Che cosa è caldo

I flash di notizie sono inviati frequentemente qui per tenervi aggiornato con gli ultimi avanzamenti nella salute e nella longevità. Abbiamo un registro ineguagliabile delle storie di rottura circa gli avanzamenti del prolungamento della vita.

 

Che cosa è archivio caldo

 

30 settembre 2009

L'insufficienza dell'androgeno può essere alla base di una serie di circostanze

L'insufficienza dell'androgeno può essere alla base di una serie di circostanzeSettembre l'edizione ottobre 2009 del giornale di andrologia ha pubblicato un esame dai ricercatori dalla scuola di medicina dell'università di Boston in collaborazione con i ricercatori dalla clinica Northshore di Lahey in Peabody, Massachusetts che conclude che un declino in androgeni potrebbe essere la causa di una serie di malattie e termini relativi all'età, quali la sindrome metabolica, il diabete, la malattia cardiovascolare e la disfunzione erettile. Gli androgeni sono ormoni steroidei che includono il testosterone che controlla lo sviluppo ed il mantenimento delle caratteristiche maschii. I livelli riduttori del testosterone negli uomini sono stati associati con un maggior rischio di mortalità su un periodo di tempo dato.

In loro articolo, avente diritto, “il lato oscuro della carenza del testosterone,„ professore della scuola di medicina dell'università di Boston della biochimica e dell'urologia Abdulmaged M. Traish, MBA, PhD ed i suoi colleghi discute le relazioni fra i bassi livelli del testosterone ed i fattori di rischio cardiovascolari, citanti i numerosi rapporti pubblicati fra 1980 e 2008 per sostenere la loro ipotesi. Gli autori rintracciano le associazioni della carenza dell'androgeno con le componenti metaboliche di sindrome del glucotoxicity e insulino-resistenza, lipotoxicity e fattori infiammatori, tutti che contribuiscano a disfunzione endoteliale.

“In considerazione della prova emergente suggerire che la carenza dell'androgeno fosse un fattore di rischio per la malattia cardiovascolare, terapia sostitutiva dell'androgeno potrebbe potenzialmente ridurre il rischio della malattia cardiovascolare negli uomini di ipogonadismo,„ il Dott. indicato Traish. “Dovrebbe essere sottolineato, tuttavia, che la terapia sostitutiva dell'androgeno dovrebbe essere fatta con monitoraggio molto accurato ed attento per le malattie della prostata.„

Gli autori raccomandano i test clinici a lungo termine e controllati con placebo di testosterone negli uomini che sono carenti in ormone. “Sebbene le sfide potrebbero trovarsi avanti per quanto riguarda come i dati da tali test clinici devono essere interpretati correttamente e se la sicurezza a lungo termine può essere stabilita con il completamento del testosterone, l'indagine definita della garanzia di questi risultati sul ruolo utile che gli androgeni potrebbero avere nell'impedire il rischio cardiovascolare in uomini androgeno-carenti,„ il Dott. Traish ha aggiunto.

— Tintura di D

25 settembre 2009

Il resveratrolo sopprime la crescita del cancro ovarico nelle ricerche di laboratorio

Il resveratrolo sopprime la crescita del cancro ovarico nelle ricerche di laboratorioNell'emissione del 15 settembre 2009 della ricerca sul cancro del giornale, un gruppo dalla Corea riferisce che il resveratrolo, un composto trovato in uva e vino rosso, riduce la proliferazione delle cellule tumorali ovariche umane coltivate come pure la crescita dei tumori del cancro ovarico innestati nei topi.

Giovane-Joon Surh dell'università di cittadino di Seoul in Corea del Sud ed i colleghi hanno trattato tre linee cellulari umane del cancro ovarico (PA-1, TOV-112D e SK-OV-3) con cinque concentrazioni di resveratroli per 12, 24 e 48 ore ed hanno osservato che dose di resveratroli ed attuabilità in diminuzione del tempo-dipendente delle cellule. La linea cellulare del cancro PA-1 era il più suscettibile degli effetti del resveratrolo. Ulteriore prova delle cellule dalla linea PA-1 che sono state stimolate con insulina o il siero ha determinato che i resveratroli hanno indotto gli apoptosi (morte programmata delle cellule) ed ha fatto diminuire l'espressione dell'oncogene eEF1A2, che protegge dagli apoptosi.

Quando i ricercatori hanno impiantato le cellule tumorali ovariche nei topi, l'amministrazione intraperitoneale del volume e della massa medii del tumore in diminuzione resveratroli ha confrontato agli animali trattati con una sostanza di controllo. La crescita del tumore è stata associata con un aumento nell'espressione eEF1A2 che è stata ridotta in animali che hanno ricevuto i resveratroli.

In loro introduzione all'articolo, gli autori rilevano che il resveratrolo è stato trovato per impedire l'angiogenesi (nuova formazione del vaso sanguigno), inducono il autophagocytosis ed abbassano la resistenza della chemioterapia in cellule tumorali ovariche.

“Lo studio presente rivela che il resveratrolo inibisce significativamente la crescita delle cellule tumorali ovariche umane PA-1 in collaborazione con l'espressione riduttrice eEF1A2, suggerente questo fattore dell'allungamento del peptide come obiettivo molecolare novello dei resveratroli,„ gli autori conclude.

— Tintura di D

23 settembre 2009

Prova del coenzima Q10 progettata

Prova del coenzima Q10 progettataUn test clinico di fase III del coenzima Q10 (coQ10) nei pazienti della malattia del Parkinson sta progettando dal centro medico di attività  per contribuire a confermare la capacità del composto di rallentare la progressione della malattia. La prova, costituita un fondo per dagli istituti della sanità nazionali e l'istituto nazionale di neurologico e disordini e colpo, aggiungerà ai risultati di uno studio più iniziale che ha rivelato una riduzione del declino della funzione motoria e la capacità svolgere le attività della vita quotidiana nei pazienti della malattia del Parkinson della fase iniziale che hanno ricevuto un coenzima Q10 da 1.200 milligrammi per 16 mesi. I ricercatori intendono verificare 1.200 e 2.400 milligrammi coQ10 sotto forma di wafer masticabile che contiene la vitamina E, per essere amministrato per 16 mesi ai pazienti della malattia del Parkinson a 60 centri negli Stati Uniti e nel Canada. I partecipanti saranno valutati per il tremore, rigidezza degli arti ed il tronco, equilibrio e coordinazione, la velocità dei movimenti, capacità eseguire le attività quotidiane, qualità della vita e la necessità prendere il farmaco.

I pazienti della malattia del Parkinson hanno alterato i mitocondri, che sono gli organelli di produttore d'energia delle cellule. Oltre al suo ruolo come antiossidante, il coenzima Q10 è compreso nella produzione di energia mitocondriale, quindi, amplificare i livelli coQ10 può contribuire a migliorare la funzione mitocondriale. Gli studi dei pazienti della malattia del Parkinson hanno trovato i livelli riduttori di coQ10 e la ricerca del laboratorio ha indicato un effetto protettivo per coQ10 nell'area del cervello che è danneggiato dalla malattia.

“Attualmente, le terapie migliori abbiamo per la maschera della latta di Parkinson soltanto i sintomi – non alterano la malattia di fondo,„ specialista commentato Dr Katie Kompolitis di disordine di movimento e del neurologo, che è stato coinvolgere nello studio più iniziale di coQ10 nella malattia del Parkinson. “Trovare un trattamento che può rallentare il corso degenerante di Parkinson è il sacro Graal della ricerca di Parkinson.„

— Tintura di D

21 settembre 2009

La droga del diabete funziona con la chemioterapia per distruggere le cellule staminali del cancro

La droga del diabete funziona con la chemioterapia per distruggere le cellule staminali del cancroIn un articolo pubblicato online il 14 settembre 2009 nella ricerca sul cancro del giornale, i ricercatori di Harvard riferiscono che una combinazione della metformina antidiabetica del farmaco e la chemioterapia drogano le cellule staminali del cancro degli strizzacervelli della doxorubicina in vitro e massa tumorale riduttrice in un modello del topo di cancro al seno.

“L'ipotesi della cellula staminale del cancro suggerisce che i tumori contengano un piccolo numero di tumore-formazione, autorinnovante, cellule staminali del cancro all'interno di una popolazione delle cellule tumorali diformazione,„ scrive Kevin Struhl, il PhD ed i suoi colleghi in loro introduzione all'articolo. “A differenza della maggior parte delle cellule all'interno del tumore, cellule staminali di cancro sia resistente alla chemioterapia ben definita e dopo il trattamento, possono rigenerare tutta la cellula scrivono dentro il tumore con il loro comportamento del tipo di cellula del gambo. Per questo motivo, droghe che mirano selettivamente promessa di offerta delle cellule staminali del cancro alla grande per trattamento del cancro, sebbene nessuno siano conosciuti attualmente.„

Il gruppo di ricerca, principale dai colleghi postdottorali Heather Hirsch e Dimitrios Iliopoulos di Harvard, ha osservato che la metformina-doxorubicina combinata ha ucciso sia le cellule staminali del cancro che cellule tumorali del non gambo in quattro ha coltivato le linee del cancro al seno. Nelle prove con i topi in cui le cellule di cancro al seno sono state innestate, il pretrattamento con metformina ha impedito le cellule la formazione dei tumori. Ed in un esperimento in cui i tumori del seno sono stati permessi svilupparsi per i dieci giorni, la metformina e la doxorubicina combinate hanno fatto diminuire la massa tumorale più rapidamente ed hanno ritardato la ricaduta più lungamente della doxorubicina da solo.

“C'è un grande desiderio di trovare le droghe specifiche alle cellule staminali del cancro,„ il Dott. indicato Struhl, che è il professore di David Wesley Gaiser di chimica biologica e di farmacologia molecolare alla facoltà di medicina di Harvard. “L'ipotesi della cellula staminale del cancro dice che non potete curare il cancro a meno che inoltre vi liberiate delle cellule staminali del cancro. Da un punto di vista puramente pratico, questo ha potuto essere provato in esseri umani. Già è usato come droga prima linea del diabete.„

— Tintura di D

18 settembre 2009

Le catechine del tè verde rinforzano l'osso

Le catechine del tè verde rinforzano l'ossoNell'edizione del 26 agosto 2009 del giornale della chimica agricola ed alimentare, Ping Chung Leung ed i soci all'università cinese di Hong Kong riferiscono che le catechine del tè verde stimolano la mineralizzazione della crescita e di aumento dell'osso nelle colture cellulari.

Il gruppo del Dott. Leung ha amministrato le concentrazioni varianti del epigallocatechin delle catechine del tè (EGC), di gallocatechin (GASCROMATOGRAFIA) e di gallato del gallocatechin (GCG) alle cellule del tipo di osteoblast coltivate del ratto. Dopo i quattro giorni hanno scoperto che la dose-dipendente di EGC ha aumentato l'attività della fosfatasi alcalina, un enzima che aumenta la crescita dell'osso, da 79 per cento. La mineralizzazione della matrice dell'osso è stata trovata per essere aumentata sopra la valutazione dopo i sei giorni.

In un esperimento con le cellule del topo, 10 microgrammi per talpa EGC hanno inibito significativamente la formazione di osteoclasti, che sono le cellule responsabili della suddivisione dell'osso. Gallocatechin ed il gallato del gallocatechin inoltre hanno inibito gli osteoclasti, ma ad un'più alta concentrazione.

I ricercatori hanno rilevato che un aumento anormale nella differenziazione di osteoclasto è una delle cause di erosione e di osteoporosi dell'ossoe che le specie ossidative reattive potrebbero svolgere un ruolo importante di segnalazione in questo processo. Gli antiossidanti come quelli che accadono nel tè verde che proteggono dalle specie reattive dell'ossigeno possono contribuire così ad impedire l'osso ripartono.

“Riassumendo, il nostro studio ha fornito la prima prova del laboratorio sugli effetti di promozione dell'osso della catechina EGC del tè verde come è stato dimostrato dalla promozione di differenziazione e di inibizione osteoblastic di formazione di osteoclasto,„ gli autori annunciano. “Inoltre, la GASCROMATOGRAFIA e GCG possono efficacemente inibire il osteoclastogenesis.„

“Le nostre osservazioni servirebbero da fondamento per ulteriori studi,„ essi scrivono. “Gli studi hanno potuto esplorare le vie e le espressioni geniche di segnalazione sopra l'amministrazione di queste catechine sui sistemi in vitro.„

— Tintura di D

16 settembre 2009

Gli aiuti del composto del tè verde conservano le piastrine, la pelle, cartilagine

Gli aiuti del composto del tè verde conservano le piastrine, la pelle, cartilagineL'ultima emissione del trapianto delle cellule del giornale contiene tre articoli che descrivono la capacità del polifenolo epigallocatechin-3-O-gallate (EGCG) del tè verde di contribuire ad estendere la durata di inutilizzo del tessuto umano ed animale immagazzinato.

La ricerca è stata condotta dal Dott. Suong-Hyn Hyon, che è un professore associato all'istituzione universitaria di Kyoto per le scienze mediche di frontiera. In un articolo, il Dott. Hyon ed i soci hanno descritto la capacità di EGCG di contribuire a conservare le piastrine, che sono immagazzinate soltanto per i 3 giorni nel Giappone. L'aggiunta di EGCG ha prolungato la capacità delle piastrine di aggregare ed ha contribuito a mantenere la loro affinità per i ricevitori di superficie, che hanno migliorato la loro attuabilità dopo i 6 giorni confrontati alle piastrine non trattate. “EGCG può condurre ad un'inibizione di apoptosi della piastrina ed i tassi più bassi di morte delle cellule, offrendo un metodo potenzialmente novello ed utile per prolungare il periodo di stoccaggio della piastrina,„ il Dott. Hyon hanno osservato.

In un altro studio, EGCG ha migliorato lo stoccaggio della pelle congelata del ratto, un'individuazione che potrebbe urtare positivamente la conservazione di pelle umana usata per innestare. “Fornire i migliori risultati, innesti di pelle deve essere elaborata ed immagazzinato in un modo che mantiene la loro attuabilità ed integrità strutturale finché non fossero necessarie per trapianto,„ il Dott. Hyon ha spiegato. “La disfunzione del trapianto si presenta spesso come risultato dell'ossidazione. Una migliore soluzione di stoccaggio ha potuto impedire questa.„

Per lo studio, la pelle del ratto trattata con EGCG è stata conservata centigrado a 4 gradi per 2, 8 o 24 settimane ed è stata trapiantata ai topi nudi. “Il tempo di immagazzinamento degli innesti di pelle è stato estendere a 24 settimane dalla crioconservazione facendo uso di EGCG ed il tasso di sopravvivenza era quasi 100 per cento,„ il Dott. Hyon ha rilevato.

Un terzo articolo descrive come la cartilagine del coniglio immagazzinata per 2 settimane in un medium che contiene EGCG è stata associata con alta attuabilità delle cellule ed ha migliorato la conservazione a seguito dell'innesto.

“Questi studi evidenziano i benefici di usando i composti naturali quale ECGC per migliorare la conservazione dei tessuti immagazzinati, possibilmente dovuto le loro proprietà antiossidanti,„ redattore di ospite di trapianto delle cellule Dr che Naoya Kobayashi ha concluso.

— Tintura di D

14 settembre 2009

Il nuovo metodo controlla lo sforzo ossidativo del tumore

Il nuovo metodo controlla lo sforzo ossidativo del tumoreUn rapporto pubblicato online il 10 settembre 2009 negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze descrive lo sviluppo di nuova tecnica per valutare i livelli di sforzo ossidativi in cellule tumorali. Lo sforzo ossidativo è una circostanza che deriva da un'abbondanza di molecole ossigeno-contenenti altamente reattive conosciute come i radicali liberi, che possono rifornire la crescita di combustibile del tumore. Il trattamento con gli antiossidanti, che inibiscono i radicali liberi, ha indicato i risultati misti nella ricerca sul cancro, possibilmente dovuto i livelli di sforzo ossidativi differenti fra i pazienti. Una tecnica che permette al monitoraggio dello sforzo ossidativo via-collegato della crescita delle cellule del tumore potrebbe migliorare il successo della terapia antiossidante contro cancro.

Giovane Ho Seo, PhD e Kate Carroll, PhD dell'università di istituto di scienze biologiche di Michigan nel rapporto di Ann Arbor la loro elaborazione di un metodo di rilevazione dell'acido sulfenic in proteine, che è il prodotto iniziale dell'ossidazione della reazione della cisteina dell'aminoacido con il perossido di idrogeno, un pro-ossidante ben noto. I ricercatori hanno usato una sonda chimica per etichettare l'acido sulfenic per il riconoscimento da un anticorpo identificato, permettendo ai livelli acidi sulfenic di essere misurato in cellule di cancro al seno coltivate. Hanno scoperto un modello differente delle modifiche acide sulfenic in ogni tipo del tumore del seno esaminatore.

“Per ogni linea, abbiamo visto un modello molto distinto delle modifiche acide sulfenic, indicante i livelli di sforzo ossidativi differenti e suggerente le differenze negli eventi molecolari di fondo connessi con la crescita del tumore,„ il Dott. indicato Carroll, che è assistente universitario di chimica al UM. “Se i modelli che vediamo correlerà con la risposta al trattamento antiossidante o altre terapie che modulano livello di sforzo ossidativo resta vedere, ma ora abbiamo almeno un modo studiare quella domanda.„

La ricerca futura progettata da DRS Carroll e Seo identificherà le proteine specifiche delle cellule modificate durante lo sforzo ossidativo e determinerà se sono comprese nel cancro.

— Tintura di D

11 settembre 2009

Telomeri più lunghi trovati nei bevitori del tè

Telomeri più lunghi trovati nei bevitori del tèUn rapporto ha pubblicato online il 12 agosto 2009 nel giornale britannico di nutrizione ha rivelato che gli uomini che bevono regolarmente il tè hanno telomeri che sono più lunghi di coloro che non fa.

I telomeri sono sequenze del DNA che ricoprono l'estremità dei cromosomi, che accorciano con l'invecchiamento della cellula. La lunghezza del telomero è stata proposta come biomarcatore di invecchiamento. Fattori di stile di vita ed ambientali che colpiscono i livelli di sforzo e l'influenza ossidativi di infiammazione il tasso di volume d'affari delle cellule e, conseguentemente, di lunghezza del telomero.

Lo studio corrente ha incluso 976 uomini e 1.030 donne che hanno partecipato ad un'indagine di salute dal 2001 al 2003. La lunghezza bianca del telomero del globulo è stata misurata in DNA estratto dai campioni di sangue. I questionari di frequenza dell'alimento sono stati usati per valutare l'assunzione di alimento da 13 gruppi e da tè cinese.

Una differenza significativa di lunghezza del telomero è stata osservata sopra il confronto degli uomini che hanno consumato più di tre tazze di tè al giorno con quelli di cui l'assunzione del tè era più bassa ad una media di una tazza quarta o di meno. La differenza ha corrisposto a circa 5 anni di vita. Fra le donne, nessun'associazione fra tè beventi e la lunghezza del telomero è stata osservata, tuttavia, una maggior assunzione degli oli e dei grassi ha avuta un'associazione limite con i più brevi telomeri.

Gli autori, dall'università cinese di Hong Kong, scrivono che le proprietà antiossidanti di tè possono proteggere i telomeri dal danno ossidativo che si presenta con invecchiamento. Il vantaggio di sopravvivenza sperimentato dalle donne dovuto gli ormoni ed altri fattori che possono fornire la maggior resistenza allo sforzo ossidativo potrebbe spiegare l'impatto riduttore della dieta sulla lunghezza del telomero suggerita dallo studio corrente. I ricercatori raccomandano ulteriore ricerca per delucidare i meccanismi da cui il tè ed altre componenti dietetiche influenzano la lunghezza del telomero.

— Tintura di D

9 settembre 2009

Mutazione genetica che trova il ruolo degli sforzi ossidativi di sostegni nell'invecchiamento

Mutazione genetica che trova il ruolo degli sforzi ossidativi di sostegni nell'invecchiamentoUn rapporto pubblicato online durante la settimana dei 6-12 settembre 2009 negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze ha confermato l'impatto di danno ossidativo sul materiale genetico del corpo, che causa le mutazioni che conducono invecchiare, a cancro e ad altri stati disordinati.

I ricercatori all'università di Stato dell'Oregon, Indiana University, l'università di Florida e l'università  del New Hampshire hanno seguito le mutazioni genetiche nei elegans dell'ascaride C. per 250 generazioni: l'equivalente di 5.000 anni umani. I vermi hanno accumulato 391 mutazione genetica, che ha luogo oltre 10 volte altrettante come sono stati scoperti nei simili studi. La maggior parte delle mutazioni è stata collegata a guanina, un nucleotide del DNA che è particolarmente sensibile a danno ossidativo.

“La maggior parte della vita su terra dipende in certa forma da ossigeno, che è grande alla produzione di energia,„ ricercatore spiegato del cavo e assistente universitario dell'università di Stato dell'Oregon della zoologia Dee Denver. “Ma paghiamo un prezzo elevato la nostra dipendenza da ossigeno, perché il processo di usando non è 100 per cento efficienti e può provocare i radicali liberi dell'ossigeno che possono danneggiare le proteine, i grassi ed il DNA. E questo processo peggiora con l'età, poichè i radicali liberi accumulano e cominciano a causare la malattia.„

“Le mutazioni genetiche in animali sono realmente abbastanza rare, essi non accadono molto spesso a meno che siano indotte da qualcosa,„ lei hanno notato. “Il valore di usando questo ascaride è che raggiunge l'età riproduttiva in circa quattro giorni, in modo da possiamo studiare i cambiamenti che accadono con le centinaia di generazioni, facendo uso della tecnologia avanzata di sequenziamento del genoma.„

“La ricerca ha mostrato che la maggior parte di tutte le mutazioni del DNA sopporta la firma dello sforzo ossidativo,„ il Dott. Denver ha concluso. “Che è esattamente che cosa prevedereste se credete che ossidativo solleciti siete una causa fondamentale di invecchiamento e della malattia.„

— Tintura di D

8 settembre 2009

Virus identificato in cellule di carcinoma della prostata

Virus identificato in cellule di carcinoma della prostataIn un articolo pubblicato il 7 settembre 2009 online, negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, i ricercatori all'università di Utah e l'università di Columbia riferiscono la scoperta in cellule di carcinoma della prostata di un virus conosciuto per causare il cancro in animali.

Agendo sui risultati precedenti dall'università di California, San Francisco e Cleveland Clinic, l'università di professore associato di Utah dell'epidemiologia Ila R. Singh, il MD, il PhD ed i suoi colleghi hanno paragonato i campioni di tessuto da 233 pazienti di carcinoma della prostata e da 101 uomo all'ipertrofia benigna della prostata. Hanno trovato il gammaretrovirus conosciuto come il virus in relazione con il virus di leucemia murina xenotropic (XMRV) in 27 per cento degli esemplari del carcinoma della prostata rispetto a 6 per cento dei campioni benigni. Le proteine virali erano quasi tutte situate nelle cellule maligne, indicanti che l'infezione potrebbe partecipare alla formazione del tumore.

“Cancro di causa di Gammaretroviruses (di quale XMRV è il più nuovo membro) in animali trasformando le cellule che infettano,„ il Dott. Singh ha detto il prolungamento della vita. “Così trovare il virus in cellule maligne è compatibile con i meccanismi classici di formazione del tumore seguiti dai retrovirus.„

La scoperta ha potuto aggiungere il carcinoma della prostata ad una serie di malignità causate in molti casi dagli agenti infettante, compreso cancro cervicale, tumore dello stomaco e linfoma. Se XMRV è indicato per causare il carcinoma della prostata, potrebbe permettere ai ricercatori di sviluppare i test diagnostici ed i trattamenti antivirali. Un altro campo di ricerca di promessa interessa la prevenzione della trasmissione virale.

“Abbiamo trovato che XMRV era presente in 27 per cento dei carcinoma della prostata che abbiamo esaminato e che è stato associato con i tumori più aggressivi,„ abbiamo indicato il Dott. Singh. “Ancora non sappiamo che questo virus causa il cancro nella gente, ma quella è una domanda che importante stiamo andando studiare.„

“Abbiamo molte domande ora,„ il Dott. Singh aggiunto, “e noi ritiene questa indagine successiva di meriti.„

— Tintura di D

4 settembre 2009

Colleen Fitzpatrick ha avuto bisogno di per lo sviluppo del cervello

Colleen Fitzpatrick ha avuto bisogno di per lo sviluppo del cervelloNell'edizione del settembre 2009 del giornale americano di nutrizione clinica, un gruppo dall'università di Copenhaghen suggerisce che le donne incinte con l'assunzione insufficiente della vitamina C rischino di dare alla luce agli infanti con lo sviluppo mentale alterato.

Il professor Jens Lykkesfeldt e colleghi ha alimentato 6 alle diete di 7 giorni delle cavie che contengono gli importi sufficienti o insufficienti di vitamina C per due mesi. Le cavie sono uno dei pochi animali, simile agli esseri umani, che non fanno la loro propria vitamina C. Alla conclusione del periodo del trattamento, i cervelli degli animali che hanno ricevuto diete insufficienti della vitamina C sono stati trovati per avere 30 per cento meno neuroni hippocampal e la memoria spaziale significativamente peggiore ha paragonato a quelle che hanno ricevuto una dieta normale.

“I nostri dati mostrano quella carenza della vitamina C nei risultati postnatali iniziali di vita nello sviluppo di un neurone alterato e una diminuzione funzionale nella memoria spaziale in cavie,„ gli autori conclude. “Speculiamo che questo effetto non riconosciuto della carenza della vitamina C può avere implicazioni cliniche per gli individui ad alto rischio, quali nei bambini sopportati dalle madri C-carenti della vitamina.„

I cervelli dei neonati possono essere particolarmente vulnerabili anche alle piccole riduzioni di vitamina C. Negli studi che utilizzano i feti del topo, quelli che non potevano trasportare la vitamina C hanno sviluppato la lesione cerebrale che somiglia a quella dei bambini prematuri.

“Possiamo testimoniare così che i bambini ottengono le difficoltà di apprendimento perché non hanno ottenuto abbastanza vitamina C nella loro vita in anticipo,„ il Dott. Lykkesfeldt hanno commentato. “Questo è insopportabile quando sarebbe così facile da impedire questa carenza dando un supplemento della vitamina alle donne incinte ad alto rischio ed alle nuove madri.„

Il gruppo del Dott. Lykkesfeldt attualmente sta valutando l'effetto della carenza della vitamina C nella gravidanza iniziale e se il danno può essere invertito dopo la nascita.

— Tintura di D

1° settembre 2009

Conosca i vostri rischi

Conosca i vostri rischiUn nuovo strumento sviluppato dall'università del Carnegie Mellon permette a chiunque con accesso Internet di determinare il loro rischio medio di morte dalle cause importanti e di paragonare quei rischi ad altre fasce d'età, corse e zone geografiche.

L'ex professor David Gerard del Carnegie Mellon con lo sviluppatore Paul Fischbeck del sito, che è un professore delle scienze di decisione e del sociale e dell'ingegneria e dell'ordine pubblico, ha compreso le statistiche pubbliche dagli Stati Uniti e dall'Europa in uno strumento del web in cui “un MicroMort„ è usato come unità della a un--un-milione nella probabilità della morte nell'anno prossimo. Una causa della morte con un numero più basso di MicroMorts per un genere, una corsa, un gruppo d'età o una zona geografica specificato significa che un più a basso rischio della morte è stato calcolato per quel gruppo.

I dati rivelano un elevato rischio drammaticamente della morte nell'anno prossimo per gli uomini, che hanno un elevato rischio molto della malattia cardiaca, degli incidenti, degli omicidi e dei suicidi mortali che le donne. Quando gli europei occidentali sono stati confrontati ai residenti degli Stati Uniti, sono stati indicati per avere un elevato rischio della morte dalla prostata e dal cancro al seno, comunque gli Americani hanno un maggior rischio di morte dalla morte del cancro polmonare e cause relative all'obesità. “La maggior parte dei Americani non hanno una comprensione particolarmente buona dei loro propri rischi della mortalità, per non parlare del posto dei loro rischi pertinenti,„ il Dott. celebre Gerard, che è attualmente un professore associato dell'economia a Lawrence University in Appleton, Wisconsin.

Il DRS Fischbeck e Gerard crede che il loro strumento potrebbe di uso a quelli essere impegnato nella discussione di politica corrente di sanità che ha luogo negli Stati Uniti. “Crediamo che questo strumento, che permette che chiunque valuti il loro proprio rischio di morte e paragoni i loro rischi alle controparti negli Stati Uniti e l'Europa, potrebbe contribuire ad informare il pubblico ed impegnarli costruttivamente nel dibattito,„ il Dott. Fischbeck abbiamo dichiarato.

— Tintura di D

 

Che cosa è archivio caldo