Che cosa è caldo

I flash di notizie sono inviati frequentemente qui per tenervi aggiornato con gli ultimi avanzamenti nella salute e nella longevità. Abbiamo un registro ineguagliabile delle storie di rottura circa gli avanzamenti del prolungamento della vita.

 

 

Che cosa è archivio caldo

30 settembre 2011

L'uso steroide orale può provocare la carenza di vitamina D

L'uso steroide orale può provocare la carenza di vitamina DI ricercatori da Albert Einstein College di medicina dell'università di Yeshiva riferiscono online il 28 settembre 2011 nel giornale dell'endocrinologia e del metabolismo clinici che l'uso delle droghe orali del corticosteroide è associato con il doppio il rischio di avere livelli severamente carenti di vitamina D confrontati a non uso delle droghe. 

L'assistente universitario dell'istituto universitario di Einstein della pediatria Amy Skversky, del MD, del ms e di lei soci ha analizzato i dati da 22.650 bambini, adolescenti ed adulti che hanno partecipato all'indagine nazionale dell'esame di nutrizione e di salute (NHANES) 2001-2006. Cento ottantuno oggetto ha riferito l'uso steroide orale durante i trenta giorni prima dell'interrogazione.  Fra gli utenti steroidi, 11 per cento ha avuto livelli di hydroxyvitamin D del siero 25 di meno di 10 nanograms per millilitro, che è considerato severamente carente, confrontato a 5 per cento del resto della popolazione di studio.  Per gli utenti steroidi orali sotto l'età di 18, la carenza severa di vitamina D era quattordici volte probabili accadere rispetto agli utenti del nonsteroid nello stesso gruppo d'età.   

L'individuazione è interessare dovuto il rischio aumentato di termini quale l'osteomalacia, miopatia ed il rachitismo che sono associati con la carenza di vitamina D. L'altra ricerca ha rivelato i livelli in diminuzione di vitamina D in bambini con asma ed in quelli con il morbo di Crohn che sono spesso medicinali steroidi prescritti. Le droghe possono abbassare i livelli di vitamina D aumentando il livello di enzima che inattiva la vitamina. 

“Quando medici scrivono quella prescrizione per gli steroidi e stanno inviando i pazienti per le prove di laboratorio, dovrebbero anche ottenere alla vitamina D misurata livellata,„ il Dott. Skversky ha raccomandato.

28 settembre 2011

Aiuti dello zinco nella comunicazione di regolamento della cellula cerebrale

Aiuti dello zinco nella comunicazione di regolamento della cellula cerebraleUn rapporto pubblicato online il 21 settembre 2011 nel neurone del giornale rivela un ruolo importante per lo zinco minerale nel regolamento della comunicazione della cellula cerebrale.  L'individuazione è la prima istanza di prova che un elemento, rispetto ad un composto chimico, è usato dal sistema nervoso come neurotrasmettitore.

Nella ricerca condotta mezzo secolo fa più, le alte concentrazioni di zinco sono state trovate in compartimenti di cellule nervose conosciuti come le vescicole che imballano i prodotti chimici dei neurotrasmettitori- che facilitano la trasmissione degli impulsi fra i neuroni.  I neuroni nell'ippocampo del cervello, che è il centro dell'apprendimento e della memoria, sono stati scoperti per avere i livelli elevati di zinco.  Tuttavia, è rimanere sconosciuto se lo zinco che è stato trovato nelle vescicole delle cellule realmente ha svolto un ruolo nella comunicazione delle cellule nervose. 

Per la ricerca corrente, i ricercatori a Duke University e Massachusetts Institute of Technology hanno utilizzato un chelatore novello dello zinco per contribuire a legare e rimuovere lo zinco dai campioni hippocampal del cervello derivati dai topi.  “Abbiamo scoperto che lo zinco è essenziale per controllare l'efficienza della comunicazione fra due popolazioni critiche delle cellule nervose nell'ippocampo,„ James McNamara senior autore, il MD, di Duke University ha riferito. “Questo indirizza una controversia di lunga durata nel campo.„

Sebbene avere zinco adeguato sia essenziale per la comunicazione delle cellule nervose, l'eccessivo potenziamento di questa comunicazione è stato osservato in animali con l'epilessia. “Il regolamento dello zinco con attenzione di controllo della comunicazione fra queste cellule nervose è critico sia a formazione di memorie che forse all'avvenimento delle crisi epilettiche,„ il Dott. McNamara ha dichiarato.

Ha notato che i supplementi dello zinco sono ampiamente - disponibile ed è usato spesso trattare la depressione ed altri disordini del cervello, tuttavia, non è noto se completanti con il contenuto dello zinco i cambiamenti del minerale del cervello o modifica la comunicazione fra le sue cellule nervose.

26 settembre 2011

La proteina di soia rallenta la progressione di aterosclerosi in donne postmenopausali

La proteina di soia si riduce rallenta la progressione di aterosclerosi in donne postmenopausaliI ricercatori dall'università della California del Sud riferiscono il risultato di una prova doppio accecata delle donne postmenopausali che hanno trovato un effetto protettivo per il completamento della proteina di soia contro la progressione di aterosclerosi se iniziato in cinque anni di menopausa. I risultati sono comparso online l'8 settembre 2011 nel colpo americano del giornale di associazione del cuore.

Howard N. Hodis, il MD della scuola di medicina del Keck di USC ed il suo associa le 350 donne postmenopausali randomizzate invecchiate 45 - 92 chi non ha avuto malattia cardiovascolare o il diabete per ricevere 25 grammi ha isolato la proteina di soia al giorno o un placebo per 2,7 anni, durante cui lo spessore di intima-media dell'arteria carotica è stato controllato. Sebbene la progressione di spessore di intima-media dell'arteria carotica sia in media 16 per cento più di meno in donne che hanno ricevuto la proteina di soia confrontata a coloro che ha ricevuto un placebo, l'effetto non è stato considerato significativo. Tuttavia, quando i partecipanti sono stati analizzati dal gruppo d'età, un effetto protettivo significativo è stato osservato fra coloro che aveva luogo in cinque anni di menopausa, con coloro che ha ricevuto la proteina di soia che ha un tasso d'espansione medio che era 68 per cento più basso di coloro che ha ricevuto un placebo. 

Questa prova è il più grande e studio umano controllato finora il più lungamente randomizzato per valutare l'effetto della proteina di soia isolata sulla progressione di aterosclerosi. Oltre a ritardare l'aterosclerosi, i ricercatori inoltre hanno osservato un importante crescita in colesterolo della lipoproteina ad alta densità (HDL) fra le donne che hanno ricevuto la proteina di soia, che è associata con un effetto protettivo sull'apparato cardiovascolare.    

“Questi risultati sono coerenti con cui abbiamo imparato con la ricerca condotta negli ultimi dieci anni,„ il Dott. Hodis hanno dichiarato. “La letteratura dimostra che c'è “un ventaglio di opportunità„ di un effetto benefico potenziale sulla coronaropatia per i prodotti che legano al ricevitore dell'estrogeno compreso terapia ormonale sostitutiva, gli isoflavoni della soia o i modulatori selettivi del ricevitore dell'estrogeno (SERMs) una volta iniziati in donne in 5-6 anni di menopausa.„

23 settembre 2011

I livelli riduttori di vitamina D hanno correlato con la maggior severità di asma in bambini

I livelli riduttori di vitamina D hanno correlato con la maggior severità di asma in bambiniUn articolo ha pubblicato l'8 settembre 2011 nel giornale americano dei rapporti respiratori e critici della medicina di cura un collegamento fra stato riduttore di vitamina D ed asma terapia-resistente severa (STRA) fra i bambini asmatici.  L'asma terapia-resistente severa si presenta in 5 - 10 per cento dei bambini asmatici e necessita la maggior utilizzazione dei servizi di sanità dovuto gli episodi aumentati di asma e le malattie relative. 

Atul Gupta, il MD dell'ospedale reale di Brompton a Londra ed i colleghi hanno paragonato i livelli di hydroxyvitamin D del siero 25 di 24 bambini senza asma, di 26 bambini ad asma moderata e di 36 ad asma terapia-resistente severa.  Il gruppo ha trovato che i ragazzi e le ragazze con STRA hanno avuti significativamente livelli più bassi della vitamina D, di attacchi più frequenti, di maggior uso dei farmaci di asma, della massa di tessuto aumentata del muscolo della via aerea e della funzione polmonare peggiore in confronto agli altri gruppi. 

Lo studio è il primo per valutare l'impatto di stato di vitamina D in bambini con STRA. “Piccolo è conosciuto circa stato di vitamina D ed il suo effetto su patofisiologia di asma in questi pazienti,„ il Dott. Gupta ha notato. “Per il nostro studio, abbiamo supposto che i bambini con STRA avessero livelli più bassi della vitamina D che gli asmatici moderati e che i livelli più bassi della vitamina D fossero associati con la funzione polmonare ed i cambiamenti peggiori nelle vie respiratorie muscle il tessuto.„

“I nostri risultati indicano quello che individua la carenza di vitamina D in bambini con STRA e poi trattante quella carenza, possono contribuire ad impedire o ridurre i mutamenti strutturali che si presentano nel muscolo liscio della via aerea, che a loro volta può contribuire a ridurre i sintomi in relazione con l'asma ed a migliorare la funzione polmonare globale,„ ha aggiunto.  “La determinazione del meccanismo esatto fra la vitamina D ed i cambiamenti bassi della via aerea che si presentano in STRA richiederà gli studi di intervento.  Eventualmente, i risultati del questo e gli studi futuri contribuiranno a determinare un nuovo corso della terapia che sarà efficace nella cura dei questi bambini.„

21 settembre 2011

Aiuti del peptide della soia nella metastasi di didascalia

Aiuti del peptide della soia nella metastasi di didascaliaUn articolo pubblicato online il 10 settembre 2011 nelle lettere del Cancro del giornale descrive la scoperta di Elvira Gonzalez de Mejia e del Vermont P. Dia dell'università dell'Illinois a Urbana di un beneficio per il lunasin, un peptide che si presenta in soia, nell'impedire la diffusione di tumore del colon al fegato, il sito predominante della metastasi per questo tipo di cancro.  “Quando il lunasin è stato usato congiuntamente all'oxaliplatino della droga della chemioterapia, abbiamo visto una riduzione sestuplo del numero di nuovi siti del tumore,„ il Dott. rivelatore de Mejia, che è un professore associato della chimica alimentare e della tossicologia dell'alimento a UI.

Lo studio corrente ha utilizzato i topi è cresciuto per sviluppare il tumore del colon che si riproduce per metastasi al fegato.  I ricercatori hanno diviso gli animali per ricevere le iniezioni quotidiane del lunasin, del lunasin più l'oxaliplatino della droga della chemioterapia, dell'oxaliplatino da solo o di nessuno dei due composto.  “Il gruppo che ha ricevuto il lunasin da solo ha avuto 50 per cento meno siti metastatici,„ Dott. riferito de Mejia.  “Ma un risultato ancor più emozionante è stato visto nel gruppo che ha ricevuto sia il lunasin che siti solo droga del cancro della chemioterapia i 5 nuovi in paragone a 28 nel gruppo di controllo.„

“Questa riduzione enorme della metastasi è stata raggiunta con la quantità di lunasin in soltanto 25 grammi quotidiani di proteina di soia, l'importo raccomandato nel reclamo di salute di FDA,„ il Dott. celebre Dia, che è un collega postdottorale dell'università dell'Illinois.  “In questo studio, abbiamo imparato che il lunasin può penetrare la cellula tumorale, causare la morte delle cellule ed interagire con almeno un tipo di ricevitore in una cellula che è pronta a riprodurrsi per metastasi.„

“Due vetri del latte che di soia un il giorno fornisca generalmente la metà della quantità di lunasin hanno utilizzato nel nostro studio,„ il Dott. de Mejia hanno rilevato. “Certamente sembra fattibile da creare un prodotto lunasin-arricchito che la gente potrebbe consumare in un modo preventivo.„

19 settembre 2011

Aromatizzi su che broccoli noiosi per il più notevole beneficio

Aromatizzi su che broccoli noiosi per la più notevole indennità-malattiaSe avete pensato mai che il pezzo di broccoli sul vostro piatto abbia bisogno un poco extra “di qualcosa,„ le probabilità sono voi sono giuste, secondo un rapporto pubblicato il 13 settembre 2011 nel giornale britannico di nutrizione.

I broccoli contengono il glucoraphanin, che converte nel corpo in composto conosciuto come sulforaphane.  Sulforaphane è un isotiocianato che è responsabile del cancro del broccolo- beneficio preventivo.  Mentre la flora dell'intestino permette al rilascio di sulforaphane nell'intestino più basso, è necessario affinchè il glucoraphanin sia idrolizzato dalla mirosinasi degli enzimi in modo che sulforaphane da liberare nell'intestino superiore.  La mirosinasi è trovata in germogli dei broccoli, senape, rafano ed altri alimenti, ma è carente in alcuni supplementi in polvere dei broccoli. 

I ricercatori all'università dell'Illinois aUrbana-champagne hanno valutato l'assorbimento di una di una polvere ricca glucoraphanin dei broccoli da solo e congiuntamente ai broccoli freschi germoglia.  Quattro uomini sono stati assegnati per consumare quattro pasti migliorati con la polvere dei broccoli, i germogli dei broccoli, polvere ed i germogli dei broccoli, o nessuni, dopo di che i metaboliti del sulforaphane sono stati misurati in sangue ed urina. 

I livelli elevati dell'isotiocianato del plasma erano a metà di ora dopo che i pasti che contengono i broccoli germoglia da solo o congiuntamente alla polvere dei broccoli.  Isothiocyanates ha alzato nel plasma sanguigno dopo che il consumo di broccoli con i germogli a metà del tempo come che ha determinato per i broccoli o i germogli da solo ed i livelli erano superiori a quelli misurati dopo gli altri pasti.  I livelli elevati urinarii del metabolita del sulforaphane sono stati osservati dopo il consumo di entrambi i broccoli e germogli dei broccoli. 

“Qui è un altro beneficio di protezione e di miglioramento della mirosinasi in vostri alimenti,„ co-author indicato Elizabeth H. Jeffrey. “Se la mirosinasi è presente, il sulforaphane è liberato nell'ileo, la prima parte del vostro apparato digerente. L'assorbimento accade bene e rapidamente là, che è perché abbiamo visto la bioattività in 30 minuti.„

“Per ottenere questo effetto, aromatizzi sui vostri broccoli con i germogli dei broccoli, la senape, rafano, o wasabi,„ ha raccomandato. “Il più piccante, il migliore; quello significa che sta essendo efficace.„

16 settembre 2011

La frutta bianca/consumo di verdure si è associato con più a basso rischio del colpo

I miglioramenti di stile di vita ed il trattamento della malattia cardiaca significativamente possono essere migliori delle droghe per EDMentre il valore di una dieta dell'arcobaleno che sottolinea gli alimenti vegetali pienamente pigmentati recentemente è stato sollecitato per le sue indennità-malattia, ricercatori dal rapporto olandese online nel colpo: Giornale dell'associazione americana del cuore l'individuazione di un rischio riduttore di colpo fra coloro che consuma le quantità elevate di frutta e delle verdure con carne bianca.  Lo studio è il primo per valutare l'associazione dei colori della verdura e della frutta con il rischio del colpo.

Linda M. Oude Griep, il MSc ed i suoi colleghi hanno valutato le risposte di questionario dietetiche di 20.069 adulti con un'età media di 41 per ottenere le informazioni sul colore di frutta e delle verdure consumate.  Il colore è stato classificato come verde, arancio/giallo, rosso/porpora o bianco. 

Sopra seguito di dieci anni, 233 colpi hanno accaduto.  Per coloro che ha avuto un'alta assunzione di frutta e delle verdure bianche, quali le mele, pere e cavolfiore, il rischio di colpo era 52 per cento più basso di quelli di cui l'assunzione era bassa.  Ogni 25 grammi per aumento del giorno nell'assunzione bianca della verdura e della frutta sono stati associati con i 9 per cento più a basso rischio. 

“Per impedire il colpo, può essere utile consumare i considerevoli importi della frutta e delle verdure bianche,„ Dott. suggerito Griep, che è un collega postdottorale in alimentazione umana all'università di Wageningen. “Per esempio, mangiare una mela un il giorno è un modo semplice di aumentare la frutta e l'assunzione bianche della verdura.  Tuttavia, altri frutta e gruppi di colore della verdura possono proteggere da altre malattie croniche. Di conseguenza, rimane di importanza consumare molte frutta e verdure.„

“Può essere troppo in anticipo affinchè i medici consigli i pazienti di cambiare le loro abitudini dietetiche basate su questi risultati iniziali,„ ha aggiunto.

14 settembre 2011

I miglioramenti di stile di vita ed il trattamento della malattia cardiaca possono essere migliori delle droghe per ED

I miglioramenti di stile di vita ed il trattamento della malattia cardiaca significativamente possono essere migliori delle droghe per EDI risultati di un esame pubblicato online il 12 settembre 2011 negli archivi di medicina interna rivelano che impegnarsi nelle pratiche utili di stile di vita ed ottenere il trattamento per i fattori di rischio della malattia cardiovascolare migliorano significativamente la disfunzione erettile (ED) in uomini invecchiati mezzo.  La meta-analisi è la prima, alla conoscenza dell'autore, valutare l'effetto degli interventi di stile di vita e delle riduzioni cardiovascolari di fattore di rischio sulla circostanza.

I ricercatori a Mayo Clinic a Rochester, Minnesota hanno selezionato sei test clinici randomizzati che hanno incluso complessivamente 740 uomini con un'età media di 55,4 anni per la loro analisi.  Le prove hanno valutato gli effetti del cambiamento di stile di vita e di esercizio, una dieta Mediterranea, un programma di esercizio di intervallo, la perdita di peso ed il trattamento con le atorvastatine della droga sui fattori di rischio cardiovascolari.  La disfunzione erettile è stata valutata via le risposte di questionario. 

L'analisi ha affermato che i miglioramenti nei fattori di rischio cardiovascolari sono stati associati con una riduzione della disfunzione erettile.  Le analisi separate dello stile di vita e del trattamento farmacologico erano inoltre entrambe il collegato con un beneficio significativo.   

“Le terapie attualmente usate per il trattamento di ED comprendono la terapia orale con il tipo 5 della fosfodiesterasi gli inibitori (PDE-5), che sono altamente efficaci nel trattamento di ED,„ gli autori scrivono.  “Tuttavia, dimostriamo che la riduzione cardiovascolare di fattore di rischio migliora ED anche negli uomini che non sono rispondenti agli inibitori PDE-5.„

“I nostri risultati li suggeriscono che la riduzione cardiovascolare di fattore di rischio fornisca ai benefici incrementali in ED ben oltre quello raggiunti l'uso degli inibitori PDE-5,„ aggiungono.  “L'adozione delle modifiche di stile di vita e della riduzione cardiovascolare di fattore di rischio fornirà il beneficio incrementale indipendentemente da uso dell'inibitore PDE-5.„

12 settembre 2011

Il resveratrolo mostra il beneficio preventivo nella sindrome metabolica

Il resveratrolo mostra il beneficio preventivo contro la sindrome metabolicaL'emissione del settembre 2011 del diabete ha pubblicato l'individuazione dei ricercatori all'università di alberta di un effetto protettivo per i resveratroli, un composto trovato in uva rossa ed altri alimenti vegetali, contro lo sviluppo della sindrome metabolica, un gruppo di sintomi che aumentano il rischio di diabete e di malattia cardiovascolare.

Jason Dyck dell'università di dipartimenti di alberta della pediatria e farmacologia ed i suoi colleghi ha esposto i ratti incinti ad un normale ambiente o che era basso in ossigeno durante il terzo posteriore dei loro periodi gestazionali.  (La privazione dell'ossigeno può limitare la crescita fetale come pure aumentare successivamente il rischio di sindrome metabolica nella vita.)  La prole degli animali è stata data le diete ad alta percentuale di grassi dopo lo svezzamento ed alcuni sono stati completati con i resveratroli per nove settimane.  La tolleranza al glucosio, l'insulino-resistenza, il grasso addominale ed i livelli e del trigliceride dell'acido grasso libero sono stati misurati alla conclusione del periodo del trattamento per valutare lo sviluppo della sindrome metabolica.

Mentre i ratti che sono stati esposti ad un ambiente hypoxic hanno avuti sintomi più severi della sindrome metabolica confrontati a quelli che sono stati esposti ad un ambiente normale, gli animali che hanno ricevuto resveratroli hanno avuti i livelli di lipidi grassi e migliori meno addominali, i più bassi livelli periferici del trigliceride e miglioramenti nell'insulino-resistenza e nella tolleranza al glucosio confrontati a quelli che non hanno ricevuto il composto. 

“C'è un concetto che in utero, ci sono spostamenti genetici che stanno accadendo – riprogrammare sta presentandosi a causa dei bambini energici di questo ambiente è dentro, quello li permette di recuperare molto rapidamente dopo la nascita,„ il Dott. Dyck ha spiegato.  “Quando i bambini sono crescita-limitati, hanno solitamente un periodo del recupero dopo che nascono dove prendono ai gruppi non crescita limitati. Potrebbe essere che riprogrammando che crea questo genere di fenotipo “parsimonioso„, dove vogliono consumare ed immagazzinare ed ottenere presi.  Quello che riprogramma sembra renderli più vulnerabili a sviluppare una miriade di problemi metabolici.„

9 settembre 2011

l'acido Alfa-lipoico rallenta la progressione della neuropatia

l'acido Alfa-lipoico rallenta la progressione della neuropatiaI risultati di una prova hanno pubblicato nella cura del diabete del giornale suggeriscono che completare con l'acido alfa-lipoico (ALA) potrebbe contribuire a ritardare la progressione di poli neuropatia sensorimotoria simmetrica distalediabetica (DSPN), una circostanza che colpisce un terzo stimato di quelle con il diabete.

La valutazione neurologica di acido tioctico in neuropatia diabetica (NATHAN) 1 prova era una prova multicentrata, randomizzata, doppio accecata che ha paragonato gli effetti di quattro anni di completamento quotidiano ad un acido alfa-lipoico da 600 milligrammi ad un placebo sulla progressione di DSPN.  Il punto finale desiderato della prova era un cambiamento negli spartiti combinati per lo spartito di danno della neuropatia (NIS), gli arti NIS-più bassi e sette prove neurophysiologic.    

Alla conclusione del periodo del trattamento, gli spartiti combinati del gruppo che ha ricevuto gli spartiti migliori e combinati alfa-lipoici dell'acido per il gruppo del placebo peggiorato, ma la differenza non sono stati considerati significativa.  Tuttavia, quando le diverse valutazioni del test sono state confrontate, lo spartito di danno della neuropatia è migliorato significativamente fra i partecipanti che hanno ricevuto l'acido lipoico ed hanno peggiorato per gli oggetti che hanno ricevuto il placebo, mentre le differenze hanno raggiunto il significato limite per NIS Lower Limbs.  Un maggior numero di coloro che ha ricevuto l'acido lipoico ha mostrato clinicamente il miglioramento significativo confrontato a quelli nel gruppo del placebo. 

“La mancanza di miglioramento nel punteggio composito era principalmente dovuto il fatto che i deficit della conduzione del nervo nel gruppo placebo-trattato non hanno progredito,„ gli autori rileva. “Così, la prevenzione secondaria della progressione del punto finale composito dal trattamento con l'ALA non era prontamente realizzabile.„

“In conclusione, il trattamento quadriennale con l'ALA nella polineuropatia sensorimotoria simmetrica distale diabetica del delicato--moderato bene è stato tollerato ed è stato associato con miglioramento dei danni neuropatici ma non attributi della conduzione del nervo,„ scrivono.

1° settembre 2011

Beneficio di asma per vitamina C

Beneficio di asma per vitamina CUn articolo ha pubblicato il 25 agosto 2011 nei rapporti clinici e di traduzione di allergia un effetto positivo per il completamento della vitamina C in bambini asmatici.

In una prova dell'incrocio, 60 bambini fra le età di 7 e di 10 con asma sono stati dati giornalmente una vitamina C da 200 milligrammi, lo zinco, gli acidi grassi omega-3, una combinazione dei tre supplementi o un placebo per sei settimane. Dopo che un periodo di due settimane durante cui nessun supplemento è stato dato, i partecipanti sono stati commutati ad un nuovo regime, finché tutti i bambini non abbiano ricevuto ogni trattamento. I questionari hanno valutato la severità di asma all'inizio dello studio ed alla conclusione di ogni fase di trattamento e la funzione polmonare è stata provata via la spirometria. Ulteriormente, i genitori sono stati messi in discussione sulla presenza di muffa o sull'umidità nelle camere da letto dei bambini.

Mentre il completamento con vitamina C è stato associato con un aumento medio di 29 per cento nel volume espiratorio forzato ad un secondo (FEV1), che è una misura della funzione polmonare, c'era differenza significativa fra i partecipanti secondo l'età ed il livello di esposizione della muffa. I bambini hanno invecchiato 7 - 8,2 anni che non hanno avuti esposizione ad umidità o la muffa ha avvertito un aumento FEV 1 di 37per cento, mentre questa misura ha aumentato di appena 21 per cento in quelle fra le età di 8,3 e 10 anni di cui i genitori hanno riferito la muffa e l'umidità nelle loro stanze dei bambini. Quando le risposte di questionario di sintomo sono state analizzate, i bambini invecchiati 7 - 8,2 anni con i sintomi delicati di asma sono stati trovati per avvertire il più notevole beneficio dalla vitamina, mentre gli oggetti più anziani di cui i sintomi erano severi hanno avvantaggiato minimo.

“Sembrerebbe importante effettuare ulteriore ricerca per confermare i nostri risultati ed identificare più esattamente i gruppi di bambini che riceverebbero il più notevole beneficio dal completamento della vitamina C,„ gli autori scrivono.

 

Che cosa è archivio caldo