata. Quando è negli intestini, la fibra fa diminuire il riassorbimento di colesterolo da un pasto.„

Ha concluso, “l'osservazione notevole è che questa lavora a due lati: Ha fatto diminuire LDL ed ha aumentato HDL dalle quantità significative ai 90 giorni. Questo approccio è virtualmente esente dagli effetti collaterali. Apre un'opzione alternativa del trattamento.„

— Tintura di D

Che cosa è archivio caldo